Vai al contenuto
piccoraffa

Amministratore furbo - così via?

Scrivo in merito al condominio di un villaggio turistico il cui bilancio supera il milione di € l'anno e con il solito amministratore ladro (stipendio netto è di 38.000 euro e inoltre si "fotte" intorno ai 200-250.000 € l'anno con la cresta che fa alle fatture). L'amministratore è in carica da 10 anni. Immaginate quindi quanto si è fregato finora! La sua tattica è quella di eseguire alcune opere straordinarie come "zuccherino" (il budget di queste opere è sempre oltre 100.000 € l'annoi) e di aumentare ogni anno le quote contributive. Siccome l'amministratore precedente non faceva nessuna miglioria (ma il bilancio era di 500.000 euro), i condomini dicono che almeno qualcosa fa, e hanno incominciato ad apprezzarlo. La prima cosa che ha fatto (10 anni fa) è stata quella di spostare l'assemblea ordinaria da agosto ad aprile. In tal modo, siccome la maggior parte dei condomini risiede fuori regione e quindi non può partecipare all'assemblea, lui si fa rilasciare, durante l'estate precedente, le deleghe in bianco per il raggiungimento dei millesimi. Poi provvede a distribuire le deleghe ai suoi accoliti che, naturalmente, lo appoggiano ciecamente.

Finalmente, da 1 anno a questa parte, un gruppo di condomini sta cercando di fare aprire gli occhi ai condomini neutrali.

Questo gruppo, fa cui ci sono anch'io, ha pensato di fare spostare l'assemblea da aprile ad agosto, attraverso un'assemblea straordinaria, durante la quale, per avere l'assemblea ordinaria in agosto, chiederà la chiusura dell'esercizio finanziario da dicembre a giugno.

Il problema è come fare spostare burocraticamente e contabilmente l'esercizio finanziario in giugno: se l'attuale esercizio finanziario è gennaio-dicembre 2016, l'assemblea straordinaria, che noi vorremmo fare in agosto, può deliberare che il nuovo esercizio (2017) vada da gennaio a giugno 2017, cioè Anno corto, per poi riprendere a regime da giugno 2017 a giugno 2018, e così via? Grazie per la pazienza prestata.

"Amministratore ladro "e' una tua congettura oppure ci sono prove di cio' che affermi ?

... se l'attuale esercizio finanziario è gennaio-dicembre 2016, l'assemblea straordinaria, che noi vorremmo fare in agosto, può deliberare che il nuovo esercizio (2017) vada da gennaio a giugno 2017, cioè Anno corto, per poi riprendere a regime da giugno 2017 a giugno 2018, e così via? Grazie per la pazienza prestata.

Certo, potete farlo ma si tratta di una delibera "regolamentare" per cui occorre la maggioranza del 2° comma art. 1136 c.c. (almeno 500 millesimi).

E' la stessa maggioranza che serve per nominare un nuovo amministratore.

Se avete questa maggioranza e l'attuale amministratore non è di vostro gradimento, fate prima a chiedere un'assemblea straordinaria per la nomina di un nuovo amministratore che per cambiare il periodo di esercizio annuale.

Caro Beppe, in merito all'amministratore ladro, faccio un banale esempio. Se una piantina per siepe costa 2 euro e in bilancio mi trovo la stessa piantina (stesso vivaio e stessa altezza) a 3 euro, di quale prova c'è bisogno?

Scrivo in merito al condominio di un villaggio turistico il cui bilancio supera il milione di € l'anno e con il solito amministratore ladro (stipendio netto è di 38.000 euro e inoltre si "fotte" intorno ai 200-250.000 € l'anno con la cresta che fa alle fatture). L'amministratore è in carica da 10 anni. Immaginate quindi quanto si è fregato finora! La sua tattica è quella di eseguire alcune opere straordinarie come "zuccherino" (il budget di queste opere è sempre oltre 100.000 € l'annoi) e di aumentare ogni anno le quote contributive. Siccome l'amministratore precedente non faceva nessuna miglioria (ma il bilancio era di 500.000 euro), i condomini dicono che almeno qualcosa fa, e hanno incominciato ad apprezzarlo. La prima cosa che ha fatto (10 anni fa) è stata quella di spostare l'assemblea ordinaria da agosto ad aprile. In tal modo, siccome la maggior parte dei condomini risiede fuori regione e quindi non può partecipare all'assemblea, lui si fa rilasciare, durante l'estate precedente, le deleghe in bianco per il raggiungimento dei millesimi. Poi provvede a distribuire le deleghe ai suoi accoliti che, naturalmente, lo appoggiano ciecamente.

Finalmente, da 1 anno a questa parte, un gruppo di condomini sta cercando di fare aprire gli occhi ai condomini neutrali.

Questo gruppo, fa cui ci sono anch'io, ha pensato di fare spostare l'assemblea da aprile ad agosto, attraverso un'assemblea straordinaria, durante la quale, per avere l'assemblea ordinaria in agosto, chiederà la chiusura dell'esercizio finanziario da dicembre a giugno.

Il problema è come fare spostare burocraticamente e contabilmente l'esercizio finanziario in giugno: se l'attuale esercizio finanziario è gennaio-dicembre 2016, l'assemblea straordinaria, che noi vorremmo fare in agosto, può deliberare che il nuovo esercizio (2017) vada da gennaio a giugno 2017, cioè Anno corto, per poi riprendere a regime da giugno 2017 a giugno 2018, e così via? Grazie per la pazienza prestata.

Volevo chiederti come ha fatto l'amministratore a spostare la chiusura dell'anno finanziario?

 

Caro Beppe, in merito all'amministratore ladro, faccio un banale esempio. Se una piantina per siepe costa 2 euro e in bilancio mi trovo la stessa piantina (stesso vivaio e stessa altezza) a 3 euro, di quale prova c'è bisogno?

 

Bisogna contestare la fattura del vivaio e con essa l'esercizio finanziario

Volevo chiederti come ha fatto l'amministratore a spostare la chiusura dell'anno finanziario?...

Picoraffa ha scritto:

La prima cosa che ha fatto (10 anni fa) è stata quella di spostare l'assemblea ordinaria da agosto ad aprile. In tal modo, siccome la maggior parte dei condomini risiede fuori regione e quindi non può partecipare all'assemblea, lui si fa rilasciare, durante l'estate precedente, le deleghe in bianco per il raggiungimento dei millesimi.

10 anni fa non c'era ne l'obbligo di presentare il rendiconto entro 6 mesi dalla chiusura di esercizio ne il divieto di dare deleghe all'amministratore per cui, probalilmente:

 

- alla prima riunione estiva l'amministratore si è fatto rilasciare deleghe ed ha fatto deliberare la norma regolamentare di spostamento di esercizio.

 

- alla prima assemblea estiva in cui era presente la maggioranza giusta ha fatto deliberare lo spostamento.

Leonardo,il problema non è come ha fatto. Ormai è successo. Il problema è come fare adesso.

E' ovvio che per spostare il periodo dell'esercizio finanziario occorrono i 500 millesimi e la delibera dell'assemblea. Il mio problema non è questo, ma il seguente.

Il condominio farà l'assemblea straordinaria (con richiesta scritta dei condomini) con 500 millesimi nel mese di agosto 2016 e delibera lo spostamento dell'esercizio finanziario con chiusura a giugno 2017.

Ma l'esercizio finanziario attuale (2016), ormai, chiude a dicembre 2016.

Io vorrei sapere come fare per coprire il vuoto dal mese di dicembre a giugno. Quindi il mio problema è di ordine temporale. Come si può fare?

Caro Beppe, in merito all'amministratore ladro, faccio un banale esempio. Se una piantina per siepe costa 2 euro e in bilancio mi trovo la stessa piantina (stesso vivaio e stessa altezza) a 3 euro, di quale prova c'è bisogno?

quindi in automatico significa che l'amministratore e' un ladro ? direi un po' poco per affermare che l'amministratore sia un ladro .

Caro Beppe, in merito all'amministratore ladro, faccio un banale esempio. Se una piantina per siepe costa 2 euro e in bilancio mi trovo la stessa piantina (stesso vivaio e stessa altezza) a 3 euro, di quale prova c'è bisogno?

Prova ad andare da un giudice. Vedrai che condanna te. Facile denigrare. Cambiate amministratore senza fare congetture senza prove

afferma che e' ladro ,che e' in carica da 10 anni ,che ogni hanno si "fotte" 200/250 mila euro (in 10 anni sono 2/2,5 milioni di euro )

 

ci dovrebbero essere montagne di prove per poter agire contro l'amministratore .non certo una semplice affermazione" la piantina costava 2 euro nel bilancio viene fatturata 3 euro " (che non prova certo che l'amministratore si sia intascato dei soldi )

Beppe, mi dispiace, ma io ti tengo in grande considerazione. Tu non puoi difendere la categoria, ad ogni costo. Se una piantina costa 2 euro e in bilancio viene calcolata a 3 euro, la differenza di un euro la fa sparire mago Merlino o va in tasca a qualcuno? (per la cronaca, le piantine sono 8.000). Allora devo dirti anche che un tappetino di bitume (mm. 3,5 di spessore) è a 3 euro e 50 il mq, e in fattura è a 6. Ovviamente io non posso fare l'elenco di tutte le creste. Si tratta di un bilancio di 1.005.000 € l'anno, capisci?

Io capisco lo spirito di corpo. Ma difendere l'indifendibile, no.

Comunque l'oggetto della mia domanda era altro, cioè come fare per coprire il vuoto di 6 mesi per lo spostamento dell'esercizio finanziario.

Leonardo,il problema non è come ha fatto. Ormai è successo. Il problema è come fare adesso.

E' ovvio che per spostare il periodo dell'esercizio finanziario occorrono i 500 millesimi e la delibera dell'assemblea. Il mio problema non è questo, ma il seguente.

Il condominio farà l'assemblea straordinaria (con richiesta scritta dei condomini) con 500 millesimi nel mese di agosto 2016 e delibera lo spostamento dell'esercizio finanziario con chiusura a giugno 2017.

Ma l'esercizio finanziario attuale (2016), ormai, chiude a dicembre 2016.

Io vorrei sapere come fare per coprire il vuoto dal mese di dicembre a giugno. Quindi il mio problema è di ordine temporale. Come si può fare?

Quando vi riunite ad agosto deliberate che per cambiare la scadenza dell'esercizio annuale, il prossimo esercizio durerà 6 mesi; dal 1 gennaio 2017 al 30/06/2017.

I successivi esercizi avranno cadenza 01/07 - 30/06

 

P.S. Tieni presente che, salvo diverse disposizioni del regolamento l'amministratore è obbligato a presentare il rendiconto entro 6 mesi dalla chiusura di esercizio per cui deliberate soprattutto entro quanto tempo dovrà essere convocata l'assemblea pechè con chiusura esercizio il 30 giugno, l'assemblea può essere convocata anche il giorno di Natale.

Ma una segnalazione alla gdf non potete farla? All'insaputa di qualcuno.

Ma una segnalazione alla gdf non potete farla? All'insaputa di qualcuno.

Per quale reato? Paga le fatture per intero ha quindi documentazione a suo favore. In questi casi è molto più semplice cambiare amministratore.

Sicuramente se qualche condomino ha voglia di lavorare troverà qualcosa di anomalo.

Leonardo, grazie per il tuo suggerimento, ma mi sembra che il rendiconto si deve presentare entro 180 giorni dalla chiusura dell'esercizio finanziari e non entro i 6 mesi dalla chiusura. O sbaglio?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Beppe, per agire contro l'amministratore è sufficiente una sola prova e non una "montagna". Scusami!

Scusa ma se in 10 anni vi hanno "fregato" 2 /2,5 milioni di euro non puoi basare tutto su "una piantina costa 2 euro ma hanno fatturato 3 "

Un po poco per dare del ladro all' amministratore . Devi provare che l'amministratore ha rubato non che supponiamo che abbia rubato .

 

Si e' innocenti fino a prova contraria e non colpevoli su congetture .

Leonardo, grazie per il tuo suggerimento, ma mi sembra che il rendiconto si deve presentare entro 180 giorni dalla chiusura dell'esercizio finanziari e non entro i 6 mesi dalla chiusura. O sbaglio?

 

- - - Aggiornato - - -

 

Beppe, per agire contro l'amministratore è sufficiente una sola prova e non una "montagna". Scusami!

180 giorni o 6 mesi piu' o meno sono la stessa cosa .

Beppe, mi dispiace, ma io ti tengo in grande considerazione. Tu non puoi difendere la categoria, ad ogni costo. Se una piantina costa 2 euro e in bilancio viene calcolata a 3 euro, la differenza di un euro la fa sparire mago Merlino o va in tasca a qualcuno? (per la cronaca, le piantine sono 8.000). Allora devo dirti anche che un tappetino di bitume (mm. 3,5 di spessore) è a 3 euro e 50 il mq, e in fattura è a 6. Ovviamente io non posso fare l'elenco di tutte le creste. Si tratta di un bilancio di 1.005.000 € l'anno, capisci?

Io capisco lo spirito di corpo. Ma difendere l'indifendibile, no.

Comunque l'oggetto della mia domanda era altro, cioè come fare per coprire il vuoto di 6 mesi per lo spostamento dell'esercizio finanziario.

Io non difendo la categoria (neanche quella in cui lavoro , che non e' certo quella degl'amministratori ).

E l' unico spirito di corpo e' "Attraverso i Cieli unisco i Popoli " e "Con Tenacia e Con Valore "

mi sembra che il rendiconto si deve presentare entro 180 giorni dalla chiusura dell'esercizio finanziari e non entro i 6 mesi dalla chiusura. O sbaglio?

Un'esercizio chiuso il 30 giugno ed un'assemblea convocata il giorno di Natale è nei termini perchè convocata sia entro 6 mesi, sia entro 180 giorni...

Vuoi cercare di comprendere la problematica che ti potrebbe creare un amministratore scaltro o vogliamo parlare di aritmetica? 😂

Beppe, in televisione "La 7" c'è l'a trasmissione sugli amministratori di condominio. Guardalke.

×