Vai al contenuto
Martolinasi

Amministratore non presenta i bilanci da 9 anni

Buongiorno a tutti,

sono stata contattata da un condominio in cui l'amministratore attualmente in carica non presenta bilanci preventivi e rendiconti dal 2003.

 

è stata inviata all'amminstratore richiesta di convocazione di assemblea da parte dei condomini. Trascorsi inutilmente i 10 giorni di legge i condomini hanno convocato un'assemblea condominiale per revocarlo e nominare il nuovo amministratore e a distanza di pochi giorni dalla convocazione dell'assemblea l'amministratore ha inviato AD UN SOLO CONDOMINO la convocazione per l'assemblea con i bilanci degli anni dal 2003 al 2011.

 

ho guardato la documentazione che ha fornito e sono rimasta al quanto sconcertata. ha basato la sua gestione sul bilancio preventivo annuale non considerando MAI il rendiconto e suddividento la vita continuativa del condominio in singoli anni che si chudevano ogni dicembre e quindi ripartendo da 0 a gennaio.

i condomini mi hanno detto di aver sempre pagato i bollettini che l'amministratore gli mandava (e questo è scritto anche nei bilanci che ha presentato)ad eccezione degli anni 2009 e 2010, anni in cui l'amministratore è scomparso nonostante le continue ricerche di questo da parte dei condomini.

 

la situazione attuale è di una cifra che i condomini devono versare piuttosto sostenuta che comprende tutti i conguagli degli anni dal 2003 al 2011 includendo gli anni 2009 e 2010 in cui invece non è stato versato nulla.

 

inoltre una proprietà è cambiata ad inizio 2012 ed è stato garantito dall'amministratore che il condomino di prima era in regola con i pagamenti (invece mancano i conguagli e gli anni 2009 e 2010)

1- in questo caso chi deve pagare?

 

2- a quale riunione condominiale i condomini devono partecipare delle due?

 

L'amministratore ha inserito delle voci in bilancio non dettagliate e veramente poco chiare a mio parere contestabili, poichè ha effettuato dei lavori che non sono mai stati nè chiesti nè approvati dai condomini, senza che loro ne fossero informati.

 

3- come devono comportarsi i condomini? possono procedere per vie legali o devono pagare le somme arretrate che l'amministratore ha messo fuori solo ora?

 

ho intenzione di accettare l'incarico prendendo le distanze dalla gestione del vecchio amministratore e penso di ripartire da ex-novo con la gestione del condominio in questione.

 

grazie mille per l'aiuto!

Scritto da Martolinasi il 29 Ott 2012 - 10:37:34: ho intenzione di accettare l'incarico

Benvenuta nel forum.

Caldo consiglio:lascia perdere.

Un condominio che per 9 anni non si è mai preoccupato di non esser regolarmente convocato merita di rimanere con un amministratore di siffatto spessore.

 

Staff

in realtà il condominio in questione, composto da 7 unità immobiliari,ha questo amministratore da 25 anni e ha più volte chiesto all'amministratore di convocare un'assemblea, hanno anche più volte chiesto di vedere le pezze giustificative, ma l'amministratore in questione ma ha sempre rimandato con scuse di ogni genere e alla richiesta di vedere le pezze giustificative ha sempre negato o tergiversato.

purtroppo mi rendo conto che la colpa sta nel mezzo, perchè avrebbero potuto procedere anni fa alla rimozione dell'amministratore.

al momento però mi chiedo, in una situazione del genere come si può risolvere il problema?

Scritto da Martolinasi il 29 Ott 2012 - 11:11:33: ... al momento però mi chiedo, in una situazione del genere come si può risolvere il problema?
La soluzione migliore secondo me è, richiedere un'assemblea a norma art. 66 Dacc con all'OdG "nomina amministratore", nominare quindi un nuovo amministratore e ripartire da zero, ripianando i debiti tra i condomini in proporzione millesimale di competenza.

Scritto da Martolinasi il 29 Ott 2012 - 10:37:34: Buongiorno a tutti,

sono stata contattata da un condominio in cui l'amministratore attualmente in carica non presenta bilanci preventivi e rendiconti dal 2003.

 

è stata inviata all'amminstratore richiesta di convocazione di assemblea da parte dei condomini. Trascorsi inutilmente i 10 giorni di legge i condomini hanno convocato un'assemblea condominiale per revocarlo e nominare il nuovo amministratore e a distanza di pochi giorni dalla convocazione dell'assemblea l'amministratore ha inviato AD UN SOLO CONDOMINO la convocazione per l'assembl [...]

Se questo "amministratore" per 9 anni se n'è fregato bellamente di rispettare i criteri minimi imposti dal codice civile, non oso pensare a quali e quante altre inottemperanze vi troverete a dover far fronte, da quelle fiscali (770,ac ra 4%...), a quelle normative , ai pagamenti fatti e non fatti.

Ti troveresti a dover fronteggiare una possibile montagna di problemi che richiederebbe un'esperienza consolidata! Dai retta al consiglio di Patrizia e trovatevi un amministratore che sappia dove mettere le mani

Per quanto riguarda l'assemblea, dovrete partecipare a quella indetta dai condomini, l'unica valida, visto che l'amministratore non ha rispettato i vincoli dell'art 66 dacc, e in questa DOVRETE nominare un nuovo amministratore, altrimenti vi ritroverete l'altro in prorogatio.

Modificato Da - viburno il 29 Ott 2012 11:32:40

i condomini sotto mio consiglio hanno già indetto un'assemblea a norma art. 66 cc e nell' OdG era prevista la revoca dell'amministratore e la nomina del nuovo.

 

successivamente alla convocazione dell'assemblea dell'Art. 66. l'amministratore attualmente in carica ha inoltrato ad un condomino i bilanci e la convocazione dell'assemblea e ha previsto nei suoi conteggi un piano di recupero entro dicembre delle somme, che non aveva emesso tramite bollettino degli anni passati, ripartite in millesimidi competenza.

 

le spese in questione e che lui ha così ripartito, sono state anticipate dall'amministratore o peggio ancora sono state pagate con i soldi di un altro condominio che sempre lui amministra.

 

i condomini devono provvedere al pagamento di queste somme o possono non pagarle e procedere legalmente nei confronti di questa gestione?

Scritto da Martolinasi il 29 Ott 2012 - 11:36:03: .... successivamente alla convocazione dell'assemblea dell'Art. 66. l'amministratore attualmente in carica ha inoltrato ad un condomino i bilanci e la convocazione dell'assemblea e ha previsto nei suoi conteggi un piano di recupero entro dicembre delle somme, che non aveva emesso tramite bollettino degli anni passati, ripartite in millesim [...]
Non è sufficiente convocare l'assemblea invitando un solo condomino, l'amministratore avrebbe dovuto informare tutti allegando possibilmente i resoconti di tutti gli anni passati.

Secondo me potete procedere all'autoconvocazione e nominare un nuovo amministratore, oppure tenere questo come ha suggerito Patrizia.

Scritto da Patrizia Ferrari il 29 Ott 2012 - 10:53:00: .. Un condominio che per 9 anni non si è mai preoccupato di non esser regolarmente convocato merita di rimanere con un amministratore di siffatto spessore.
Ripeto, per me la cosa migliore è sostituire al più presto l'amministratore e trovare uno in gamba che possa mettere mano a 9 anni di malagestione, non sarà facile.

attenzione alla lettura dei bilanci e dei relativi conguagli a debito per il singolo e a credito per il condominio.Se non sono stati approvati nei tempi giusti,dopo cinque anni sono soggetti a prescrizione,e se ci sono saldi da ripianare si spalmano!

Tu tieniti la tua tranquillità professionale, quindi per me non accettare il mandato.

Scritto da Martolinasi il 29 Ott 2012 - 11:36:03: i condomini sotto mio consiglio hanno già indetto un'assemblea a norma art. 66 cc e nell' OdG era prevista la revoca dell'amministratore e la nomina del nuovo.

Se parli al passato significa che l'assemblea si è riunita ed ha sostituito l'amministratore il quale dovrà procedere con i cambi di rappresentanza nelle opportune sedi (fornitori,in primis banca),senza attendere il passaggio consegne,dimodochè si blinda qualsiasi azione dell'amministratore uscente.

I condòmini aspettino a versare fino a quando questa fase non sia definita ed il nuovo amministratore abbia tutti i poteri.

Mi pare,però,che se questo nuovo amministratore sei tu, ti manchino alcune capacità operative, fatti coadiuvare.

Non ti devi preoccupare di chi deve pagare e cosa ma ti devi preoccupare di saper fare tutto ciò che è necessario immediatamente senza perdere alcun minuto prezioso.

 

Staff

Un condominio che ha 7 unita' immobilari,no ha una grande gestione,non è una impresa ricostruire,sicuramente mancheranno molte pezze,ma chi entra deve pensare al suo operato cambiando radicalmnte e pianificando le problematiche(sempre).

Mi arriva evidente che non hai molta esperienza,ma quell asi fa' sul campo e ci vogliono anni per chiunque,necessita determinazione e coraggio,poi le soluzioni? Devono essere dettate di volta in volta dai condomini pur consigliandoli e indirizzandoli in sede di assebmlea.

puo' darsi che per vero,,capita spesso ci siano anticipi dell'ammisnitratore,se giustificati,regolarizzare,se invece..appurando che sia cosi,ignorare o denunciare.

Ma quesro è verificabile e riscontrabile solo documenti alla mano,parlare in merito ok ma dare dettami è da ignoranti in materia.

Quindi dato che c'è sempre una ripsosta a tutto,ponderare e decidere volta per volta.

 

FATTI!!!

Non parole..

Io sono del parere di Patrizia Ferrari, per un condominio cosi piccolo e cosi incasinato il gioco non vale la candela. Ci sarà molto piu lavoro per risistemare la situazione economica che non il guadagno effettivo, chi te lo fa fare?

Scritto da Giulio_S il 31 Ott 2012 - 10:40:57: Io sono del parere di Patrizia Ferrari, per un condominio cosi piccolo e cosi incasinato il gioco non vale la candela. Ci sarà molto piu lavoro per risistemare la situazione economica che non il guadagno effettivo, chi te lo fa fare?
Sono d'accordo che l'amministratore attuale è da cambiare e sono d'accordo che l'amministratore proposto possa NON accettare l'incarico, ma un amministratore deve essere nominato se l'assemblea revoca l'attuale o no?

Se Martolinasi non se la sente di prendere in carico questo condominio, mi sta anche bene, ma non è giusto che i condomini siano mal amministrati da questo pseudo amministratore che non presenta bilanci da 9 anni, ossia possono ricercare un altro che sia in grado di rimettere le cose a posto (cassa compresa), al limite potrebbero rivolgersi all'A.G.

Ma mi guarderei bene dal consigliare di tenersi questo amministratore.

Ovvero la soluzione bene o male si deve trovare. O NO?

Parte che non mi pare che Patrizia abbia sconsigliato di prenderne la gestione.

Anzi,ha indicato benissimo cosa dovrebbe fare a signora del post.

Dalla lettura sembra che è il signor ammisnitratore, padroncino ed arrogante, ad aver portato il condominio allo sfascio.

Invece penso che son proprio questi i ocndomini da acquisire,son quelli che pur portando una mole di lavoro,aiutano a diventare BRAVI e per chi non ha molta esperiennza a farsi le ossa.

Se un amminsitraotre diciamo esperto declina di fronte a cun condominiuccio come questo...non potra' MAI E POI MAI gestire condominii complessi o risolvere porblematiche serie.

FATTI!!!

Non parole..

Scritto da Maratea il 31 Ott 2012 - 14:14:27: Parte che non mi pare che Patrizia abbia sconsigliato di prenderne la gestione.
Infatti sta a Martolinasi accettare o no l'incarico ed assumersi l'onere di rivedere tutti gli anni passati in modo capillare e/o ricominciare dal punto "ZERO" basandosi solamente sul passaggio documenti e cassa dall'attuale amm.re

Personalmente (accettando l'incarico), sceglierei la seconda opzione ed alla prima assemblea, se non sarà approvato il bilancio degli anni passati, rassegnerei le dimissioni immediate, con conseguente assemblea per la nomina del successore dopo poco tempo (15 - 20 gg massimo)

 

Modificato Da - tuxx il 31 Ott 2012 15:08:55

×