Vai al contenuto
poopatsa

Amministratore non ha inserito versamenti effettuati in bila

Buongiorno, vi chiedo gentilmente un consiglio per una situazione piuttosto intricata che spero di riuscire a spiegare nel più chiaro dei modi:

 

Anno 2009: vengono effettuati da me dei versamenti al condominio di rate ordinarie e straordinarie. Nello stesso anno l'amministratore "sparisce" senza (pare) lasciare alcuna documentazione.

L'amministratore che lo sostituisce nel 2010 tenta (senza troppi sforzi) di ricostruire la situazione contabile. A lui vengono comunicati i versamenti effettuati al precedente Amministratore. Il nuovo Amministratore presenta il bilancio per l'anno 2009 che però non viene approvato.

Negli anni 2010 e 2011 vengono approvate ed effettuate delle spese ma i bilanci per l'anno 2009 e 2010 e 2011 non vengono mai approvati per la continua esistenza di errori e mancanze. All'inizio 2012 "sparisce" pure il nuovo Amministratore.

Fine 2012 viene nominato il nuovo Amministratore che porta all'approvazione dell'assemblea i bilanci 2009,2010,2011,2012 al fine del recupero dei crediti preesistenti del condominio. Io continuo a contestare quello del 2009 perchè non riporta i miei versamenti (provati con contabili dei bonifici bancari effettuati).

Ora: il nuovo Amministratore sostiene di non poter fare nulla perchè i miei versamenti non sono stati inseriti dal vecchio amministratore a bilancio. Richiede le somme secondo lui dovute al condominio e noi non potrremmo fare altro che fare causa al vecchio Amministratore.

E' possibile che sia così? Se così non fosse sapete dirmi in base a quali riferimenti normativi posso far valere le mie ragioni?

 

Grazie mille a chiunque abbia la pazienza di capire e rispodermi! 😉

Se tu sei in possesso delle ricevute dei versamenti sei in regola ed è l' amministratore a dover fare i conteggi correttamente tenendo conto di quanto hai già pagato.

 

Certo che avete una moria di amministratori che lascia esterefatti.

 

Tutti voi li trovate 'sti aspiranti desaparecidos...ma dove abiti?

Se il nuovo "spara" una boiata come quella di non poter tener conto dei tuoi bonifici a valere sul 2009 perchè non inseriti dal primo amministratore ...siete caduti dalla padella alla brace.

 

Oltretutto se il primo è sparito con tutta la contabilità (ammesso l' avesse mai redatta) di che cavolo di bilancio và a parlare?

 

Una bella raccomandata RR dove esponi il problema con allegate fotocopie dei bonifici, e gli comunichi di non aver alcuna intenzione di pagare 2 volte le stesse spese.

Già che ci sei "intimagli" che in caso di ulteriori richieste o peggio di intenzioni di ricorrere al recupero giudiziario lo citerai in giudizio per negligenza, incapacità e tentativo di estorsione.

Sì la raccomandata con allegati compresi già l'ho inviata e non ho nessuna intenzione di pagare nuovamente le somme già versate. Vorrei solo trovare il modo di venirne a capo prima senza dover poi fare opposizione al d.i che minaccia di fare.

Sì cmq questo condominio è piuttosto sfortunato...

Scritto da poopatsa il 12 Feb 2013 - 08:44:22: Sì la raccomandata con allegati compresi già l'ho inviata e non ho nessuna intenzione di pagare nuovamente le somme già versate. Vorrei solo trovare il modo di venirne a capo prima senza dover poi fare opposizione al d.i che minaccia di fare.

Sì cmq questo condominio è piuttosto sfortunato...

 

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire (il tuo amministratore)...purtroppo temo tu non abbia altri passi se non di rifleso a quelli che lui intraprende. Ma in questo un avvocato onesto può essere più esperto di me.

In ogni caso credo che la legittimazione a far causa al vecchio amministratore sia semmai del Condominio e non mia. I miei versamenti sono provati e accertati e la mia obbligazione nei confronti del Condominio ottemperata. Se poi l'Amministratore non è in grado di effettuare le opportune verifiche perchè il precedente amministratore è stato negligente sarà il Condominio a dover far causa per i relativi danni.

Scritto da poopatsa il 12 Feb 2013 - 10:21:31: In ogni caso credo che la legittimazione a far causa al vecchio amministratore sia semmai del Condominio e non mia. I miei versamenti sono provati e accertati e la mia obbligazione nei confronti del Condominio ottemperata. Se poi l'Amministratore non è in grado di effettuare le opportune verifiche perchè il precedente amministratore è stato negligente sarà il Condominio a dover far causa per i relativi danni.

intendevo che tu devi difernderti dal nuovo ...a rivalersi sui vecchi è compito del condominio.

Sì sì avevo capito cosa intendevi. Cercavo conferma del fatto che è errato che l'Amministratore mi dica che devo essere io a fare causa al vecchio Amministratore ma semmai dovrà farla il Condominio. Sarà una dura battaglia!!

I tuoi versamenti dal punto di vista legale sono stati fatti nella cassa del condominio. E' il condominio che ne risponde di ventuali ammanchi (te compresa). Sarà il condominio se non si vuole assumere l'onere dell'ammanco a fare causa al precedente amministratore.

 

gl

Scritto da poopatsa il 11 Feb 2013 - 18:35:38: Buongiorno, vi chiedo gentilmente un consiglio per una situazione piuttosto intricata che spero di riuscire a spiegare nel più chiaro dei modi:

 

Anno 2009: vengono effettuati da me dei versamenti al condominio di rate ordinarie e straordinarie. Nello stesso anno l'amministratore "sparisce" senza (pare) lasciare alcuna documentazione.

L'amministratore che lo sostituisce nel 2010 tenta (senza troppi sforzi) di ricostruire la situazione contabile. A lui vengono comunicati i versamenti effettuati al precedente Amministratore. Il nuovo Am [...]

C'è qualcosa che non quadra. Che vuol dire 'sparisce'? Perchè deve essere denunbciato? E' forse sparito con la cassa? Perrchè in questo caso tutto cambia.

 

 

Scritto da Miluna il 04 Mar 2013 - 23:24:31:

 

C'è qualcosa che non quadra. Che vuol dire 'sparisce'? Perchè deve essere denunbciato? E' forse sparito con la cassa? Perrchè in questo caso tutto cambia.

 

 

è già stato scritto che di "amministratori" ne sono spariti 2...e pure il sostituto attualmente in carica dimostra scarsa "propensione" a tenere una contabilità nella forma e nei modi corretti.

 

Che i precedenti si siano dileguati frodando, o meno, cosa cambia?

 

 

Scritto da dimaraz il 05 Mar 2013 - 08:00:31:

 

è già stato scritto che di "amministratori" ne sono spariti 2...e pure il sostituto attualmente in carica dimostra scarsa "propensione" a tenere una contabilità nella forma e nei modi corretti.

 

Che i precedenti si siano dileguati frodando, o meno, cosa cambia?

 

 

 

Non hai risposto alle domande più importante: perchè deve essere denunciato? Che fine hanno fatto i soldi che gestiva?

 

 

Nessuno ha mai parlato di denuncia (penale) ma semmai di causa (civile). Avendo lasciato l'amministrazione di punto in bianco gli amministratori non hanno permesso di ricostruire correttamente la contabilità e questo rappresenta un danno per il condominio indipendentemente dal fatto che vi siano degli ammanchi o meno. Di tale danno dovrà rispondere l'amministratore che non ha correttamente tenuto la contabilità e non certo rimetterci il condomino che dimostri l'esatto e puntuale pagamento

 

 

Rimane il fatto che se gli amministratori seguenti i soldi in cassa (o in banca) non li hanno trovati .... c'è poco da fare, puoi pure dimostrato di aver pagato, ma l'assemblea deve decidere che fare e di sicuro, ne frattempo, quei soldi vanno reintegrati.

 

Il fatto che abbiate cambiato tanti amministratori e non abbiate mai approvato i bilanci non dimostra che gli amministratori siano TUTTI incapaci. Non è possibile che ogni amministratore che trovate non vada bene e non sappia lavorare. Perchè voi li scegliete, no? Ma fa venire il sacrosanto dubbio che la vostra assemblea non sappia proprio decidere come si deve.

E diciamolo poi, ma che senso ha non approvare mai i bilanci? Perchè non vi piacciono? O per cosa? Non sono fatti come si deve? E allora se ne sapete più dei vostri amministratori chi ne sa di più e critica prenda in mano le cose e li faccia lui.

 

 

Mi sembra un discorso che non sta né in cielo né in terra...gli amministratori sono stati scelti dall'Assemblea sulla base di referenze presentate che certo (purtroppo) non danno la sicurezza di diligenza e professionalitá. I bilanci non sono stati approvati perché palesemente errati. I pagamenti effettuati e provati liberano il condomino, un'eventuale risultanza diversa dovuta alla mancata gestione della contabilitá é imputabile a chi aveva il compito di tenerla ossia l'amministratore che, in caso di mala gestio, ne dovrá rispondere. Fare l'amministratore comporta l'assunzione di obblighi e doveri ed un comportamento professionale secondo correttezza e diligenza e siccome viene pagato, se permetti, possiamo pretendere che i bilanci siano perfetti e la contabilitá regolarmente tenuta. Così come siamo liberi di non approvare bilanci palesemente errati quante volte vogliamo. Secondo te é in grado di lavorare un Amministratore che fa la ripartizione preventiva senza inserire il costo dell'iva dei lavori??? Ciascuno faccia il proprio lavoro e ne risponda

 

 

Ripeto, se i tuoi versamenti l'amministratore entrante non li trova nè in cassa nè in banca (cosa a cui non rispondi).... c'è poco da fare, devi, e con te tutti gli altri se ci sono le pezze di appoggio, reintegrare.

La gestione del condominio deve proseguire e non può fermarsi in attesa che si chiariscano le questioni con il vecchio amministratore.

 

Detto ciò, certo che potete fare quello che volete, anche mandare a gambe all'aria il condominio, è nel vostro potere e facoltà. Ma è un peccato di presunzione ritenere che TUTTI siano incapaci salvo se stessi.

Tu sei così sicuro di essere nel giusto? E allora fai tu l'amministratore, metti tutto a posto e le cose si risolveranno.

 

Potete benissimo nominare un unterno, che abbia la collaborazione con altri e fare i vostri bilanci. Almeno li approverete e le cose potranno proseguire e il condominio va avanti. Così invece pare proprio impossibile.

 

 

Come già detto i pagamenti sono stati effettuati mediante bonifici quindi i soldi nel conto corrente del condominio sono entrati, se ci sono rimasti o ne sono usciti come e perchè non è affar mio ma dell'Amministratore. Nessuno sta dicendo che tutti gli Amministratori non sono in grado di fare il proprio mestiere (se ti senti tirato/a in causa non è colpa mia) ma che chi doveva tenere correttamente la contabilità non l'ha fatto, punto. E siccome l'ultimo Amministratore richiede di avere la differenza fra le uscite e la cassa, se permetti, credo sia interesse di tutti capire se la differenza è data da somme da lui anticipate o la cassa semplicemente non riportava tutte le somme versate (come le mie e quelle di altri condomini).

Ho versato quasi mille euro e non credo sia giusto doverli riversare. Non sono due lire e nessuno i soldi li trova sotto le pietre

 

 

Scritto da poopatsa il 05 Mar 2013 - 10:29:16: Come già detto i pagamenti sono stati effettuati mediante bonifici quindi i soldi nel conto corrente del condominio sono entrati, se ci sono rimasti o ne sono usciti come e perchè non è affar mio ma dell'Amministratore.

Ed ecco che siamo arrivati al punto e qui ti sbagli di grosso perchè sono comunque affari tuoi, che ti piaccia o no. Se dei soldi sono spariti non importa nulla agli eventuali fornitori che devono essere pagati che hanno un contratto col condominio, non con l'amministratore.

Quindi ora capisco perchè gli amministratori subentranti ti chiedono i soldi. Loro fanno il bilancio e ciò che manca deve essere integrato dai condomini. I quali condomini devono decidere di portare in giudizio l'amministratore che ha causato gli ammanchi. Ma sno due cose separate. Se e quando l'eventuale causa darà esito positivo e gli ammanchi restituiti essi verranno resi ai condomini che però nel frattempo devono coprire l'ammanco.

E' chiaro il discorso?

 

 

Ma questo mi è già chiarissimo... Forse non hai letto la premessa e cioè che l'amministratore sbologna il tutto a me dicendo che devo essere io a fare causa al vecchio amministratore cosa cui invece è legittimato il condomino e non io singolo condomino.

 

 

Scritto da Miluna il 05 Mar 2013 - 10:44:15:

 

Ed ecco che siamo arrivati al punto e qui ti sbagli di grosso perchè sono comunque affari tuoi, che ti piaccia o no. Se dei soldi sono spariti non importa nulla agli eventuali fornitori che devono essere pagati che hanno un contratto col condominio, non con l'amministratore.

Quindi ora capisco perchè gli amministratori subentranti ti chiedono i soldi. Loro fanno il bilancio e ciò che manca deve essere integrato dai condomini. I quali condomini devono decidere di portare in giudizio l'ammini [...]

 

Qui l'unico errore lo commetti tu ad inserirti con una certa arroganza in un discorso che era già stato sviscerato e definito, non aggiungendo nulla di nuovo se non una nemmeno velata polemica a difesa di amministratori che non conosci.

 

Poopatsa lamenta il fatto che il nuovo amministratore gli chiede di riversare quote che ha già versato perchè a suo dire le ricevute di versamento sono ininfluenti.

 

Che Poopatsa e tutto il Condominio debbano sostenere i costi ripianando gli ammanchi non è mai stato in discussione.

 

 

 

 

 

Modificato Da - dimaraz il 05 Mar 2013 13:39:30

Scritto da poopatsa il 05 Mar 2013 - 10:53:56: Ma questo mi è già chiarissimo... Forse non hai letto la premessa e cioè che l'amministratore sbologna il tutto a me dicendo che devo essere io a fare causa al vecchio amministratore cosa cui invece è legittimato il condomino e non io singolo condomino.

 

 

Dipende.

Continua a non essere chiaro cosa è accaduto. E torno a dire ciò che ho già detto, non è possibile che tutti gli amministratori che vi capitano siano imbecilli.

Quindi:

1 - per quale motivo il nuovo amministratore chiede i soldi solo a te? Ti avrà ben dato una spiegazione.

2 - nessun altro ha debiti risalenti alla vecchia gestione?

 

Ora, se si vogliono avere delle risposte chiare (e utili) è opportuno fornire tutte le informazioni. Qui nessuno ha i documenti e sa cosa è successo, se l'informazione che viene data è parziale o distorta le risposte saranno ovviamente parziali e distorte.

Detto ciò, non è un problema mio e se vuoi solo che ti si dia ragione ne hai trovati diversi prima di me. Ma questo non ti consentirà di capire cosa accade e cosa sia soccesso.

 

 

Ma chi ha detto che l'amministratore li chiede solo a me?? Li chiede a tutti, c'è chi effettivamente non ha pagato, chi dice di averlo fatto ma non ha i giustificativi e chi come me li ha. Molti comunque nel 2009 non hanno pagato proprio perchè l'amministratore era sparito...forse facevo meglio a non pagare nemmeno io così non mi troverei a doverli pagare due volte!

 

 

Scritto da poopatsa il 05 Mar 2013 - 16:03:14: Ma chi ha detto che l'amministratore li chiede solo a me?? Li chiede a tutti, c'è chi effettivamente non ha pagato, chi dice di averlo fatto ma non ha i giustificativi e chi come me li ha. Molti comunque nel 2009 non hanno pagato proprio perchè l'amministratore era sparito...forse facevo meglio a non pagare nemmeno io così non mi troverei a doverli pagare due volte!

 

 

Lo hai detto tu nel primo post. Parli solo dei tuoi versamenti.

 

Ora vedi, facciamo conto che io sia il nuovo amministratore. Se il tuo atteggiamento è questo io capisco ben poco e se cme affermi "l'amministratore "sparisce" senza (pare) lasciare alcuna documentazione" (e quindi, si suppone, nemmeno eventuale cassa) per me sarà molto molto difficile ricostruire qualsiasi cosa.

Perciò ti chiederei:

1 - la banca (i nuovo amministratori hanno potuto accedere al CC? C'erano soldi?

2 - Se non ho la documentazione non so chi sono la maggior parte sei fornitori e se sono o meno stati pagati. Quindi non rimane che attendere chi richiederà il dovuto.

3 - Si raccolgono le specifiche dei versamenti effettuati (come i tuoi), L'estratto conto bancario, la situazione contabile ai fornitori cobnosciuti ....

4 - si fa un bilancio che, per forza di cose vista la situazione, sarà parziale.

5 - Ci sono debiti verso i fornitori o sono stati pagati?

6 - dalle risultanze del bilancio (per forza parziale a meno che di un colpo di fortuna che consente la totale ricostruzione, ma ho veramente seri dubbi) l'assemblea decide cosa fare. Per esempio con chi non ha le specifiche di pagamento ma sostiene di aver pagato (ma se si va in causa loro perdono).

7 - Di sicuro non può decidere nulla se non approva quel bilancio.

8 - In ogni caso va coperto l'eventuale ammanco che potrebbe essere ripartito fra tutti i condomini come da millesimi. Ma questo lo decide l'assemblea.

9 - Anche procedere contro l'amministratore o meno lo decide l'assemblea. Lo avete fatto?

 

 

Tutto ció che hai indicato è già stato fatto, l'amministratore ha accesso al cc che ha anche chiuso, ha ben chiara tutta la situazione debitoria, ha ricevuto i giustificativi dei versamenti. Insomma c'è assolutamente tutto a parte l'inserimento in cassa per il 2009 dei versamenti effettuati. Credo ci siano gli elementi per ricostruire tutto. All'assemblea la situazione è stata fatta presente e l'amministratore ha detto unicamente che avrebbe chiesto delucidazioni al precedente amministratore. C'è comunque da tener presente che nel condominio siamo pochissimi e credo di essere forse stata l'unica o quasi a pagare il 2009...

 

 

Ok, ma i TUOI soldi il nuovo amministratore li ha trovati? Fisicamente intendo. Li ha trovati in banca o in cassa o no? Ci sono o sono spariti?

 

 

×