Vai al contenuto
sandro75

Amministratore non risponde a lettere legali

Salve, siccome il mio condominio si è scoperto avere diverse cause in corso ed il venditore da cui ho acquistato l'appartamento ha volutamente negato (sul rogito c'è scritto che l'appartamento è libero da vizi, vincoli, pendenze e quanto altro), adesso ho inviato all'amministratore una richiesta per sapere a chi intende chiedere in futuro tutte le spese. Questa richiesta nasce dal fatto che se intende chiederle a me (se non sbaglio la legge prevede che debba chiederle allo scrivente) io ovviamente chiederò l'annullamento del contratto con risarcimento danni cagionati, se invece li chiederà all'ex proprietario (in base ad accordi presi tra loro senza che io ne sappia nulla) allora non potrò far nulla.

Ho scritto la prima lettera per avere risposte e mi ha scritto di chiedere al mio legale, il mio legale gli ha scritto e non ha risposto, adesso gli abbiamo mandato un sollecito, ma dopo oltre 45 gg ancora non risponde. Per legge è tenuto a rispondere oppure comodamente può continuare a coprire il venditore che pare sia un suo intimo amico??!!!

Inoltre per quanto riguarda una causa in corso verbalmente mi ha detto che la condomina ha fatto una richiesta di 20/25000 euro, poi per iscritto ha detto che la richiesta non è quantificabile perchè la condomina non ha fatto una richiesta economica!! Se adesso in tribunale risulta che la condomina ha fatto una richiesta economica posso citarlo in giudizio oppure lui può deliberatamente prendere in giro i condomini che fanno richieste?

non capisco perchè te la stai prendendo con l'amministratore.Mi sembra di capire che è l'ex propriatario da cui hai comprato casa che ha omesso di avvisarti di alcune pendenze.L'amministratore agirà secondo legge. Comunque chiedi di avere un appuntamento con lui per farti spiegare bene come stanno le cose

Ciao Sandro,

l'amministratore non ha alcuna responsabilità, se ha fatto una cosa corretta avrà appurato l'effettivo proprietario dell'immobile e a quello invierà e prentenderà le spese condominiali.

... (sul rogito c'è scritto che l'appartamento è libero da vizi, vincoli, pendenze e quanto altro),..

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Le strade sono 3.

Annullamento del contratto per aver dichiarato il falso.

O denunciarlo per lo stesso motivo.

O si assume tutto l'onere senza fare storie.

 

--------------------------------------------------------------------------

Paga chi comincia la lite.

Cassazione consentenza n. 12013, - 1/07/2004

Le spese di risarcimento e di giudizio per una causa che ha visto soccombere il condominio spettano a chi era proprietario al momento in cui la lite era insorta.

Poiché l'obbligo di ciascun condomino di contribuire alle spese di conservazione delle parti comuni insorge nel momento in cui si rende necessario provvedere all'esecuzione dei lavori necessari, e non quando il debito viene determinato in concreto, in caso di sentenza di condanna pronunziata nei confronti del condominio per inosservanza dell'obbligo di conservazione delle cose comuni, il condomino creditore che intenda agire in executivis contro il singolo partecipante al condominio per il recupero del proprio credito, deve rivolgere la propria pretesa, sia per il credito principale, che per credito relativo alle spese processuali, contro chi rivestiva la qualità di condomino al momento in cui l'obbligo di conservazione è insorto, e non contro colui che tale qualità riveste nel momento in cui il debito viene giudizialmente determinato.

Ho parlato con l'amministratore, la prima volta verbalmente mi ha detto che le chiederà a me perchè così prevde la legge (e dopo io dovrò rifarmi sul venditore) e fin qui non i sono problemi, ma perchè non me lo metti per iscritto che la legge prevede che le devi chiedere a me?? , la seconda volta ha cambiato opinione, mi ha dato un'altra versione e la terza volta ha detto che le chiederà all'ex proprietario. Io contro l'amministratore non ho nulla, solo vorrei capire perchè non mette nero su bianco!! Ci vuole molto a scrivere .. signor tizio, la legge prevde che io come amministratore debba chiedere a le le spese e dopo lei dovrà rifarsi sul venditore, stop .. chiuso il discorso ed io sarei contento. Invece lui non risponde, sapete darmi una spiegazione? Ecco perchè io vorrei citarlo in giudizio!! Inoltre ...è normale che un condominio citi in giudizio il condominio chiedendo il risarcimento danni e non quantifica il danno??? Se questa condomina ha QUANTIFICATO la cifra sulla richiesta in tribunale mentre lui mi ha scritto che non l'ha quantificata .. come dovrei comportarmi? A volte non sono i condomini che sono CATTIVI, ma amministratori arroganti e presuntuosi.

×