Vai al contenuto
michelone

Amministratore sparito - quanto tempo ha un amministratore per fare una assemblea?

Salve, a maggio doveva essere fatta la riunione condominiale ed ero inattesa della convocazione via mail o raccomandata, ad oggi nessuno si è fatto vivo, non si sa nulla dellammistratore, non ha inviato niente, siamo alle porte di dicembre e non so se sta pagando le spese di corrente elettrica del condominio, non so se ha pagato l'assicurazione condominiale, avevo provato a chiamarlo sul cellulare e non aveva risposto..

Quanto tempo ha un amministratore per fare una assemblea? Visto che scadeva a maggio?

Cosa si va in contro visto che nn esiste più nessuno?

E agli altri condomini nn gli interessa niente?

L'amministratore ha 180 giorni di tempo per convocare l'assemblea per far approvare il rendiconto dalla scadenza della gestione annuale, per cui siamo giusti giusti, da maggio a novembre sono o stanno per scadere i 180 giorni massimi.

A voi condomini se l'amministratore non si fa sentire conviene richiedere un'assemblea straordinaria a norma dell'art 66 Dacc con la richiesta di "nomina amministratore" così se non risponde convocando un assemblea con data stabilita da lui ed entro 10 giorni potete autoconvocarvi e nominare un nuovo amministratore, così evitate di adire al Giudice per la rimozione dall'incarico di questo che a quanto pare è sparito

 

Ecco la prassi da compiere;

Voi condomini potreste avvalervi dell'art. 66 Dacc (almeno 2 condomini rappresentanti almeno 1/6 del valore del condominio pari o superiore a 166.66p mlm) richiedendo all'amministratore in carica un'assemblea straordinaria (meglio con lettera RR) con all'OdG “nomina amm.re” e quant'altro desiderate deliberare, se lui non stabilisce una data (anche tra mesi) per questa assemblea entro 10 gg (dalla ricezione) gli stessi richiedenti potranno convocarla con lo stesso OdG richiesto, inviando una lettera RR, o fax, o Pec, oppure lettera consegnata a mano a tutti i proprietari invitandoli all’assemblea che si terrà in data “gg.mm.aa.” comunicando anche la 2° convocazione che si terrà almeno un giorno dopo e non oltre 10 gg dalla prima, specificando anche luoghi e ore e OdG (lo stesso richiesto), la comunicazione deve giungere almeno 5 gg prima della 1° riunione. Cercate per tempo un bravo amministratore e assicuratevi di ottenere in assemblea la maggioranza del 2°c. Art. 1136. cc 1° e 2° convocazione - maggioranza delle teste dei partecipanti all'assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dell'edificio (500 mlm)

A sto punto allora aspetto che finiscano le feste. Il più e che se nn ha pagato le bollette c'è il rischio di rimanere al buio e citofoni e cancello nn funzioneranno assieme alla TV visto che tutto è collegato al contatore condominiale.

X nn parlare dell assicurazione

Di fronte a così preoccupanti prospettive, mi accerterei che lo studio dell'amministratore e l'amministratore stesso esistano ancora: non credo che sia una difficoltà insormontabile passare anche solo per una visita di cortesia al suo indirizzo.

Personalmente, ci sarei già passato mosso da tutt'altre motivazioni e con obiettivi piuttosto chiari...

Se questo è sparito, a voi resterà di coprire e pagare non si sa bene cosa e non si sa bene di quanti periodi a ritroso.

Oggi è arrivata la pec per l'assemblea al 14corrente mese.

Vuole subito in contanti la prima rata ed entro 10 giorni la seconda con bonifico..

Si può fare una cosa del genere?

Poi mi chiede una mediazione obbligatoria, tra me e tutto il condominio. Per delle cose avvenute anni fa ma ancora non concluse.. Ci vogliono gli avvocati presenti?

È ancora vogliono le spese legali del loro avvocato, cioè devo pagare ancora io la parte del avvocato loro, non solo il mio sto pagando anche il loro devo pagare?

Non pagare in contanti. Verificate bene tutta la documentazione di spesa e incrociate i dati tra il conto corrente, il registro di contabilità e la documentazione che deve/dovrebbe avervi mandato per l'assemblea.

Il documento inviato dice pagamento a vista della prima rata.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Dimenticavo, ultima semblea è stata fatto a maggio il w20 del 2014.

Ma la mediazione obbligatoria deve essere presente un avvocato?

O può presidiarla l'amministratore?

I soldi dell avvocato che ha messo il condominio devo anche io pagarlo?

Visto che sono nel bilancio?

Poi mi chiede una mediazione obbligatoria, tra me e tutto il condominio. Per delle cose avvenute anni fa ma ancora non concluse.. Ci vogliono gli avvocati presenti?

È ancora vogliono le spese legali del loro avvocato, cioè devo pagare ancora io la parte del avvocato loro, non solo il mio sto pagando anche il loro devo pagare?

- Per la mediazione ci devono essere gli avvocati presenti, ma la mediazione per cosa, hai ricevuto la convocazione?

- Le spese legali per i propri avvocati sono a carico di chi li assume, caso mai sarà il Giudice che stabilirà un pagamento diverso.

Ho ricevuto via posta certificata la convocazione dell'assemblea ordinaria e nei punti oltre ai bilanci c'è scritto mediazione obbligatoria tra condominio e me.

Ma Nn dice niente di avvocati.

Chi deve mediare?

Perciò devo chiedere all'amministratore di togliere dalle rate la parte che devo pagare del loro avvocato!! Giusto?

Ho ricevuto via posta certificata la convocazione dell'assemblea ordinaria e nei punti oltre ai bilanci c'è scritto mediazione obbligatoria tra condominio e me.

Ma Nn dice niente di avvocati.

Chi deve mediare?

Perciò devo chiedere all'amministratore di togliere dalle rate la parte che devo pagare del loro avvocato!! Giusto?

La mediazione obbligatoria è un procedimento iniziale "essenziale" per poi proseguire in giudizio in moltissime controversie condominiali.

Se nell'ordine del giorno c'è scritto "mediazione obbligatoria" evidentemente l'amministratore vuole il consenso dell'assemblea per procedere con mediazione ed, eventualmente non si raggiunge un accordo, proseguire la controversia in Tribunale.

 

La mediazione la paga chi vi partecipa ed ognuno paga il suo avvocato.

In sede di mediazione si possono verificare due casi:

 

1) Trovare l'accordo sulla controversia e trovate anche l'accordo se una parte deve pagare l'avvocato alla controparte

 

2) Non si trova nessun accordo. Ognuno si paga il suo avvocato e la sua parte di mediazione e si continua la controversia in Tribunale dove sarà il Giudice a decidere su tutto.

 

L'assemblea non può assolutamente deliberare di chiedere la mediazione obbligatoria e costringerti a pagare l'avvocato del condominio che agisce contro di te, neanche pro-quota perchè in una controversia si crea un condominio parziale tra parte e controparte ed ognuno paga le spese di sua competenza.

Una delibera che ti addebita le spese legali della controparte sarebbe radicalmente NULLA

1. Ho ricevuto via posta certificata la convocazione dell'assemblea ordinaria e nei punti oltre ai bilanci c'è scritto mediazione obbligatoria tra condominio e me.

Ma Nn dice niente di avvocati.

2. Chi deve mediare?

Perciò devo chiedere all'amministratore di togliere dalle rate la parte che devo pagare del loro avvocato!! Giusto?

1. La controversia chi l'ha aperta? Il condominio verso te oppure tu verso il condominio?

Se l'ha aperta il condominio dovresti aver ricevuto la convocazione da parte del mediatore e devi trovare un legale per difenderti da quanto pretende il condominio

Se invece la lite l'hai aperta tu, avrai di sicuro un legale.

I legali, come già detto, ognuno paga l'avvocato da parte sua, per cui tu non devi pagare il legale di parte del condominio.

2. La mediazione verrà mediata da un mediatore (scusa la ripetizione del temine)

Il condominio un paio di anni fa mi ha fatto mandare a casa una lettera da parte del loro avvocato per la rimozione di due condizionatori. Io ho risposto con il mio avvocato e fino adesso solo botte e risposte tra avvocati.

Solo ieri mi è pervenuta la convocazione dell'assemblea ordinaria con questa mediazione obbligatoria. Con ripeto già dentro X la seconda volta le spese del loro legale. Già l'anno scorso me le hanno fatte pagare.

Ma io posso dire già da adesso tramite pec di togliermi le spese del loro avvocato?

O mi conviene aspettare il 14?

Il condominio un paio di anni fa mi ha fatto mandare a casa una lettera da parte del loro avvocato per la rimozione di due condizionatori. Io ho risposto con il mio avvocato e fino adesso solo botte e risposte tra avvocati.

Solo ieri mi è pervenuta la convocazione dell'assemblea ordinaria con questa mediazione obbligatoria. Con ripeto già dentro X la seconda volta le spese del loro legale. Già l'anno scorso me le hanno fatte pagare.

Ma io posso dire già da adesso tramite pec di togliermi le spese del loro avvocato?

O mi conviene aspettare il 14?

Hai sbagliato a pagare l'avvocato della controparte quanto l'anno sorso l'amministratore le ha richieste.

Oggi siamo al giorno 8, per cui 6 giorni in più non modificheranno nulla, attendi il 14 ma senti prima il tuo avvocato.

Solo ieri mi è pervenuta la convocazione dell'assemblea ordinaria con questa mediazione obbligatoria. Con ripeto già dentro X la seconda volta le spese del loro legale. Già l'anno scorso me le hanno fatte pagare.

Se è un'assemblea ordinaria ci sarà anche da approvare un consuntivo ed un preventivo.

Controlla che non ci siano spese del legale del condomino addebitate anche a te.

Eventualmente vota contro l'approvazione altrimenti non potrai impugnare.

Anche l'anno scorso ho votato contro e non ho approvato il bilancio, perché mi aveva messo dentro le spese legali, di conseguenza non ho accettato, e sul verbale c'è scritto che tutti hanno accettato tranne me, e mi ricordo che l'amministratore mi disse, che ero tenuto a pagarle anche io, e se non facevo il corretto pagamento andavo in multa.

Io in assemblea dirò che visto che sono stati loro ad iniziare e non io, che non devo mediare nulla, non sono stato io a richiedere la mediazione ma bensì loro a richiederla, perciò deduco che qualcuno ha capito che se continuano c'è il rischio che loro ci rimettono.

Perciò dirò che non medio, e che per me si continua ad andare avanti per le vie legali, che mi rifiuto di pagare l'importo del loro legale e dirò anche di stornarvi quella dell'anno precedente..

Che provvederò a pagare quello che mi spetta, se qualcuno ha qualcosa da dire che la dicano davanti al giudice. Vediamo se poi danno torto o ragione a me, visto che mi impongono di pagare il loro legale...

E penso proprio che qui hanno poco da dire o fare, gli conviene a loro a sto punto mediare ritirando tutto...

Chiedo inoltre cosa sono le spese per privacy, c'è una voce nel bilancio di 60€ per privacy, mai sentita in vita mia..

Ma votando contro, poi posso togliere la mia quota e versare solo il dovuto senza quota del loro legale?

Ma votando contro, poi posso togliere la mia quota e versare solo il dovuto senza quota del loro legale?

E' un rischio.

Comunque dopo aver votato contro dovrai impugnare perchè se la delibera viene ritenuta solo ANNULLABILE e non NULLA, probabilmente dopo 30 giorni dall'approvozaione del riparto ti vedrai notificare un decreto ingiuntivo con spese legali della controparte superiori alla quota richiesta.

E' un rischio.

Comunque dopo aver votato contro dovrai impugnare perchè se la delibera viene ritenuta solo ANNULLABILE e non NULLA, probabilmente dopo 30 giorni dall'approvozaione del riparto ti vedrai notificare un decreto ingiuntivo con spese legali della controparte superiori alla quota richiesta.

Perciò sono obbligato a pagare?

Questi mi appioppano le loro spese legali, che a me nn competono ed io non ho nessun diritto per farli togliere dalla rata..

Oggi andrò dall'avvocato per farmi spiegare bene cosa fare e comportarmi, perché non ho ancora capito bene anche sta mediazione obbligatoria...

Perciò sono obbligato a pagare?

Questi mi appioppano le loro spese legali, che a me nn competono ed io non ho nessun diritto per farli togliere dalla rata..

Oggi andrò dall'avvocato per farmi spiegare bene cosa fare e comportarmi, perché non ho ancora capito bene anche sta mediazione obbligatoria...

Se l'amministratore errando ti invia il pagamento, se non vuoi pagare devi adire al Giudice, unilateralmente non puoi fare nulla ovvero non è ammessa la giustizia fai da te.
Se l'amministratore errando ti invia il pagamento, se non vuoi pagare devi adire al Giudice, unilateralmente non puoi fare nulla ovvero non è ammessa la giustizia fai da te.

Che bella giustizia..

Questo amministratore lo fa a posta allora, giusto per far innervosire la gente.

Andare dal giudice chiaramente ha un costo giusto?

Che bella giustizia..

Questo amministratore lo fa a posta allora, giusto per far innervosire la gente.

Andare dal giudice chiaramente ha un costo giusto?

Si ha un costo, ma puoi chiedere che ti siano rimborsati i danni ovvero quello che hai speso per ottenere giustizia.
Si ha un costo, ma puoi chiedere che ti siano rimborsati i danni ovvero quello che hai speso per ottenere giustizia.

Be dai volendo non è poi così male.

Se recupero le spese allora si..

Si deve andare dal giudice di pace giusto?

Presentare li il ricorso, come quando si presenta quella di una multa giusto?

Chiedendo il rimborso delle spese del legale e i soldi della marca da bollo che sono circa 40€.

Aspetta una attimo, ho letto nei messaggi precedenti, se non vuoi pagare devo impugnare subito giusto?

Se io ovviamente non accetto il bilancio è in assemblea chiedo di togliere le spese legali, e non mi vengono tolte in assemblea, posso dire che impugnerò la cosa è andrò dal giudice per far chiarezza?

Ma intanto devo pagarla la rata? O posso sempre dire in assemblea che nn la pago finché il giudice non stabilisce se devo pagare o meno?

Grazie

Be dai volendo non è poi così male.

Se recupero le spese allora si..

Si deve andare dal giudice di pace giusto?

Presentare li il ricorso, come quando si presenta quella di una multa giusto?

Chiedendo il rimborso delle spese del legale e i soldi della marca da bollo che sono circa 40€.

Aspetta una attimo, ho letto nei messaggi precedenti, se non vuoi pagare devo impugnare subito giusto?

Se io ovviamente non accetto il bilancio è in assemblea chiedo di togliere le spese legali, e non mi vengono tolte in assemblea, posso dire che impugnerò la cosa è andrò dal giudice per far chiarezza?

Ma intanto devo pagarla la rata? O posso sempre dire in assemblea che nn la pago finché il giudice non stabilisce se devo pagare o meno?

Grazie

Se tu impugni devi pagare lo stesso, fatto salvo il giudice non sospenda il pagamento, il perchè lo dice proprio l'art 1137 cc;

 

- Contro le deliberazioni contrarie alla legge o al regolamento di condominio ogni condomino assente, dissenziente o astenuto può adire l'autorità giudiziaria chiedendone l'annullamento nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti.

- L'azione di annullamento non sospende l'esecuzione della deliberazione, salvo che la sospensione sia ordinata dall'autorità giudiziaria.

... Si deve andare dal giudice di pace giusto?

Presentare li il ricorso, come quando si presenta quella di una multa giusto?

Chiedendo il rimborso delle spese del legale e i soldi della marca da bollo che sono circa 40€...

Se impugni il riparto, prima di andare dal Giudice dovrai richiedere la mediazione obbligatoria alla quale sarai assistito dal tuo avvocato.

Se non raggiungete un accordo e non vi accordate neanche su chi deve pagare le spese legali, solo dopo questa prima fase si andrà dal Giudice.

Se il contenzioso è di competenza del Giudice di Pace ma ad una delle parti non piace la sentenza, contro la decisione del Giudice di Pace chi non la condivide può ricorrere in appello.

In questo caso comincia una vera e propria causa civile che si sa quando inizia ma non si sa ne quando finisce, ne chi vince, ne chi paga le spese legali.

Ecco perchè esiste un proverbio che dice

"meglio un cattivo accordo che una causa vinta"

Quel detto mi mancava.. E non è male visto la situazione...

Ma a questo punto cosa mi conviene fare?

Prima di interpellare avvocati che sono soldi...

Mi presento in assemblea ci sarà questa mediazione obbligatoria.. Che sinceramente non so come e con chi svolgerà, so che sicuramente sarà per il problema condizionatori che mi è stato detto due anni fa di toglierli, dopo avermeli fatti mettere. Ovviamente nulla di scritto quando ho avuto il permesso(10 anni fa) , poi una ritorsione nei miei confronti da parte di un condomino dove vuole che li tolgo.

Cosa sovrei dire io?

Anche se non ho chiesto io la mediazione?

×