Vai al contenuto
_UE_

Aiuto! Vicino paranoico

Ciao a tutti,

scrivo in questo forum in quanto ho bisogno di confrontarmi con tutti coloro riescano a darmi un consiglio.

Vi spiego brevemente la situazione.

Io e la mia fidanzata abbiamo acquistato da breve (Novembre 21) un appartamento sito al 4° di 5 piani.

Tutt'ora non viviamo ancora in questo appartamento in quanto non ammobiliato (tolta la cucina ereditata dai nostri venditori).

Mentre io e la mia fidanzata eravamo in casa a sistemare delle robe (cianfrusaglie, dato che la casa continua ad essere vuota), nel mese di dicembre mi si è presentato alla porta con fare molto aggressivo il vicino del piano di sotto. Questo vicino urlava e teneva il dito sul campanello, finché non ho aperto la porta spaventato. Rendendosi conto che io non ero il vecchio inquilino dell'appartamento si è scusato dell'accaduto.

Dopo tale episodio, dal mese di Gennaio 22, abbiamo iniziato a fare piccolissimi lavori di manutenzione ordinaria dell'appartamento (imbiancatura, rifacimento impianto elettrico e apposizione di un lampadario), il tutto concordato con l'amministratore, con l'avviso consueto dei lavori affisso in bacheca condominiale e svolto in orari consentiti.

Al sentire questi lavori (in particolare con gli imbianchini) questa persona si è avvicinata al mio appartamento chiedendo agli operai cosa stesse succedendo e loro hanno risposto che stavano imbiancando e che era affisso l'avviso in bacheca.

La questione sembrava chiusa qui, invece era solo l'inizio dell'incubo.

Giorno 14 Febbraio (San Valentino) io e la mia fidanzata abbiamo deciso di andare a mangiare un boccone in casa. Evidentemente al vicino di sotto non va bene neanche che ceni nell'appartamento sovrastante il suo. Ha iniziato ad urlare, lui e la sua compagna, nei nostri confronti. In tutto ciò noi non abbiamo risposto.

La domenica successiva (20 Febbraio) ci siamo recati nuovamente nell'appartamento per aspettare i miei suoceri, avevamo un appuntamento per andare altrove. Mi è bastato solo andare in bagno e tirare lo sciacquone per scatenare l'ira del suddetto personaggio, ed erano solo le 18.30. Tra le sue ingiurie c'è stata anche una minaccia di morte (la frase utilizzata è stata proprio "se ti trovo ti ammazzo!" reiterata 3 o 4 volte).

Preoccupato dall'accaduto il giorno dopo (21 Febbraio) mi sono presentato dal comando locale dei carabinieri per segnalare l'accaduto. I carabinieri ci hanno aiutato facendo un esposto e invitando il signore in questione a chiarire con loro gli avvenimenti.

Il sabato immediatamente successivo (26 Febbraio), recandoci a casa per poter lasciare un tappeto appena acquistato, abbiamo trovato nella buca delle lettere la ricevuta di una raccomandata. Non vivendo in questo appartamento non abbiamo potuto ritirarla direttamente dal postino.

Dopo aver ritirato la raccomandata abbiamo scoperto (con nostra grande sorpresa) che la lettera era una diffida formale inviata direttamente dall'avvocato del signore in questione, in cui ci accusava di rumori molesti notturni e in orario di riposo (cosa al quanto improbabile, visto che sia io che la mia fidanzata viviamo altrove).

Tramite il nostro avvocato abbiamo risposto alla lettera spiegando appunto che l'origine dei rumori non possiamo essere noi o il nostro appartamento.

Ieri (6 Marzo) c'è stato l'incontro tra lui e i carabinieri ed oggi, questi ultimi, mi hanno richiamato dicendomi che il signore continua a sostenere di sentire voci provenienti dall'appartamento di sopra e che provengono da lì rumori insopportabili. Inutile dire che il signore ha anche negato di aver fatto minacce di morte.

In tutto ciò, il nostro vicino di pianerottolo ci ha detto che alcune volte questo signore sale e si "attacca" al campanello di casa pensando che noi siamo chiusi lì dentro e che, parlando con lui, gli ha detto che in casa non è presente nessuno. Ma il signore del terzo piano, non credendoci, continua a suonare ininterrottamente.

 

Scusate il mio essere prolisso, ma sto vivendo una situazione tragica, con un mutuo che stiamo pagando e il pensiero di vendere di già la casa dei nostri sogni appena acquistata per questo motivo.

 

Spero che questi accorgimenti possano servire a qualcosa, anche se il mio timore è che se lui adesso si comporta in questo modo, quando ci abiteremo realmente dovremo subire tutti i giorni queste angherie. Senza contare che ho paura per l'incolumità mia, della mia fidanzata e dei nostri cari.

 

Come mi suggerite di proseguire?

 

Grazie mille in anticipo.

Modificato da _UE_

Ciao, proverei a chiedere all'amministratore o agli altri condomini se questa persona ha comportamenti sopra le righe anche con loro oppure se ha preso di mira solo voi e in quest'ultimo caso  verificherei se avete messo in atto ,senza rendervene conto, comportamenti che possono essere  percepiti come insopportabili in edifici con problemi di insonorizzazione  ; forse dovrete fare dei lavori o prendere accorgimenti per isolare acusticamente la casa(tappeti, oliatura meccanismi delle tapparelle,feltrini sotto le sedie...).Hai già fatto quello che dovevi, denunciando molestie e minacce,ora dovrai attendere i tempi della giustizia , sperando che questa persona sia inquilino con contratto locativo in scadenza .

  • Mi piace 2
Cierre2021 dice:

Ciao, proverei a chiedere all'amministratore o agli altri condomini se questa persona ha comportamenti sopra le righe anche con loro oppure se ha preso di mira solo voi e in quest'ultimo caso  verificherei se avete messo in atto ,senza rendervene conto, comportamenti che possono essere  percepiti come insopportabili in edifici con problemi di insonorizzazione  ; forse dovrete fare dei lavori o prendere accorgimenti per isolare acusticamente la casa(tappeti, oliatura meccanismi delle tapparelle,feltrini sotto le sedie...).Hai già fatto quello che dovevi, denunciando molestie e minacce,ora dovrai attendere i tempi della giustizia , sperando che questa persona sia inquilino con contratto locativo in scadenza .

Grazie per la risposta @Cierre2021 .

L'amministratore è a conoscenza di tutti i dettagli del caso e lui stesso ha notato comportamenti sopra le righe (segnalati anche dalla famiglia che ci ha venduto la casa).

Per quanto riguarda l'aver preso di mira solo noi ne sono certo, anche se non ne conosco il motivo visto che la casa è vuota e non ci viviamo. Non metto in dubbio che senta rumori, metto solo in dubbio che provengano dal nostro appartamento visto che non c'è nessuno li.

Un giorno si è presentato a casa con modi pacati e gentili e l'ho fatto entrare facendogli vedere l'appartamento vuoto e lui mi aveva detto che sentiva rumore dalle 7 di mattina, noi gli abbiamo spiegato che non possono provenire dal nostro appartamento in quanto noi dormiamo altrove e in casa non è presente neanche un letto. Sembrava aver capito, invece niente.

 

Ho l'impressione che a prescindere non voglia nessuno sopra di lui (senza sapere che al momento non c'è nessuno sopra di lui, perlomeno finché non arriva la mobilia).

 

Il problema è che al momento né io né la mia fidanzata ci sentiamo sicuri a passare da casa nostra e a viverci in futuro in quanto se adesso che non ci viviamo si comporta così non oso immaginare cosa farà quando ci abiteremo.

 

Purtroppo questa persona è proprietaria dell'appartamento.

Modificato da _UE_

povero te... lo scrivi tu stesso che questo signore dice di "sentire voci dall'appartamento" in cui voi neppure ci siete.  Evidentemente potrebbe avere delle paranoie vere e proprie, a livello patologico.

 

Ci sono poi persone che soffrono di ipersensibilità (ad esempio gli autistici, o gli schizofrenici) e per loro ogni minimo rumore è una tragedia.

 

 

Grazie per la risposta @SisterOfNight .

Secondo te, come posso fare ad arginare il problema senza necessariamente cambiare abitazione spendendo ulteriormente denaro tra agenzia, banche e mobilia? (sempre ammesso che ci sia un consiglio per questa domanda 😔).
Io ho pensato di parlare con tutto il condominio cercando supporto anche dagli altri inquilini e sembra che qualcosa si stia muovendo, ma è presto per dirlo.

Difficile dirlo non avendo in concreto contezza del caso.

Se è un soggetto con problemi di tipo medico (appunto paranoia o simili) si spera sia seguito da un centro di igiene mentale.

Se avesse un parente con cui affrontare la questione e potesse calmarlo sarebbe la cosa piu' semplice

 

Seil soggetto non ha particolari problemi medici, ma è solo rompiscatole e incivile hai poco da fare. Se arriva a integrare vere e proprie molestie condominiali, valuta una denuncia

stacca il campanello, e fai tutti i rumori consentiti negli orari consentiti, in un momento che sei sicuro che non possa registrare le tue parole digli chiaramente che la cosa andrà avanti finche non la smetterà di rompere il cazzo. prendila come un gioco e divertiti. invitalo a chiamare vigili e carabinieri e non aprirgli più la porta. tieniti però pronto a registrare le sue urla e i suoi comportamenti.

a me han deciso di far la guerra nello stesso modo ancor prima di abitarci, perchè miravano loro ad acquistre l'appartamento che ho comprato. loro saran vecchi e avranno tempo da perdere, ma io son più coglione di loro e ho cominciato a impormi (con il solo scopo di arrivare alla tranquillita ovviamente). stai tranquillo che l'han capito, e un po' han mollato il tiro, vedremo quando sarà fisicamente condomino come proseguirà la cosa, ma trovan pane per i loro denti

Alcuni anni addietro ero in affitto, in una bella casa di nuova edificazione, in un piccolo condominio; un vicino propietario, cominciò a vessare almeno quattro altri condomini, me compreso. Con la scusa dei rumori,dello spazio in cortile delle auto,  per carico scarico temporaneo, cominciò a staccare i contatori della luce , nel locale comune interrato , a rigare le auto,o a sputarci sopra.

Una sera venimmo quasi  alle mani,dopo l'ennesimo scampanellio al mio citofono ; nel senso che non volli arrivare al limite facendogli capire che ,anche se più giovane ,avrebbe avuto la peggio. Qualcuno chiamò  la polizia che venne a fare il sopralluogo, ecc ecc..

Il fatto è che questo soggetto era chiaramente bipolare ,in quanto ,magari ti staccava il contatore e poi tre minuti dopo ,ti salutava cordialmente come se nulla fosse. Il fatto è che era estremamente pericoloso,in quanto, per lavoro aveva a disposizione un'arma da fuoco, e tutti lo temevano.   Che dire .. io fortunatamente ero in affitto e andai via dopo alcuni anni ,avendo ereditato una villetta con un grande giardino. Così come se ne andarono altri ,che erano in affitto.

Purtroppo ,chi invece ha acquistato l'appartamento in condominio con questi soggetti, è condannato a subire , o magari in alternativa ,ad impegnarsi a "farsi amico" il suo vessatore ,magari invitandolo a prendere un caffè;  strada che consiglio in questo caso al nostro opener ,  sperando che possa instaurarsi un rapporto non conflittuale. 

Modificato da stany

Per i rumori:

Se la tua abitazione è in un condominio moderno, costruito con la struttura in cemento armato portante, se non sono stati fatti i dovuti isolamenti tra pavimenti/muri/struttura-in-cemento-armato, i suoni si propagano in direzioni "strane". Alle volte succede che questi non si trasmettano direttamente dall'alto in basso (come in molti casi) attraverso il pavimento, quindi dal piano superiore, ma piuttosto da un vicino accanto al piano superiore o inferiore, in una trasmissione dei suoni "in diagonale". Questo vale per il forte "vociare" e soprattutto per i rumori da calpestio: il solaio interessato da calpestio (magari con scarpe, zoccoli o tacchi), vibrando manda in risonanza il solaio adiacente (è una questione di moto armonico, come per le corde degli strumenti musicali) utilizzando i pilastri di cemento come "fulcro" o ponte e facendo quindi risuonare di più il soffitto dell'appartamento accanto che non quello del piano inferiore. Può sembrare strano ma può accadere anche questo. il cemento armato è un ottimo conduttore di suoni e di calore.

Per il vicino molesto:

Prepara un telefonino per registrare ogni eventuale conversazione con lui e registra le minacce. Poi lo avvisi che sta per partire una denuncia per stalking.

Se insiste denuncialo.

 

in bocca al lupo.

 

 

Che dire, non siete stati molto fortunati. Un soggetto che urla, sbraita, si attacca al campanello, arriva addirittura a minacciare di morte persone che ancora manco prendono possesso dell'appartamento....non oso immaginare cosa accadrà quando ci andrete ad abitare in maniera stabile. Visto che vendere non credo rientri tra le vostre opzioni, l'unica strada è chiaramente l'assistenza legale ed il dotarsi nel rispetto della legge di tutti quegli strumenti (es. videosorveglianza) che fungano da deterrente e/o prova verso tutto quello di ostile che questo individuo ha intenzione di porre in essere nei vostri confronti.

Grazie a tutti per aver risposto.

Purtroppo siamo al tragicomico. Questa mattina il signore in questione ha chiamato i carabinieri che sono venuti a casa per una segnalazione di rumori notturni. Ovviamente in casa non c'era nessuno e hanno suonato al vicino di pianerottolo, che gentilmente ha spiegato la questione ai carabinieri.

Ho richiamato i carabinieri per dirgli che il vicino di pianerottolo mi ha chiamato e spiegato la situazione e che noi questa notte (come tutte le precedenti dall'acquisto in poi) eravamo altrove non potendo ancora dormire nell'appartamento in quanto non ammobiliato. Loro sono rimasti piuttosto basiti.

Arrivati a questo punto non so più cosa fare...

Pazzesco, in effetti l'unica cosa rimasta da fare e' prepararsi alla guerra o rivendere subito.

_UE_ dice:

Grazie a tutti per aver risposto.

Purtroppo siamo al tragicomico. Questa mattina il signore in questione ha chiamato i carabinieri che sono venuti a casa per una segnalazione di rumori notturni. Ovviamente in casa non c'era nessuno e hanno suonato al vicino di pianerottolo, che gentilmente ha spiegato la questione ai carabinieri.

Ho richiamato i carabinieri per dirgli che il vicino di pianerottolo mi ha chiamato e spiegato la situazione e che noi questa notte (come tutte le precedenti dall'acquisto in poi) eravamo altrove non potendo ancora dormire nell'appartamento in quanto non ammobiliato. Loro sono rimasti piuttosto basiti.

Arrivati a questo punto non so più cosa fare...

Verifica se è stato redatto un verbale e in tal caso cerca di averlo, usalo come prova del suo modo di fare in caso di controversia. Filma e registra tutto ciò che fa e dice nei tuoi confronti.

 

 

oddio, stessa situazione capitata a mio figlio che abita da solo.

in breve 

Intorno all'una di notte mi telefona  la vicina di casa di mio figlio,  

agitate e su di giri  invitandomi a contattare mio figlio a  spegnere Hifi, perchè sente la musica ad alto volume (a sua detta tutte le sere) e in particolare canzoni folcloristiche  , musica che mio figlio non  ascolta.   

Contatto mio figlio, che già stava dormendo, si spaventa perchè pensa che sia successo qualcosa a me o mio marito, lo informo e gli suggerisco di sentire la vicina che era sul pianerottolo in attesa.

Appurato che non era mio figlio, la vicina suona  al condomino che abita sopra, gli animi si agitano, il condomino chiama i carabinieri. Immaginate la confusione.

 

A conclusione, dopo qualche settimana incontro la vicina, parliamo ancora dell'argomento, mi dice che ha fatto delle visite, e che in sostanza il problema era suo,  sentiva incessantemente la musica   nella sua testa al pari di un pensiero fisso.

 

Tragicomico.

 

 

_UE_ dice:

Grazie a tutti per aver risposto.

Purtroppo siamo al tragicomico. Questa mattina il signore in questione ha chiamato i carabinieri che sono venuti a casa per una segnalazione di rumori notturni. Ovviamente in casa non c'era nessuno e hanno suonato al vicino di pianerottolo, che gentilmente ha spiegato la questione ai carabinieri.

Ho richiamato i carabinieri per dirgli che il vicino di pianerottolo mi ha chiamato e spiegato la situazione e che noi questa notte (come tutte le precedenti dall'acquisto in poi) eravamo altrove non potendo ancora dormire nell'appartamento in quanto non ammobiliato. Loro sono rimasti piuttosto basiti.

Arrivati a questo punto non so più cosa fare...

Sono rimasta veramente scioccata a leggere la tua storia. Mi sembra strano che i carabinieri vengono ogni volta che questo pazzo Furioso li chiama. 

Cosa dire, rivendere la casa, quando sarà possibile. Se non è possibile, chiama te I carabinieri e falli causa per molestie, violenza privata. E. Mi raccomando FILMA OGNI VOLTA CHE I PAZZO TI SUONA E TI INSULTA. 

Salve,scusate se mi intrometto ma leggendo il tutto vivo una situazione simile..... Fortunatamente per me il mio vicino non é cosi "pazzo" ma lo stabile é anni 40/50 e le varie ristrutturazioni non hanno tenuto conto di propagazione rumore.. 

 

Condominio con diversi appartamenti affittati a studenti, 2 famiglie con bambini che vi abitano(compresa la mia) e lui single senza bambini (mi abita di sotto). 

 

Lui si è impuntato con noi perché ha necessità di un religioso silenzio e noi abitando sopra siamo i primi che gli arrechiamo danno. 

 

Preciso che non ho ne tempo ne energie(tra figlio e lavoro) per imbarcarmi in cause legali per le sue intolleranze. Ho attuato tutte le accortezze... Feltrini, oliato serramenti, giocattoli in spugna, posate/piatti in plastica leggera... 

 

 

Dopo questo prologo la mia domanda é la seguente:

In caso il vicino ci citasse in giudizio per rumori (penale o civile) quali attenuanti avrei davanti al giudice? Quali azioni mitigatorie posso fare per non avere una sentenza sfavorevole? 

 

.. É giusto che il rumore sia punito ma non si può esigere un silenzio tombale. 

Jeak dice:

In caso il vicino ci citasse in giudizio per rumori (penale o civile) quali attenuanti avrei davanti al giudice? Quali azioni mitigatorie posso fare per non avere una sentenza sfavorevole? 

 

.. É giusto che il rumore sia punito ma non si può esigere un silenzio tombale. 

i rumori non sono reato se non arrivano al disturbo della quiete pubblica (e quindi parliamo di una indefinita quantità di persone disturbate, anche non del condominio); civilisticamente sono illecite le immissioni oltre la normale tollerabilità, quindi anche quelle acustiche. Se tu conduci una vita normale non vedo che problemi dovresti avere.  Modera i giochi dei bimbi, tipo non far loro usare il pallone in casa o monopattini, tricicli..sono fastidiosissimi sulla testa.

Per il resto sta al vicino dimostrare il rumore oltre la normale tollerabilità

  • Mi piace 1

Grazie mille della risposta, scusate per il disturbo. 

Buongiorno. 

Per la mia esperienza potrebbe essere utile installare una videocamera di sorveglianza che monitori la tua porta d'ingresso. Questa cosa è prevista dalla legge e non è necessario avere una autorizzazione dal condominio rispettando certe regole dettate dal Garante della privacy, ossia orientando le telecamere in modo da riprendere esclusivamente la porta di casa tua. 

Questo, unito ad un bel cartello di avviso, farà da deterrente e ti darà la possibilità di avere una prova in caso di comportamento scorretto del tuo vicino. 

×