Vai al contenuto
pikie

Aiuto e consigli per neo(futuro)amministratore

signori buonasera.vi scrivo per avere un vostro aiuto in merito,dato che in passato siete stati molto gentili con me.

 

premetto subito che ho frequentato e superato un corso online,con videolezioni e studio sul manuale dell' associazione a cui sono iscritto (quindi non dal vivo,dove avrebbe potuto essere più utile),ma per mancanza di tempo e per la mera necessita,sono riuscito a fare cosi.

 

si tratterebbe di gestire un "condominio minimo" di 5 condomini,di cui 3 saltuari e 2 stabili in quanto situato in località di villeggiatura.

rapporto fra condomini più che buono conoscendoci tutti da svariati anni senza mai nessun problema.

inoltre mi hanno visto nascere e crescere..per questo abbiamo(hanno pensato) pensato di limitare le spese eliminando il costo della gestione del piccolo stabile(500 euro prende l' attuale amministratore)ed altre voci.

essendo il più giovane l han proposto a me ed ho accettato frequentando il corso sopracitato.

 

l' assemblea di revoca e nuovo amministratore si terra a febbraio.

 

ciò che volevo chiedervi riguarda alcuni punti:

 

1)da quanto ho potuto capire dal tutor che mi seguiva prima di tutto dobbiamo accettare il preventivo (punto 1 odg)per l' anno a venire,e dopodiche procedere con la revoca e la mia nomina.

 

2)farmi dare registri regolamenti etc con una lettera di richiesta di essi dove dovrò segnare ciò che mi viene dato

 

3)dovro convocare la nuova assemblea con il mio preventivo e costi gestioni(minore dell' attuale perche ho tolto alcune spese dove lui "galleggiava")

 

4)andare all' ade territoriale competente per cambiare codice fiscale condominiale con il verbale assemble a della nomina(fotocopia o porto registro?)

ho letto che si può fare online,cosa mi dite a riguardo?

 

5)conto corrente condominiale:attualmente ne abbiamo uno che ci costa 150 euro l' anno.il mio tutor ha consigliato,qualora ci fosse conoscenza e buon rapporto fra i condomini,di aprirne uno "non condominiale" ma cointestato a tutti noi 5,andando a risparmiare un 100 euro.confermate?

 

6)il mio compenso:meno della meta dell attuale,200(di cui 100 per iscrizione a categoria e pagamento assicurazione).non lo faccio come lavoro ma solo per limitare le spese e per amicizia e buona vicinanza.dovrei dichiarare qualcosa nel 730 o regolarizzami?se non conviene lo faccio a gestione gratuita a carico condominiale solo la mia assicurazione annuale di 100 euro

 

spero in una vostra risposta e nel vostro aiuto.

5)conto corrente condominiale:attualmente ne abbiamo uno che ci costa 150 euro l' anno.il mio tutor ha consigliato,qualora ci fosse conoscenza e buon rapporto fra i condomini,di aprirne uno "non condominiale" ma cointestato a tutti noi 5,andando a risparmiare un 100 euro.confermate?.

Complimenti al tutor!!!

Per il resto più o meno sei a bolla unico suggerimento lascia perdere il tutor e accetta di svolgere l'incarico a titolo gratuito visto che sei anche condòmino.

grazie signora oer ferrari per la risposta.

scusa sei a bolla cosa vuol dire in questi casi?e complimenti al tutor?

ma almeno 100 euro volevo farmeli..anche per ripagarmi la benzina del sali e scendi..o quantomeno per ripagarmi il costo del corso..

grazie saluti

grazie signora oer ferrari per la risposta.

1)scusa sei a bolla cosa vuol dire in questi casi?

2)e complimenti al tutor?

3)ma almeno 100 euro volevo farmeli..anche per ripagarmi la benzina del sali e scendi..o quantomeno per ripagarmi il costo del corso..

grazie saluti

1)Che ciò che hai scritto va bene.

2)I complimenti erano sarcastici visto che il diligente tutor ha fornito un suggerimento non solo arbitrario ma persino contro legge quindi definirlo tutor non è appropriato.

3)Se reddito è reddito va dichiarato ed il rimborso spese è reddito.

Nel tuo caso i 500€ dell'amministratore erano una spesa ben fatta in quanto ti preoccupi dei costi benzina e tralasci la spesa più importante per un amministratore anche di un solo immobile anche se piccolo,l'assicurazione personale...vedi amministrare non è semplice nè un gioco ma forse dal corso on-line non si percepiscono le responsabilità insite.

Buona fortuna.

grazie per l' aiuto che continui a darmi.

 

1)ok

2)non concordo.so benisismo che il c/c dovrebbe essere intestato alla persona fisica del condominio.ma quando siamo 5 conoscenti da una vita,senza mai nessun problema(nemmeno quando l amministratore vecchio e scappato con la cassa),quando abbiamo un preventivo-consuntivo che non tocca i 4000 euro..non vedo perche non risparmire anche su un c/c cointestato..la legge obbliga dagli 8 condomini in su.prima e pieno di bachi normativi che vanno sfruttati in maniera corretta:c/c cointestato con libero accesso da parte di tutti...spiegmai la tua visione di " contro legge"..e se vogliamo precisare manco siamo obbligati ad avere un amministratore ne c/c

3)su questo concordo.devo quindi procedere alla richiesta inps con i catteri della collaborazione non vi e obbligo iva..giusto?

...la legge obbliga dagli 8 condomini in su.prima e pieno di bachi normativi che vanno sfruttati in maniera corretta:c/c cointestato con libero accesso da parte di tutti...spiegmai la tua visione di " contro legge"..e se vogliamo precisare manco siamo obbligati ad avere un amministratore ne c/c...

Dobbiamo appunto precisare se vuoi essere carne o pesce.

La legge non impone l'obbligo dell'amministratore fino a 8 condòmini per cui se decidete di stare senza amministratore sarete esentati da tutti quegli obblighi che ricadono sull'amministratore; potrete non aprire conto corrente, non avere registro angrafica, registro contabilità,... potete gestirvi come volete badando a rispettare solo gli obblighi fiscali e sulla sicurezza in capo al condominio e la responsabilità per eventuali violazioni ricadrà in solido su tutti i condòmini.

 

Se decidete di nominare un amministratore, fosse anche in un condominio di due soli condòmini, l'amministratore è tenuto a rispettare gli obblighi di legge previsti per l'amministratore (art. 1129 -1130 - 1130 bis) e quindi... c/c... registri.. rendiconto...

 

Per quanto riguarda i compensi o lavori gratis o dichiari il tuo compenso.

Anche il solo esentarti dalla tua quota sarebbe un compenso.

Ma ad un amministratore professionista che prende 500 euro annui quando togli l'assicurazione, i contributi previdenziali e le tasse, quanto credi gli resti al netto?

La spesa vale l'impresa di rispondere anche penalmente per eventuali violazioni di legge?

Secondo me dovreste tenervi stretto quell'amministratore che si accontenta di 500 euro.

grazie per l' aiuto che continui a darmi.

 

1)ok

2)non concordo.so benisismo che il c/c dovrebbe essere intestato alla persona fisica del condominio.ma quando siamo 5 conoscenti da una vita,senza mai nessun problema(nemmeno quando l amministratore vecchio e scappato con la cassa),quando abbiamo un preventivo-consuntivo che non tocca i 4000 euro..non vedo perche non risparmire anche su un c/c cointestato..la legge obbliga dagli 8 condomini in su.prima e pieno di bachi normativi che vanno sfruttati in maniera corretta:c/c cointestato con libero accesso da parte di tutti...spiegmai la tua visione di " contro legge"..e se vogliamo precisare manco siamo obbligati ad avere un amministratore ne c/c

3)su questo concordo.devo quindi procedere alla richiesta inps con i catteri della collaborazione non vi e obbligo iva..giusto?

2) Errato. La legge obbliga il conto corrente dondominiale se c'è l'amministratore anche se i condomini solo due

Consiglio? chiedi 50 euro in meno ed apri la partita IVA (di 500 euro, ovviamente)

Ma ad un amministratore professionista che prende 500 euro annui quando togli l'assicurazione, i contributi previdenziali e le tasse, quanto credi gli resti al netto?

La spesa vale l'impresa di rispondere anche penalmente per eventuali violazioni di legge?

Secondo me dovreste tenervi stretto quell'amministratore che si accontenta di 500 euro.

Pienamente d':thumbup:accordo.

2)non concordo.so benisismo che il c/c dovrebbe essere intestato alla persona fisica del condominio.ma quando siamo 5 conoscenti da una vita,senza mai nessun problema(nemmeno quando l amministratore vecchio e scappato con la cassa),quando abbiamo un preventivo-consuntivo che non tocca i 4000 euro..non vedo perche non risparmire anche su un c/c cointestato..la legge obbliga dagli 8 condomini in su.prima e pieno di bachi normativi che vanno sfruttati in maniera corretta:c/c cointestato con libero accesso da parte di tutti...spiegmai la tua visione di " contro legge"..e se vogliamo precisare manco siamo obbligati ad avere un amministratore ne c/c

Se non concordi con quello che ti viene detto, cosa chiedi aiuto a fare??

Se non concordi con quello che ti viene detto, cosa chiedi aiuto a fare??

ho chiesto con la massima umiltà per capire bene come funziona.se non ti va la risposta,nessuno ti chiede un commento scortese.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Se non concordi con quello che ti viene detto, cosa chiedi aiuto a fare??

ho chiesto con la massima umiltà per capire bene come funziona.se non ti va la risposta,nessuno ti chiede un commento scortese.

se vuoi aiutarmi bene,ti ringrazio.

se no,evita di rispondermi.

ho chiesto con la massima umiltà per capire bene come funziona.se non ti va la risposta,nessuno ti chiede un commento scortese.

se vuoi aiutarmi bene,ti ringrazio.

se no,evita di rispondermi.

Patrizia ti ha risposto e se guardi bene la sua risposta è stata confermata anche da altri.

La mia risposta è inutile perché si aggiungerebbe alle altre.

Se tu fossi stato umile avresti utilizzato quello che ti ho detto per dire "forse avete ragione, verificherò meglio con il mio tutor" invece hai fatto il corso online (corsi che lasciano il tempo che trovano) e ora pensi di essere un "professionista" che si può arrogare il diritto di dire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, sulla base di quello che tu pensi di aver capito.

Vuoi una risposta? Te la do io una risposta anzi ti do tutta una serie di risposte:

1) parli di approvare il preventivo prima della tua nomina e quindi si presume che tu parli del preventivo di spesa del condominio e non capisco cosa c'entri questo con la tua nomina. Si può fare prima o dopo la tua nomina. Il fatto che tu pensi che debba essere fatto prima vuol dire che la faccenda non ti è chiara.

2) Non sei tu che devi segnare ciò che ti viene dato ma è il precedente che segna ciò che ti da, quindi nemmeno il passaggio di consegne ti è chiaro.

3) Se il preventivo lo approvi al punto 1 che cosa devi far approvare all'assemblea con i costi della tua gestione??

4) Non si va all'ade per modificare il codice fiscale del condominio ma si modifica il rappresentante del condominio, quindi anche qui sei molto carente

5) Il conto corrente è del condominio. Qualunque suggerimento diverso volto a risparmiare oneri fiscali non è altro che evasione fiscale e pertanto deve essere evidenziata come tale

6) Se lo fai gratis, gratis deve essere, vale a dire 0 (zero) euro. Qualunque compenso tu percepisca deve essere effettuata una valutazione ai fini fiscali e previdenziali ed il tutto deve essere dichiarato.

 

La conoscenza della materia condominiale evidenziata in questi 6 punti è a dir poco insufficiente. Se il tuo tutor ha detto che tu sei pronto, mi immagino il livello professionale sia del tutor che dell'associazione che ti ha preparato online.

 

Per la cronaca, non hai ancora iniziato a lavorare ma ti sei già permesso di giudicare il lavoro del tuo predecessore, a questo punto sarebbe interessante sapere cosa intendi con "ho tolto alcune spese dove lui "galleggiava"

Dobbiamo appunto precisare se vuoi essere carne o pesce.

La legge non impone l'obbligo dell'amministratore fino a 8 condòmini per cui se decidete di stare senza amministratore sarete esentati da tutti quegli obblighi che ricadono sull'amministratore; potrete non aprire conto corrente, non avere registro angrafica, registro contabilità,... potete gestirvi come volete badando a rispettare solo gli obblighi fiscali e sulla sicurezza in capo al condominio e la responsabilità per eventuali violazioni ricadrà in solido su tutti i condòmini.

 

Se decidete di nominare un amministratore, fosse anche in un condominio di due soli condòmini, l'amministratore è tenuto a rispettare gli obblighi di legge previsti per l'amministratore (art. 1129 -1130 - 1130 bis) e quindi... c/c... registri.. rendiconto...

 

Per quanto riguarda i compensi o lavori gratis o dichiari il tuo compenso.

Anche il solo esentarti dalla tua quota sarebbe un compenso.

Ma ad un amministratore professionista che prende 500 euro annui quando togli l'assicurazione, i contributi previdenziali e le tasse, quanto credi gli resti al netto?

La spesa vale l'impresa di rispondere anche penalmente per eventuali violazioni di legge?

Secondo me dovreste tenervi stretto quell'amministratore che si accontenta di 500 euro.

grazie per la risposta.decidendo di restare senza amministratore..gli obblighi fiscali sono mod 770 quadro AC giusto?

nel caso sciogliessimo devo ancora andare alla ade per fare il cambio dell' a mministratore?

grazie

Patrizia ti ha risposto e se guardi bene la sua risposta è stata confermata anche da altri.

La mia risposta è inutile perché si aggiungerebbe alle altre.

Se tu fossi stato umile avresti utilizzato quello che ti ho detto per dire "forse avete ragione, verificherò meglio con il mio tutor" invece hai fatto il corso online (corsi che lasciano il tempo che trovano) e ora pensi di essere un "professionista" che si può arrogare il diritto di dire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, sulla base di quello che tu pensi di aver capito.

Vuoi una risposta? Te la do io una risposta anzi ti do tutta una serie di risposte:

1) parli di approvare il preventivo prima della tua nomina e quindi si presume che tu parli del preventivo di spesa del condominio e non capisco cosa c'entri questo con la tua nomina. Si può fare prima o dopo la tua nomina. Il fatto che tu pensi che debba essere fatto prima vuol dire che la faccenda non ti è chiara.

2) Non sei tu che devi segnare ciò che ti viene dato ma è il precedente che segna ciò che ti da, quindi nemmeno il passaggio di consegne ti è chiaro.

3) Se il preventivo lo approvi al punto 1 che cosa devi far approvare all'assemblea con i costi della tua gestione??

4) Non si va all'ade per modificare il codice fiscale del condominio ma si modifica il rappresentante del condominio, quindi anche qui sei molto carente

5) Il conto corrente è del condominio. Qualunque suggerimento diverso volto a risparmiare oneri fiscali non è altro che evasione fiscale e pertanto deve essere evidenziata come tale

6) Se lo fai gratis, gratis deve essere, vale a dire 0 (zero) euro. Qualunque compenso tu percepisca deve essere effettuata una valutazione ai fini fiscali e previdenziali ed il tutto deve essere dichiarato.

 

La conoscenza della materia condominiale evidenziata in questi 6 punti è a dir poco insufficiente. Se il tuo tutor ha detto che tu sei pronto, mi immagino il livello professionale sia del tutor che dell'associazione che ti ha preparato online.

 

Per la cronaca, non hai ancora iniziato a lavorare ma ti sei già permesso di giudicare il lavoro del tuo predecessore, a questo punto sarebbe interessante sapere cosa intendi con "ho tolto alcune spese dove lui "galleggiava"

caro togni,grazie per le risposte.

nella vita faccio altro,non l' amministratore.mai mi metterei professionalmente in un mercato cosi povero e difficile,dove per sopravvivere ..

nel mio piccolo cortiletto abbiamo gente in cassa integrazione,gente che si fa mantenere dalla mamma pensionata,gente molto anziana che campa con due pensioni minime;io non posso lamentarmi.

dato che per questioni anagrafiche sono il piu giovane,ho provato ad approciarmi alla cosa.dico con la massima umilta,perche l anno scorso un condomino non e stato convocato all assemblea(delibera annullabile)ed e stato eseguito un lavoro(instalazione di uan parabola)chiesta da un condomino ed approvata senza nessuna delibera,bensi per scelta dell amministratore ,che si e piu volte scusato data la sua inesperienza.

nessuno ha detto nessuno ha fatto storie.ci sono altri problemi piu importanti.

 

sono venuto qui e ho provato a chiedere una mano,senza giudicare nessuno ne togliendo il lavoro ad altro.ma solo dando quel respiro economico che tutti non hanno.

 

non ho detto mai che conosco la materia ne quant' altro chiedevo solo consigli.

 

1)cosi mi e stato detto,in quanto dato che fino ad una nuova nomina o eventualr scioglimento condominio avremmo una base da cui partire

2) l' attuale amministratore,non ha nulla in mano,se non la sua gestione di un anno.quello ancora prima e scappato con la cassa.

3)leggi punto 1

4)capito grazie

5)capito grazie

6)ok qualora lo facessi lo farei a gratis

7)galleggiare:100 euro cancelleria per 8 fotocopie

8)ci sto ancora pensando.

9)hai avuto una giornata storta per tutta questa arragonza?

10)dato che faccio il 730 annualmente non potrei dichiarare quel piccolo importo li evitando iva e quant altro ,rimanendo cosi in perfetta regola fiscale?

grazie per la risposta.decidendo di restare senza amministratore..gli obblighi fiscali sono mod 770 quadro AC giusto?

nel caso sciogliessimo devo ancora andare alla ade per fare il cambio dell' a mministratore?

grazie

Quello che ha più infastidito credo sia stato quando hai detto:

"...spiegami la tua visione di " contro legge"..e se vogliamo precisare manco siamo obbligati ad avere un amministratore ne c/c..."

perchè è sembrata più una richiesta retorica di chi già tutto sa piuttosto che di una rachiesta di spiegazioni per apprendere.

 

Anche da questa domanda si evince che l'aver frequentato quel corso on line sono stati soldi buttati e che le risposte ai tuoi quesiti le avresti trovato con la funzione di ricerca sul forum.

Gli obblighi fiscali sono il mod. 770, il quadro AC, il versamento delle ritenute d'acconto e le certificazioni ai percipienti ma sono obblighi solo se e quando ne sussiste la circostanza. Il tuo tutor ti ha detto almeno quando è necessario adempiere a questi obblighi?

 

Dici di voler sciogliere il condominio ma sai cosa significa?

Il condominio nasce spontaneamente quando ci sono almeno 2 proprietà con parti comuni.

Per sciogliere il condominio è necessario che uno solo diventi proprietario di tutto l'edificio. Se così fosse davvero il proprietario diventerebbe amministratore dei suoi beni e non avrebbe necessità di pagare un compenso a se stesso.

Continui a parlare di "scioglimento".....ma scioglimento de che? Se intendi "del condominio" sai bene che non si "scioglie" nulla ed il tutor te lo avrà certamente detto, è bene che si usino i termini giusti altrimenti altri utenti potrebbero capire cose non sono vere

Quello che ha più infastidito credo sia stato quando hai detto:

"...spiegami la tua visione di " contro legge"..e se vogliamo precisare manco siamo obbligati ad avere un amministratore ne c/c..."

perchè è sembrata più una richiesta retorica di chi già tutto sa piuttosto che di una rachiesta di spiegazioni per apprendere.

 

Anche da questa domanda si evince che l'aver frequentato quel corso on line sono stati soldi buttati e che le risposte ai tuoi quesiti le avresti trovato con la funzione di ricerca sul forum.

Gli obblighi fiscali sono il mod. 770, il quadro AC, il versamento delle ritenute d'acconto e le certificazioni ai percipienti ma sono obblighi solo se e quando ne sussiste la circostanza. Il tuo tutor ti ha detto almeno quando è necessario adempiere a questi obblighi?

 

Dici di voler sciogliere il condominio ma sai cosa significa?

Il condominio nasce spontaneamente quando ci sono almeno 2 proprietà con parti comuni.

Per sciogliere il condominio è necessario che uno solo diventi proprietario di tutto l'edificio. Se così fosse davvero il proprietario diventerebbe amministratore dei suoi beni e non avrebbe necessità di pagare un compenso a se stesso.

allora sono stato frainteso spesso la rete non aiuta a capire realmente le intenzioni.sono qui per imparare chiedere aiuto e valutare.

si ,mi sono espresso male,con sciogliere intendo non avere piu bisogno della figura dell amministratore e fare tutto da noi.

ma mi state facendo passare la voglia.

compilando ogni anno il 730 potrei metterci gli eventuali oneri del mio compenso,in modo di essere fiscalmente regolare?(qualora lo facessi etc)

Dimenticavo, ci potrebbero essere anche altri obblighi fiscali da valutare caso per caso.

Nel mio condominio, per esempio, abbiamo un locale condominiale accatastato su cui paghiamo l'IMU.

allora sono stato frainteso spesso la rete non aiuta a capire realmente le intenzioni.sono qui per imparare chiedere aiuto e valutare.

si ,mi sono espresso male,con sciogliere intendo non avere piu bisogno della figura dell amministratore e fare tutto da noi.

ma mi state facendo passare la voglia.

compilando ogni anno il 730 potrei metterci gli eventuali oneri del mio compenso,in modo di essere fiscalmente regolare?(qualora lo facessi etc)

Sul compenso non ci sono scappatoie. Non puoi inserire il tuo compenso come altri redditi "occasionali" nella tua dichiarazione.

O amministri gratuitamente oppure con contratto co.co.pro. (una vera e propria busta paga con contributi previdenziali ed assicurativi) oppure apri partita iva scegliendo magari il regime fiscale di vantaggio con il quale pagheresti solo il 5% di imposta sostitutiva sul reddito ed i contributi previdenziali. Per i 200 euro lordi che dovrebbe pagare il condominio ti verrebbe in tasca quasi niente e sicuramente ci rimetteresti pure se dovessi avvalerti di un commercialista.

 

Se decidete di rimanere senza amministratore, in modo da essere perfettamente in regola se non aprite un c/c, devi comunque fare la variazione del rappresentante di condominio all'Agenzia delle Entrate ed indicare il nuovo rappresentante del condominio che non sarà riconosciuto come amministratore dall'a.d.e. ma solo come referente del condominio a cui inviare eventuali comunicazioni/sanzioni riguardanti il condominio.

Il mod. da compilare è il mod AA5/6 che trovi a questo link:

--link_rimosso--

ah nel nostro caso non credo mi informo.

gli oneri fiscali 770 etc potrei farli adiempere da un commercialista,come fa l' amministratore attuale,confermate?

qualora prendesis un compensi di 100 euro,potrei metterlo nel mio 730 annuale,sarei fiscalmente corretto cosi?

penso di non avere ulteriori dubbi

ah nel nostro caso non credo mi informo.

gli oneri fiscali 770 etc potrei farli adiempere da un commercialista,come fa l' amministratore attuale,confermate?

qualora prendesis un compensi di 100 euro,potrei metterlo nel mio 730 annuale,sarei fiscalmente corretto cosi?

penso di non avere ulteriori dubbi

E' sicuramente consigliabile avvalersi di un commercialista per il 770. Lo faccio anch'io e tanti amministratori professionisti.

Per il tuo compenso ti ho già risposto.

Se si tratta di compenso per amministrazione condominiale non puoi mettere nemmeno 10 centesimi di euro nel tuo 730.

qualora prendesis un compensi di 100 euro,potrei metterlo nel mio 730 annuale,sarei fiscalmente corretto cosi?

penso di non avere ulteriori dubbi

Ti è già stata data risposta negativa in vari post quindi ne deduco che i dubbi permangono...

Ricordati 2 cose,fare l'amministratore a tempo perso o a tempo pieno è la stessa cosa, non è un gioco, ne un istituto di beneficenza.

Quindi,se vuoi svolgerlo bene,provaci,nessuno te lo vieta,ma evita di accampare scuse legate alla crisi delle famiglie ed al voler risparmiare,la verità di solito è un'altra:

"perchè dare tutti (?) quei soldi ad un estraneo paga bollette quando è così semplice da poterlo fare benissimo in proprio" e la miglior cosa è provare nel rispetto di tutte le regole.

Solo poi potrai valutare se quei 100€ risparmiati son davvero risparmio.

Fra un anno l'arduo verdetto.

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×