Vai al contenuto
remo82

Accesso a riprese videocamere di sorveglianza

Salve a tutti, di recente sono stato aggredito all'interno del condominio in uno spazio ripreso dalle videocamere di sorveglianza. L'amministratore che è il titolare del trattamento dei dati, mi sta facendo storie circa l'accesso alle riprese dicendomi che ciò è possibile solo in seguito d un provvedimento dell'autorità giudiziaria. E'possibile avere chiarimenti al riguardo? Cosa devo fare per avere copia delle riprese che vorrei utilizzare per valutare un'eventuale denuncia all'aggressore (di cui,tra l'altro, conosco l'identità)?Grazie

per valutare o meno se querelare o meno qualcuno non ti serve certo la visione delle immagini . se decidi di sporgere denuncia le autorita' potranno acquisire le riprese .

La mia domanda è se ho diritto, in quanto interessato perchè le immagini si riferiscono alla mia persona, a chiedere al titolare del trattamento delle stesse, ovvero chi materialmente detiene le registrazioni, in forma ufficiale, di prendere visione ed ottenere una copia delle riprese, come avviene per un qualsiasi accesso agli atti. Grazie

prendere visione penso di si ,cosi come ottenere copia .

 

comunque sia la visione che eventuale copia deve riguardare solo te ,,quindi non altri soggetti .

 

quindi direi che le registrazioni che servono come prova e' meglio farle acquisire dalle autorita' preposte a seguito di regolare querela .

Sono perfettamente d'accordo con Peppe, se sei stato aggredito denuncia il fatto alle autorità, ci penseranno loro a visionare i video ripresi dalla videosorveglianza, ma sbrigati perchè le immagini si possono conservare per poco tempo, al massimo 48 ore (pag. 15)

--link_rimosso--

Vi ringrazio per i consigli, ma vorrei solo sapere se le riprese che riguardano me sono assimilabili a dati personali cui posso accedere secondo le modalità specificate a partire dalla L. 240/01 e come del resto è specificato nel vademecum del garante della privacy a pag. 21. Grazie.

Vi ringrazio per i consigli, ma vorrei solo sapere se le riprese che riguardano me sono assimilabili a dati personali cui posso accedere secondo le modalità specificate a partire dalla L. 240/01 e come del resto è specificato nel vademecum del garante della privacy a pag. 21. Grazie.

Le riprese che riguardano esclusivamente la tua persona sono assimilabili a dati personali e quindi puoi accedervi quando vuoi. Il problema nasce nel momento in cui nella medesima ripresa siano presenti anche terze persone. In quel caso hai il diritto di visionare ed estrarne copia a tuo solo uso personale e avresti l'assoluto divieto di divulgarne a terzi il contenuto in virtù della legge sulla privacy. In conclusione se ritieni di aver subito violenza privata querela l'autore e sarà il giudice a reperire le immagini.

In conclusione se ritieni di aver subito violenza privata querela l'autore e sarà il giudice a reperire le immagini.

Come già detto da Tullio_Ts, i dati vanno cancellati al massimo dopo 48 ore, quindi difficilmente l'intervento del magistrato sarà così veloce da arrivare in tempo utile! Io invierei subito un telegramma all'amministratore intimandogli di fare estrarre la sequenza video che ti riguarda, avvertendolo che, in mancanza, lo riterrai responsabile della cancellazione di dati personali.

Concordo, potrebbe anche richiederne una copia ad uso esclusivamente personale e conservarla con molta cura. Se successivamente alla querela il giudice la richiedesse, ne sarà provvisto, nel caso contrario rimarrà custodita per la sua sola visione strettamente personale.

Ringrazio tutti per gli interventi; ho fatto richiesta scritta per visualizzare i filmati ed ottenerne una copia. Il punto è che l'amministratore, pur assicurandomi per iscritto che le riprese sono al sicuro, rifiuta di farmi accedere ai filmati dicendo che le stesse, "secondo la normativa vigente" (che però non è specificata nella sua lettera) possono essere rese disponibili solo su disposizione dell'autorità giudiziaria. Per questo vorrei essere sicuro, con tanto di riferimento normativo alla mano, di essere nel mio diritto chiedendo l'accesso ai filmati e perciò ho citato la 240/01, ma lì si tratta di documenti amministrativi. Quelle norme sono estensibili al mio caso? Qual è la norma di riferimento?

 

Ad esempio ho trovato questo provvedimento generale, del 29 aprile 2004, del garante della privacy in tema di videosorveglianza:

 

"3.6. Diritti degli interessati

Deve essere assicurato agli interessati identificabili l'effettivo esercizio dei propri diritti in conformità al Codice, in particolare quello di accedere ai dati che li riguardano, di verificare le finalità, le modalità e la logica del trattamento e di ottenere l'interruzione di un trattamento illecito, in specie quando non sono adottate idonee misure di sicurezza o il sistema è utilizzato da persone non debitamente autorizzate (art. 7 del Codice).

La risposta ad una richiesta di accesso a dati conservati deve riguardare tutti quelli attinenti alla persona istante identificabile e può comprendere eventuali dati riferiti a terzi solo nei limiti previsti dal Codice (art. 10, commi 3 s., del Codice). A tal fine può essere opportuno che la verifica dell'identità del richiedente avvenga mediante esibizione o allegazione di un documento di riconoscimento che evidenzi un'immagine riconoscibile dell'interessato."

 

Ci sono altre norme al riguardo? Grazie mille ancora?

scusa ma cosa c'entra la legge 240/01 con le videoregistrazioni ?

Legge 23 Giugno 2001, n. 240

 

"Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 aprile 2001, n. 150, recante disposizioni urgenti in materia di adozione e di procedimenti civili davanti al tribunale per i minorenni"

Buongiorno. Scusate, ma se richieste dalla Autorita' Giudiziria e non fornite con motivazione tipo, l'impianto non funzionava, l'amministratore non è passibile di denuncia ?? Non è lui il resposabile del buon funzionamento ?? Le spese sostenute a cosa servono? O potrebbe esserci sotto qualche altro motivo piu' grave ?? Si puo' reclamare a questo punto la restituzione delle somme pagate per l'installazione di un impianto che di fatto è " fasullo " e richiedere anche il risarcimento danni aventuali ??

Responsabile è la ditta con cui il condominio per il tramite dell'amministratore ha firmato il contratto di manutenzione.

Se l'impianto non va o è finto, rischiate di essere indagati per favoreggiamento nel caso in cui venga commesso un reato (grave) ed il Giudice richieda i filmati delle telecamere presenti in zona.

 

Vallo a dimostrare che le telecamere erano rotte.... Perchè uno può pensare che il reo sei tu ed hai cancellato/distrutto/sabotato il materiale indiziario fonte di prova.

 

P.S.

non mi intendo di queste cose. Quindi se ho detto "na stru*z*ta" ... l'ho fatto con spirito di collaborazione = P

×