Vai al contenuto
Andrea T

Amministratore revocato e verbale di assemblea

Buongiorno a tutti,

seconda parte del racconto sull'amministratore revocato...

Nell'assemblea di giovedì 16 l'amministratore di un condominio è stato revocato a seguito di autoconvocazione (584 millesimi e 32 favorevoli su 35 presenti). Alla sua revoca è conseguita la mia nomina con 639 millesimi e 36 presenti (tutti).

Alla mia chiamata per verificare la disposnibilità al passaggio di consegne mi ha da subito negato il passaggio e mi ha detto che andrà ad impugnare la stessa..

fermo restando che secondo me lui non può impugnare la delibera perchè non è condomino mi chiedo se sono obbligato a fargli pervenire il verbale come mi ha chiesto o se è sufficiente che eventualmente lo visioni...lui vuole la copia del verbale e vuole verificare tutte le deleghe perchè secondo lui sono false....

sono obbligato alla consegna di questi documenti?

Fagli pervenire copia del verbale e contestualmente intima il passaggio di consegne specificando che fino ad allora tutti i danni derivanti da questo ritardo saranno considerati a suo carico. Dopo di che effettua le "volture" di codice fiscale e conto corrente bancario, avendo cura di bloccare gli eventuali assegni nella sua disponibilità.

Volevo capire se sono obbligato a fargli pervenire copia del verbale...lui non è condomino e il verbale va solo ai condomini non presenti in assemblea....

ho già contattato l'avvocato per l'invio di una richiesta di consegna che se non viene evasa porterà al procedimento ex art. 700 cpc...

in Banca non mi bloccano il conto perchè non ho il libro dei verbali (assemblea autoconvocata) ma un semplice verbale e mi dicono che può essere stato fatto da chiunque (e non me la sento di dargli torto..)

Il verbale rappresenta il documento dal quale discendono i poteri di rappresentanza e se il "vecchio" amministratore te lo chiede tu devi farlo vedere (art. 1393 c.c.). Secondo me la banca sbaglia e forse sarebbe il caso di iniziare una mediazione davanti all'Arbitro Bancario Finanziario (oltre che scegliere un altro istituto di credito).

https://www.arbitrobancariofinanziario.it/

Purtroppo la Banca mi dice solo che ha bisogno del libro dei verbali...io mi presento li con un semplice foglio scritto al pc con la firma del Presidente e del Segretario....non me la sento di dargli torto ne tantomeno di inziare una mediazione per una questione che si risolve con la corretta documentazione...e poi se blocco il conto al vecchio amm senza docuemnti non so neanche le bollette che devono essere pagate...

io penso che con la documentazione in mano molti problemi si risolverebbero subito....

allega al verbale una autocertificazine del presidente e del segretario in cui confermano che le firme e il contenuto del verbale sono autentiche

oppure prendi quel verbale e attaccalo ad un libro dei verbali e dichiara alla banca che il libro dei verbali precedente era esaurito, quello è il primo verbale con il libro dei verbali nuovo

Purtroppo Prociotta il vecchio amm è sul piede di guerra...vorrei assolutamente evitare di fare cose non vere...è che non avendo neanche uno strccio di bolletta rischio veramente di bloccare tutto...

faccio scrivere dall'avvocato e se le cose vanno troppo per le lunghe allora cerco di capire quale sia il danno minore...in teoria lui dovrebbe mandare avanti il condominio almeno per le cose urgenti...quali le bollette da pagare...

Vai prima da AdE e cambia l'amministratore.Dopo vai in banca col verbale e il foglio rilasciato da AdE. Sei il nuovo amministratore la banca non può sindacare nulla.

Intanto hai accesso al cc condominiale. Spulcialo e trova i servizi domiciliati e quelli pagati con altro metodo. Non ne avrai mille. Luce, gas, acqua sono quelli dove corri il rischio di distacco. Contatta i gestori che avranno sicuramente un sito internet dove tu puoi trovare le bollette. Per i fornitori chiedi il pin a fisconline e nel cassetto fiscale troverai il 770 o gli F24 che ti faranno risalire ai loro nominativi; li contatti con lettera dicendo che sei il nuovo amministratore.

Grazie...sono garage...c'è solo luce e acqua...vorrei evitare però di mescolare il mio operato a quello del ecchio amministratore...intanto gli ho mandato richiesta di consegna tramite avvocato...

...in teoria lui dovrebbe mandare avanti il condominio almeno per le cose urgenti...quali le bollette da pagare...

non credo che sia lui che debba mandare avanti il condominio.

lui non è più amministratore e lo sei tu dopo regolare nomina in valida assemblea fino a che un giudice dice di no a fronte di una impugnazione.

vai all'ade per il cambio intanto e rivolgiti comunque all'arbitrato bancario.

Grazie...sono garage...c'è solo luce e acqua...
Chiedi ai condomini chi erano i fornitori ed informali che ora sei tu il nuovo amministratore, domanda a loro se ci sono delle bollette insolute e invitali ad inviare a te le future bollette.

Farò così....intanto l'avvocato ha inviato formale diffida ad adempiere alle consegne....entro 7 giorni avrò il resoconto di quello che deciderà di fare....purtroppo non posso trattarlo come un delinquente...è un collega e devo potermi rifare alla deontologia professionale....

ringrazio tutti!

L'amministratore non ha titolo per impugnare l'assemblea, il verbale comunque gli va fornito. Per quanto riguarda le volture basta che ti rechi all'A.d.E. e volturi il C.F. del condominio e poi con quello e il verbale cominci a volture il c/c e le varie utenze.

Se entro 30 giorni dalla data dell'assemblea visto che tutti i condomini erano presenti fai l'ex art 700 al precedente amministratore

×