Vai al contenuto
ritam

Affittare e spostare residenza, si, no

Buongiorno, sono proprietaria pagante di mutuo di un appartamento da 5 anni e qualche giorno. Voglio affittare questa casa e mi viene richiesto di spostare la residenza cosi chi subentra in affitto puo metterci la sua.

Io andrei a stare in casa di mio marito che ha una casa di proprieta in cui non paga mutuo compraata prima del matrimonio e in separazione dei beni. Dico tutto questo perche non so se è importante.

Essendo passati 5 anni dall atto di mutuo di casa mia, avendo la separazione dei beni ecc. a me cosa cambia ai fini fiscali?

cosa dovro pagare in piu? gli interessi del mutuo? imu? mi vale come seconda casa anche se io prendero la reidenza in una casa che non è mia? GRazie

Non potrai detrarre gli interessi passivi sul mutuo perché questi sono detraibili solo sul mutuo di una casa di abitazione, se la tua è affittata perdi la detrazione.

Se ci perdi lo puoi sapere solo tu.

 

Devi farti quattro conti e capire se tu preferisca conservare residenza e disponibilità di questo appartamento, oppure al tuo interesse risulti più conveniente cedere in locazione.

Cedere in locazione significa che aumenterà l'IMU e perderai la detrazione sugli interessi del mutuo, ma incasserai un affitto per 12 mesi all'anno.

L'affitto incassato, a seconda del contratto di locazione stipulato potrà fare cumulo con il tuo reddito (senza cedolare secca) oppure no (con cedolare secca), ovvero cambia la quantità di IRFEF che dovrai versare.

Ripeto: devi farti quattro conti, devi reperire le delibere comunali sull'IMU per quantificare le differenze di imposta che sono in gioco, devi confrontare più tipologie contrattuali per capire quale sia quella consona alle tue esigenze (contratto libero o concordato, con o senza cedolare secca) ed anche qui per comprendere quale siano le differenze di imposta in gioco.

×