Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
giac06

% amministratore

Buon giorno, volevo sapere se l'amministratore percepisce qualche sorta di percentuale dalle ditte da lui incaricate o suggerite per svolgere i vari lavori che si presentano nella vita di un condominio. E' una curiosita' che mi ha esposto un mio vicino (che ha avuto dei conflitti con l'attuale amministratore)convinto di cio'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Certo se percepisce qualcosa dalle ditte che incarica non lo viene a dire ai condòmini..

Un altro discorso è l'eventuale percentuale, presente nella sua offerta di mandato, per lavori straordinari..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buon giorno, volevo sapere se l'amministratore percepisce qualche sorta di percentuale dalle ditte da lui incaricate o suggerite per svolgere i vari lavori che si presentano nella vita di un condominio. E' una curiosita' che mi ha esposto un mio vicino (che ha avuto dei conflitti con l'attuale amministratore)convinto di cio'.

se l'amministratore è una persona corretta non dovrebbe percepire nessuna percentuale dalle ditte incaricate per lavori condominiali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non si dovrebbe è un reato, e contribuisce a lievitare i costi, purtroppo oramai è una consuetudine, un cancro della società in ogni settore, in Italia ancora peggio rispetto al resto del mondo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non e' reato .Magari e' un comportamento scorretto o immorale ma non e' un reato . . Salvo che sia un condominio di proprieta' pubblica .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buon giorno, volevo sapere se l'amministratore percepisce qualche sorta di percentuale dalle ditte da lui incaricate o suggerite per svolgere i vari lavori che si presentano nella vita di un condominio. E' una curiosita' che mi ha esposto un mio vicino (che ha avuto dei conflitti con l'attuale amministratore)convinto di cio'.
Ogni condomino può controllare la fattura emessa dalla ditta, se la ditta da quanto percepito dal condominio rinuncia ad una certa percentuale per assegnarla all'amministratore, non può interessare ai condomini.

Quello che interessa ai condomini è pagare la cifra indicata sulla fattura e neanche un centesimo di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ogni condomino può controllare la fattura emessa dalla ditta, se la ditta da quanto percepito dal condominio rinuncia ad una certa percentuale per assegnarla all'amministratore, non può interessare ai condomini.

Quello che interessa ai condomini è pagare la cifra indicata sulla fattura e neanche un centesimo di più.

Da un esperto come te non mi aspettavo una risposta di questo genere.

Ma ti pare possibile che una ditta rinunci a una parte del suo guadagno per darla all'amministratore?

Sicuramente sempre che sia vero, sarà una maggiorazione dell'effettivo costo che viene girato al disonesto.

Questa è una piaga che purtroppo esiste e che costa tantissimo non solo ai condomini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Da un esperto come te non mi aspettavo una risposta di questo genere.

Ma ti pare possibile che una ditta rinunci a una parte del suo guadagno per darla all'amministratore?

Sicuramente sempre che sia vero, sarà una maggiorazione dell'effettivo costo che viene girato al disonesto.

Questa è una piaga che purtroppo esiste e che costa tantissimo non solo ai condomini

Quello che importa ai condomini è la fattura, tanto è scritto e tanto si paga, e la ditta pagherà le tasse su quell'importo, adesso dimmi tu come l'amministratore potrebbe percepire dalla ditta una percentuale se non la toglie dalla cifra indicata sulla fattura?

Se la ditta aumenta il costo, pagherà anche più tasse ed i condomini pagheranno sempre la cifra indicata sulla fattura.

 

p.s. io non mi reputo un esperto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Quello che importa ai condomini è la fattura, tanto è scritto e tanto si paga, e la ditta pagherà le tasse su quell'importo, adesso dimmi tu come l'amministratore potrebbe percepire dalla ditta una percentuale?

Se la ditta aumenta il costo, pagherà anche più tasse.

 

p.s. io non mi reputo un esperto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
sono d'accordo che tanto è scritto e tanto devi pagare, ma allora come ti spieghi le tangenti?

Esempio lavoro costo effettivo 1000 euro

tasse 45 % 450 euro

guadano 650

stesso lavoro 1500 euro

tasse 45 % 675

amm 10% 150

guadagno 675

Ho guadagnato qualcosa in più che se fossi stato onesto

Io non ho detto che non ci siano le tangenti, io ho detto che la ditta deve togliere una percentuale da quanto indicato dalla fattura per girarlo all'amministratore, prechè i condomini non pagheranno neppure un centesimo in più di quanto indicato sulla fattura.

 

Dei due preventivi a parità di lavoro il condominio potrà scegliere il 1° e non il 2°

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Da un esperto come te non mi aspettavo una risposta di questo genere.

Ma ti pare possibile che una ditta rinunci a una parte del suo guadagno per darla all'amministratore?

Sicuramente sempre che sia vero, sarà una maggiorazione dell'effettivo costo che viene girato al disonesto.

Questa è una piaga che purtroppo esiste e che costa tantissimo non solo ai condomini

L'amministratore disonesto usa gli assegni in modo diffuso. Io diffido di tutti gli amministratori che pagano sistematicamente con gli assegni invece che col comodo e trasparente bonifico. É scomodo: devo compilare un assegno, verificare che sia stato incassato, capire la causale che sul conto corrente non compare, devo darlo fisicamente al fornitore e il fornitore deve essere davanti all'amministratore. Già... davanti all'amministratore.

O mi dai in contanti quello che io voglio oppure il condominio non ha soldi per pagarti la tua fattura, ripassa che vediamo, il prox lavoro lo affido ad altri, i condomini si sono lamentati, ecc... (Come ipotesi scolastica potrebbe esistere mister 10%...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Io non ho detto che non ci siano le tangenti, io ho detto che la ditta deve togliere una percentuale da quanto indicato dalla fattura per girarlo all'amministratore, prechè i condomini non pagheranno neppure un centesimo in più di quanto indicato sulla fattura.

 

Dei due preventivi a parità di lavoro il condominio potrà scegliere il 1° e non il 2°

Si hai perfettamente ragione, i condomini pagheranno esattamente quanto scritto in fattura, ma questo non toglie che in quella cifra ci sia la percentuale del disonesto

In tutti e due i preventivi c'è sempre una maggiorazione, quindi si sceglie il male minore ma sempre male è.

 

- - - Aggiornato - - -

 

L'amministratore disonesto usa gli assegni in modo diffuso. Io diffido di tutti gli amministratori che pagano sistematicamente con gli assegni invece che col comodo e trasparente bonifico. É scomodo: devo compilare un assegno, verificare che sia stato incassato, capire la causale che sul conto corrente non compare, devo darlo fisicamente al fornitore e il fornitore deve essere davanti all'amministratore. Già... davanti all'amministratore.

O mi dai in contanti quello che io voglio oppure il condominio non ha soldi per pagarti la tua fattura, ripassa che vediamo, il prox lavoro lo affido ad altri, i condomini si sono lamentati, ecc... (Come ipotesi scolastica potrebbe esistere mister 10%...)

Tu si che vedi oltre

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Si hai perfettamente ragione, i condomini pagheranno esattamente quanto scritto in fattura, ma questo non toglie che in quella cifra ci sia la percentuale del disonesto

In tutti e due i preventivi c'è sempre una maggiorazione, quindi si sceglie il male minore ma sempre male è.

Questo è un'altro discorso, quello che dicevo io è chiaro come il sole, la ditta per dare la percentuale all'amministratore la deve togliere da quanto incassato dal condominio e pagare le tasse sull'intero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Questo è un'altro discorso, quello che dicevo io è chiaro come il sole, la ditta per dare la percentuale all'amministratore la deve togliere da quanto incassato dal condominio e pagare le tasse sull'intero.

Da questo punto di vista hai perfettamente ragione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Questo è un'altro discorso, quello che dicevo io è chiaro come il sole, la ditta per dare la percentuale all'amministratore la deve togliere da quanto incassato dal condominio e pagare le tasse sull'intero.

Poichè sia che si tratti di una vera e propria tangente, sia che la ditta rinunci a parte del suo guadagno per dare una "regolare provvigione" all'amministratore, se l'amministratore non dichiara questa "regalia", sempre di compenso in nero si tratta e sempre di evasione fiscale dell'amministratore si tratta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Poichè sia che si tratti di una vera e propria tangente, sia che la ditta rinunci a parte del suo guadagno per dare una "regolare provvigione" all'amministratore, se l'amministratore non dichiara questa "regalia", sempre di compenso in nero si tratta e sempre di evasione fiscale dell'amministratore si tratta.
Su questo non c'è alcun dubbio, si tratta di evasione, ma i condomini non sono coinvolti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve, se i condomini non si attivano nei controlli viene naturale che l'amministratore chiede questa forma di solidarietà. Purtroppo ripeto bisognerebbe far fare dei corsi a questi proprietari per far capire l'importanza della materia. Forse le pecore sono più intelligenti. Basta fare alcune modifiche alla legge e renderla più restringere nei confronti del mandatario con elevate sanzioni anche penale.Tutto ciò che non si vuole approfondire nelle assemblee viene omesso e il mandatario gode sempre di fiducia.Ma cosa accade quando il mandatario nega l'evidenza di illeciti o quant' altro e la comunità condominiale si vergogna di fare interventi a loro tutela ? Forse sarebbe il caso di intuire che in mezzo a questi ultimi ci siano degli alleati a favore di chi amministra. Nel mio caso forse è l'unico.saluti..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve, se i condomini non si attivano nei controlli viene naturale che l'amministratore chiede questa forma di solidarietà. Purtroppo ripeto bisognerebbe far fare dei corsi a questi proprietari per far capire l'importanza della materia. Forse le pecore sono più intelligenti. Basta fare alcune modifiche alla legge e renderla più restringere nei confronti del mandatario con elevate sanzioni anche penale.Tutto ciò che non si vuole approfondire nelle assemblee viene omesso e il mandatario gode sempre di fiducia.Ma cosa accade quando il mandatario nega l'evidenza di illeciti o quant' altro e la comunità condominiale si vergogna di fare interventi a loro tutela ? Forse sarebbe il caso di intuire che in mezzo a questi ultimi ci siano degli alleati a favore di chi amministra. Nel mio caso forse è l'unico.saluti..
Comunque, come ha detto Giovanni Inga al post #2, se l'amministratore percepisce qualcosa dalle ditte a cui l'assemblea affida l'incarico del lavoro, certo che non lo viene a dire ai condòmini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
.... e contribuisce a lievitare i costi, ...

magari ...

purtroppo a parità di ditta e di lavoro, i costi per i condomini sono identici indipendentemente dal fatto che l'amministratore chieda o non chieda

risultato per i clienti siamo tutti uguali, anche se non è vero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
magari ...

purtroppo a parità di ditta e di lavoro, i costi per i condomini sono identici indipendentemente dal fatto che l'amministratore chieda o non chieda

risultato per i clienti siamo tutti uguali, anche se non è vero

mmhhh, mhhhh, mmmmhhhh. Dalle tue parti nessun mister 10% o 15%?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Da quando ho cominciato a fare le pulci al'amministratore, ho visto tante di quelle cose che non mi meraviglio più di niente.

Io propongo corso obbligatorio per fare il condomino.

 

:offtopic:Ci vorrebbe come su Ebay, lasciare il fedback positivo, neutro, negativo per gli amministratori in modo da sapere prima quale gradimento ha tizio o caio:icon_cool:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Citazione Originariamente Scritto da prociotta Visualizza Messaggio

 

magari ...

purtroppo a parità di ditta e di lavoro, i costi per i condomini sono identici indipendentemente dal fatto che l'amministratore chieda o non chieda

risultato per i clienti siamo tutti uguali, anche se non è vero.

----------------------------------------------------------------------------------------

mmhhh, mhhhh, mmmmhhhh. Dalle tue parti nessun mister 10% o 15%?

Una cosa è certa. Queste "mance" non piovono dal cielo. Ma escono dalle tasche dei condomini con i preventivi gonfiati. Le ditte già sanno che devono omaggiare,pertanto già in partenza mettono nel conto il "pizzo".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
magari ...

purtroppo a parità di ditta e di lavoro, i costi per i condomini sono identici indipendentemente dal fatto che l'amministratore chieda o non chieda

risultato per i clienti siamo tutti uguali, anche se non è vero

Sante parole, mia cara Prociotta, sante parole !

Diciamo che è una PESSIMA abitudine che andrebbe eliminata senza se e senza ma. Vero è che il "mister 10% di turno" certamente nono andrà a dirlo ai propri amministrati.

Personalmente, devo dire che è una prassi talmente radicata, che spesso e volentieri sono le ditte stesse che offrono senza bisogno di chiedere, e non solo da ditte private ma anche da fornitori pubblici di energia elettrica o simili. Io mi sono sentita diverse volte dare della stupida perché rifiuto seduta stante le offerte ma, sinceramente, cambio anche fornitore: la volta successiva non lavora più per me.

Però l' idea di essere accumunata ai disonesti, mi irrita parecchio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
...Io mi sono sentita diverse volte dare della stupida perché rifiuto seduta stante le offerte ma, sinceramente, cambio anche fornitore: la volta successiva non lavora più per me...

Se i condòmini lasciassero che l'amministratore amministrasse e l'assemblea decidesse non ci sarebbe il problema.

L'amministratore non avrebbe "i suoi fornitori" ed i fornitori di energia non andrebbero ad offrire provvigioni e smartphone agli amministratori.

La colpa di tutto è sempre dei condòmini che curano poco e niente i propri interessi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sante parole, ma sapessi quanto è dura farglielo capire: a volte sembra di parlare a un muro di gomma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×