Vai al contenuto
deluxio

Accesso di estranei nella corte comune condominiale

In primis un saluto agli assistenti ed ai partecipanti al forum.

Quesito: alcuni proprietari degli appartamenti di un condominio con cancello di accesso alla corte comune sempre chiuso ed apribile solo manualmente, si avvalgono di personale per il disbrigo di faccende domestiche durante la loro assenza dai rispettivi appartamenti cedendo a questi ultimi la chiave di accesso al condominio che detengono quindi senza alcuna tracciatura; tale personale inoltre, in caso di assenza, si fa sostituire da altri, sconosciuti al condominio, ma non ai proprietari.

Come normalizzare tali accessi? l'amministratore è legittimato ad impedire l'accesso nei luoghi condominiali a sconosciuti? i proprietari avrebbero obbligo di comunicare all'amministratore di aver fornito la chiave di accesso al condominio a terzi e di identificarli?

Grazie.

Da quel che ho capito: alcuni condomini hanno dei subordinati che vengono a svolgere le faccende domestiche per loro conto. La Sua paura è che la chiave che viene data a queste persone possa essere duplicata o usata per accedere al condominio da estranei (ladri?). Ho colto nel segno la Sua preoccupazione?

Anche se condivido la preoccupazione, francamente non credo che ci sia un modo (legale) per impedire ad un soggetto proprietario di consegnare le chiavi delle parti comuni a soggetti estranei alla realtà condominiale, di sua fiducia.

Ringrazio gli intervenuti per le esaustive risposte, ma l'amministratore sul quale potrebbero ricadere le eventuali responsabilità, non dovrebbe avere agli atti una minima tracciabilità di consegna chiavi del cancello di ingresso alla corte da parte dei proprietari?

Purtroppo il contesto è privo di servizio di portineria, se ci fosse il portiere questi avrebbe l'obbligo di chiedere all' estraneo presso quale interno si reca tracciando così l'accesso?

Ringrazio gli intervenuti per le esaustive risposte, ma l'amministratore sul quale potrebbero ricadere le eventuali responsabilità, non dovrebbe avere agli atti una minima tracciabilità di consegna chiavi del cancello di ingresso alla corte da parte dei proprietari?

Purtroppo il contesto è privo di servizio di portineria, se ci fosse il portiere questi avrebbe l'obbligo di chiedere all' estraneo presso quale interno si reca tracciando così l'accesso?

L'amministratore non ha responsabilità che è in carico al proprietario che consegna le chiavi solo per la responsabilità civile mentre la responsabilità penale è personale.

Potete installare un sistema di controllo accessi che tiene traccia di ogni ingresso e uscita

×