Vai al contenuto
Carla0234

Albero in giardino

Salve, nel  giardino di mia proprietà esclusiva dove affacciano vari appartamenti ho un abete molto alto che supera il fabbricato. Il vicino dell'ultimo piano ha lamentato che sul suo terrazzo ha trovato spesse volte gli aghi dell'abete portati dal vento. 

In seguito al vento dei giorni scorsi il suddetto vicino mi ha detto di aver trovato la pluviale intasata presumibilmente dagli aghi, e vuole che provveda a mie spese a ripararla. Come mi devo regolare? Grazie dell'aiuto.

Carla0234 dice:

Salve, nel  giardino di mia proprietà esclusiva dove affacciano vari appartamenti ho un abete molto alto che supera il fabbricato. Il vicino dell'ultimo piano ha lamentato che sul suo terrazzo ha trovato spesse volte gli aghi dell'abete portati dal vento. 

In seguito al vento dei giorni scorsi il suddetto vicino mi ha detto di aver trovato la pluviale intasata presumibilmente dagli aghi, e vuole che provveda a mie spese a ripararla. Come mi devo regolare? Grazie dell'aiuto.

L'albero deve essere curato e potato regolarmente, appunto per evitare inconvenienti, le spese per un pino che fa decoro allo stabile, anche se posizionato nel giardino di proprietà di un condomino va a carico di tutti i condomini, per quanto riguarda la pluviale intasata, il condomino deve dimostrare che il danno sia stato causato proprio dal tuo albero e non da altri vicini.

Alle spese di potatura degli alberi, che insistono su suolo oggetto di proprietà esclusiva di un solo condomino sono tenuti, tuttavia, a contribuire tutti i condomini allorché si tratti di piante funzionali al decoro dell'intero edificio e la potatura stessa avvenga per soddisfare le relative esigenze di cura del decoro stesso. (Cass. 18/04/94 n. 3666)

  • Grazie 1

olte a quanto già detto, vorrei  consigliarti far controllare lo stato di salute dell'albero  da un agronomo, al fine di evitare eventuali rischi per l'edificio, visto che l'altezza dello stesso supera il fabbricato.

  • Mi piace 1

Chi ha piantato l'abete?

per alto cosa intendi?

non ti scrivo tanto per..ci sono dei motivi.

ciao.

L'abete fu  piantato tanti anni fa da mio nonno e supera il fabbricato, quindi sarà  un 25 m

Modificato da Carla0234

Dovresti fare verificare se sussistano problemi di sicurezza.

Si certo, ma quello che vorrei capire è se le spese idrauliche per sturare la pluviale del terrazzo del vicino devo sostenerle da sola. Se è vero che gli aghi dell'abete l'hanno intasata è pur vero che questo è avvenuto nel tempo e che evidentemente il vicino non provvede mai a spazzare il suo terrazzo.

io quando leggo questi post mi domando sempre : ma come si fa a piantare alberi di così alto fusto in un giardino compreso in un perimetro condominiale.

io ricordo le discussioni infinite in un condominio per un cedro del libano alto oltre 25 metri piantato nel 1955 che aveva radici così ampie e profonde che spaccavano i soffitti dei garage sottostanti.

per me le spese andrebbero concordate in assemblea.

l'albero è privato, non c'è dubbio, ma in tutti questi anni il condominio ha tollerato la presenza, non ti hamai fatto per esempio una diffida per capitozarlo, per tagliarlo, per metterlo insomma in sicurezza.

questa si chiama colpa in vigilando, per cui temo,se ci fosse un danno, non ne risponderesti solo tu...

parlane con l'amministratore e vedi di trovare una soluzione transattiva sulla base dei motivi da me esposti.

ma ricorda: l'albero è tuo.

a meno che tuo nonno non abbia richiesto all'epoca un'autorizzazione preventiva all'assemblea, allora potresti anche dire che fa parte dellla facciata,ma ripeto, devi parlarne in assemblea, facendo presente i motivi da me esposti.

Modificato da enrico dimitri
  • Grazie 1

L'albero quando fu piantato nn si pensava che crescesse tanto, il giardino si mia proprietà si trova sul lato interno del fabbricato quindi nn sulla facciata principale. Io vorrei capire solo se  l'otturazione della pluviale fosse stata dovuta agli aghi del mio abete nel corso degli anni, il proprietario del terrazzo dove si trova questa maledetta pluviale non era tenuto a spazzare e ad impedire gli accumuli? Inoltre lui solo 3 mesi fa mi ha fatto le foto dicendo che aveva trovato accumuli di aghi dopo qualche temporale. Quindi, ora le spese idrauliche chi le deve sostenere? Preciso che nella verticale interessata io non ho appartamenti. Inoltre bel mio condominio non c'è l'amministratore perché siamo solo in 6.

Modificato da Carla0234
Carla0234 dice:

L'albero quando fu piantato nn si pensava che crescesse tanto, il giardino si mia proprietà si trova sul lato interno del fabbricato quindi nn sulla facciata principale. Io vorrei capire solo se  l'otturazione della pluviale fosse stata dovuta agli aghi del mio abete nel corso degli anni, il proprietario del terrazzo dove si trova questa maledetta pluviale non era tenuto a spazzare e ad impedire gli accumuli? Inoltre lui solo 3 mesi fa mi ha fatto le foto dicendo che aveva trovato accumuli di aghi dopo qualche temporale. Quindi, ora le spese idrauliche chi le deve sostenere? Preciso che nella verticale interessata io non ho appartamenti 

Quello che ha fatto o doveva fare il proprietario del terrazzo poco importa ai fini della spesa che sta chiedendo a te, ma deve dimostrare che l'otturazione è dovuta alle foglie dell'albero del tuo giardino e non di altri alberi vicini, cosa che è molto difficile da dimostrare se esistono altri alberi nelle vicinanze.

Modificato da Tullio01

Ammesso che nei dintorni ci siano altri è indubbio che la maggiore colpa è sicuramente del piano vicino e secondo devi pagare le spese e comunque ringrazia che non te le abbia chieste ogni anno.

Dino40 dice:

Ammesso che nei dintorni ci siano altri è indubbio che la maggiore colpa è sicuramente del piano vicino e secondo devi pagare le spese e comunque ringrazia che non te le abbia chieste ogni anno.

Il vento è ingannevole alle volte soffia da nord alle volte da sud o est o ovest (360 gradi comprende la rosa dei venti), la prova della responsabilità deve essere provata per richiedere il risarcimento 😉

Modificato da Tullio01

concordo con Tullio la prova di responsabilità deve essere provata, peraltro non sarebbe nemmeno difficile,  basta constatare che l'intasamento del pluviale è stato causato solo degli aghi dell'abete, se non si ha questa certezza, non si può nemmeno dichiarare responsabile il proprietario dell'albero. 

Modificato da JOSEFAT

Certo deve essere provata, ma se ci sono aghi non potrà dire sono dei piani distanti.  Certo il vento soffia a 360 gradi ma quello vicino come soffia gli aghi vanno a finire lì. 

Dino40 dice:

Certo deve essere provata, ma se ci sono aghi non potrà dire sono dei piani distanti.  Certo il vento soffia a 360 gradi ma quello vicino come soffia gli aghi vanno a finire lì. 

Potrebbero essere anche gli aghi dei pini più distanti ad aver causato l'inconveniente, ed è per questo che si deve provare che sono solamente proprio quelli del pino in questione ad essere la colpa

Tullio01 dice:

Potrebbero essere anche gli aghi dei pini più distanti ad aver causato l'inconveniente, ed è per questo che si deve provare che sono solamente proprio quelli del pino in questione ad essere la colpa

Che fa? Controlla il dna? Non facciamola difficile!!

Dino40 dice:

Che fa? Controlla il dna? Non facciamola difficile!!

Se nelle vicinze non ci sono altri abeti o pini, è chiaro che l'intasamento è stato causato dall'alero di prorprietà di @Carla0234 , se al contrario ci sono anche altri alberi, sarà difficile avere la prova di quale ha causato il danno

 

Dino40 dice:

Che fa? Controlla il dna? Non facciamola difficile!!

Mi pare che la difficoltà la stai cercando tu, ovvero tu sei certo che è quello, sei convinto e che quel pino sia il solo responsabile, prova a vederla dall'altro lato e che potrebbero essere anche altre le cause.

Tullio01 dice:

Mi pare che la difficoltà la stai cercando tu, ovvero tu sei certo che è quello, sei convinto e che quel pino sia il solo responsabile, prova a vederla dall'altro lato e che potrebbero essere anche altre le cause.

Che ci possono essere anche altre cause è possibilissimo, ma certo che su un abete di 25 metri io sarei intervenuto molto prima. Certo che il condomino ha le sue colpe, ma non è immune neanche la proprietaria dell'abete.  Correggo per merito di Leonardo.

Modificato da Dino40
Dino40 dice:

Certo che il condomino ha le sue colpe, ma non è immune neanche la proprietaria del pino

Non è facile andare a trovare il proprietario del pino,

Ci sono Pini di Russia, Pini di Svezia... bisognerebbe fare il testdel DNA ad ogni ago ma sicuramente non può essere ritenuta responsabile Carla che è proprietaria solo di un abete piantato dal nonno e che non ha mai detto di possedere alcun albero di Pino 😂

Leonardo53 dice:

Carla che è proprietaria solo di un abete piantato dal nonno e che non ha mai detto di possedere alcun albero di Pino 😂

Ma anche i pini sono diversi, c'è il pino marittimo, il pino nero il pino mugo .... 😉

Leonardo53 dice:

Non è facile andare a trovare il proprietario del pino,

Ci sono Pini di Russia, Pini di Svezia... bisognerebbe fare il testdel DNA ad ogni ago ma sicuramente non può essere ritenuta responsabile Carla che è proprietaria solo di un abete piantato dal nonno e che non ha mai detto di possedere alcun albero di Pino 😂

Ho corretto!!! Ero convintissimo che fosse un pino. Chiedo scusa per l'errore.

Tullio01 dice:

Ma anche i pini sono diversi, c'è il pino marittimo, il pino nero il pino mugo .... 

Certo, ma qualsiasi albero di pino non potrà mai diventare Chi nasce tondo non può morire quadratoun albero di abete.

E' come il detto:

"Chi nasce tondo non può morire quadrato"

Dino40 dice:

Ho corretto!!! Ero convintissimo che fosse un pino. Chiedo scusa per l'errore.

Dino sorridi alla vita, avevo fatto solo una battuta per farci una risata (lo dice anche la faccina).

Non penserai mica che ti avessi voluto bacchettare?

Io sono stato solo alunno e le bacchettate le ho solo prese (dal mio professore di applicazioni tecniche con la riga di legno sulla mano) 😂

Leonardo53 dice:

Certo, ma qualsiasi albero di pino non potrà mai diventare Chi nasce tondo non può morire quadratoun albero di abete.

E' come il detto:

"Chi nasce tondo non può morire quadrato"

Ne facciamo una lezione di agronomia?

Sai distinguere gli aghi di pino da quelli dell'abete? (senza controllare in rete?)

Tullio01 dice:

Ne facciamo una lezione di agronomia?

Sai distinguere gli aghi di pino da quelli dell'abete? (senza controllare in rete?)

Io forse non so distinguere neanche un albero di pino da un albero di abete ma se faccio analizzare gli aghi da uno specialista sicuramente mi saprà dire ce si tratta di aghi di pino o altro.

×