Vai al contenuto
ste&dany

Aiuto!!! codice fiscale condominio

Buongiorno, ho bisogno di aiuto se qualcuno è in grado di rispondermi.

Siamo un condominio di 5 condomini che si autogestiscono, con la nuova legge da giugno abbiamo intenzione di estinguere il codice fiscale del condominio e gestire noi in autonomia.

E' possibile intestare le bollette sempre al condominio senza però il codice fiscale e farle recapitare a noi singoli condomini?

Oppure bisogna intestarsi le bollette personalmente a nome dei proprietari?

Nel caso dovessimo incassare qualche assegno tipo l'assicurazione che abbiamo sulla casa che ci rimborsa per un danno all'immobile, chi sarebbe autorizzato tra noi 5 condomini ad incassare l'assegno?

Anche se nominiamo un rappresentante ad incassare l'assegno non ha delle responsabilità come condominio ma siamo tutti responsabili. E' corretto?

Per legge possiamo non avere il codice fiscale e gestire il tutto noi o ciò non è possibile?

Mi consigliate di tenerlo il codice fiscale??? L'unico dubbio che mi veniva è che senza codice fiscale non è possibile ottenere la detrazione fiscale del 36% seulle parti comuni

 

grazie

Giusta l'ultima valutazione

Perchè eliminare il C.F.?

Visto che siete intenzionati ad autogestirvi qualcuno dovrà registrarsi come amministratore anche a titolo gratuito presso l'agenzia delle entrate, di conseguenza si intesterà tutte le utenze e provvederà al loro pagamento. Potete anche farlo a turno basta poi rifare la variazione all'ag. dell'entrate.

 

 

Se teniamo il codice fiscale la persona che comunica i suoi dati all'AdE come rappresentante avrà delle responsabilità in capo?

Tenendo il codice fiscale le 3 utenze che abbiamo possono essere intestate sempre al condominio però recapitate a 2 condomini diversi?

 

Scritto da ste&dany il 13 Mar 2013 - 16:51:32:

1) Se teniamo il codice fiscale la persona che comunica i suoi dati all'AdE come rappresentante avrà delle responsabilità in capo?

 

1) -Link-rimosso-

 

Saluti

dolly

Scritto da ste&dany il 13 Mar 2013 - 16:51:32:

2) Tenendo il codice fiscale le 3 utenze che abbiamo possono essere intestate sempre al condominio però recapitate a 2 condomini diversi?

 

2) Si potrà richiedere la variazione dell'indirizzo di recapito delle bollette alle società erogatrici.

 

Saluti

dolly

Perfetto, quindi anche se il rappresentante all'AdE è ad esempio il sinor Bianchi, le bollette (intestate ovviamente al condominio avendo il c.f.) non devono essere recapitate esclusivamente a lui ma possono essere recapitate anche ad altri condomini.

Non è obbligatorio che ci sia associazione tra il rappresentante e chi ha la domiciliazione delle bollette. Possono essere intestate anche a persone differenti.

Comunque all'AdE stamattina mi hanno detto che ovviamente dando i suoi dati per l'attribuzione del c.f.il rappresentante risulta responsabile come una sorta di amministratore.

La legge però non spiega bene ciò

Sul sito dell'AdE ho letto ciò:"Per i condomini con non più di quattro condòmini, qualora non si è inteso nominare l'ammi-

nistratore, le ritenute dovranno essere effettuate da uno qualunque dei condòmini che, utilizzando il codice fiscale del condominio medesimo, provvederà ad applicare le ritenute alla fon-

te, ad effettuarne i relativi versamenti e a presentare la dichiarazione dei sostituti d'imposta per le ritenute, i contributi e i premi assicurativi."

 

Ovviamente sarà da aggiornare ad 8 condomini.

Da quello che leggo gli adempimenti li possono effettuare tutti i condomini utilizzando il c.f.del condominio e non per forza il rappresentante che risulta all'AdE.

Il 770 allora non deve essere firmato per forza dal rappresentante ma da chi vuole.

A questo punto si evince che il rappresentante non ha nessun obbligo e a questo punto nessuna responsabilità.

Certo che se dovesse arrivare una cartella esattoriale arriva al rappresentante però.

 

Scritto da ste&dany il 13 Mar 2013 - 18:26:02: Sul sito dell'AdE ho letto ciò:"Per i condomini con non più di quattro condòmini, qualora non si è inteso nominare l'ammi-

nistratore, le ritenute dovranno essere effettuate da uno qualunque dei condòmini che, utilizzando il codice fiscale del condominio medesimo, provvederà ad applicare le ritenute alla fon-

te, ad effettuarne i relativi versamenti e a presentare la dichiarazione dei sostituti d'imposta per le ritenute, i contributi e i premi assicurativi."

 

Certo che se dovesse arrivare una cartella esattoriale arriva al rappresentante però.

Certo, ma tutti i singoli condòmini restano comunque individualmente responsabili verso il Fisco per eventuali inadempimenti.

 

Saluti

dolly

×