Vai al contenuto
Vittorina

Acquisto immobile - danni e vizi occulti

Buongiorno

nel 2016 abbiamo firmato un preliminare di acquisto per una villetta.... nel preliminare che abbiamo firmato la casa ci doveva venir consegnata entro il 31/12 con impianto di climatizzazione impianto di allarme bagni cucina impianto di irrigazione un camino esterno un camino interno.

Esce il perito della banca che ci concede il mutuo per il sopralluogo circa un mese prima ma non da L ok per la pratica perché c è una tettoia esterna abusiva, lo facciamo presente ai venditori che sanino L abuso per poter andare a rogito. Rispondono che loro la casa ce la consegneranno entro il 2017. Purtroppo il termine sul preliminare non era essenziale pertanto ci rivolgiamo ad un avvocato per poter essere più tutelati. Firmiamo in accordo con L altra parte una scrittura dove si indica che andremo a rogito entro il mese di luglio, che la tettoia dovrà essere dichiarata e sistemata a dovere, penale da pagare e tinteggiatura completa dell immobile.

Il 7 luglio di quest anno andiamo a rogito... appena entrati in casa ci accorgiamo che L impianto di climatizzazione non funziona... faccio uscire un idraulico convinta sia un problema da poco ma mi dice che non è riparabile è completamente da sostituire, i bagni non sono utilizzabili (talmente pieni di calcare che non si aprono devono essere sostituiti) L impianto di allarme è privo di certificati e istruzioni, L impianto di irrigazione non funziona per metà giardino, la tettoia esterna non è stata ripristinata come dovuto e L impianto elettrico esterno tagliato e i camini non sono agibili.Ho provato a contattare i venditori che non hanno risposto! Pertanto abbiamo aperto una denuncia tramite avvocato per risarcimento danni, due giorni fa siamo venuti a conoscenza che c'è una causa aperta dal 2007 per danni alle vasche sotterranee di impermeabilizzazione, cosa che ne i venditori ne L agenzia immobiliare ci ha mai detto.

Adesso stiamo aspettando L uscita del perito incaricato dall avvocato...

Secondo voi c è una possibilità di diminuzione del valore dell immobile oltre che risarcimento dei danni?

Grazie

Il mio parere.

E' già stato incaricato un avvocato.E' bene che tu attenda il suo parere che è basato su documentazione.

Infatti, un parere sul caso rappresentato richiede necessariamente:

1) - una lettura del contratto preliminare

2) - un esame del rogito notarile, per capire, se possibile, se e come mai la parte venditrice ha venduto l'immobile a condizioni contestabili. Solitamente uno non vende un bene mal ridotto rischiando di finire in tribunale;

- per capire altresì come mai la parte acquirente ha scoperto i vizi lamentati dopo la stipula del contratto; solitamente l'acquirente non compra a scatola chiusa; esegue dei test per verificare il funzionamento dei vari impianti (che comunque si tende a personalizzare) e quant'altro prima della sottoscrizione;

3) - le conclusioni del perito, che dovranno rispondere

su eventuale inidoneità della casa all'uso;

su eventuale diminuzione apprezzabile del valore;

se i vizi lamentati erano conoscibili dall'acquirente prima della stipula.

Grazie per la risposta..:

Secondo l avvocato abbiamo diritto al risarcimento dei danni subiti in quanto sull atto di acquisto erano elencati i beni che sarebbero stati compresi nell immobile- beni che poi si sono rivelati non idonei all'uso!

Oltretutto si è scoperto questo vizio occulto della causa legale aperta nel 2009 di cui non compare traccia ne sul preliminare di acquisto ne sull atto del notaio...

Secondo sempre L avvocato potremmo chiedere la nullità della vendita.

La parte venditrice non può dimostrare di esser in buona fede dicendo di non esser a conoscenza della causa in corso in quanto c è un verbale dell amministratore del condominio firmato da loro dove si parla proprio dei danni dell immobile.

 

Noi la casa abbiamo potuto vederla due volte con la presenza dell agente immobiliare in inverno e di sera... una visita veloce di 5 minuti perché loro avevano fretta...

Successivamente abbiamo richiesto di vederla prima di andare a rogito ma per un motivo o L altro negavano sempre il permesso.

Bene.

Come ho già detto sopra, la soluzione del tuo caso richiede necessariamente l'esame della documentazione salvo altre indagini e l'avvocato a cui avete dato fiducia almeno per me è sulla strada buona.

×