Vai al contenuto
kondom

Accesso carraio a proprietà privata

Ciao,

vi sottopongo la mia questione

 

Il condominio in cui abito possiede una corte chiusa mediante cancello elettronico e pedonale.

Secondo quanto deciso anni fa in fase di redazione delle tabelle millesimali, solo due condomini (A e B) hanno i millesimi per parcheggiare l'auto in tale area (nelle loro parti private), mentre gli altri possono accedervi solo per necessità temporanee (es.: caricare/scaricare bagagli/spesa)

 

--img_rimossa--

 

Ora anche io © potenzialmente potrei entrare con l'auto da quel cancello per parcheggiare nella mia proprietà, cosa dovrei fare?

Mi pare ovvio che dovrei entrare anche io nella tabella per la ripartizione spese dal punto di vista carraio, ma devono essere gli altri condomini a "concedermi" questa facoltà? Possono opporsi? E' un mio diritto ottenere questa modifica?

 

Grazie a chi mi risponderà

ciao

 

teoricamente il cancello non conta nulla, visto che hai il diritto di accesso. La temporaneità, a mio giudizio riguarda solo l'area di manovra, e quindi se tu esci da tale area accedendo alla tua, non vedo come possano impedirlo. Natuaralmente è opportuno preavvisarli

ciao

 

teoricamente il cancello non conta nulla, visto che hai il diritto di accesso. La temporaneità, a mio giudizio riguarda solo l'area di manovra, e quindi se tu esci da tale area accedendo alla tua, non vedo come possano impedirlo. Natuaralmente è opportuno preavvisarli

Però c'è una tabella del regolamento di condominio in cui le spese per l'accesso carraio spettano solo ai due condomini che vi parcheggiano (e quindi transitano quotidianamente).

Ci furono accordi in tal senso per non far gravare alcuna spesa su tutti gli altri condomini che praticamente mai (ed è davvero così) fanno ingresso nella corte con l'auto.

 

Il punto è che mi aspetto che potrebbero opporsi, in quel caso che faccio?

Però c'è una tabella del regolamento di condominio in cui le spese per l'accesso carraio spettano solo ai due condomini che vi parcheggiano (e quindi transitano quotidianamente).

Ci furono accordi in tal senso per non far gravare alcuna spesa su tutti gli altri condomini che praticamente mai (ed è davvero così) fanno ingresso nella corte con l'auto.

 

Il punto è che mi aspetto che potrebbero opporsi, in quel caso che faccio?

Se il cortile è condominiale tutti devono partecipare alle spese per la sua manutenzione e nessuna ripartizione diversa può essere legittima, inoltre tu hai il diritto di accedere alla tua proprietà e di utilizzare a tal scopo l'area condominiale che in quanto tale è anche tua.

Articolo 1118 Diritti dei partecipanti sulle parti comuni

“Il diritto di ciascun condomino sulle parti comuni, salvo che il titolo non disponga altrimenti, è proporzionale al valore dell'unità immobiliare che gli appartiene.

Il condomino non può rinunziare al suo diritto sulle parti comuni.

Il condomino non può sottrarsi all'obbligo di contribuire alle spese per la conservazione delle parti comuni, neanche modificando la destinazione d'uso della propria unità immobiliare, salvo quanto disposto da leggi speciali.

Il condomino può rinunciare all'utilizzo dell'impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma”

 

Articolo 1119 Indivisibilità

Le parti comuni dell’edificio non sono soggette a divisione, a meno che la divisione possa farsi senza rendere più incomodo l’uso della cosa a ciascun condomino e con il consenso di tutti i partecipanti al condominio”.

Se il cortile è condominiale tutti devono partecipare alle spese per la sua manutenzione e nessuna ripartizione diversa può essere legittima, inoltre tu hai il diritto di accedere alla tua proprietà e di utilizzare a tal scopo l'area condominiale che in quanto tale è anche tua.

 

Per accordi comuni fu fatta questa distinzione al solo scopo di distinguere chi facesse maggiore uso del cancello auto (c'è anche un cancelletto pedonale) perchè alcuni condomini lasciano la macchina fuori da questa corte non avendo aree private, in pratica è solo mia la casistica particolare perchè sto pensando di fare dei lavori esterni che mi consentirebbero di parcheggiare l'auto nell'area di mia proprietà.

 

Quindi basta che chiedo la revisione delle suddette tabelle e posso procedere mi pare di capire

Le tabelle che tu indichi non hanno ragione di esistere: come detto nessuno può esimersi dal pagare le spese inerenti la manutenzione delle parti comuni nemmeno se non le utilizza e nessuno piò rinunciare ad esse parchè sono di proprietà di tutti i condomini anche di quelli che non le utilizzano. Nel tuo caso nemmeno si possono dividere perché comunque servono per il passaggio anche pedonale di tutti. Quindi le tabelle da te menzionate sono invalide e non vanno considerate e nemmeno rifatte. Fallo presente con raccomandata all' amministratore allegando le leggi che ti ho postato e chiedi che ne vanga discusso in assemblea. Se ottieni ostruzionismo puoi rivolgerti al Giudice di Pace anche in libera giurisdizione

Mi viene il dubbio che le spese sostenute per l'acquisto del cancello siano state sostenute solo da A e B. In quel caso?

Mi viene il dubbio che le spese sostenute per l'acquisto del cancello siano state sostenute solo da A e B. In quel caso?

Ciò che è fatto è fatto: comunque il cancello lo devono potere utilizzare tutti i condomini perché non è un bene soggetto ad utilizzazione separata. Comunque per comportarti in modo corretto chiedi all' amministratore di calcolare quanto è la tua parte di spesa per lo stesso in base ai tuoi millesimi di proprietà in modo che la cifra venga poi restituita a coloro che lo hanno pagato. Comunque chiedi anche che in futuro le spese vengano ripartite secondo la normativa che ti ho esposto: fare le cose non regolarmente a lungo andare come vedi non paga

  • Confuso 1
×