Vai al contenuto
aberard

Adeguamento prevenzione incendi in autorimessa e limitazione uso parti comuni

Buongiorno a tutti,

nel condominio in cui vivo (costruito nel 1982) è presente un'autorimessa ad un livello interrato, ci si accede tramite due rampe poste alle due estremità ed è in comune a diversi civici della mia via. La superficie è di circa 2900mq ed il soffitto è aperto per metà della superficie dei corselli comuni.

Premesso che tutti i civici e condomini sono d'accordo in linea di principio alla necessità di adeguarsi alle leggi vigenti per la prevenzione incendi, il tecnico incaricato del progetto di adeguamento ci ha prospettato la necessità d'installare una porta scorrevole di 6mt per isolare in due aree l'autorimessa in caso di incendio.

Naturalmente la sede di questo cancello è prevista sull'unica parete libera, ovvero quella davanti al mio box auto.

Dato che il cancello sarà sempre aperto (salvo in caso di emergenza) lo spazio che occuperà dalla parete di appoggio è di circa 30cm di profondità.

Lo spazio di manovra per entrare nei box già non è molto, stiamo parlando di circa 5,5mt, se poi ci si tolgono altri 30cm diventa molto difficoltoso parcheggiare anche un auto piccola (visto che poi l'apertura del box non arriva a 2mt, 1,97 per la precisione).

Le domande sono le seguenti:

 

1. E' realmente necessaria la presenza di questo cancello di separazione? quali sono i relativi riferimenti di legge?

 

2. Qual'è il rapporto tra la necessità di lavori di adeguamento per la prevenzione incendi e la limitazione della fruibilità degli spazi comuni? Può questo progetto limitare l'uso della cosa comune rendendone di fatto impossibile la fruizione (per l'area seppur limitata del cancello) e rendendo non agevole l'accesso hai box auto privati?

 

3. Mi posso opporre e come a questa installazione, sollecitando una soluzione alternativa che non limiti ulteriormente l'accesso al mio box auto?

 

Grazie a tutti

Alberto

La normativa a cui devi fare riferimento è il D.M. 1 febbraio 1986, in particolare per quanto riguarda la compartimentazione. Nello stesso decreto trovi anche le larghezze minime di corsia ammissibili.

Il rischio per il non adeguamento è di non ottenere il C.P.I. e quindi l'autorimessa non sarebbe agibile....

 

Ciao

Grazie Meri per la pronta risposta, mi leggerò nel dettaglio il dm a cui fai riferimento.

Purtroppo i rischi del mancato ottenimento del cpi li conosco bene.

Però ho l'impressione che il tecnico abbia scelto la soluzione più semplice e probabilmente più logica nella scelta e nel posizionamento del cancello.

Vorrei solo venissero vagliate tutte le ipotesi tecniche, magari una soluzione meno elegante, ma ugualmente funzionale, porterebbe meno disagio e per evitare dei no a priori (dato che informalmente mi è già arrivato) vorrei capire se ho dei margini nel "forzare" lo studio di una ipotesi alternativa. Per questo mi servirebbe sapere anche quale relazione c'è tra la necessità di lavori di adeguamento per la prevenzione incendi e la limitazione della fruibilità degli spazi comuni? quale dei due è prioritario?

Certamente se mi verrà dimostrato che non ci sono alternative non sarò io a creare problemi.

Perchè ad esempio un basculate no al posto dello scorrevole? oppure perchè a questo punto non dividere in due l'autorimessa con muro (ha due accessi)?

 

Grazie

Alberto

Grazie Meri per la pronta risposta, mi leggerò nel dettaglio il dm a cui fai riferimento.

Purtroppo i rischi del mancato ottenimento del cpi li conosco bene.

Però ho l'impressione che il tecnico abbia scelto la soluzione più semplice e probabilmente più logica nella scelta e nel posizionamento del cancello.

Vorrei solo venissero vagliate tutte le ipotesi tecniche, magari una soluzione meno elegante, ma ugualmente funzionale, porterebbe meno disagio e per evitare dei no a priori (dato che informalmente mi è già arrivato) vorrei capire se ho dei margini nel "forzare" lo studio di una ipotesi alternativa. Per questo mi servirebbe sapere anche quale relazione c'è tra la necessità di lavori di adeguamento per la prevenzione incendi e la limitazione della fruibilità degli spazi comuni? quale dei due è prioritario?

Certamente se mi verrà dimostrato che non ci sono alternative non sarò io a creare problemi.

Perchè ad esempio un basculate no al posto dello scorrevole? oppure perchè a questo punto non dividere in due l'autorimessa con muro (ha due accessi)?

 

Grazie

Alberto

Salve,

prevale l'interesse superiore, in questo caso quello generale della sicurezza ed agibilitá. Puó senz'altro richiedere la possibilitá di differenti interventi, ma non credo che dividere l'autorimessa con un muro sia l'ideale a fini di sicurezza, poiché di fatto si chiude una possibile via di uscita.

 

Cordiali saluti.

Grazie per la sua risposta.

Ma solo per capire: che differenza c'è, in caso di emergenza o sicurezza, tra un cancello chiuso e un muro?

Lo stesso piano di adeguamento prevede uscite di sicurezza alternative ben precise e segnatale.

 

Buona giornata

Alberto

×