Vai al contenuto
giocas11

Acquisto cantina priva di millesimi

Buongiorno,

sono in trattativa per l'acquisto di una cantina.

Il proprietario, che ha ereditato la cantina e non conosce bene il contesto condominiale in cui si trova, mi ha detto che la cantina rappresenta unità immobiliare a se stante e può essere acquistata tramite normale atto notarile.

 

Mi ha poi spiegato che a tale cantina non sono associati millesimi probabilmente perchè inizialmente le cantine erano legate agli appartamenti. Nel condominio in cui si trova la cantina sono previsti dei lavori (impianto messa a terra condominiale, miglioramento impianto elettrico comune, etc.). Non avendo i millesimi suppongo non dovrò partecipare a tali lavori. D'altra parte però gli altri condomini potrebbero lamentarsi in quanto utilizzerei le parti comuni senza accollarmi le spese.

 

A cosa vado incontro? potrebbero richiedermi di partecipare alle spese in maniera forfettaria? o richidere una revisione dei millesimi di tutto il condominio a mie spese?

 

Grazie anticipatamente per le risposte.

 

Cordiali Saluti.

Buongiorno,

sono in trattativa per l'acquisto di una cantina.

Il proprietario, che ha ereditato la cantina e non conosce bene il contesto condominiale in cui si trova, mi ha detto che la cantina rappresenta unità immobiliare a se stante e può essere acquistata tramite normale atto notarile.

 

Mi ha poi spiegato che a tale cantina non sono associati millesimi probabilmente perchè inizialmente le cantine erano legate agli appartamenti...

Se anche le altre cantine non hanno millesimi significa che i millesimi delle cantine sono accorpati negli appartamenti.

Se così fosse dovreste far valutare quanto incide la cantina sui millesimi totali appartamento+cantina; scorporare i millesimi dal totale appartamento ed attribuirli a te.

Essendo un discorso privato dovrebbe essere sufficiente comunicare all'amministratore la scissione dei millesimi totali in due unità.

Conviene discuterne prima del rogito sia con l'amministratore che con il venditore circa la fattibilità di una semplice scissione senza coinvolgere il condominio in una revisione totale delle tabelle.

Se così fosse dovreste far valutare quanto incide la cantina sui millesimi totali appartamento+cantina; scorporare i millesimi dal totale appartamento ed attribuirli a te.

Anche secondo me i millesimi della cantina sono accorpati a qualche appartamento precedentemente venduto dallo stesso proprietario. Si dovrebbe prima capire qual'è l'appartamento che era associato alla cantina ed in secondo luogo procedere come lei suggerisce.

Le chiederei però quanto potrebbe costare la valutazione e a quale professionista ci si dovrebbe rivolgere?

chi dovrebbe pagarla secondo lei io o il venditore?

Anche secondo me i millesimi della cantina sono accorpati a qualche appartamento precedentemente venduto dallo stesso proprietario. Si dovrebbe prima capire qual'è l'appartamento che era associato alla cantina ed in secondo luogo procedere come lei suggerisce.

Le chiederei però quanto potrebbe costare la valutazione e a quale professionista ci si dovrebbe rivolgere?

chi dovrebbe pagarla secondo lei io o il venditore?

I chiarimenti potrà darteli l'amministratore sia riguardo a quale appartamento è accorpato la cantina, sia se accetta questo tipo di divisione.

Se ci sono altre cantine senza millesimi non ci dovrebbero essere difficoltà.

Generalmente il calcolo dei millesimi viene effettuato dai geometri.

Non ho idea di quanto dovrebbe costare ma dovendo scindere solo un appartamento da una cantina, sicuramente non dovrà misurare tutti gli appartamenti dell'edificio.

Credo che la spesa spetti al venditore ma tutto è relativo perchè se il venditore dovrà sostenere dei costi non preventivati chiederà un prezzo maggiore per la vendita.

Più che del costo del professionista (credo dai 100 ai 200 euro) mi preoccuperei di definire bene la scissione dei millesimi fecendone riferimento nel rogito almeno per impegnare il venditore nei tuoi confronti per un eventuale diritto di rivalsa.

×