Vai al contenuto
antoniomolino

Abbaiare continuo cani

Buongiorno.

In un condominio vi sono due cani all'interno di un appartamento che, essendo spesso lasciati soli, abbaiano per ore (anche di notte) disturbando la quiete ed il riposo dei vicini. Cercare di risolvere la cosa pacificamente segnalando la cosa tanto al proprietario quanto al conduttore dell'appartamento non ha portato alcun frutto: il conduttore/proprietario dei cani, anzi, risponde anche in maniera scortese per cui non vi è alcuna possibilità di dialogo. Poichè i vicini sono ormai esasperati ed inviano continue segnalazioni all'amministratore, come deve comportarsi quest'ultimo? E' sufficiente fare una segnalazione ai Vigili Urbani e alle Asl o, anche in questo caso, non resta che rivolgersi ad un legale (seppur con tempi di risoluzione molto lunghi)?

Vedi;

https://www.condominioweb.com/attenzione-se-il-cana-abbaia-giorno-e-notte-il-proprietario-si-becca-una-condanna-esemplare.2098

 

Ed inoltre;

Cani che abbaiano troppo anche di notte? Non ha importanza se a lamentarsi per i latrati dei cani è un solo vicino, se la esiste una "potenzialità diffusiva" dell'abbaiare dell'animale (nel caso in questione, un abbaio diurno e notturno che rendeva impossibile il riposo e la quiete del vicino). Ecco perchè questa sentenza della Cassazione rigetta il ricorso avanzato dal proprietario dei cani contro il vicino che l'aveva querelato e fatto condannare a una sanzione. (Sentenza della Corte di Cassazione n. 36241 del 8 luglio-13 settembre 2004).

..quindi l'amministratore può far poco (tra l'altro manca anche un regolamento condominiale). Magari una segnalazione ai Vigili urbani, questo si, ma non sarebbe una soluzione definitiva, credo. A questo punto il condomino dovrebbe rivolgersi ad un legale.

L'amministratore può fare ben poco, anche ci fosse un regolamento, nelle questioni tra condomini non c'entra, potrebbe soltanto sollecitare al rispetto reciproco, se il proprietario dei cani non sente ragione, purtroppo la strada è quella legale.

ti consiglio vivamente di chiamare i vigili e di segnalare alla protezione animale che le due bestiole sono spesso lasciate sole e abbaiano. Se valutano che i cani soffrono, possono anche portarli via.

Buongiorno,

 

Ho letto il link segnalato e ho una domanda.

 

Sono da poco proprietaria di un cane adottato da un canile, sarà una settimana oggi.

Sta in giardino, e per cuccia ha una casetta di legno da giardino.

E' un cane anziano e ipovendente e fuori dal suo box del canile è spaesato e ancora non riconosce la sua nuova casa e abbaia.

Sto lavorando con degli educatori, ho iniziato una terapia con prodotti naturali per farlo rilassare e da ieri sera con il valium.

Non abbaia in continuazione, lo fa solo se sente dei rumori improvvisi e si è già abituato al rumore dell'apertura del cancelletto di entrata.

Abbaia tanto quando ci sono i temporali, come tutti i cani.

A detta di 19 famiglie su 20 non da fastidio, alcuni condomini non si erano neppure accorti di lui.

Tranne 1 famiglia, che si lamenta per tutto. Dalle auto parcheggiate, ai lavori nei box, a tutti i cani della via, e a un sacco di altre cose.

Vorrei sapere come funziona "di fatto" la misurazione del rumore.

Dove si deve mettere fisicamente il tecnico?

Da me (e allora il valore sarebbe di un certo tipo) o a casa del vicino "disturbato" (e il valore sarebbe ovviamente diverso).

Prima di prendere il cane ho avvisato l'amministratore, il quale mi ha detto che ero in regola.

A patto che il cane fosse di piccola/media taglia (e ci siamo) e non disturbasse (e ci siamo quasi).

Grazie e saluti

Francesca

×