Vai al contenuto
Fabio.r89

Agibilità e abitabilità

Buon giorno,

la mia domanda è : - Abitabilità e Agibilità sono obbligatori in un condominio?

 

Il condominio in questione non ha nessuno dei due attestati. Da premettere che la ditta che ha costruito il palazzo circa 20 anni fa non li ha fatti fare.

Adesso un condomino mi chiede questi documenti essendo che non li abbiamo il condominio è obbligato a farli fare?

 

Da amministratore ho qualche obbligo di legge?

 

Grazie

Grazie ho letto.

Ma nel caso in cui in assemblea la maggioranza decide di non far fare questo certificato io amministratore come mi comporto lo devo far fare ugualmente in quanto obbligatorio ? Vista la richiesta di un condomine. Penso che lo stesso si possa rivolgere a un legale nel caso in cui non si faccia fare la documentazione.

Cosa suggerite?

Chiunque venderà, oggigiorno, ti chiederà l'agibilità: altrimenti niente mutuo e niente regolarità edilizia per il Condominio.

Ora dovrete sentire un tecnico per vedere se era stata richiesta all'epoca della costruzione (probabile) e non è stata poi portata avanti la pratica, oppure se nessuno l'ha mai richiesta (improbabile). Nel primo caso il tecnico con l'ufficio tecnico del Comune vedranno se è possibile mantenere la stessa richiesta e chiuderla (magari con qualche lavoro o documento in più). Nel secondo caso, il tecnico dovrà asseverare l'agibilità: qui il problema è serio, perché il palazzo dovrà rispettare la normativa vigente nel momento di presentazione della richiesta di agibilità, per cui, avendo il palazzo 20 anni, è molto probabile che dobbiate fare interventi costosi per mettere a norma il palazzo.

Se il palazzo non è agibile, in teoria, non potreste abitarci, né portarvi la residenza... fino a pochi anni fa nessuno si preoccupava della cosa... oggi, invece, la regolarità edilizia deve essere indicata sul rogito...

Buongiorno,

mi collego alla discussione poichè, da condomino, mi trovo nella stessa situazione.

Ho messo in vendita l'appartamento e scopro che il certificato di agibilità non esiste in comune.

Esiste pero' per i fondi e per le parti comuni, mentre per gli appartamenti nulla risulta.

In effetti nel 1986, anno in cui finirono i lavori di costruzione e gli appartamenti messi in vendita, risulta dal rogito del vecchio propietario, che il costruttore presento' richiesta di agibilità.

Probabilmente mai rilasciata o andata persa nel dimenticatoio.

 

Ora ho un bravo tecnico che si è preso la briga di scartabellare negli archivi del comune, ma al momento con scarsi risultati.

 

Domande:

 

-l'amministratore come si deve comportare? ha delle responsabiità? (chiedo questo perchè al momento non risponde)

-a cosa và in contro un condomino?

-per avere l'agibilità devo richiedere il "collaudo" degli impianti elettrici, acque e gas da un tecnico, dopo di che fare richiesta in comune per il certificato? giusto? tutto a mie spese immagino.....

 

In comune, nella pratica della palazzina, abbiamo trovato che alcuni appartamenti hanno ottenuto nel 2012 questo documento, previa relativa richiesta, probabilmente perche' dovevano vendere l'appartamento. Visto questo aspetto dovrei essere un po' piu' sereno nell'ottenere il certificato? giusto?

 

a titolo informativo:

 

tra il 2014/2015 sono stati fatti ingenti lavori di ristrutturazione della palazzina:

cappotto termico, tinteggiatura delle facciate, isolamento del tetto, grondaie, rifacimenti dei terrazzi.

grazie per le eventuali risposte

×