Vai al contenuto
Sutica53

Amministratore inadempiente - visti i conti salatissimi che ci manda 3) e' possibile sfiduciare l'amministratore pur non avendo

Buongiorno, Vi ho scritto altre volte e sempre, molto esaustivamente, mi avete risposto, perciò Vi sottopongo un nuovo problema e spero di avere da Voi qualche "dritta".

1)Il vicino di casa, comproprietario per un circa 1/3, con cui abbiamo avuto parecchi dissapori, continua ad usare gli spazi comuni come suoi personali lasciando ingombri e sporcizia di ogni genere.

Abbiamo scritto più volte all'amministratore lamentando l'incuria in cui costui lascia le parti comuni, dopo averle usate e sporcate, ma non abbiamo avuto alcun riscontro.

 

2) Il tetto spande (nessuno ha voluto cambiarlo...) e nella nostra soffitta si vede chiaramente il bagnato quando piove, e neppure in questo caso si è mosso, rispondendo che i lavori erano stati fatti - peraltro in un'altra parte del tetto, comunque bisognosa - ma non nel punto dove ora spande.

Vorremmo sapere come possiamo comportarci con l'amministratore per l'ignavia con cui segue le vicende condominiali. Non sappiamo come fare per far sì che segua le sorti del condominio come dio comanda, visti i conti salatissimi che ci manda!!!

 

3) E' possibile sfiduciare l'amministratore pur non avendo la maggioranza della proprietà condominiale?

 

Vi ringrazio per l'attenzione e auguro buon lavoro a tutti.

Neja

La revoca dell'amministratore può essere deliberata in ogni tempo dall'assemblea, con la maggioranza prevista per la sua nomina ( un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio)

Grazie infinite per la risposta... immaginavamo che così fosse..

 

- - - Aggiornato - - -

 

La ringraziamo per la precisazione,ma.. potrebbe aiutarci anche con gli altri due problemi?

ancora grazie mille

Salve, una volta cambiato amministratore potrete risolvere anche gli altri due problemi visto che quello attuale ha poca voglia di occuparsi dei problemi condominiali.

 

3) E' possibile sfiduciare l'amministratore pur non avendo la maggioranza della proprietà condominiale?

 

Vi ringrazio per l'attenzione e auguro buon lavoro a tutti.

Neja

Capisco il vostro disagio nel vivere una situazione del genere ed aver a che fare con persone invadenti e maleducate, ma la legge dice che per sfiduciare l'amministratore e di conseguenza per la sua revoca ci vuole la doppia maggioranza, dovete effettuare un opera di convinzione verso i condomini per raggiungere tali maggioranze, e se ci riuscite e cambiate amministratore probabilmente le cose miglioreranno.

Penso che se l'Assemblea non delibera la sistemazione del tetto da cui entra acqua e neppure l'Amministratore interviene, allora a tutela del proprio investimento, chi da ciò subisse un danno dovrebbe rivolgersi al Giudice.

  • Mi piace 1
Penso che se l'Assemblea non delibera la sistemazione del tetto da cui entra acqua e neppure l'Amministratore interviene, allora a tutela del proprio investimento, chi da ciò subisse un danno dovrebbe rivolgersi al Giudice.

Vero se l'amministratore dimostra incuria nel mantenere le parti comuni è responsabile penalmente dei danni cagionati. ( cass.penale, sez. IV sentenza 13/10/2009 n° 39959).Naturalmente bisogna provare la sua responsabilità.

Anche a lei, grazie mille per la rispsota, Vi faremo sapere....

 

- - - Aggiornato - - -

 

grazie mille!! speriamo di poter risolvere qualcosa, è uno strazio avere un amministratore così.

Per quanto riguarda il primo punto, l'amministratore poco può fare se non diffidare il condomino altrimenti è necessario rivolgersi all'autorità giudiziaria

Ma oggi l’Amministratore deve rispondere sempre del proprio operato. Chiunque, locatore o locatario, può chiedergli resoconti, dettagli, bilanci e spese. 

Sutica53 dice:

Buongiorno, Vi ho scritto altre volte e sempre, molto esaustivamente, mi avete risposto, perciò Vi sottopongo un nuovo problema e spero di avere da Voi qualche "dritta".

1)Il vicino di casa, comproprietario per un circa 1/3, con cui abbiamo avuto parecchi dissapori, continua ad usare gli spazi comuni come suoi personali lasciando ingombri e sporcizia di ogni genere.

Abbiamo scritto più volte all'amministratore lamentando l'incuria in cui costui lascia le parti comuni, dopo averle usate e sporcate, ma non abbiamo avuto alcun riscontro.

 

2) Il tetto spande (nessuno ha voluto cambiarlo...) e nella nostra soffitta si vede chiaramente il bagnato quando piove, e neppure in questo caso si è mosso, rispondendo che i lavori erano stati fatti - peraltro in un'altra parte del tetto, comunque bisognosa - ma non nel punto dove ora spande.

Vorremmo sapere come possiamo comportarci con l'amministratore per l'ignavia con cui segue le vicende condominiali. Non sappiamo come fare per far sì che segua le sorti del condominio come dio comanda, visti i conti salatissimi che ci manda!!!

 

3) E' possibile sfiduciare l'amministratore pur non avendo la maggioranza della proprietà condominiale?

 

Vi ringrazio per l'attenzione e auguro buon lavoro a tutti.

Neja

1. L'amministratore non fa il Carabiniere di mestiere, con il vicino potrà mandargli una lettera e nel caso il vostro regolamento di condominio lo preveda presentare le vostre lettere in assemblea e chiedervi di votare una sanzione pecuniaria per il vicino a norma di regolamento.

2. Nessuno ha voluto cambiarlo…. quindi cosa deve fare l'amministratore, pagare di tasca sua quando voi condomini non volete procedere al rifacimento? 

3. Bisogna essere in maggioranza e da quello che scrivi l'amministratore sta facendo il suo lavoro e cioè seguire le delibere della maggioranza, non può fare quello che crede.

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×