Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Brenda33

Aliquota IVA per fare la Dichiarazione di Rispondenza?

Siccome tra i documenti condominiali è andato perso il Certificato di Conformità dell'Impianto Elettrico, ho fatto fare un preventivo da una ditta per fare la Dichiarazione di Rispondenza da presentare in assemblea.

Vedendo il preventivo che mi è stato consegnato, ho notato che la ditta ha applicato l'aliquota IVA al 10%. È corretto oppure ci andrebbe l'aliquota al 22%?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Secondo me, essendo una dichiarazione e non una manutenzione sconterebbe iva al 22%.

Ricordati però che l'applicazione dell'iva ridotta al 10% è soggetta al rilascio da parte TUA, quale cliente, di una dichiarazione di sussistenza dei requisiti, pertanto non basta la ditta la esponga sulla fattura l'iva ridotta, per magari ritenerti immune da colpa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Secondo me, essendo una dichiarazione e non una manutenzione sconterebbe iva al 22%.

Ricordati però che l'applicazione dell'iva ridotta al 10% è soggetta al rilascio da parte TUA, quale cliente, di una dichiarazione di sussistenza dei requisiti, pertanto non basta la ditta la esponga sulla fattura l'iva ridotta, per magari ritenerti immune da colpa.

Beh, come ricordo si sia sostenuto su questo forum, la sanzione ricade sul soggetto che ha emesso la fattura (fornitore); soprattutto in questo caso che ha emesso fattura con iva agevolata di sua sponte, senza neanche richiedere una dichiarazione all'amministratore che tra l'altro è tenuto a dichiarare solo che le manutenzioni scontano l'iva agevolata ma non è tenuto a conoscere la natura della prestazione del fornitore.

 

In questo caso specifico è mia opinione che al condominio al quale viene emessa fattura agevolata non spettante, il fornitore non può fare nemmeno azione di rivalsa per danni perchè il condominio non è tenuto a sapere come il fornitore deve emettere la fattura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Beh, come ricordo si sia sostenuto su questo forum, la sanzione ricade sul soggetto che ha emesso la fattura (fornitore); soprattutto in questo caso che ha emesso fattura con iva agevolata di sua sponte, senza neanche richiedere una dichiarazione all'amministratore che tra l'altro è tenuto a dichiarare solo che le manutenzioni scontano l'iva agevolata ma non è tenuto a conoscere la natura della prestazione del fornitore.

 

In questo caso specifico è mia opinione che al condominio al quale viene emessa fattura agevolata non spettante, il fornitore non può fare nemmeno azione di rivalsa per danni perchè il condominio non è tenuto a sapere come il fornitore deve emettere la fattura.

Sbagli.

Se io pago accetto le condizioni.

La sanzione arriva al fornitore che si rivarrà sul cliente emettendo la fattura per differenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sbagli.

Se io pago accetto le condizioni.

La sanzione arriva al fornitore che si rivarrà sul cliente emettendo la fattura per differenza.

Intendi la differenza iva o anche eventuali sanzioni (più o meno gravose) comminate al fornitore?

 

La vedo un po' difficile che io debba pagare le sanzioni per un errore commesso in prima battuta da chi mi ha messo in mano una fattura ed io mi sono limitato a pagare quanto richiesto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×