Vai al contenuto
bonifacio

Allaccio acqua potabile nel box

Salve

ho acquistato un appartamento sito in un codominio con 22 proprietari, i quali hanno come me un box dove sistemare il proprio veicolo.

Ogni box escluso il mio ha un contatore allacciato alla fornitura dell'acqua potabile,io avendo acquistato per ultimo ho rifiutato l'allaccio da fare anche a mie spese.

Ora l'amministratore vuole addebitarmi un presunto consumo senza avere la fornitura,spesa paradossalmente più alta a causa dei millesimi più alti rispetto a chi usufruisce del servizio dell'erogazione dell'acqua.

Devo pagare o rivlgermi in caso di reiterazione della richiesta ad un legale al fine di tutelarmi.

Gli altri condomini scaricano le acque reflue dei box nell'intercapedine che circonda il fabbricato da dove una pompa aspiratrice spinge poi l'acqua nel pozzetto collegato alla fogna pubblica .

Dall'intercapedine fuoriesce sempre un cattivo odore che si accentua nel periodo estivo nonche' ricettacolo di zanzare,come posso tutelarmi.

grazie

Sergio

se vuole addebitare un consumo ha evidentemente preso un abbaglio (... da quale contatore ha dedotto il tuo consumo ?!? ).

se vuole invece addebitarti quote di spese comuni per manutenzione, spurgo fogne, ecc allora si deve vedere cosa dicono gli atti e il regolamento di condominio.

grazie per la risposta, partecipo sempre alle spese comuni del tipo rottura pompa o spurgo rete, non mando giù il fatto che essendo possessore di un box debba partecipare alle spese consumo acqua ,nonostante chi ha l'acqua ha anche un contatore attestante il consumo.

non riesco a pensare a nulla di diverso da un abbaglio ...

una cosa del genere la capirebbe perfino, che so ... razzi o giovanardi ... o un qualsiasi bambino di sei anni.

a meno che nelle pieghe del regolamento di condominio sia previsto che una quota dei consumi totali è a carico di tutti indistintamente e poi ognuno paga il surplus di consumo effettivo (... ma è un mio estremo tentativo di elucubrazione per dare un senso alla cosa ...)

×