Vai al contenuto
cost

Acquisto uso esclusivo cortile condominiale

buongiorno,

sarei interessata ad acquisire l'uso esclusivo di una parte del cortile condominiale.

I condomini del mio palazzo sono tutti favorevoli tranne uno (quindi 14 su 15).

L'amministratore sostiene che grazie alla nuova legge bastano i 4/5 dei condomini, quindi propone di procedere come segue:

deliberare la cessione in assemblea, quindi modificare il regolamento di condominio, sempre con la stessa maggioranza dei 4/5.

Dal momento che a fronte della cessione, ci è stato richiesto il pagamento di una somma, vi chiedo:

è corretto quanto proposto dall'amministratore? Una decisione presa in tal modo può essere allo stesso modo revocata?

Ho letto rapidamente il testo della nuova legge e a me pare che tale maggioranza possa essere applicata soltanto nel caso di un cambio di destinazione d'uso dei beni comuni, nel quale non credo rientri la cessione dell'uso ... Il condomino contrario perde infatti ogni diritto d'uso sul bene in questione.

Il mio timore è che impugni la delibera, annullando quanto stabilito dall'assemblea.

Grazie a chi vorrà consigliarci,

Costanza

Le parti condominiali sono indivisibili salvo che con il consenso meglio scritto e all'unanimità (1000/1000), cc art 1119;

 

cc art 1119. Indivisibilità

Le parti comuni dell’edificio non sono soggette a divisione, a meno che la divisione possa farsi senza

rendere più incomodo l’uso della cosa a ciascun condomino e con il consenso di tutti i partecipanti al

condominio.

Quindi l'amministratore sbaglia dicendo che sono sufficienti i 4/5.

 

Devi anche pensare che per la firma del rogito devono esserci tutte le firme dei proprietari.

scusa forse mi sono spiegata male. Non voglio acquistare la proprietà esclusiva, ma solo l'uso esclusivo, il che può essere fatto modificando il regolamento condominiale.

L'amministratore sostiene che con la nuova legge, quello dello scorso aprile se non sbaglio, è cambiata la maggioranza per deliberare riguardo alla destinazione d'uso delle parti comuni (prima unanimità, ora 4/5). Quello che mi chiedevo è se può valere anche nel nostro caso. Grazie.

Mha secondo me c'è comunque una divisione della parte comune, una parte a te e l'altra rimanente agli altri, per cui secondo me vale sempre l'unanimità prevista dall'art 1119 cc.

La modifica d'uso prevista dall'art 1117 ter (4/5) cita che serve per soddisfare le esigenze d’interesse condominiale, quindi tutto il condominio e non uno solo.

Per cui vale per tutta l'area e non solo per una parte sola (indivisibile)

Scusate un condomino del mio palazzo ha chiesto che vuole comprarsi lo spazio dove prima c'era il bombolone del gas,ma sopratutto ha chiesto che per la variazione del catasto noi condomini dobbiamo pagare la somma di 30€ a famiglia.sono obbligato ha spendere queste 30 € perche lui si vuole comprare lo spazio condominiale?

GRAZIE

Per vendere una parte comune, è necessaria l'unanimità. Le spese sono tutte a carico della parte acquirente.

 

P.s.

La prossima volta, apri una nuova discussione;questa è del 2013.

Grazie

×