Vai al contenuto
Rob53

Affittare un appartamento che è prima casa

Buonasera, ho acquistato nel marzo 2014 un appartamento di nuova costruzione, ho fatto un mutuo e ho beneficiato dei diritti della prima casa, ho anche la residenza nella stessa abitazione, ma non ci ho mai abitato.

Ora vorrei affittarla, con un contratto a cedolare secca, quali diritti perdo oltre agli interessi del mutuo?

Perdo anche l'agevolazione dell'Iva al 4% per la prima casa non essendo passati i famosi 5 anni?

Cambierei la residenza ma rimarrei sempre nello stesso comune.

 

Grazie.

Perdere la detrazione sugli interessi passivi del mutuo, spesso può essere più penalizzante che non incassare un affitto.

 

I famosi 5 anni devono trascorrere per l'eventuale vendita dell'immobile, quindi non si perde l'agevolazione prima casa in caso di affitto, importante è mantenere la residenza nello stesso comune.

Considera poi che pagheresti un IMU come seconda casa (molto onerosa rispetto a prima casa)

Con l'introduzione di nuove normative in merito alle agevolazioni fiscali occorre fare un pò di chiarezza per quanto riguarda la perdita delle agevolazioni sulla prima casa in presenza di un contratto di locazione.

Affittare la prima casa non fa perdere i benefici, si può quindi acquistare una casa anche se destinata all'affitto. Ad ogni modo si devono rispettare dei requisiti. Innanzitutto non si deve trattare di una casa di lusso e il proprietario deve essere residente o svolgere il proprio lavoro nello stesso comune dove è situata l'abitazione acquistata. Nei casi di intestatario trasferito all'estero si deve essere iscritti all'anagrafe dei residenti all'estero. Si deve inoltre tener conto di altri requisiti retroattivi che possono comportare il decadimento delle agevolazioni fiscali.

Si perdono le agevolazioni:

• se l'abitazione viene venduta prima di 5 anni dall'acquisto a meno che non si acquisti un'altra abitazione entro un anno;

• nei casi di falsa dichiarazione all'atto dell'acquisto o di mancato cambio di residenza entro i termini fissati dalla legge.

Per riassumere le normative vigenti, quando si acquista una prima casa con agevolazioni si deve essere residenti oppure effettuare il trasferimento della residenza nel comune in cui l'immobile è situato entro i 18 mesi dall'acquisto. Con l'acquisto si è liberi di destinare l'abitazione all'uso di abitazione principale o ad uso di terzi stipulando un contratto di locazione. In caso di residenza principale si potrà usufruire dell'esenzione Imu e detrarre gli interessi sul mutuo (se stipulato). Nel caso di locazione si perdono gli interessi sul mutuo e le agevolazioni Imu.

Esistono infine dei requisiti che interessano l'acquirente. Non si deve essere proprietario di altra abitazione situata nello stesso comune dove è situato l'immobile acquistato, non si devono possedere altre proprietà acquistate usufruendo di agevolazioni per l'acquisto della prima casa e non si deve vendere l'immobile prima di 5 anni.

Per quanto riguarda le normative si fa riferimento alle Circolari della Direzione Centrale Normativa e Contenzioso n° 38 del 12 Agosto 2005 e alle circolari 19/E del 1 Marzo 2001 e 1/E del 2 Marzo 1994.(blogaffitti.it)

pagheresti un IMU come seconda casa

Dal momento che ha ammesso di non averci mai abitato dentro,

avrebbe dovuto sempre pagare la IMU più alta per quel appartamento.

(o no?)

×