Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
tosatto

Amministratore..e soci ... ?

Buonasera...mi reco alla camera di commercio e - attraverso una visura - vengo a sapere che la soc. (che ci fa amministrazione) e' costituita da tre soci . Uno accomandatario..gli altri accomandanti. (la soc. e' una s.a,s.) - non vi sono dipendenti. Possono..i due soci accomandanti...fungere da..amministratori ? Ma la responsabilita'..non sta al solo socio accomandatario ? - (fra l'altro quest'ultimo mai visto e conosciuto)...potete darmi lumi ? i verbali delle assemblee sono firmati da un socio accomandante..e' normale questa cosa qui ? grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

salvo diversa disposizione societaria' (rapporti interni della societa')possono prestare la loro opera venendo incaricati di svolgere la funzione di amministratore di condominio (ovviamente sempre se in possesso dei requisiti art 71 bis )

 

oppure per "amministratori" intendi amministratori della societa' s.a.s. ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buonasera...mi reco alla camera di commercio e - attraverso una visura - vengo a sapere che la soc. (che ci fa amministrazione) e' costituita da tre soci . Uno accomandatario..gli altri accomandanti. (la soc. e' una s.a,s.) - non vi sono dipendenti. Possono..i due soci accomandanti...fungere da..amministratori ? Ma la responsabilita'..non sta al solo socio accomandatario ? - (fra l'altro quest'ultimo mai visto e conosciuto)...potete darmi lumi ? i verbali delle assemblee sono firmati da un socio accomandante..e' normale questa cosa qui ? grazie

nel tuo caso sia i soci accomandanti che l'accomandatario devono possedere i requisiti di legge. (art. 71 bis)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie..ad entrambi...cosa dice questo art. 71 BIS ? Gli darei volentieri un'occhiata....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
salvo diversa disposizione societaria' (rapporti interni della societa')possono prestare la loro opera venendo incaricati di svolgere la funzione di amministratore di condominio (ovviamente sempre se in possesso dei requisiti art

 

oppure per "amministratori" intendi amministratori della societa' s.a.s. ?

Buongiorno , come venire a conoscenza " salvo diversa disposizione societaria...".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

quello che deve interessare al condominio non sono le disposizioni interne ma che ove detti soci svolgano funzioni di amministratore di condominio siano in possesso dei requisiti art 71 bis .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
grazie..ad entrambi...cosa dice questo art. 71 BIS ? Gli darei volentieri un'occhiata....

71-bis. Possono svolgere l'incarico di amministratore di condominio coloro:

 

a) che hanno il godimento dei diritti civili;

b) che non sono stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione,

l'amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio o per ogni altro

delitto non colposo per il quale la legge commina la pena della reclusione non

inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni;

c) che non sono stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo

che non sia intervenuta la riabilitazione;

d) che non sono interdetti o inabilitati;

e) il cui nome non risulta annotato nell'elenco dei protesti cambiari;

f) che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado;

g) che hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di

formazione periodica in materia di amministrazione condominiale.

I requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma non sono necessari qualora

l'amministratore sia nominato tra i condomini dello stabile.

Possono svolgere l'incarico di amministratore di condominio anche società di cui

al titolo V del libro V del codice. In tal caso, i requisiti devono essere posseduti dai

soci illimitatamente responsabili, dagli amministratori e dai dipendenti incaricati di

svolgere le funzioni di amministrazione dei condomini a favore dei quali la società

presta i servizi.

La perdita dei requisiti di cui alle lettere a), b), c), d) ed e) del primo comma

comporta la cessazione dall'incarico. In tale evenienza ciascun condomino può

convocare senza formalità l'assemblea per la nomina del nuovo amministratore.

A quanti hanno svolto attività di amministrazione di condominio per almeno un

anno, nell'arco dei tre anni precedenti alla data di entrata in vigore della presente

disposizione, è consentito lo svolgimento dell'attività di amministratore anche in

mancanza dei requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma. Resta salvo

l'obbligo di formazione periodica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grosso lavorone...grazie sig. josefat.trovo interessante "l'obbligo di formazione periodica"..intanto..cosa si intende ? annuale ? semestrale ? c'e' un ente preposto...o puo' sceglierlo l'amministratore ? valgono anche quei corsi on line (dove pero'..come si procede poi ad una verifica?)....e..noi condomini...come appuriamo..che il corso sia avvenuto ? l'amministratore puo/deve produrci quali documenti...oppure...anche l'ente presso il quale ha sostenuto l'esame...e' tenuto a rispondere in caso fosse interpellato a proposito di un suo socio ? (esempio..uno puo'avere sostenuto il corso...anni fa..essere in possesso di un umero di socio..o di registrazione..e poi..continuare ad avvalersi del numero di socio o di iscrizione..senza di fatto..appartenere piu'a nessuna associazione relativa...) grazie ancora per tutti i chiarimenti ed il vostro impegno....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il corso di formazione periodica deve essere fatto ogni anno . Detti corsi devono essere conformi alle dispozioni Previsti dal dm 140/2014 .

 

L'eventuale iscrizione (non è' obbligatoria )ad associazione non c'entra nulla con la formazione periodica .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

capito grazie sig.peppe..ma..questo corso di formazione...allora...dove viene sostenuto..presso quale ente..da chi e' convalidato ?e' come un esame di stato ?non riesco a centrare il punto..grazie ancora..,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

bah..io sinceramente ho scritto all'a.n.amm.i...con il numero del socio..chiedendo se corrisponde al nominativo...e se sostiene regolarmente i corsi come previsto dalla legge. Da questa associazione nemmeno un rigo di risposta...sembra un business pure questo...chi si iscrive deve pagare una quota....(loro guadagno ovvio)...e della trasparenza non gli importa un fico secco. Oltretutto se io lo chiedo al mio amministratore...puo' farmi vedere qualsiasi foglio..con tanto di timbro..che lui e' a posto..io che ne so della veridicita' di questo foglio ? dove lo comprovo ? oggi si sa xche con il computer posso farmi le ricette...e pure il diploma...se devo farlo vedere ad una persona...che non se ne intende,.,e metto tutti i timbri che voglio per intimorirlo..e sorprenderlo. con il computer posso farmi persino la laurea...se voglio (che poi non sia vera e' un altro conto..ma un povero ignorantello come me..che ne sa come e' fatto il rilascio di attestato VERO da codeste...societa')????...sembra - dalla non risposta - infatti...che a loro non interessi la trasparenza..bensi l'incasso...mia opinione certo...pero'...smentitemi...se potete...grazie....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il soggetto che certifica il superamento dell'esame esame e' il responsabile scientifico non l'associazione .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

scusa..ma..questo responsabile scientifico "magari esisteva gia'untermine per identificarlo..ma ogni tanto ne viene coniato qualcuno di nuovo..giusto per aumentare la "confusione"...sara' all'interno dell'associazione no ? La quale associazione...per dio..mi sto un po alterando perche' la discussione va per le lunghe senza giungere ad un punto fermo)...puo' risponderne..o interpellarlo nel caso...si volesse sapere...l'esito degli esami. O come sempre...ci si deve rivolgere a mi manda rai tre...oppure le iene,..o vattelapesca...per avere una risposta...che sia esauriente chiara..e comprensibile. diciamo sopratutto FATTIBILE....grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

di fatto..mi sembra che esistano questi esami (sostenibili oltretutto on line...tutto da ridere)..verifica di persona (ho letto da qualche parte)..ma poi....? accertamenti..tutti interni ? io allego al curriculum il mio diploma. Con una semplice telefonata alla scuola...E' verificabile...!!!!! invece questo cavolo di corso di aggiornamento....???!!??? non mi sembra tanto....appurabile. o troppo difficile da perseguire..cosa che fa da deterrente... cosi' la gente si stufa..e lascia perdere...e la tiritera continua....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Gli esami non sono online ma nel luogo ove dispone il responsabile scentifico

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ripeto è' regolamentato tutto dal dm 140/2014

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/09/24/14G00151/sg%20

 

- - - Aggiornato - - -

 

http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/09/24/14G00151/sg%20

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Dm 140/14

 

Art. 4

Responsabile scientifico

 

1. La funzione di responsabile scientifico puo' essere svolta da un

docente in materie giuridiche, tecniche o economiche (ricercatore

universitario a tempo determinato o a tempo indeterminato, professore

di prima o di seconda fascia, docente di scuole secondarie di secondo

grado), un avvocato o un magistrato, un professionista dell'area

tecnica. I soggetti appena individuati, che possono anche essere in

trattamento di quiescenza, devono essere in possesso dei requisiti di

onorabilita' e professionalita' di cui all'articolo 3 del presente

regolamento.

2. Il responsabile scientifico verifica il possesso dei requisiti

di onorabilita' e professionalita' dei formatori tramite riscontro

documentale, e verifica il rispetto dei contenuti di cui al

successivo articolo 5, comma 3, del presente regolamento, le

modalita' di partecipazione degli iscritti e di rilevamento delle

presenze, anche in caso di svolgimento dei corsi in via telematica.

Il responsabile scientifico attesta il superamento con profitto di un

esame finale sui contenuti del corso di formazione e di aggiornamento

seguito dai partecipanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

tradotto...io capisco che..se ho un amico avvocato...o meglio giudice..lo invito a cena...e li'...passo gli esami...ho capito. grazie....passo e chiudo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
tradotto...io capisco che..se ho un amico avvocato...o meglio giudice..lo invito a cena...e li'...passo gli esami...ho capito. grazie....passo e chiudo...

Non hai capito nulla .

vedasi dm 140/2014

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

allora..io traduco cosi'....come responsabile mi scelgo...il mio amico avvocato...il luogo scelto da lui (?) gli propongo casa mia..orario di cena...gli porto le carte "farlocche" dei corsi seguiti on line...che mi rilasciano perche' pago una quota....(come le scuole a pagamento..sempre promosso)..e poi..se qlk mi chiede dove e come ho superato l'esame...dico...eh....per la privacy non lo posso dire...(magari l'avvocato..o meglio il giudice..lo fanno pure di secondo lavoro...in nero per arrotondare..) wiwa l'italia...e poveri noi....passo e chiudo...sulla serieta'....

 

- - - Aggiornato - - -

 

scusa..ho postato due volte il mio sfogo..perche'..pure il mio computer si e' messo a ridere...e ha fatto un piccolo pasticcio....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non funziona così .

 

Vedasi Dm 140/2014 (te l'ho indicato piu' volte )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buongiorno , qui si sta chiedendo la trasparenza ha ragione tos in tutte le sue vesti. Per non condomini risulta molto difficile avere un riscontro nelle risposte date dall'amministratore. Anche​ a me è successo che ho contattato l' Istituto dove il mandatario ha dichiarato di aver svolto il corso. Non ho avuto quella soddisfazione che mi aspettavo. E poi che dire dei corsi di aggiornamento non praticati... Sono a conoscenza che in qualche città come Torino qualche associazione si sta adoperando per la frequenza di corsi per condomini e pare che sia gratis. Ben vengano queste iniziative .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
allora..io traduco cosi'....come responsabile mi scelgo...il mio amico avvocato...il luogo scelto da lui (?) gli propongo casa mia..orario di cena...gli porto le carte "farlocche" dei corsi seguiti on line...che mi rilasciano perche' pago una quota....(come le scuole a pagamento..sempre promosso)..e poi..se qlk mi chiede dove e come ho superato l'esame...dico...eh....per la privacy non lo posso dire...(magari l'avvocato..o meglio il giudice..lo fanno pure di secondo lavoro...in nero per arrotondare..) wiwa l'italia...e poveri noi....passo e chiudo...sulla serieta'....

Ti è stato più volte consigliato di leggere il regolamento del Ministero di Giustizia di cui ti è stato trascritto uno stralcio dell'art. 4 ma credo tu non l'abbia letto.

Lo stesso articolo 4 continua con

 

L’inizio di ciascun corso, le modalità di svolgimento, i nominativi dei formatori e dei responsabili scientifici sono comunicati al Ministero della Giustizia non oltre la data di inizio del corso, tramite posta certificata, all’indirizzo di posta elettronica che verrà tempestivamente indicato sul sito del Ministero della Giustizia.

 

pertanto, il tuo avvocato deve comunicare al Ministero di Giustizia il nominativo e le credenziali di tutti i formatori, nonchè il programma e le modalità di svolgimento del corso.

 

Tu puoi chiedere all'amministratore di mostrarti i requisiti ogni anno ad ogni conferma, come dispone l'art. 1129 c.c.:

 

"Contestualmente all'accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell'incarico, l'amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali..."

 

Una volta ricevuta l'attestazione del superamento dell'aggiornamento annuale potrai verificarne l'autenticità controllando presso il Ministero di Giustizia che il responsabile scientifico ne abbia dato comunicazione.

 

E' evidente che questi esami non diano le stesse garanzie degli esami di Stato ma in altri campi, credi che nessuno mai abbia "acquistato" un diploma o una laurea?

 

Il miglior controllo lo fanno i condòmini non sul titolo ma sui fatti.

Se tu non hai avuto neanche il buon gusto di leggere il regolamento linkato, come puoi pretendere che i tuoi colleghi condòmini non si lascino scivolare tutto addosso e dire che per loro va tutto bene?

 

P.S. Quando ancora non era obbligatorio alcun titolo mi son dato da fare da solo per far funzionare il condominio amministrato da un professionista.

Ora il mio condominio lo amministro io, senza corso, senza esami e senza alcun titolo di studio. Ai miei colleghi condòmini però sta bene così e se ne fregano che io non ho alcun titolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ti è stato più volte consigliato di leggere il regolamento del Ministero di Giustizia di cui ti è stato trascritto uno stralcio dell'art. 4 ma credo tu non l'abbia letto.

Lo stesso articolo 4 continua con

 

L’inizio di ciascun corso, le modalità di svolgimento, i nominativi dei formatori e dei responsabili scientifici sono comunicati al Ministero della Giustizia non oltre la data di inizio del corso, tramite posta certificata, all’indirizzo di posta elettronica che verrà tempestivamente indicato sul sito del Ministero della Giustizia.

 

pertanto, il tuo avvocato deve comunicare al Ministero di Giustizia il nominativo e le credenziali di tutti i formatori, nonchè il programma e le modalità di svolgimento del corso.

 

Tu puoi chiedere all'amministratore di mostrarti i requisiti ogni anno ad ogni conferma, come dispone l'art. 1129 c.c.:

 

"Contestualmente all'accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell'incarico, l'amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali..."

 

Una volta ricevuta l'attestazione del superamento dell'aggiornamento annuale potrai verificarne l'autenticità controllando presso il Ministero di Giustizia che il responsabile scientifico ne abbia dato comunicazione.

 

E' evidente che questi esami non diano le stesse garanzie degli esami di Stato ma in altri campi, credi che nessuno mai abbia "acquistato" un diploma o una laurea?

 

Il miglior controllo lo fanno i condòmini non sul titolo ma sui fatti.

Se tu non hai avuto neanche il buon gusto di leggere il regolamento linkato, come puoi pretendere che i tuoi colleghi condòmini non si lascino scivolare tutto addosso e dire che per loro va tutto bene?

 

P.S. Quando ancora non era obbligatorio alcun titolo mi son dato da fare da solo per far funzionare il condominio amministrato da un professionista.

Ora il mio condominio lo amministro io, senza corso, senza esami e senza alcun titolo di studio. Ai miei colleghi condòmini però sta bene così e se ne fregano che io non ho alcun titolo.

"Una volta ricevuta l'attestazione del superamento dell'aggiornamento annuale potrai verificarne l'autenticità controllando presso il Ministero di Giustizia che il responsabile scientifico ne abbia dato comunicazione." Qual' è la procedura?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
"Una volta ricevuta l'attestazione del superamento dell'aggiornamento annuale potrai verificarne l'autenticità controllando presso il Ministero di Giustizia che il responsabile scientifico ne abbia dato comunicazione." Qual' è la procedura?

Incaricare un avvocato che sappia come fare richiesta al Ministero di Giustizia circa l'avvenuta comunicazione del corso in oggetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×