Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
taja86

Amministratore inesistente e tutti fanno quello che vogliono

Buongiorno,

scrivo perchè sono veramente disperata e non so più come comportarmi!

vivo in affitto ormai da 7 mesi in un condominio di 12 appartamenti dove non esistono regole:

 

- i bidoncini dell'organico sono abbandonati sul marciapiede pubblico;

- fumano sulle scale lasciando cenere ovunque;

- schiamazzi in qualsiasi orario;

- barbecue direttamente sotto il mio terrazzo con conseguente fumo in casa;

 

e tutto di tutto questo, nonostante le ripetute mail inviate, l'amministratore non se ne occupa..nel senso che non risponde nemmeno!!!!

 

io non so più cosa fare, non voglio vivere in questo modo e non riesco a capire che cosa posso fare per fare in modo che l'amministratore si mobiliti a riguardo..

 

come posso spingerlo a far rispettare le regole?posso attaccarmi a qualcosa o essendo in affitto non ho nessun potere??

 

spero che qualcuno possa aiutarmi perchè sembra proprio di vivere nella giungla, e sono stanca...

 

grazie a chi mi aiuterà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se tu sei in affitto (conduttore) il tuo referente è il proprietario a cui devi rivolgerti ed esprimere le tue lamentele, il quale le girerà all'amministratore, male che vada potrai chiedere la chiusura del contratto di locazione come è previsto dalla norme di locazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ti ringrazio, il problema è che i proprietari sono pensionati e non hanno troppa voglia di "litigare", non interessa niente a loro ma tanto non ci vivono loro..

 

e a me l'appartamento piace, inoltre se penso a tutti i soldi che ho dato all'agenzia non mi va di doverne dare altri x uno nuovo..

 

solo che mi chiedo: è possibile che l'amministratore se ne freghi? che non risponda alle richieste degli inquilini??

dopotutto viene pagato per far rispettare le regole!!

 

e se dovessi andare via (non perchè l'ho scelto io, ma perchè costretta da questa situazione INVIVIBILE) ho qualche diritto??

posso richiedere dei "danni"?

 

grazie

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da taja86 il 24 Ott 2011 - 20:53:52: ti ringrazio, il problema è che i proprietari sono pensionati e non hanno troppa voglia di "litigare", non interessa niente a loro ma tanto non ci vivono loro..

 

e a me l'appartamento piace, inoltre se penso a tutti i soldi che ho dato all'agenzia non mi va di doverne dare altri x uno nuovo..

 

solo che mi chiedo: è possibile che l'amministratore se ne freghi? che non risponda alle richieste degli inquilini??

dopotutto viene pagato per far rispettare le regole!!

 

e se dovessi andar [...]

l'amminsitratore non è uno sceriffo..in ogni caso,anche se ascoltasse le tue lamentele,più di un richiamo scritto non può fare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

sinceramente, questa risposta mi sembra un pò assurda...

 

l'amministratore non è uno sceriffo...e quindi?!?

se nonostante i ripetuti avvisi nessuno fa niente che si fa?

 

si vive così e amen?!? è corretto??

 

l'amministratore non può nascondersi dietro un dito!!io certo non posso impormi ma lui E' TENUTO a far rispettare il regolamento di condominio e vorrei far notare che ci sono delle LEGGI chiare che regolano la vita dei condomini e che il FUMO nei luoghi pubblici è vietato dalla legge con tanto di sanzioni!!!

 

idem per quanto riguarda la spazzatura buttata per strada...

 

quindi l'amministratore è giustificato?

 

continuiamo a vivere così, con la nebbia sulle scale e i cani che mangiano gli avanzi sul marciapiede??????

 

scusate, ma a me sembra ridicolo....

così l'amministratore lo so fare anche io, prendendo soldi e non degnandomi nenache di rispondere a una mail...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da taja86 il 25 Ott 2011 - 13:34:39: sinceramente, questa risposta mi sembra un pò assurda...

 

l'amministratore non è uno sceriffo...e quindi?!?

se nonostante i ripetuti avvisi nessuno fa niente che si fa?

 

si vive così e amen?!? è corretto??

 

l'amministratore non può nascondersi dietro un dito!!io certo non posso impormi ma lui E' TENUTO a far rispettare il regolamento di condominio e vorrei far notare che ci sono delle LEGGI chiare che regolano la vita dei condomini e che il FUMO nei luoghi pubblici è vietato dalla legge c [...]

Quali sono le leggi chiare che regolano la vita di condominio?

Capisco la tua situazione ma purtroppo, nè qui nè altrove qualcuno può indurre il tuo amministratore a fare ciò cui non è interessato. Se fossi proprietario potresti intentare una lunga e costosa vertenza legale ma essendo in affitto, puoi solo o andar via o sopportare. Se hai letto un pò nel forum avrai visto che ci sono migliaia di casi analoghi al tuo, tutti senza soluzione

 

Modificato Da - Apezzi il 25 Ott 2011 14:26:46

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusate l'intromissione ... Se non erro questo è un forum che tratta di condominio (in ogni sua questione) relativo ad un sito web che tratta esclusivamente questioni e notizie condominiali. Chi scrive sul blog può anche non essere competente (dato che chiede aiuto e risposte) ma chi risponde deve conoscere le risposte ed essere documentato dal momento che ha a disposizione un sito web intero per farlo. Altrimenti perché rispondere?

Taja86 ha correttamente espresso il suo problema ma le risposte date sono un controsenso, una contraddizione a ciò che troviamo nel sito. Le leggi chiare che regolano la vita di condominio esistono, basta solo avere la voglia di cercarle. L'Avv. Gallucci pubblica continuamente articoli con leggi, cassazioni e quant'altro. Non vedo perché si debba intervenire quando manca competenza in materia. Io non sono all'altezza di dare risposte ma mi sembra che l'atteggiamento usato da chi lo fa sappia di saccente arroganza.

Taja86, forse potresti interpellare l'Avv. Gallucci su questo sito e chiedere consiglio, potrebbe essere una soluzione migliore.

Saluti.

giobonvi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da giobonvi il 25 Ott 2011 - 18:43:45: Scusate l'intromissione ... Se non erro questo è un forum che tratta di condominio (in ogni sua questione) relativo ad un sito web che tratta esclusivamente questioni e notizie condominiali. Chi scrive sul blog può anche non essere competente (dato che chiede aiuto e risposte) ma chi risponde deve conoscere le risposte ed essere documentato dal momento che ha a disposizione un sito web intero per farlo. Altrimenti perché rispondere?

Taja86 ha correttamente espresso il suo problema ma le rispost [...]

Taja86, per quanto incompetente, sono certa, quando scrivo qualcosa, di ciò che affermo.

Non ESISTE nessuna legge che obbliga l'amministratore a fare quello che tu chiedi né altra autorità che possa intervenire in merito(legalmente, quelle condominiali, sono questioni tra privati).

Per avere delle sentenze a tuo favore devi anche tu intentare una causa,nessuno imporrà ai tuoi vicini e al vostro amministratore di osservare delle sentenze emesse a favore di altri privati cittadini(sarebbe un'assurdità giuridica).

Per andare in causa contro i propri vicini bisognerebbe essere dei proprietari molto affezionati all'immobile, che lo facciano dei conduttori ha poco senso.

Ovviamente, però, si è liberi di farlo, anche perchè è tutto quello che si può fare.

Naturalmente se qualcuno, con cognizione di causa e non per sua deduzione personale, fosse in grado di smentirmi, gliene sarei infinitamente grata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

rispond a giobonvi ringraziandolo in quanto iniziavo davvero a demoralizzarmi...

 

da come mi era stata messa la cosa sembrava che fosse NORMALE che ognuno facesse quello che vuole senza per questo essere disturbato..

 

posso capire che per piccole cose non si possa intervenire ma qui stiamo parlando di cose ben più serie...

 

tra l'altro non ha senso, in quanto io parlo di leggi non rispettate che non riguardano il condominio e i privati ma bensì leggi CHIARE dello stato (vedi quella antifumo o relativa all'immondizia) perchè qui stiamo inquinando anche il suolo pubblico e mi pare logico che se un amministratore non è in grado di far rispettare queste semplici regole (perchè questo è il suo compito, altrimenti, Apezzi, mi spiegheresti per quale razza di motivo viene nominato e PAGATO un amministratore??? potremmo farne benissimo a meno se non servisse a nulla!!!) allora suppongo che non sia in grado di svolgere il suo lavoro.

 

e non penso neppure che i semplici vigili possano negare il fatto che ci sia CHIARAMENTE un'infrazione.

 

o mi sbaglio??

 

evviva l'ITALIA.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da giobonvi il 25 Ott 2011 - 18:43:45: ... ma chi risponde deve conoscere le risposte ed essere documentato dal momento che ha a disposizione un sito web intero per farlo. Altrimenti perché rispondere?

se PRETENDI che chi risponde DEVE conoscere ed essere documentato, allora rivolgiti (a pagamento) ad un prfessionista.

Questo è un FORUM di discussione. Si citano anche esperienze comuni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da taja86 il 26 Ott 2011 - 01:01:47: tra l'altro non ha senso, in quanto io parlo di leggi non rispettate che non riguardano il condominio e i privati ma bensì leggi CHIARE dello stato (vedi quella antifumo o relativa all'immondizia) perchè qui stiamo inquinando anche il suolo pubblico e mi pare logico che se un amministratore non è in grado di far rispettare queste semplici regole (perchè questo è il suo compito, altrimenti, Apezzi, mi spiegheresti per quale razza di motivo viene nominato e PAGATO un amministratore??? potremmo farne benissimo a meno se non servisse a nulla!!!) allora suppongo che non sia in grado di svolgere il suo lavoro.

se (come dici tu) si parla di leggi dello stato e soprattutto SUOLO PUBBLICO, l'amministratotre non ha competenza: sul suolo pubblico ha competenza l'amministrazione comunale

 

Scritto da taja86 il 26 Ott 2011 - 01:01:47:

evviva l'ITALIA.....

puoi sempre espatriare se non ti piace

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

nello specifico

 

- i bidoncini dell'organico sono abbandonati sul marciapiede pubblico: competenza dell'amministrazione comunale

 

- fumano sulle scale lasciando cenere ovunque: questo è l'unico ambito dell'amministratore (può mettere un cartello, ma secondo te servirà??)

 

- schiamazzi in qualsiasi orario

- barbecue direttamente sotto il mio terrazzo con conseguente fumo in casa

 

x qs due casi viene tirato in ballo art.844 c.c. (Il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi) nell'ambito di 2 proprietà private (quindi tuo proprietario versus altri proprietari; l'amministratore non c'entra una cippa)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Da qualche parte in questo bellissimo sito (e più nello specifico negli articoli dell'Avv. Gallucci) viene descritta la figura dell'amministratore di condominio come quella di un "buon padre di famiglia" (forse qualcuno ne ha sentito parlare). Le sue funzioni, quindi, fanno si che egli debba prendersi cura dei propri "figli" (leggi condomini) in tutto quello che li riguarda, limitatamente al suo incarico. L'incarico di un amministratore di condominio è quello di, appunto, amministrare il condominio. Per amministrazione s'intende non solo la riscossione delle quote e la compilazione del bilancio e modelli fiscali, ma anche la gestione delle cose comuni e dei condomini stessi. Una lite condominiale, prima di passare al giudice, passerà senz'altro per l'amministratore per cercare una soluzione pacifica. Il fatto dell'immomdizia abbandonata sul marciapiede non sarà competenza dell'amministratore ma lui, di contro, può richiamare all'ordine i condomini negligenti, dato che in quei bidoni ci viene scaricata tutta l'immondizia del condominio, e nel caso segnalare la cosa alle autorità competenti. Questo lo può fare, perché no?

Le esperienze personali lasciano il tempo che trovano, dato che ogni caso è diverso, quello che va bene a Apezzi non sarà la stessa cosa per Barbaiocco ne per taja86. Le leggi ci sono ed è inutile nasconderle. Può essere difficoltoso farle rispettare, come accenna Apezzi, dati i tempi e, soprattutto, i costi ma in fin dei conti ognuno è libero di scegliere, perché dire "se non ti piace espatria"? Invece di consigliare con cognizione di causa (e non per esperienza personale!!) si preferisce far passare la persona che chiede come uno sciocco sognatore che non conosce la dura vita condominiale. Mi sembra riduttivo per persone che frequentano continuamente il forum e si dichiarano aggiornate e competenti. Evviva L'Italia ... io però non espatrio. A me piace combattere.

Saluti.

 

giobonvi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E come ti capisco! A volte mi chiedo perchè c'è gente pagata per legiferare quando poi chiunque fa praticamente quello che vuole.

Dipendesse da me eliminerei un bel po di reati "banali" lascerei solo quelli più cruenti (omicidi furto con gravissime lesioni...) anche perchè se non ci scappa il morto...chi ti ascolta?

 

Ma non ci sarebbe più giustizia (direbbe qualcuno). Sarà vero.. ma a pensarci bene, se qualcuno truffa 500 euro chi si fa? Per fargli causa si spende molto di più, si perde un casino di tempo (anni) ci si fa il sangue amaro... quindi si lascia perdere (la spesa non vale l'impresa).

 

Allora eccoci qui noi italiani, abbiamo imparato a subire e tollerare quasi tutto, perchè anche se reclami chi ti ascolta? Quindi ci stupiamo degli svedesi che hanno arrestato ipso facto un padre italiano colpevole agli occhi di qualcuno di picchiare il figlio. Da noi la scena non sarebbe neanche stata notata.

 

Perchè l'amministratopre ti dovrebbe ascoltare? Neanche se gli fai notare che ciò che fa lui o un condomino è contro una legge dello stato spesso ti ascolta. Mi chiedo, spesso, perchè devo pagare 10 euro al mese ad uno che il più delle volte fa solo il conto di quanto devo pagare per l'acqua.

 

Se tutto si potesse svolgersi in modo da garantire il rispetto delle regole che ci siamo dati del vivere civile, si potrebbe ipotizzare di rendere i regolamenti condominiali delle vere e proprie leggi lasciando poche scelte da fare ai condomini (tipo cani ammessi o no) quindi una volta avvisato un comportamento vietato (es. parcheggio selvaggio dinanzi ai garage, fumo nell'ascensore..) si dovrebbe poter far intervenire i vigili urbani per i provvedimenti del caso. Onestamente non ho mai capito perchè DOBBIAMO TOLLERARE COMPORTAMENTI IRRISPETTOSI VERSO LE PERSONE E LE LEGGI solo perchè certe azioni si svolgono all'interno di un recinto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

a parte che il mio non era un imperativo, ma un PUOI sempre espatriare, nel concreto SECONDO VOI se un amministratore appendesse un cartello con scritto:

"si invitano i condomini a non abbandonare i rifiuti, a non fumare sulle scale, ad evitare schiamazzi e fumi"

potrebbe servire?

...

(risposta retorica)

 

p.s.il barbecue ogni quante volte vien fatto? tutti i guiorni è un conto, ma una volta la settimana si può e si DEVE sopportare...!!!!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Barbaiocco, vedo che non sei molto attento nel leggere.

Che risposta è secondo te "puoi sempre espatriare se non ti piace"?

Una battuta, un consiglio, una cavolata tanto per dire qualcosa? Non sarà imperativo ma secondo me potevi evitarlo. E' come dire la stessa cosa a chi si lamenta del Governo. Secondo te è meglio sopportare e non fare niente per cambiare, oppure espatriare. Bel concetto !

Riferendomi a questo: "nel concreto SECONDO VOI se un amministratore appendesse un cartello con scritto:

"si invitano i condomini a non abbandonare i rifiuti, a non fumare sulle scale, ad evitare schiamazzi e fumi"

potrebbe servire?"

 

Dimostri di non aver letto correttamente il mio intervento che recita così: "Il fatto dell'immomdizia abbandonata sul marciapiede non sarà competenza dell'amministratore ma lui, di contro, può richiamare all'ordine i condomini negligenti, dato che in quei bidoni ci viene scaricata tutta l'immondizia del condominio, e nel caso segnalare la cosa alle autorità competenti. Questo lo può fare, perché no?"

 

Se non ti sono chiari i concetti espressi, ti ricordo che nei cartelli "vietato fumare" è indicata una contravvenzione in base ad un articolo di legge che deve essere applicata da ... tutti i condomini (o amministratore o capo scala o chi ti pare).

Un amministratore che si rispetti ha il dovere ed anche l'obbligo di richiamare all'ordine i condomini e, nel caso, denunciare gli atteggiamenti scorretti in assemblea e, in caso di recidività, denunciare alle autorità competenti. E questo è buon senso (se vuoi far finta che le leggi non esistano).

Non riesco a capire se sei un amministratore (e quindi di parte) oppure un condomino e se sei un condomino a quale categoria appartieni. Perché secondo me ci sono tre categorie di condomini:

1- Il menefreghista (gliene può fregare di meno di tutto)

2- Il corretto (rispetta le regole ed i vicini)

3- Il masochista (sopporta di tutto e non si lamenta)

Nel mio condominio 25 sono di tipo 3, 5 sono di tipo 1, e 3 sono di tipo 2 a cui appartengo anch'io. E dal momento che io mi impegno a rispettare vicini e regole, pretendo che gli stessi vicini facciano altrettanto. Non c'è bisogno di espatriare. C'è solo bisogno di essere concreti e di lottare quando incontri l'ingiustizia e l'arroganza.

Concludo con un consiglio sia a Barbaiocco che ad altri che vorranno replicare:

Siate corretti quando lo fate e cercate di leggere bene i post. E' troppo facile passare ad insulti o frasi che non hanno senso e sono al di fuori del contesto. Rimanete attinenti all'argomento con messaggi concreti e ponderati ed evitate il pressapochismo. Oppure evitate proprio di rispondere. Grazie.

 

giobonvi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

quoto tutti coloro che hanno espresso giudizi sensati e che hanno capito ciò che intendevo io...

 

il mio "evviva l'Italia" era una provocazione rivolta a coloro (tra cui alcuni che hanno replicato) e ai loro atteggiamenti supeficiali.

il concetto è semplice: non possiamo lamentarci che le cose vadano male se siamo i primi a pensare che tutto sia lecito, così non si vive bene, se ci sono delle leggi è perchè vanno rispettate OVUNQUE anche in condominio. essere chiusi in un palazzo non vuol certo dire essere immuni alle leggi e alle sanzioni dello stato anzi!!!!

 

e per dirla tutta, mi rivolgo a chi non ha capito niente della discussione e comunque ha voluto dire la sua:

o siete amministratori incapaci come quello che ho io oppure siete tra quei condomini che tanto creano problemi agli altri perchè altrimenti non si spiega.

 

mi spiace molto ma io non DEVO sopportare il barbecue sotto la finestra ogni tanto perchè, se non lo sai, c'è una legge ben precisa che specifica a QUANTI METRI DALLA FACCIATA DEVE ESSERE POSIZIONATO e io no ho nessuna intenzione di scendere a compromessi ed essere affumicata!!!!!

ora: o non capisci o non vuoi capire....

 

lo stesso vale per fumo ecc ecc...

 

x l'immondizia non può fare niente l'amministratore???bene! che me lo dica allora!!

 

ad ogni modo farebbe la figura della persona SERIA almeno provandoci a richiamare i comportamenti scorretti primo, e secondo si chiama EDUCAZIONE quella che dovrebbe portarlo almeno a rispodere alle mie email!!!!

 

o io essendo non proprietario ma solo in affitto non ho diritto a essere trattata come tutti gli esseri umani??!! (cosa siamo noi affittuari, inferiori a chi ha comprato casa???guardate che anche noi paghiamo esattamente come un mutuo se non di più!!!)

 

e con questo, credevo di trovare qui persone che potessero darmi consigli parlando con cognizione di causa mi rendo conto che però non siamo tutti uguali...

 

grazie mille a chi mi ha consigliato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

@giobonvi

 

Ho letto tutti gli interventi e la mia opinione è che sono stati TUTTI pertinenti all'argomento del post. Qualcuno lo ha fatto in modo un pò approssimativo e categorico, ma sempre pertinente.

 

Quando @barbaiocco dice:

che i bidoncini dell'organico sono abbandonati sul marciapiede pubblico: competenza dell'amministrazione comunale

 

- fumano sulle scale lasciando cenere ovunque: questo è l'unico ambito dell'amministratore (può mettere un cartello, ma secondo te servirà??)

 

- schiamazzi in qualsiasi orario

- barbecue direttamente sotto il mio terrazzo con conseguente fumo in casa

 

x qs due casi viene tirato in ballo art.844 c.c. (Il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi) nell'ambito di 2 proprietà private (quindi tuo proprietario versus altri proprietari; l'amministratore non c'entra una cippa)

lo fà im modo imperativo, ma purtroppo ha ragione.

Se i bidoncini della spazzatura sono su suolo pubblico, l'amministratore nulla può, potrebbe segnalare la cosa alle autorità, ma non è nei suoi compiti, quindi diventa una sua libera scelta intervenire in tal senso.

Chiunque può segnalare la cosa alla polizia municipale che interverrà e sanzionerà il trasgressore. Bisogna certo avere le prove di chi sia stato a imbrattare il suolo pubblico.

 

Se i condomini fumano per le scale, l'amministratore oltre che applicare un cartello di divieto di fumo, altro non può fare. L'amministratore non è un pubblico ufficiale (sceriffo) e non può comminare multe.

 

Contro i rumori molesti e quant'altro, l'amministratore può solo fare un comunicato e richiamare al rispetto del regolamento i condomini. Chi sente il proprio diritto al riposo danneggiato ha tutti gli strumenti legali per poterlo tutelare. Rilevazione fonometrica, denuncia all'asl, al comune etc.

Quando sostieni che le leggi ci sono, è vero, ma l'amministratore nelle liti private non interviene mai.

@taja86

Vi sono amministratori che eseguono il loro mandato alla lettera (Art. 1130 c.c. Attribuzioni dell’amministratore) ed altri che si comportano come "buon padre di famiglia". In più vi è nei tuoi confronti, un ulteriore impedimento: Normalmente l'amministratore si interfaccia con il proprietario e non con l'affittuario, a meno di accordi specifici da contratto, e per te il referente è il proprietario a cui devi rivolgerti ed esprimere le tue lamentele, le cose stanno così.

Per l'uso del barbecue su questo forum potrai trovare diverse discussioni al riguardo:

https://www.condominioweb.com/forum/search/

Ed hai ragione a dire che non DEVI sopportare il barbecue, ma per far valere il tuo diritto, dovresti intentare causa per immissioni moleste, potresti anche trovare un giudice che ti dia ragione, ma lo dovrai fare TU e non demandare l'onere all'amministratore.

 

Ed hai ragione anche quando sostieni che le leggi ci sono e vanno rispettate, ma spesso contro la maleducazione nessuna legge può intervenire, tantomeno l'amministratore.

In questo forum, spesso non si trovano le risposte che ci conpiacciono, bensì le risposte che, a volte, sono scomode da sentire.

p.s. io non difendo "la casta", ma visto che qualcuno voleva risposte inerenti all'argomento...... a volte "mi scappa" e quindi non posso farne a meno.

saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Gipar, non ho compreso il tuo: p.s. io non difendo "la casta", ma visto che qualcuno voleva risposte inerenti all'argomento...... a volte "mi scappa" e quindi non posso farne a meno.

 

A parte il fatto che "la casta" nessuno, se non tu, l'ha menzionata, il qualcuno al quale ti riferisci sono senz'altro io e, quindi, se mi hai risposto puoi fare anche il mio nome, senza usare il tono ironico nella frase. Inoltre non ho capito cosa ti scappi, dal momento che hai ribadito, ne più, ne meno, i concetti degli altri. Dove sta il tuo strabiliante intervento da giustificare un : "a volte "mi scappa" e quindi non posso farne a meno." ?

Se avevi voglia di puntualizzare era inutile che rispondessi in quanto sono concetti già espressi. Se avevi voglia di chiarire, non hai fatto altro che riportare e basta. Se avevi voglia di aggiungere a quanto non ancora detto ... non l'hai fatto.

Comunque io ti ringrazio, per aver portato il tuo contributo che spero possa servire a taja86 per risolvere, o almeno chiarire, i suoi problemi.

Mi permetto, però, di darti un consiglio: La prossima volta che ti scappa, cerca di centrare il buco. Con simpatia.

 

giobonvi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da giobonvi il 31 Ott 2011 - 13:17:29: il qualcuno al quale ti riferisci sono senz'altro io e, quindi, se mi hai risposto puoi fare anche il mio nome, [...]

A prescindere che il TUO NICK l'ho nominato in apertura di risposta e quindi la risposta era nominativa (se tu non hai dimestichezza con le procedure informatiche, mi scuso per questo).

Quando tu affermi:

 

Barbaiocco, vedo che non sei molto attento nel leggere.....

... se un amministratore appendesse un cartello con scritto:

"si invitano i condomini a non abbandonare i rifiuti, a non fumare sulle scale, ad evitare schiamazzi e fumi"

potrebbe servire?"

io ho risposto:

 

lo fà im modo imperativo, ma purtroppo ha ragione.

dopodichè ho argomentato, aggiungendo le dovute precisazioni, a parere mio, "mirate e centrate".

Le attribuzioni dell'amministratore sono dettate dall'art.1130, quelle sono e quelle rimangono. Il resto sono chiacchere.

L'amministratore NON è un pubblico ufficiale (o sceriffo a scelta) e NON PUO' comminare multe a nessuno. Può solo sanzionare in base all'art 70 dacc. e/o al regolamento di condominio.

Per la spazzatura bisogna avere le prove di chi sia stato a imbrattare il suolo pubblico.

Altrimenti rimangono solo chiacchere da pianerottolo.

Per i rumori molesti chi sente il proprio diritto danneggiato ha tutti gli strumenti legali per poterlo tutelare. Rilevazione fonometrica, denuncia all'asl, al comune etc.

L'amministratore non c'entra nulla (o una cippa a scelta).

Alla fine sostengo:

 

In questo forum, spesso non si trovano le risposte che ci conpiacciono, bensì le risposte che, a volte, sono scomode da sentire.

più "centrata di questa".....

Infine:

Mi sembra di aver letto in una tua risposta a barbaiocco:

 

Non riesco a capire se sei un amministratore (e quindi di parte)

dato che io non sono "di parte" non difendo "la casta". Ho solo messo "le mani avanti"

 

Con simpatia saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Vedi, Gipar, tu potrai essere anche più esperto di me in procedure informatiche (che dovresti spiegarmi quali sono in questo contesto, dato che si tratta di una semplice replica ad un messaggio), però pecchi di presunzione. Cosa ne sai tu di chi sono io per poterti permettere di giudicare? Tu conosci la mia esperienza informatica per poterti arrogare il diritto di sentirti superiore a me e giudicarmi?

Per te vale la stessa risposta che ho dato a Barbaiocco: Non stai attento nel leggere (e qui parliamo di lingua italiana e non d'informatica)!!! Quando ti ho risposto ho indicato subito il problema di non comprendere il tuo P.S.

Se vai a rileggerlo (l'hai scritto tu), noterai che c'è scritto questo: io non difendo "la casta", ma visto che qualcuno voleva risposte inerenti all'argomento...... a volte "mi scappa" e quindi non posso farne a meno.

Ora, io non sarò esperto di procedure informatiche e, senz'altro, neppure di linguaggio ma puoi spiegarmi chi è il qualcuno che indichi nel tuo P.S. ?

Dal momento che hai risposto sia a me che a taia86 e che solo io ho richiesto risposte inerenti all'argomento, si presuppone che quel qualcuno sia io e quindi: Perchè indicarmi con un pronome indefinito anziché con il mio Nik?

Ti è chiaro il concetto?

Oppure sei anche un esperto di lingua italiana e quello ched stò dicendo sono solo cavolate?

Io non ti conosco e quindi non potrei giudicare quello che sei. Posso però giudicare quello che scrivi e, ATTENZIONE!!!, non mi sono permesso di dirti, nella mia precedente risposta, tra parentesi, come hai fatto tu, (se non hai dimestichezza con la lingua italiana, mi scuso per questo).

Ti do un altro consiglio: Non sentirti mai al di sopra di qualcuno se questo qualcuno non lo conosci. Potresti scoprire di non valere quello che credi.

A non risentirti.

 

giobonvi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Gent.mo Sig. Giobonvi

in risposta (abusando di uno spazio pubblico) alla pregiatis.ma Sua

1) E' prassi consolidata, nel campo delle tecnologie informatiche, citare in inizio di risposta, il simbolo @ (ut, altrimetti detta anche "a" commerciale) seguito dal "nickname", per indicare colui al quale è destinata la risposta. Quindi diventa superfluo (ri)nominare in seguito, durante lo scrivere, il nome di colui al quale ci si rivolge.

2) Grazie alle tecnologie messe a disposizione di coloro i quali intervengono nei dibattiti pubblici negli spazi virtuali contemporanei, vi è un ulteriore modo di comunicare le proprie intenzioni e cioè, l'uso di "stili" di scrittura, (normalmente il "grassetto", "italico", etc.), per evidenziare parti di discorso e farsì che l'interlocutore possa comprendere meglio il proprio pensiero.

 

Aggiungerei, inoltre, anche un nuovo modo, prettamente "giovanile", di comunicare le proprie intenzioni e/o emozioni. Tutto ciò grazie ad "emoticons" che, altro non sono che piccole faccine simpatiche stilizzate di espressioni facciali umane che, inequivocabilmente, indirizzano l'interlocutore sul significato di ciò che si è scritto.

3) La lingua corrente parlata/scritta è in continuo aggiornamento, dovuto alla normale evoluzione della società. Termini che in passato sarebbero stati sconosciuti e/o sconvenienti, oggi sono entrati di diritto nei dizionari di tutto il mondo. Spesso trovandosi a "navigare" in "internet" ci si può imbattere a discorrere con "internauti" che utilizzano anche, bontà loro, "linguaggio idiosincratico".

 

Infine non si dimentichi che Lei sta utilizzando uno spazio virtuale destinato allo scambio di informazioni tra "utenti" di un "forum" e, nella sfera di una "netiquette" consolidata "ognuno" è libero di esprimere le proprie opinioni.

Anche Lei.

 

Cordialmente La saluto.

 

Modificato Da - Gipar il 01 Nov 2011 17:42:24

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Beh ... Che dire?

Volevo avere informazioni.

Adesso capisco anche cosa avrei rischiato esagerando.

Con le mie scuse !

giobonvi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

@giobonvi

1) la risposta PUOI sempre espatriare se ti pare è una risposta a tono ad una frase retorica trita e ritrita "viva l'italia"

2) nessun amministratore ha l'autorità x sanzionare un divieto di fumo

3) non appartengo a nessuna delle categorie da te citate (fra l'altro sei fazioso quando dici che un amministratore sarebbe di parte) ma sono un condomino rispettoso delle regole SENZA TANTE SEGHE MENTALI e amante del vivi e lascia vivere

 

@taja86

1) "o siete amministratori incapaci come quello che ho io oppure siete tra quei condomini che tanto creano problemi agli altri perchè altrimenti non si spiega."

quindi esistono solo queste due categorie?? io non ho mai creato problemi agli altri condomini xchè VIVO E LASCIO VIVERE, ma non mi catalogo in nessuna delle tue due categorie

2) ho appositamente scritto DEVI sopportare il barbecue se viene fatto ogni tanto proprio x la legge del VIVI E LASCIA VIVERE, salvo che tu non sia una di quelle vicine acide rompic@gli@ni che ogni volta che fai un barbecue rompe i m@roni (est modus in rebus: ogni giorno no, ma sarebbe opportuno trovare una giusta via di mezzo!!!!!!!!!)

3) mi documenti le tue fonti sulla fantomatica LEGGE BEN PRECISA che specifica a QUANTI METRI DALLA FACCIATA DEVE ESSERE POSIZIONATO???? xchè se non parliamo di un'opera in muratura stabile non vi è nessuna legge!!!!! tutti i barbecue mobili li posso mettere dove cappero mi pare!!!!! DOCUMENTATI MRGLIO prima di dare aria alla tastiera!!

4) "o io essendo non proprietario ma solo in affitto non ho diritto a essere trattata come tutti gli esseri umani??!! " il tuo rapporto è con i vicini, non con l'amministratore

 

p.s. secondo me vi fate troppe seghe mentali...!!!

tùlìla dòlza!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Vedi Barbaiocco, non fai altro che aprire bocca e offendere, segno che di argomenti per controbatter non ne hai poi così tanti. Nessuno si è permesso di inserire nei propri post le parolacce che hai espresso tu. Questo, permettimelo, denota una piccolezza mentale ed un'arroganza molto coltivata. Lo evidenzi anche nel sito che ti appartiene, pieno di caxxi e culi e cog....i.

Un post scritto da te, visto il modo di esprimerti, può solo far sorridere, ripeto, per la pochezza di contenuti che esprime ed il gergo usato, indica la tua arrogante cafonaggine. Spero di non doverti più rispondere e, nel caso, ti ripeto le sptesse parole che ho scritto a Gipar:

Volevo avere informazioni.

Adesso

Capisco anche cosa avrei rischiato esagerando.

Di vero cuore !!!

P.S. se hai intenzione di continuare e di offendere gratuitamente, ti comunico che stai usando lo spazio pubblico di un sito SERIO e PROFESSIONALE. Quindi, cerca di adeguarti. Io non ho problemi a risponderti con la stessa tua verve ... Ciauz !

 

giobonvi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×