Vai al contenuto
roberta maggi

Aiuto bilancio conto economico e patrimoniale

buon giorno ed un grazie a chi mi può aiutare,

ho acquisito un nuovo condominio chiuso 30/06/2015 (consuntivo approvato)ho inserito il tutto (non è stato fatto preventivo 2015/2016)

ho inserito debiti/crediti condomini, saldo banca al 30/6 ho pagato fatture della gestione precedente con data competenza 30/06/2015

e data pagamento effettiva, chiesto conto economico e patrimoniale e qui sballa ho disavanzo (i movimenti bancari inseriti tornano con il saldo banca ) cancello i movimenti lascio solo saldo banca al 30/6 e nel patrimoniale ho un avanzo(nelle passività) esatto del saldo banca, è giusto?attività e passività non dovrebbero avere il medesimo importo?

non capisco, chi mi spiega, grazie.

Attività e passività devono avere lo stesso importo, la loro somma (con i segni opportuni) deve dare zero. Non so che software utilizzi ma, con Millesimo, io consiglio di stampare lo stato patrimoniale iniziale (quello senza alcun movimento della gestione ovvero il finale di quella precedente) per verificare che quadri. Se ti hanno passato il condominio senza darti uno stato patrimoniale corretto, potresti trovare impossibile far quadrare quello del tuo esercizio.

 

Per capire lo SP, fai così:

 

1) condominio nuovo: attività=passività=zero

2) fattura di un fornitore non pagata:

 

passività = debiti vs fornitori = importo fattura

attività = crediti vs condòmini = importo fattura

 

3) pagamento della fattura:

 

passività = saldo negativo del c/c (eravamo partiti da zero!)

attività = crediti vs condomini = importo fattura

 

4) versamento di un condòmino:

 

- aumenta il saldo c/c

- diminuisce il credito vs condòmini

 

il saldo del c/c sarà nelle passività/attività a seconda di quanto viene versato; supponiamo che il singolo versamento non copra interamente la fattura:

 

passività = saldo c/c ancora negativo

attività = crediti vs condomini (per quelli che non hanno versato o versato parzialmente)

 

Ad ogni nuova operazione, devi pensare a come agisce sullo SP: aumenterà un'attività e diminuirà una passività (o viceversa).

 

Partendo dall'aver capito questo, capisci anche come risalire ad una "squadratura". Se ti passano un condominio con debiti vs fornitori:

 

- debiti vs fornitori = importo dei debiti

- crediti vs condomini = competenze dei condòmini meno i loro versamenti

- saldo c/c = quello che è

 

le 3 voci assieme devono sempre dare zero!!!

 

Se paghi una fattura di competenza di un esercizio passato, si movimenta così:

 

- saldo c/c = diminuisce dell'importo pagato

- debiti vs fornitori = diminuisce dell'importo pagato

 

questo pagamento NON influisce sul credito vs condòmini (perché già ripartita nell'esercizio passato).

 

Un'altra cosa che è difficile da comprendere è che il preventivo non influisce direttamente sullo stato patrimoniale; influiscono i versamenti fatti e le fatture registrate.

 

Ovviamente questa è una semplificazione (spero di non aver commesso troppi errori) perché far quadrare lo SP è quasi un'arte...

lo stato patrimoniale non è stato fatto dal precedente, ma tutto approvato dall'assemblea

si ho fatto stato patrimoniale senza nessun dato, risultato 0

 

grazie di mando i dati inseriti come saldi al 1/7/2015

saldo banca + 14.500,00 uscite -8.600,00 (fatt. fornitori da pagare al 30/06/15 e pagate tra luglio e agosto con data competenza 30/06/2015) nuova gestione avanzo cassa = 5900,00 (ok)

sit. patrimoniale

cred. condomini (dare) saldo al 30/06/2015 2200,00 deb. condomini 3800,00(crediti da liquidare)

TOTALE ATTIVITA' 2200,00 + banca(saldo attuale dopo pagamenti)8100,00

TOTALE PASSIVITA 3800,00

DISAVANZO 4.300,00

scusa dove può essere il mio errore? sto diventando matta per capire, grazie.

lo stato patrimoniale non è stato fatto dal precedente, ma tutto approvato dall'assemblea

si ho fatto stato patrimoniale senza nessun dato, risultato 0

 

grazie di mando i dati inseriti come saldi al 1/7/2015

saldo banca + 14.500,00 uscite -8.600,00 (fatt. fornitori da pagare al 30/06/15 e pagate tra luglio e agosto con data competenza 30/06/2015) nuova gestione avanzo cassa = 5900,00 (ok)

sit. patrimoniale

cred. condomini (dare) saldo al 30/06/2015 2200,00 deb. condomini 3800,00(crediti da liquidare)

TOTALE ATTIVITA' 2200,00 + banca(saldo attuale dopo pagamenti)8100,00

TOTALE PASSIVITA 3800,00

DISAVANZO 4.300,00

scusa dove può essere il mio errore? sto diventando matta per capire, grazie.

Lo SP senza dati dà ovviamente zero, devi farlo con i dati iniziali; nel tuo caso, devi partire dalla situazione al 30/06/2015, il che significa:

 

- ignorare ogni versamento/pagamento fatto in data seguente

- ignorare ogni fattura emessa in data seguente

- considerare tutto ciò che è successo fino a quella data, compresa

 

Le uscite di -8600 euro lasciale stare, per ora, se sono seguenti (come mi sembra di aver capito). Immagina di essere alle ore 24:00 del 30/06/2015 ed ignora tutto ciò che è seguito, come se non esistesse. Ottieni:

 

SALDO BANCA: 14.500 -> attività

CREDITI VS CONDOMINI: 2.200 -> attività

totale attività: 16.700

 

DEBITI VS FORNITORI: 8.600 -> passività

DEBITI VS CONDOMINI: 3.800 -> passività

totale passività: 12.400

 

Nello stato patrimoniale al 30/06/2015 lo sbilancio è proprio di 4.300 euro ma non è colpa tua! I dati che ti sono stati passati sono semplicemente errati o incompleti. per quanto tu faccia (correttamente) dal 1/7/15 in poi, lo sbilancio sarà sempre di 4.300 euro.

 

Dov'è l'errore? Lo si può sapere solo esaminando la documentazione degli esercizi passati. Da quel che ho visto, la contabilità che ti hanno passato è "sbagliata".

lo stato patrimoniale non è stato fatto dal precedente, ma tutto approvato dall'assemblea

si ho fatto stato patrimoniale senza nessun dato, risultato 0

 

grazie di mando i dati inseriti come saldi al 1/7/2015

saldo banca + 14.500,00 uscite -8.600,00 (fatt. fornitori da pagare al 30/06/15 e pagate tra luglio e agosto con data competenza 30/06/2015) nuova gestione avanzo cassa = 5900,00 (ok)

sit. patrimoniale

cred. condomini (dare) saldo al 30/06/2015 2200,00 deb. condomini 3800,00(crediti da liquidare)

TOTALE ATTIVITA' 2200,00 + banca(saldo attuale dopo pagamenti)8100,00

TOTALE PASSIVITA 3800,00

DISAVANZO 4.300,00

scusa dove può essere il mio errore? sto diventando matta per capire, grazie.

Si è verificato proprio quanto detto da Stefano Gemma:

"ti hanno passato il condominio senza darti uno stato patrimoniale corretto"

 

Ragiona a rovescio:

Se dopo aver pagato i fornitori ti restano in

ATTIVITA'

5.900,00 c/c

2.200,00 soldi da incassare dai condòmini

--------

8100,00 Totale attività

 

PASSIVITA'

3.800,00 da restituire ai condòmini

 

di chi sono i restanti €. 4.300,00 (8100-3800)?

 

L'errore è a monte perchè lo stato patrimoniale non andava a pareggio nemmeno prima dei pagamenti.

Prima dei pagamenti, (al 29/06/2015) infatti tu avevi:

 

ATTIVITA'

14.500,00 c/c

2.200,00 quote da incassare dai condòmini

------------

16.700,00 Totale attività

 

PASSIVITA'

8.600,00 debiti verso fornitori

3.800,00 debiti verso condòmini

----------

12.400,00 Totale Passività

 

16.700-

12.400=

--------

4.300

 

Hai ricevuto uno stato patrimoniale già sballato perchè in attivo risultano €. 4.300,00 che non si sa a chi devi restituire.

Chiedi se avevano costituito un fondo straordinario che il vecchio amministratore ha dimenticato di riportare altrimenti fai decidere all'assemblea come trattare questo denaro:

1) Restituirli ai condòmini per millesimi di proprietà

2) Costituire un fondo di riserva per millesimi di proprietà

3) Accreditarli ai condòmini come saldo iniziale nuova gestione per millesimi di proprietà.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Ops! Mentre scrivevo ha risposto Stefano.

Come vedi hai la stessa identica risposta da un "amministratore per caso" e da un "programmatore professionista"

Due è meglio di uno 🙂

grazie, avevo il dubbio che era colpa mia essendo inesperta. farei cosi,l'avanzo va in risorse fondi (ovviamente avviserò l'assemblea)i soldi sono li, vedranno loro cosa fare, ma ho un sospetto,

questo condominio ha i contabilizzatori di calore e acqua calda centralizzata, facevano calcoli assurdi(da quello che ho capito) e pagavano di riscaldamento e acqua molto di più di quello nelle fatture,(per esempio totale risc.+ acqua a gestione € 9000,00 addebitati 10500,00 forse nasce da qui l'eccedenza.

alla fine non mancano soldi ma avanzano.

grazie ancora per il grande aiuto.

grazie, avevo il dubbio che era colpa mia essendo inesperta. farei cosi,l'avanzo va in risorse fondi (ovviamente avviserò l'assemblea)i soldi sono li, vedranno loro cosa fare, ma ho un sospetto,

questo condominio ha i contabilizzatori di calore e acqua calda centralizzata, facevano calcoli assurdi(da quello che ho capito) e pagavano di riscaldamento e acqua molto di più di quello nelle fatture,(per esempio totale risc.+ acqua a gestione € 9000,00 addebitati 10500,00 forse nasce da qui l'eccedenza.

alla fine non mancano soldi ma avanzano.

grazie ancora per il grande aiuto.

No, in una gestione corretta, questi soldi in più sarebbero finiti tra i "debiti vs condomini" ma è evidente che non stiamo parlando di "una gestione corretta".

grazie, avevo il dubbio che era colpa mia essendo inesperta. farei cosi,l'avanzo va in risorse fondi (ovviamente avviserò l'assemblea)i soldi sono li, vedranno loro cosa fare, ma ho un sospetto,

questo condominio ha i contabilizzatori di calore e acqua calda centralizzata, facevano calcoli assurdi(da quello che ho capito) e pagavano di riscaldamento e acqua molto di più di quello nelle fatture,(per esempio totale risc.+ acqua a gestione € 9000,00 addebitati 10500,00 forse nasce da qui l'eccedenza.

alla fine non mancano soldi ma avanzano.

grazie ancora per il grande aiuto.

Con la parola "eccedenza" mi hai ricordato il modo di fare che ho constatato usano alcuni amministratori circa la gestione dell'acqua.

Affidano la contabilizzazione ed i riparti a ditta esterna che emette anche gli avvisi di pagamento (ed a volte incassa per conto dell'amministratore).

L'amministratore incassa le quote e paga le fatture ma tiene un contabilità a parte (cassa acqua) che non passa affatto dal rendiconto condominiale.

Nel rendiconto non trovi ne le entrate e ne le uscite riferite all'acquedotto.

Per via dei riparti dei consumi per fasce, a volte succede che le entrate siano superiori alle uscite...

non rendicontare questo tipo di contabilità adducendo come motivazione che fa tutto l'agenzia acqua... a volte risulta una bella trovata 🙂

Con la parola "eccedenza" mi hai ricordato il modo di fare che ho constatato usano alcuni amministratori circa la gestione dell'acqua.

Affidano la contabilizzazione ed i riparti a ditta esterna che emette anche gli avvisi di pagamento (ed a volte incassa per conto dell'amministratore).

L'amministratore incassa le quote e paga le fatture ma tiene un contabilità a parte (cassa acqua) che non passa affatto dal rendiconto condominiale.

Nel rendiconto non trovi ne le entrate e ne le uscite riferite all'acquedotto.

Per via dei riparti dei consumi per fasce, a volte succede che le entrate siano superiori alle uscite...

non rendicontare questo tipo di contabilità adducendo come motivazione che fa tutto l'agenzia acqua... a volte risulta una bella trovata 🙂

Con l'obbligo di usare il conto corrente condominiale e fare lo stato patrimoniale, questi "furbetti" dovrebbero avere vita breve. Purtroppo sono due obblighi che tanti condòmini non conoscono e nessuno fa rispettare.

Ti posso assicurare che alcuni condòmini non sanno nemmeno che la bolletta emessa dalla "ditta letturista" incaricata non è quella dell'acquedotto.

 

Una condòmina del mio condominio, aizzata dalla cognata, sosteneva che alla cognata arrivava la bolletta direttamente dell'acquedotto e non capiva perhè lei dovesse pagare a me.

Ci è voluta una riunione a 3 (io, condòmina e cognata) e, carte alla mano, ho mostrato la differenza tra fattura generale AQP, la mia bolletta di riparto (excel) e quella della cognata che era stata emessa dalla ditta incaricata e che riportava due ulteriori costi rispetto alla mia:

1) costo fisso lettura

2) costo riscossione in percentuale sulla somma dovuta

 

Non so come è andata a finire la richiesta di chiarimenti che la cognata si era ripromessa di fare al suo amministratore 🙂

Buonasera,

ho ereditato un condominio, persino il saldo banca era sbagliato. l'esercizio chiude il 31-12-15, anche inserendo i debiti e crediti del prec. esercizio, il saldo dall'estratto conto e rifare la ripartizione come da preventivo, ad oggi mi ritrovo in Banca 2900,00 euro, fatture non pagate per 3100 euro, ma mi risulta un Avanzo!!!! come è possibile che io debba riaprtire un avanzo quando non mi hanno pagato e per di più di sono dei debiti?

Buonasera,

ho ereditato un condominio, persino il saldo banca era sbagliato. l'esercizio chiude il 31-12-15, anche inserendo i debiti e crediti del prec. esercizio, il saldo dall'estratto conto e rifare la ripartizione come da preventivo, ad oggi mi ritrovo in Banca 2900,00 euro, fatture non pagate per 3100 euro, ma mi risulta un Avanzo!!!! come è possibile che io debba riaprtire un avanzo quando non mi hanno pagato e per di più di sono dei debiti?

Dove ti risulta l'avanzo?

Con una gestione corretta l'avanzo può risultare solo nell'esercizio di gestione, per esempio:

€. 6.000,00 Entrate anno 2015

€. -5.000,00 Uscite anno 2015

------------

€. 1.000,00 Avanzo esercizio 2015

 

Poi c'è la situazione patrimoniale che è altra cosa.

Se il 1 gennaio 2015 sono partito con un debito di €. 3.000,00, pur avendo un avanzo di cassa 2015 restano €. 2.000,00 di debito.

 

Controlla lo stato patrimoniale dell'anno precedente e poi le ATTIVITA' devono pareggiare con le PASSIVITA'.

 

Tra le ATTIVITA' ci devi mettere i soldi sul c/c + i soldi in eventuale cassa contanti + i soldi da incassare dai morosi e dai saldi negativi di esercizio di ciascun condòmino.

 

Tra le PASSIVITA' ci devi mettere le fatture da pagare + i saldi attivi da restituire ai condòmini + eventuali fondi accantonati.

Grazie per la risposta.

L'avanzo mi rimane nello stato patrimoniale. Alcuni condomini non hanno pagato, altri hanno,pagato le quote come da preventivo, che è risultato maggiore di quello effettivamente speso. Purtroppo NON ho uno stato patrimoniale precedente e anche i saldi bancari che mi ha "passato" non sono giusti.

Non so proprio come far tornare i conti!!!

 

- - - Aggiornato - - -

 

Il conto economico mi dà un utile di gestione che corrisponde alla somma del c/c e dei rimborsi acqua e luce.

Allora prima di parlare di disavanzo o avanzo farei un attento esame della contabilità. Tu dici che hai ereditato questo condominio.... la contabilità del passaggio la deve redigere il precedente amministratore comse se chiudesse la contabilità annuale così è lui stesso ad accorgesi di eventuali pastici (se ci sono). Ma a sentire dalle tue lamentese sembra che questo non è stato fatto ma che comunque un certo conteggio è stato fatto da quello che si è capito. la tua contabilità deve partire dall'ultimo bilancio approvato e così si dovrebbe avere l'esatta consistenza di cassa e situazione patrimoniale.

Ok. Io sono partita dall'ultimo bilancio approvato. Peccato che il saldo in banca non era quello inserito nel bilancio dell'amministratore. Quest'ultimo ha anche inserito spese che vanno oltre la fine esercizio, per cui non so a che periodo corrispondono i debiti e crediti dei condomini.

Ok. Io sono partita dall'ultimo bilancio approvato. Peccato che il saldo in banca non era quello inserito nel bilancio dell'amministratore. Quest'ultimo ha anche inserito spese che vanno oltre la fine esercizio, per cui non so a che periodo corrispondono i debiti e crediti dei condomini.

Spetta a te controllare tutta la situazione finanziaria dall'ultimo rendiconto approvato.

Se al 31 dicembre 2014 sulla carta risultava una liquidità di cassa (c.c.+contanti) di €. XXXX, è da lì che devi partire e controllare tutte le entrate e le uscite di cassa oltre la fine di esercizio.

Se la somma contabile è superiore alla liquidità reale, significa che c'è un ammanco di cassa che deve giustificare il vecchio amministratore.

I debiti saranno quelli indicati nelle passività dell'ultimo stato patrimoniale + quelli fatti oltre la fine di esercizio.

Ma nell'ultimo rendiconto approvato è presente uno STATO PATRIMONIALE a pareggio tra ATTIVITA' e PASSIVITA' oppure è stato approvato un rendiconto "fantasioso" dove risultano solo entrate ed uscite ma non c'è un vero STATO PATRIMONIALE?

Si devono mettere a confronto, controllando l'esattezza dei dati: Rendicondo ultimo bilancio approvato, situazione patrimoniale; ultimo rendiconto redatto e situazione patrimoniale. Se il riscontro dei dati sono corretti (facendo attenzione visto che il predecessore, ed abitudine diffussa da persone incompetenti, ha inserito spese dell'esercizio successivo in quello a chiusura precedente (sottolineo incompetente), allora si può parlare della situazione di cassa attuale (avanzo o disavanzo, spesso disavanzo perchè si sà come prelevare indebitamente, mentre si sconosce l'operazione di risanamento). Ciao

×