Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
*Eli.B*

Aiuto!Situazione patrimoniale sbilanciata

Buondì a tutti!

Dunque io ho questo problema: la situazione patrimoniale mi dice che ho un avanzo di tot euro poichè ho "una differenza tra le quote dei saldi iniziali e le risorse iniziali; la causa è da ricercare nel primo esercizio inserito".

Premetto che tutti i saldi iniziali e finali della banca relativi alle varie gestioni corrispondono esattamente con i saldi presenti sugli estratti conto della banca; corrispondono anche quelli della cassa (che viene utilizzata cmq molto poco poichè quasi tutte le spese e i versamenti delle rate transitano per via "bonifico").

Inizialmente, per far fronte ad una situazione di morosità tutti i condomini si erano resi favorevoli a versare una propria quota parte per coprire il debito e affrontare le varie spese. Quota che è stata restituita in parte solamente ora.

Questa può essere una causa dello sbilancio iniziale?Non ho inserito qualche dato?

Altra cosa che non riesco a capire è questa: perchè nella colonna Attività vengono sommati il debito del condomino moroso (quindi un passivo) e la disponibilità di cassa e banca (che sono positivi)?

Un grazie enorme a chi mi riesce a fare un po' di chiarezza!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Altra cosa che non riesco a capire è questa: perchè nella colonna Attività vengono sommati il debito del condomino moroso (quindi un passivo) e la disponibilità di cassa e banca (che sono positivi)?

Il debito del condomino moroso è un credito del condominio verso il condomino moroso, per cui è corretto l'inserimento nell'attivo della situazione patrimoniale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Devi considerare il "condominio" come un entità a sè, che da un lato ha le attività, come la cassa e i crediti vs/condòmini (cioè quello che il condominio deve incassare dai morosi) e dall'altra le passività, come i debiti vs/fornitori o anche i debiti vs/condòmini (conguagli da restituire) o ancora il "fondo morosi" dove ci sono le quote versate dai condòmini virtuosi.

 

Forse lo sbilanciamento è dovuto al fatto che hai incassato le quote dei condòmini virtuosi, ma non le hai inserite nelle passività come fondo morosi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buonasera! Grazie per le vostre risposte! Domani provo a sistemare... devo aver fatto un "orrore" nell'inserimento dei dati...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ri-buondì a tutti!

Non riesco a trovare l'errore...perdonatemi! Persiste il msg "Nel primo esercizio inserito la somma dei saldi iniziali delle unità ha una differenza di -tot € rispetto alle disponibilità iniziali delle risorse".

Ho controllato e ricontrollato, tornano i saldi banca, saldi cassa, versamenti, spese... Ho seguito le istruzioni per l'inserimento dei dati..dove sbaglio?

Sicuro che ci sta l'errore perchè non è possibile che ci siano soldi in più se i condomini sono quasi tutti con saldi fine es. prec. negativo...

Un grazie enorme a chi mi può aiutare!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Devi partire dallo stato patrimoniale ad inizio gestione.

Il saldo di partenza delle risorse deve coincidere con la differenza fra il totale delle passività e il totale delle altre attività della situazione patrimoniale di inizio gestione

Se nell’attivo dello stato patrimoniale di inizio gestione compaiono solo crediti verso condomini per conguagli di fine esercizio e nel passivo compaiono solo debiti verso condomini per conguagli di fine esercizio, ma non fondi e debiti verso terzi, il saldo del riparto consuntivo dell’esercizio chiuso in precedenza è il saldo di partenza da inserire nella risorse banca o cassa contanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

G.Ago, grazie mille per la tua risposta. Mi scuso per non essermi riuscita a collegare prima di oggi e leggere quanto mi hai scritto.

Provo a mettere in pratica il tutto!

:thanks::thanks::thanks:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buondì G.Ago! Premesso che ho trovato gli "orrorini" e ho sistemato tutto, mi resta un unico condominio nel limbo...

Qui, lo sbilancio è stato sistemato inserendo (essendoci nell'attivo dello stato patrimoniale di inizio gestione solamente crediti vs condomini per conguagli di fine esercizio e nel passivo solo debiti vs condomini per conguagli di fine esercizio, e nessun fondo e/o debiti vs terzi) il saldo del riparto consuntivo esercizio precedente quale saldo iniziale nella risorsa banca. Tutto perfetto Attività=Passività. Ma i saldi banca indicati nel programma non corrispondono con quelli indicati negli estratti conto inviati dalla Banca. C'è un modo per sistemarli? Chiedo perdono se sono din don...quando capisco poi parto...il problema è capire!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Rispondo in ritardo e forse hai già risolto la differenza riscontrata fra il saldo banca della contabilità e il saldo dell’estratto conto bancario.

Durante la gestione condominiale le operazioni di contabilità sono rilevate e registrate nel libro di contabilità nel momento della loro manifestazione finanziaria, cioè nel momento in cui si verificano entrate o uscite di denaro, aumenti o diminuzioni di crediti, aumenti o diminuzione di debiti.

Il momento della registrazione dell’operazione può non coincidere con quello nel quale la stessa operazione è registrata dalla banca, pertanto, il saldo risultante dal registro di contabilità può non coincidere col saldo risultante dall’estratto conto emesso dalla banca.

L’operazione di verifica della corrispondenza tra i suddetti è detta riconciliazione bancaria che in Danea è presente nel menu Strumenti.

Bisogna confrontare l'estratto conto con le risultanze contabili che riguardano la risorsa banca al fine di rilevare, ed eventualmente, eliminare gli errori di registrazione.

Il controllo viene fatto utilizzando degli appositi documenti conosciuti come prospetti di riconciliazione bancaria che mettono in evidenza le differenze tra i dati che risultano dall’estratto conto e i dati che risultano dalla contabilità.

Le operazioni che sicuramente sono state registrate correttamente sono quelle che risultano dall’estratto conto bancario e dalla contabilità.

Le operazioni che non risultano dall’estratto conto, ma risultano dalla contabilità possono essere causate da:

• un errore commesso in fase di registrazione (doppia registrazione) da correggere con una operazione di rettifica della contabilità;

• un’’operazione che è già stata registrata in contabilità, ma non ancora dalla banca. L’esempio tipico è quello del pagamento di un fornitore a mezzo assegno.

Le operazioni che non risultano dalla contabilità, ma risultano dall’estratto conto:

in questo caso, molto probabilmente, non è stata effettuata la registrazione di un’operazione relativa alla banca. Tuttavia potrebbe trattarsi anche di un errore commesso dalla banca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buondì G.Ago, ti ringrazio. No, non avevo ancora risolto la differenza tra il saldo banca della contabilità e il saldo dell’estratto conto bancario. Ho verificato tutti i movimenti con la riconciliazione bancaria, e sono tutti giusti. La differenza, che poi continuo a portarmi dietro sta proprio nel saldo di partenza inserito nella risorsa banca (ovvero ho inserito il saldo del riparto consuntivo dell’esercizio chiuso in precedenza non essendoci debiti Vs terzi). Esempio saldo iniziale banca (da estratto conto) €. -4.83; saldo precedente gestione -906,27. Al di là di questo numero inserito, tutti i movimenti di entrate e uscite corrispondono perfettamente....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buonasera a tutti. Premetto che non sono un amministratore ... e anche che non esperto contabile. Si sente continuamente parlare di "riconciliazione bancaria" ... il nostro amministratore dice che non ne sa nulla...(già forese meglio cambiarlo ?)

Ci presenta, dopo innumerevoli richieste finalmente da quest'anno è arrivato con bel riepilogo, che Vi descrivo brevemente:

- Conto economico, con costi e ricavi; che combaciano a pareggio

- Fondi, con entrate e uscite (banca e cassa); che chiudono a pareggio

- Debiti fornitori, con un marea di Rit. accon. da pagare, quando ha spesato nelle fatture l'importo completo della fattura...( non dovrebbe esser dedotta la R. A. da pagare ?)

- Stato Patrimoniale, con attività e passività; riporta giustamente il saldo banca, la cassa, crediti d'imposta, crediti condomini, anticipazioni per assicurazione,etc in Attività e in Passività i fornitori da pagare Credito verso Condomini e un piccolo arrotondamento. Il tutto chiude a pareggio.

Bene ma della riconciliazione bancaria ? Nulla è dato sapere...

 

Potete aiutarmi a capire ?

Ringrazio anticipatamente per i suggerimenti, non per fare l'amministratore, come detto ma solo per cercare di capire da "umile" Condominio.

Grazie ancora e auguro una lieta serata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La riconciliazione bancaria, detta in parole povere, è la verifica che ciò che si è registrato in entrata ed in uscita dal conto corrente, corrisponda ai movimenti rilevati dagli estratti conto bancari o postali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buonasera a tutti. Premetto che non sono un amministratore ... e anche che non esperto contabile. Si sente continuamente parlare di "riconciliazione bancaria" ... il nostro amministratore dice che non ne sa nulla...(già forese meglio cambiarlo ?)

Ci presenta, dopo innumerevoli richieste finalmente da quest'anno è arrivato con bel riepilogo, che Vi descrivo brevemente:

- Conto economico, con costi e ricavi; che combaciano a pareggio

- Fondi, con entrate e uscite (banca e cassa); che chiudono a pareggio

- Debiti fornitori, con un marea di Rit. accon. da pagare, quando ha spesato nelle fatture l'importo completo della fattura...( non dovrebbe esser dedotta la R. A. da pagare ?)

- Stato Patrimoniale, con attività e passività; riporta giustamente il saldo banca, la cassa, crediti d'imposta, crediti condomini, anticipazioni per assicurazione,etc in Attività e in Passività i fornitori da pagare Credito verso Condomini e un piccolo arrotondamento. Il tutto chiude a pareggio.

Bene ma della riconciliazione bancaria ? Nulla è dato sapere...

 

Potete aiutarmi a capire ?

Ringrazio anticipatamente per i suggerimenti, non per fare l'amministratore, come detto ma solo per cercare di capire da "umile" Condominio.

Grazie ancora e auguro una lieta serata.

Quando leggo post del genere penso sempre all’immensa distanza che spesso esiste tra amministratore e condòmini, e altrettanto spesso l’assenza di fiducia (in questo caso probabilmente condivisibile) per il suo operato. Non c’è miglior persona del proprio amministratore a cui rivolgere quesiti e dubbi inerenti ai rendiconti e alla gestione e, se non è in grado di rispondere o non si rende disponibile a farlo, chiedersi se non valga la pena cambiarlo.

 

Mauro ti ha risposto in maniera concisa e pertinente, ma se vuoi avere un quadro migliore della situazione sarebbe opportuno che chiedessi all’amministratore di mostrarti gli estratti conto bancari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Bene ma della riconciliazione bancaria ? Nulla è dato sapere...

Potete aiutarmi a capire ?

Ringrazio anticipatamente per i suggerimenti, non per fare l'amministratore, come detto ma solo per cercare di capire da "umile" Condominio.

Grazie ancora e auguro una lieta serata.

Come già detto da Mauro, la riconciliazione bancaria è la verifica del saldo di c/c bancario con il saldo di quanto risulta avere in banca dai registri del condominio.

 

Oggi che è possibile controllare movimenti e saldi del c/c bancario in qualsiasi momento, io vado addirittura oltre e dopo ogni operazione annotata sul registro di contabilità, faccio quello che potrebbe essere chiamato "conciliazione denaro del condominio".

 

Nel registro di contabilità, infatti, sono annotate tutte le entrate e tutte le uscite del condominio e saldo finale di tutte le risorse di liquidità che comprendono il denaro presente sul c/c ma anche il denaro presente nella cassa contanti (capita di avere una piccola somma oppure del denaro incassato dai condòmini, registrato nel registro di contabilità, ma non ancora portato in banca).

 

Io, per esempio, dopo ogni operazione, faccio questa verifica:

 

ESEMPIO:

Se dal registro di contabilità mi risulta che ho 100 e sul c/c ho solo 90, mi accerto che gli altri 10 siano nella cassa contanti.

In questo modo ho fatto sia la riconciliazione bancaria che la riconciliazione risorse del condominio.

 

Probabilmente il tuo amministratore non conosce il termine tecnico "riconciliazione bancaria" ma dubito che non faccia mai una verifica per controllare se il denaro risultante fisicamente corrisponda al denaro risultante sulle carte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buongiorno, grazie Leonardo, Chiarissimo. Quindi per effettuare la "riconciliazione bancaria" è strettamente necessario avere in mano il "registro di contabilità".

Verificare che ogni operazione corrisponda ai movimenti dell'estratto conto, quindi che il saldo (di denaro come dici) di detto registro combaci perfettamente con l'estratto conto (di denaro) del periodo in esame. Giusto ?

Credo che tu sia stato esauriente. ringrazio tutti e auguro un Lieto Fine Settimana.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se Mirila avesse letto attentamente tutti gli interventi antecedenti al suo, avrebbe trovato la risposta alla sua domanda e forse non l'avrebbe riproposta.

Comunque, gli ultimi interventi forniscono ulteriori preziosi suggerimenti per la comprensione della riconciliazione bancaria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Avevo letto ma...se si usassero delle terminologie contabile "chiare" (riconciliazione bancaria) e non altro...NON avrei disturbato !!!

L'ho detto subito, NON sono un amministratore e poco avvezzo ai termini contabili; purtroppo sono un semplice Condomino e nella vita mi sono sempre occupato di ben altro.

Scusate il disturbo. Buona giornata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi dispiace per il tuo risentimento, ma non era mia intenzione giudicare negativamente il tuo intervento.

Non hai creato alcun disturbo e se hai ulteriori domande da fare per una maggiore comprensione delle vicende condominiali, sono ben accette.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

tornando al quesito iniziale. I software considerano le date dei movimenti nel patrimoniale.

una data sbagliata ti può far impazzire per ore.

io ho provato a diventare pazza per una registrazione in data 1/1/201 anziché 1/1/2016....al software non interessa se nel 201 non esistevano i computer!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×