Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Mr_Beaver

Allaccio contatore luce/enel

Ipotesi :

 

Contatore luce/enel condominiale. Un condòmino può chiedere l'allaccio del contatore al suo garage/box privato?

 

Se sì, in quale modalità?

Se no, per quale motivo specifico?

 

Grazie in anticipo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Certo che puo' allacciare il suo box al suo contatore .

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Certo che puo' allacciare il suo box al suo contatore .

Grazie (due volte) peppe! 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Cioè, scusate ma forse stasera sono rincoglionito. Un condòmino chiede se può allacciare il suo box di proprietà al contatore condominiale? 🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Cioè, scusate ma forse stasera sono rincoglionito. Un condòmino chiede se può allacciare il suo box di proprietà al contatore condominiale? 🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per rispondere alla prima ... direi proprio di no. E adesso, forse, dopo un caffè, ho capito anche la risposta di peppe ... eheheheh.

 

Per la seconda, dovresti intanto dare un'occhiata all'art 1118 c.c. comma 4. Se ti sono chiare le condizioni per poterlo fare, è naturale che il momento giusto sia durante il periodo di inattività dell'impianto, dal momento che probabilmente dovrà essere svuotato dall'acqua per procedere. Il tutto, naturalmente, a spese del distaccante.

 

Nella norma si accenna all'eventuale squilibrio non a caso, ma perchè, a seconda dell'impianto, si possono sopportare soltanto un certo numero di distacchi, oltre ai quali l'impianto comincia ad avere problemi che impediscono di proseguire (confermato da perizie tecniche). Ciò significa che l'esempio limite da te fatto non si raggiunge mai. Se i condòmini vogliono, però, possono deliberare il completo smantellamento dell'impianto centralizzato, indirizzandosi verso caldaie autonome. In tal caso sarà indispensabile approvare la scelta con una delibera all'unanimità dei partecipanti al condominio.

 

In ogni caso il distaccato dovrà continuare a sostenere le spese di consumo involontario, le spese di conservazione e quelle di sostituzione, perchè rimane comproprietario del bene (non vi può rinunciare), fino al punto che se un domani scegliesse di riallacciarsi, nessuno potrebbe impedirglielo.

 

I condòmini però dovrebbero sapere che con la contabilizzazione e la termoregolazione del calore si possono raggiungere risultati inaspettati, spesso più convenienti di un impianto autonomo, soprattutto per la manutenzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sì mi piace estremizzare negli esempi, non si sa mai può capitare di tutto haha;) Comunque perfetto risposta da manuale. Ti ringrazio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×