Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
condominiopd

Allaccio conduttura acqua e fogna

In un condominio esistono dei locali al pian terreno classificati come deposito. Detti locali non hanno acqua e fogna e non hanno mai partecipato, per oltre quarant'anni, alle spese di manutenzione della colonna verticale e alle spese ordinarie e straordinarie dell'autoclave ( non hanno millesimi nelle relative tabelle ). Il proprietario ha deciso degli interventi di manutenzione straordinaria dove, tra le altre cose, si è collegato alla colonna verticale per l'allaccio acqua e fogna vantando diritti a norma dell'art 1117 c.c. e simili; tutto ciò senza preventiva autorizzazione dell'amministratore e/o assemblea e senza preventiva discussione del progetto tecnico. I dubbi sono i seguenti: 1) è comproprietario? 2) può allacciarsi senza autorizzazione. 3) deve presentare un progetto per dimostrare come detto allaccio non crei problemi alle utenze esistenti? 4) e le tabelle millesimali? Vanno rifatte?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Lui vanta il diritto di allaccio e voi (secondo me) il diritto - art.1123 cod. civ. - al pagamento dei canoni, dei consumi idrici e dello smaltimento fognatura.

Ad AQP SpA non interessano i R.d.C. ma il pagamento dei consumi che fattura.

 

Cordiali saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ad AQP interessa l'impegnativa e, nel caso specifico, occorre chiedere un'impegnativa maggiore.

Comunque non sono tanto convinto che l'impianto sia comune.

All'epoca della redazione delle tabelle è voluto rimanere fuori dalla ripartizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Proponetegli l'allaccio ad acqua fogna a queste condizioni a suo carico: Lavori, rifacimento tabelle e modifica del contratto con AQP.

 

Cordiali saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da condominiopd il 12 Apr 2010 - 15:14:43:In un condominio esistono dei locali al pian terreno classificati come deposito. Detti locali non hanno acqua e fogna e non hanno mai partecipato, per oltre quarant'anni, alle spese di manutenzione della colonna verticale e alle spese ordinarie e straordinarie dell'autoclave ( non hanno millesimi nelle relative tabelle ). Il proprietario ha deciso degli interventi di manutenzione straordinaria dove, tra le altre cose, si è collegato alla colonna verticale per l'allaccio acqua e fogna vantando diritti a norma dell'art 1117 c.c. e simili; tutto c [...]

La sua esclusione dalle spese risultante dalla tabella millesimale dovrebbe indicare la sua esclusione dalla comproprietà dell'impianto:

 

Cass. Civ. 25.03.2004 n. 5975

Va considerata legittima sia una convenzione che ripartisca tali spese tra i condomini in misura diversa da quella legale, sia quella che preveda l’esenzione totale o parziale dalla contribuzione a di uno o più condomini alle spese di manutenzione, ricostruzione ed installazione dell’ascensore. In tale ultima ipotesi si ha il superamento – per questa categoria di condomini - della presunzione di comproprietà su quella parte del fabbricato.

 

per cui avrebbe avuto bisogno del consenso per allaciarsi.

Le tabelle vanno rifatte a sue spese, visto che è lui che ha determinato la variazione.

 

"La fede è più forte dell'evidenza, quindi è un ostacolo alla ricerca della verità".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×