Vai al contenuto
Andrea T

Amministratore revocato e impugnazione verbale

Buonasera,

ieri sera sono stato nominato amministratore a seguito di un'autoconvocazione dei condomini alla quale il vecchio amministratore non si è presentato.

Lo stesso è stato così revocato con 584 mill e 33 teste su 35 presenti (il condominoo conta 49 condomini) e con le stesse maggioranze sono stato nominato io...

questa mattina ho avvisato il vecchio amministratore che dice che la delibera è nulla perchè la convocazione a lui è arrivata il 15 aprile e l'assemblea (in seconda convocazione) si è tenuta il 16 aprile...e non nei canonici 5 giorni prima...

Io credo che i 5 giorni prima valgano solo per i condomini e che non fosse neanche necessario convocarlo ma mi hanno detto che è stato avvisato per poter portare la documentazione necessaria all'assemblea...la sua mancata presenza lo ha portato alla revcoa e alla mia nomina...

ora lui NON vuole consegnarmi la documentazione...ma di fatto i poteri adesso li ho io..che posso fare per evitare uno scontro?

Infatti hai ragione, i 5 giorni di preavviso sono previsti solamente per i condomini, e se questo amministratore desiderava partecipare all'assemblea perchè non l'ha convocata lui stesso, quando ha ricevuto la richiesta effettuata dai condomini? Sempre che i condomini abbiano rispettato la prassi dell'art 66 Dacc.

Infine l'assenza dell'amministratore non è sufficiente per far annullare l'assemblea, se proprio vuol provare a far dichiarare nulla dal Giudice la delibera, ricorra al Tribunale, ma non con l'impugnazione prevista dall'art. 1137 cc, ma come privato cittadino con causa contro i condomini, per lesione dei suoi "presunti" diritti.

a lui è stata regolarmente inviata racc ai sensi del 66 dacc il giorno 11 marzo 2015 firmata da 11 condomini x 185 mill in cui si chiedeva l'assemblea..a tener conto che il 28 marzo 2015 scadevano i 180 giorni entro i quali avrebbe dovuto convocare l'ordinaria...

non ha mai risposto e con il 2 aprile sono state inviate le racc per la straordinaria autoconvocata...e anche in questo caso è stato avvisato...

in ogni caso sarebbe rimasta valida l'eventuale richiesta di revoca giudiziale da parte di un condomino ai sensi del 1129 per non aver predispsoto il rendiconto nei 180 gg...sbaglio?

Lui adesso cheide che venga formalmente annullata l'assemblea di ieri e che io ne convochi una nuova per il confronto con i condomini....

Lui adesso cheide che venga formalmente annullata l'assemblea di ieri e che io ne convochi una nuova per il confronto con i condomini....
Lui può chiedere a te, ai condomini, al portiere, al pulitore delle scale a chi lui vuole, ma nessuno di questi può annullare la revoca per mancanza dei 5 gg previsti per l'avviso d'assemblea per i condomini (ma non per lui), solo il Giudice se interpellato potrà farlo e se riterrà che questo amministratore ha ragione, ma io dubito molto sarà così.

p.s. tu non sei tenuto ad esaudire il desiderio dell'ex.

Ovvero lui non è nulla per il condominio e non può imporre nulla.

a lui è stata regolarmente inviata racc ai sensi del 66 dacc il giorno 11 marzo 2015 firmata da 11 condomini x 185 mill in cui si chiedeva l'assemblea..a tener conto che il 28 marzo 2015 scadevano i 180 giorni entro i quali avrebbe dovuto convocare l'ordinaria...

non ha mai risposto e con il 2 aprile sono state inviate le racc per la straordinaria autoconvocata...e anche in questo caso è stato avvisato...

in ogni caso sarebbe rimasta valida l'eventuale richiesta di revoca giudiziale da parte di un condomino ai sensi del 1129 per non aver predispsoto il rendiconto nei 180 gg...sbaglio?

Lui adesso cheide che venga formalmente annullata l'assemblea di ieri e che io ne convochi una nuova per il confronto con i condomini....

Evidentemente non vuole mollare.

Comincia a dialogare FORMALMENTE con raccomandate alla francese e con lettere di avvocati intimandogli di consegnare tutta la documentazione per evitare un procedimento d'urgenza ex art. 700 ed eventuale ulteriore citazione in giudizio per richiedere il rimborso delle spese.

Solo il Tribunale può annullare la tua nomina. Chiariscigli bene questo concetto.

Questo lo so....lui già minaccia azioni legali e i condomini prendono paura...

in più mi ha detto che non consegna la documentazione...

però il condominio è in ritardo di 7 mesi sui versamenti...

io pensavo intanto di aggirare l'ostacolo bloccando subito il conto corrente attualmente in uso e di aprirne uno nuovo sul quale far transitare i versamenti a seguito di approvazione di preventivo che mi sono fatto fare e inviare racc a tutti i fornitori del cambio di amministratore....tu che dici?

Tu sei il nuovo amministratore a pieno titolo, stando a quanto dettagli. A questo punto, verbale alla mano, vai subito in banca ed esigi il subentro quale responsabile del conto corrente condominiale in modo da bloccare l'operatività dell'ex, poi vai in ADE e subentra quale responsabile condominiale nel codice fiscale.

Fatto questo, avvia formale richiesta di passaggio consegne a pena di ricorso giudiziario ex art 700 cpc.

E' quello che penso anche io Leonardo...dici che per il momento aggirare l'ostacolo può essere una soluzione? Meglio avvisare il mio avvocato....nel frattempo....

...lui già minaccia azioni legali e i condomini prendono paura...

Che prosegua per la sua strada e tu per la tua.

Se poi i condòmini, per paura, vogliono revocarti l'incarico e RInominare il vecchio...

spero che tu abbia almeno presentato un preventivo di compenso annuale anche in caso di revoca anticipata.

E' quello che penso anche io Leonardo...dici che per il momento aggirare l'ostacolo può essere una soluzione? Meglio avvisare il mio avvocato....nel frattempo....
Avvisarlo si, ma non fargli fare nulla per il momento, la prima mossa la deve fare l'ex, p.es. non effettuare le consegne, oppure adire al Giudice, poi agirai con l'avvocato con l'art 700 c.p.c.

Vorrei solo sentirlo intanto....

non ho preso compensi per la revoca....ma eventualmente conto le ore che sto perdendo..è un conodminio di tanti vecchietti che fanno fatica ad arrivare a fine mese...per quello vorrei mettere un pò le cose a posto...

Vorrei solo sentirlo intanto....

non ho preso compensi per la revoca....ma eventualmente conto le ore che sto perdendo..è un conodminio di tanti vecchietti che fanno fatica ad arrivare a fine mese...per quello vorrei mettere un pò le cose a posto...

Agisci come ha riportato Viburno:

 

1) vai subito in banca ed esigi il subentro quale responsabile del conto corrente condominiale in modo da bloccare l'operatività dell'ex

 

2) poi vai in ADE e subentra quale responsabile condominiale nel codice fiscale.

 

3) Fatto questo, avvia formale richiesta di passaggio consegne a pena di ricorso giudiziario ex art 700 cpc.

×