Vai al contenuto
rs2407

Amministratore approssimativo

salve a tutti, sono un conduttore di un appartamento dell'ater di roma.

Vi chiedo di leggere ed esprimere i vs pareri in merito a quanto accaduto. Ecco i fatti:

1- il giorno domenica 30 ottobre 2016 a seguito del sisma delle ore 07.20 a.m. , verso le ore 07.55 , ritornando nella mia abitazione rilevavo una rottura parziale del tubo ascensionale dello smaltimento dei fumi del locale caldaia del riscaldamento sito a piè della scala G del fabbricato sito in ...................... ;

2- quindi filmavo con il mio cellulare tale rottura rilevando nel contempo anche una copiosa perdita d’acqua dovuta probabilmente alla condensa notturna;

3- di seguito inviavo immediatamente tale filmato via PEC all’amministratore condominiale ................ rivolgendo la richiesta di un pronto intervento al suo indirizzo di posta certificata ;

4- contemporaneamente chiamavo telefonicamente la ditta preposta alla manutenzione del riscaldamento condominiale - .............................. - per informare dell’accaduto ma non ricevevo nessuna risposta;

5- quindi inviavo un sms al cellulare del signor........................ illustrando la serietà dell’avvenuto; in data odierna – 16 novembre 2016 - il signor .................... interpellato telefonicamente dallo scrivente mi riferiva di aver avuto un colloquio con il signor ................. il giorno 30 ottobre 2016 e di averlo informato del danneggiamento dovuto al sisma;

6- dall’amministratore ................. ricevevo risposta attraverso comunicazione PEC il giorno 9 novembre 2016 (risposta di cui allego copia alla presente) quindi dopo 10 giorni dall’accaduto;

7- il giorno 10 novembre 2016 l’area circostante la scala G veniva transennata in via precauzionale;

8- nella mattinata del 12 novembre 2016 veniva eseguita da una ditta - finalmente (!) – incaricata dall’amministratore un sopralluogo che evidenziava una totale frattura alla sommità della canna fumaria (zona terrazza) e diverse interruzioni parziali lungo il decorso ascensionale della stessa;

9- il giorno 15 novembre 2016 si svolgeva l’assemblea condominiale riservata dal sig. ................ esclusivamente ai proprietari degli alloggi e nessuna comunicazione di tale assemblea - come sempre accaduto durante l’amministrazione ................. –veniva segnalata ai conduttori delle abitazioni. Quindi , nel corso di tale assemblea , veniva decisa la sostituzione totale della canna fumaria in oggetto e anche di una vitale tubazione - anch’essa mal funzionante ante sisma - nel locale caldaia. Il cattivo funzionamento di tale tubazione veniva – illo tempore – scrupolosamente segnalata all’amministratore ................. dal manutentore della caldaia sig. .................... ma, questa segnalazione, veniva valutata approssimativamente dall’amministratore in calce.

10- Si segnala che nessuna comunicazione ai condomini (conduttori e proprietari) veniva segnalata dal caposcala eletto per la scala G -signor ............... - di cui , a questo punto , si evince l’assoluta inutilità per via del fatto che il suo operato è volto solo ad iniziative per il miglioramento estetico ed in alcuni casi voluttuario della scala G senza che l’attenzione di costui sia rivolta a prevenire problemi molto più seri come nel caso del dissesto sopra esposto;

11- ad oggi – 16 novembre 2016 - , giorno destinato all’ accensione del riscaldamento - le comunicazioni telefoniche con l’ufficio dell’amministratore sig. ................ sono impossibili in quanto ai numeri indicati dallo stesso non risponde nessuno a nessuna ora e dopo alcuni squilli scatta il collegamento con i fax. Tale comportamento da parte dell’amministratore è palesemente scorretto ed evince l’insufficiente professionalità dell’ufficio a lui delegato. Quindi , fermo restando la rigidità stagionale delle temperature e pur pagando ratei condominiali molto e troppo costosi per un’abitazione popolare - nessuno dei conduttori interessati è al corrente della data in cui il riscaldamento sarà ripristinato con pesanti ripercussioni sulla salute degli inquilini.

 

Ricordo che è vietato citare i nomi di persone coinvolte nella vicenda. Staff

Essendo tu il conduttore e non il proprietario è con quest'ultimo che ti devi interfacciare e non con amministratore ed altri. Questo problema non è tuo da risolvere ma appunto del tuo locatore che nemmno una volta menzioni ne tuo scritto ma dov'è? Lo stesso deve garantirti l' abitabilità dell'appartamento locato che non lo è in mancanza di riscaldamento e quindi di temperature troppo rigide. In caso di danni derivati da terremoto credo che anche la protezione civile si possa attivare in caso di necessità per la risoluzione rapida di questo tipo di problema ma è appunto il tuo locatore che dovrebbe intervenire.

Non credo sia usuale riportare nominativi di terze parti, a meno che non siano riferimenti di fantasia; e forse andrebbero sostituiti, a prescindere dalla questione non credo faccia piacere essere riportati in un Post pubblico a propria insaputa.

×