Vai al contenuto
Slappete

Amministratore chiede copia carta identità per aprire nuovo conto corrente condominiale sostenendo che così dice la legge.Ma non la chiede a tutti i condomini ma solo a chi ha poco meno dei 500.millesimi.

Buongiorno. 

Grazie ai colleghi che mi hanno risposto circa  il rilascio senza motivo di copia del documento di identità l'amministratore.Ora il suddetto  specifica che gli serve solo la mia,avendo 400 millesimi,perché sarebbe obbligo per legge quando l'amministratore apre un conto corrente.E ne stiamo cambiando più di uno .causa pignoramenti conti per pregressi decreti ingiuntivi arrivati i.

Io ho forti dubbi e vorrei rivolgermi all'ABI per avere notizie in merito.Nell'ultima assemblea straordinaria sono stato minacciato dal presidente che così  si esprimeva:"Se non vuole fornire  il suo documento  di identità  vorrà  dire che eventuali nuovi pignoramenti  ricadranno esclusivamente su di lei"....

Grazie!

Slappete dice:

Buongiorno. 

Grazie ai colleghi che mi hanno risposto circa  il rilascio senza motivo di copia del documento di identità l'amministratore.Ora il suddetto  specifica che gli serve solo la mia,avendo 400 millesimi,perché sarebbe obbligo per legge quando l'amministratore apre un conto corrente.E ne stiamo cambiando più di uno .causa pignoramenti conti per pregressi decreti ingiuntivi arrivati i.

Io ho forti dubbi e vorrei rivolgermi all'ABI per avere notizie in merito.Nell'ultima assemblea straordinaria sono stato minacciato dal presidente che così  si esprimeva:"Se non vuole fornire  il suo documento  di identità  vorrà  dire che eventuali nuovi pignoramenti  ricadranno esclusivamente su di lei"....

Grazie!

Lasciali perdere.

Alla banca servono i documenti di identità dell'amministratore, il verbale d'assemblea, ed al massimo copia dell'attribuzione del codice fiscale al condominio dalla quale si evince il legale rappresentante del condominio.

 

Se vuoi, contatta tu stesso qualche filiale ed offriti tu stesso di accompagnare l'amministratore in una filiale che non necessita del tuo documento d'identità.

 

Ad ogni buon conto, siccome ti ha detto che è un preciso obbligo di Legge, fatti citare la Legge.

 

Secondo me gli stai dando troppa importanza; se proprio vuoi accontentarlo, digli che consenti a farti identificare mostrandogli il documento ma non fornendo copia.

  • Grazie 1
Slappete dice:

Buongiorno. 

Grazie ai colleghi che mi hanno risposto circa  il rilascio senza motivo di copia del documento di identità l'amministratore.Ora il suddetto  specifica che gli serve solo la mia,avendo 400 millesimi,perché sarebbe obbligo per legge quando l'amministratore apre un conto corrente.E ne stiamo cambiando più di uno .causa pignoramenti conti per pregressi decreti ingiuntivi arrivati i.

Io ho forti dubbi e vorrei rivolgermi all'ABI per avere notizie in merito.Nell'ultima assemblea straordinaria sono stato minacciato dal presidente che così  si esprimeva:"Se non vuole fornire  il suo documento  di identità  vorrà  dire che eventuali nuovi pignoramenti  ricadranno esclusivamente su di lei"....

Grazie!

Lascia stare le velate minacce che sicuramente anche se attuate non avranno seguito, tu devi attenerti al Codice Civile --> art 1130 

Anche io non ero in possesso della C.I. quendo lavoravo perchè in possesso di un altro documento valido egualmente e rilasciato da un ministero, oppure quasiasi cittadino potrebbe identificarsi con la Patente e non con la C.I. per cui se l'amministratore ti chiede esplicitamente la C.I. potresti dire che non la hai, oppure che fornirai solamente i dati previsti dal C.C.

Modificato da Tullio Ts
correzione errori di digitazione

Una vera e propria barzelletta! Fatti citare la normativa per iscritto e poi rendilo ridicolo davanti all'assemblea. 👻

  • Grazie 1
Slappete dice:

perché sarebbe obbligo per legge quando l'amministratore apre un conto corrente

intanto non gli dai nulla e faccia ciò che vuole ...

vai alla filiale in cui state aprendo il conto corrente, chiedi di parlare col direttore e fatti spiegare se è vero, a cosa serve e quale legge o direttiva a.b.i. obbliga a ciò.

Slappete dice:

sono stato minacciato dal presidente che così  si esprimeva:"Se non vuole fornire  il suo documento  di identità  vorrà  dire che eventuali nuovi pignoramenti  ricadranno esclusivamente su di lei"...

... quando si dice che la realtà supera la fantasia ...

questa credo sia da primato (fino alla prossima ...)

Modificato da paul_cayard
  • Mi piace 1

Ciao

Qualcuno diceva che a pensar male si sbaglia ma che spesso si indovina. Ritengo che l'amministratore nell'aprire il conto corrente intenda usare furbescamente quel documento per pararsi da responsabilità.

  • Mi piace 1
camillo50 dice:

Ciao

Qualcuno diceva che a pensar male si sbaglia ma che spesso si indovina. Ritengo che l'amministratore nell'aprire il conto corrente intenda usare furbescamente quel documento pararsi da responsabilità.

... in effetti è l'unica cosa che rimane da pensare.

in che modo pararsi, per me comune mortale, non è dato sapere, ma sembra tanto che lo scopo sia quello.

camillo50 dice:

Ciao

Qualcuno diceva che a pensar male si sbaglia ma che spesso si indovina. Ritengo che l'amministratore nell'aprire il conto corrente intenda usare furbescamente quel documento per pararsi da responsabilità.

Concordo, il documento di identità di un condomino non serve certo per aprire un c.c., al massimo serve allegato al fascicolo dell'anagrafe condominiale.

Fra l'altro non se ne fa nulla del documento.

Non c’e’ nessun motivo per allegare all’anagrafe condominiale la copia di un documento d’identita’.

  • Mi piace 1
peppe64 dice:

Non c’e’ nessun motivo per allegare all’anagrafe condominiale la copia di un documento d’identita’.

Beh, la firma per la privacy e l'autocertificazione della regolarità degli impianti interni all'appartamento e dei dati forniti a mio parere richiedono documento di identità allegato. 

 

davidino1978 dice:

Beh, la firma per la privacy e l'autocertificazione della regolarità degli impianti interni all'appartamento e dei dati forniti a mio parere richiedono documento di identità allegato. 

 

Io non ho allegato nulla e l'amministratore non ha obiettato.

Modificato da Tullio Ts
correzione errori di digitazione
davidino1978 dice:

l'autocertificazione della regolarità degli impianti interni all'appartamento

non mi sembra che sia un elemento richiesto dalla normativa.

paul_cayard dice:

non mi sembra che sia un elemento richiesto dalla normativa.

Il documento di identità viene sempre chiesto quando si fornisce un modulo firmato a garanzia dell'identità del firmatario. Faccio un esempio di una pubblica amministrazione, qualunque modulo firmato che consegnate all'agenzia delle entrate va corredato di documento di identità per provare l'identità del depositante.

davidino1978 dice:

Il documento di identità viene sempre chiesto quando si fornisce un modulo firmato a garanzia dell'identità del firmatario. Faccio un esempio di una pubblica amministrazione, qualunque modulo firmato che consegnate all'agenzia delle entrate va corredato di documento di identità per provare l'identità del depositante.

Come è stato già detto la normativa si limita a dire;

 

Art. 1130. Attribuzioni dell'amministratore.

L'amministratore, oltre a quanto previsto dall'articolo 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge, deve:

...

6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell'edificio. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata all'amministratore in forma scritta entro sessanta giorni.

... 

 

Non è neppure nominato nessun tipo di documento di identià.

davidino1978 dice:

Faccio un esempio di una pubblica amministrazione, qualunque modulo firmato che consegnate all'agenzia delle entrate va corredato di documento di identità per provare l'identità del depositante.

L'esempio, però, qui non calza perchè stiamo parlando di condominio e di amministratore di condominio.

Oltre a quanto specificato da Tullio riguardo all'art. 1130 che non menzion ail documento, ti faccio un altro esempio.

Lo stesso articolo 1130 citato da Tullio dice che se il condòmino si rifiuta di dare le informazioni richieste.

 

"L’amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l’amministratore acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili"

 

Se un condòmino ti dice che non ha voglia o tempo di consegnarti niente e ti dice di trovarti tu i documenti che ti servono addebitandogli le spese perchè lui non ha problemi di denaro, tu a quale ufficio vai a chiedere il documento di identità?
 

Ad ogni modo, siamo andati off topic perchè non c'è dubbio che l'amministratore abbia detto una castroneria nel dire che per aprire un conto corrente serve il documento di identità del condòmino che ha più millesimi perchè sarebbe "obbligo per legge"

 

Non è raro che gli amministratori confondono quello che per loro è più comodo con gli obblighi di Legge.

In condominio NON ESISTE fornire COPIA di un documento di identità, soprattutto quando il condòmino deve mettere una firma su un documenti e l'amministratore lo identifica perchè persona già conosciuta o perchè VISIONA il documento d'identità..

In condominio, chiedere copia del documento è lecito e ci può stare ma PRETENDERLA da un condòmino che non vuol fornirla è un ABUSO dell'amministratore che si inventa "obblighi di Legge" inesistenti. 

  • Grazie 1
davidino1978 dice:

Il documento di identità viene sempre chiesto quando si fornisce un modulo firmato a garanzia dell'identità del firmatario. Faccio un esempio di una pubblica amministrazione, qualunque modulo firmato che consegnate all'agenzia delle entrate va corredato di documento di identità per provare l'identità del depositante.

non stiamo parlando di moduli firmati da consegnare all'agenzia delle entrate o a qualche altra pubblica amministrazione, stiamo parlando dell'amministratore di condominio che chiede un documento (per 

l'autocertificazione della regolarità degli impianti interni all'appartamento nel tuo esempio).

 

non può esigere il documento di identità del condòmino nè le condizioni di sicurezza dell'unità immobiliare privata perchè non è previsto dalla normativa nè dal garante.

 

 

 

 

la stessa richiesta l'ha dovuta fare una collega su richiesta della banca san paolo

 

prociotta dice:

la stessa richiesta l'ha dovuta fare una collega su richiesta della banca san paolo

 

sai quali motivazioni ha addotto la banca ?

paul_cayard dice:

sai quali motivazioni ha addotto la banca ?

non ho approfondito il discorso con la collega, ma è diventata pazza  .... 

 

  • Haha 1
davidino1978 dice:

Beh, la firma per la privacy e l'autocertificazione della regolarità degli impianti interni all'appartamento e dei dati forniti a mio parere richiedono documento di identità allegato. 

 

non esiste che io dia la copia della mia carta d'identita'  ad un privato cittadino 

  • Mi piace 1
peppe64 dice:

non esiste che io dia la copia della mia carta d'identita'  ad un privato cittadino 

Quindi tu non hai un Conto corrente bancario? Non possiedi un auto per fare un esempio? Non hai sottoscritto nessuna polizza assicurativa?

 

Tutte cose che senza fornire il tuo documento ad un privato cittadino non ti permettono di sottoscrivere.

 

Comunque, questo complottismo cosmico perdonatemi ma mi fa sorridere, tantopiù che a leggere i drammi quotidiani non protegge dalle incognite della vita… anzi… 

P.S. Fra l'altro il link all'anti-riciclaggio mi ha fatto venire in mente la richiesta di compilazione del modello anti-riciclaggio da parte di avvocato e commercialista per dirne due. Motivazione (dovuta a controlli della GdF) è che in certe condizioni maneggiano denaro per conto del cliente e quindi debbono procedere all'adeguata verifica riguardo all'anti-riciclaggio. 

La prima volta che mi capita un incontro con amici finanzieri mi ero ripromesso di chiedere info se tale richiesta potrebbero farla anche a noi amministratori. Nel qual caso fosse dovuto come adempimento il condomino che si rifiutasse di fornire il documento sottoscrivendo la classica dichiarazione relativa all'anti-riciclaggio dovrebbe essere segnalato.

 

davidino1978 dice:

Quindi tu non hai un Conto corrente bancario? Non possiedi un auto per fare un esempio? Non hai sottoscritto nessuna polizza assicurativa?

 

Tutte cose che senza fornire il tuo documento ad un privato cittadino non ti permettono di sottoscrivere.

 

Comunque, questo complottismo cosmico perdonatemi ma mi fa sorridere, tantopiù che a leggere i drammi quotidiani non protegge dalle incognite della vita… anzi… 

Salvo alcuni casi previsti da norme specifiche , io esibisco un documento ma non fornisco nessuna copia .

 

 

se qualcuno chiede una fotocopia della carta d’identita’ non significa che sia sempre dovuta .

 

non tutti hanno diritto ad ottenere la fotocopia di una carta identita’ .

Modificato da peppe64
×