Vai al contenuto
rogandrea

Amministratore dimissionario e convocazione assemblea impossibile

Buongiorno a tutti, volevo chiedervi un consiglio su come affrontare una situazione che non mi era mai capitata.

Un condominio che amministro (un cortile comune a due palazzine e 2 proprietà) ha 12 proprietari, dei quali 2 posseggono 333.33 m.mi a testa.

I 2 proprietari "più pesanti" non utilizzano il cortile e non avendo nessun interesse non si presentano alle assemblee rendendole non-costituibili (anche i 10 proprietari dei restanti 333.33 mmi non si presentano tutti)

Attualmente non ho potuto approvare nè consuntivo nè preventivo per l'anno in corso.

Ho intenzione di dimettermi; non riuscendo, di fatto, a convocare l'assemblea, come mi suggerite di agire ? cosa posso fare per togliermi dallo stallo ?

Posso comunicare ufficialmente le mie dimissioni chiedendo di nominare un amministratore nuovo o firmare un documento che di fatto "sciolga" il condominio sollevandomi dalla Prorogatio ?

grazie:)

Il condominio non può essere 'sciolto' per tale motivo. Fai un ultimo tentativo convocando l'assemblea e presentandoti dimissionario. Se non nominano un nuovo amministratore perché non si presentano, ti rivolgi alla volontaria giurisdizione e chiedi che ne venga nominato uno.

Ovviamente tutto ciò lo comunicherai, preventivamente, ai condomini. Almeno sanno cosa farai se non si presentano all'assemblea.

Convochi l'assemblea con all'O. del G. dimissioni irrevocabili dell'amministratore e nomina nuovo amministratore. Qualora non raggiungi il numero legale comunichi che passerai la pratica ad un giudice per nominare un'amministratore giudiziario con il conseguente aggravio di spese per i condomini, vedrai che scrivendo così vengono tutti in assemblea.

Ho intenzione di dimettermi; non riuscendo, di fatto, a convocare l'assemblea, come mi suggerite di agire ? cosa posso fare per togliermi dallo stallo ?...

Art. 1129 c.c.

Quando i condomini sono più di otto, se l'assemblea non vi provvede, la nomina di un amministratore è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini o dell'amministratore dimissionario

Il condominio non si può sciogliere perchè di fatto anche con solo due condomini il condominio deve essere costituito. Per dimetterti il consiglio che ti posso dare è mandare una raccomandata con le tue dimissioni e nel contempo una convocazione di assemblea con all'ODG la nomina del nuovo amministratore. Se nessuno si presenta allora ricorri alla autorità giudiziaria per la nomina di un nuovo amministratore ( art. 1129). Eventualmente nella raccomandata scrivi che se nessuno si presenta procederai tramite l'autorità giudiziaria.

Visto che tanti amministratori si "passano" gli stabili tra loro come noccioline, mi domando a cosa serva il giudice....(per non dire quelli che se li vendono!). L'assemblea si ritrova con un altro amministratore (se ha accettato il passaggio o "vendita"), poi si starà a vedere che succede mi sono sentito dire da molti amministratori.

Io non sono un amministratore, ma un consulente tecnico-amministrativo di amministratori e grosse aziende, per cui ne sento e vedo molte...

×