Vai al contenuto
Dolores Panìco

770/2014 Semplificato (modello definitivo approvato)

buonasera ho intrapreso da poco la professione di amministratore (giugno 2013),

volevo sapere quando devo provvedere a fare il 770 ?

dicembre 2014 ?

grazie.

buonasera ho intrapreso da poco la professione di amministratore (giugno 2013),

volevo sapere quando devo provvedere a fare il 770 ?

dicembre 2014 ?

grazie.

Giugno 2013???

In presenza dei presupposti, avresti dovuto già provvedervi dall'ultima presentazione del 770, ovvero entro lo scorso 20 settembre 2013.

Buonasera. Da poco entrato a far parte dei partecipanti al forum. Ringrazio anticipatamente tutto lo staff.

Il mod. 770 semplificato deve essere presentato dall'amministratore del condominio ogni anno entro il 31 luglio. Il condominio è divenuto sostituto d'imposta nel lontano 1998.

1) E' da allora che esiste l'obbligo di presentazione del mod. 770 semplificato???

2) Esistono deroghe e/o limiti alla presentazione del mod. 770 sempl. o deve essere presentato in ogni caso???

Buonasera. Da poco entrato a far parte dei partecipanti al forum. Ringrazio anticipatamente tutto lo staff.

Il mod. 770 semplificato deve essere presentato dall'amministratore del condominio ogni anno entro il 31 luglio. Il condominio è divenuto sostituto d'imposta nel lontano 1998.

1) E' da allora che esiste l'obbligo di presentazione del mod. 770 semplificato???

2) Esistono deroghe e/o limiti alla presentazione del mod. 770 sempl. o deve essere presentato in ogni caso???

Anzitutto benvenuto su questo forum!

 

1) Sì.

2) Non deve essere presentato solo in assenza dei presupposti.

Anzitutto benvenuto su questo forum!

 

1) Sì.

2) Non deve essere presentato solo in assenza dei presupposti.

Grazie del benvenuto!

Quindi se l'amministratore ha effettuato pagamenti di qualsiasi importo (ad esempio all'impresa di pulizia) deve necessariamente operare le ritenute di acconto e fare i versamenti a mezzo F24 ed alla scadenza presentare il mod. 770 semplificato. Dico bene ???

Per la mancata presentazione del mod. 770 sempl. ogni responsabilitá è in capo all'amministratore. Questo dopo la recente riforma o da sempre è così???

 

Grazie! :-)

Grazie del benvenuto!

1) Quindi se l'amministratore ha effettuato pagamenti di qualsiasi importo (ad esempio all'impresa di pulizia) deve necessariamente operare le ritenute di acconto e fare i versamenti a mezzo F24 ed alla scadenza presentare il mod. 770 semplificato. Dico bene ???

2) Per la mancata presentazione del mod. 770 sempl. ogni responsabilitá è in capo all'amministratore. Questo dopo la recente riforma o da sempre è così???

 

Grazie! :-)

1) Dici bene.

2) La responsabilità ricade certamente sull'amministratore inadempiente, ma eventuali sanzioni arrivano in ogni caso al Condominio n.q. di sostituto d'imposta, avendo poi facoltà di rivalersi su quest'ultimo (la riforma ha rafforzato la responsabilità dell'amministratore avendo inserito al n. 5 espressamente nel novellato art. 1130 c.c., tra le sue attribuzioni, di dover "eseguire gli adempimenti fiscali").

L' art. 25-ter del DPR 600/73 recita:

 

"""Ritenute sui corrispettivi dovuti dal condominio all'appaltatore

 

1. Il condominio quale sostituto di imposta opera all'atto del pagamento una ritenuta del 4 per cento a titolo di acconto dell'imposta sul reddito dovuta dal percipiente, con obbligo di rivalsa, sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi, anche se rese a terzi o nell'interesse di terzi, effettuate nell'esercizio di impresa.

 

2. La ritenuta di cui al comma 1 é operata anche se i corrispettivi sono qualificabili come redditi diversi ai sensi dell'articolo 67, comma 1,

lettera i), del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917."""

 

Per il lavoratore dipendente al servizio del condominio la questione della ritenuta di acconto secondo le aliquote IRPEF e la relativa dichiarazione sul mod 770 sempl. è pacifica.

 

Per "...corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi..." si intendono anche prestazioni occasionali di un fabbro che ripara il cancello, di un elettricista che sostituisce il citofono o cambia qualche neon. Insomma, su tutte le dazioni di danaro a professionisti (ingegneri, avvocati etc.) o artigiani (fabbri, elettricisti, falegnami etc.) anche se occasionali ossia senza contratto/incarico annuale deve essere operata la ritenuta di acconto del 20 % (nel caso di lavoratore autonomo es. ingegnere, avvocato etc.) e del 4% nel caso di artigiani (fabbri, elettricisti etc.) e conseguentemente dichiarate sul mod. 770 sempl. ??????

 

Perdonateci ma vorremmo essere precisi nel nostro condominio e non andare incontro ad errori... :-)...Grazie!!!

La ritenuta del 4% di cui all'art. 25-ter del DPR 600/73 si applica sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative ai contratti di appalto, di opere e servizi effettuati nell'esercizio di impresa e nell'esercizio di attività commerciali occasionali e non abituali.

Sono assoggettate a tale ritenuta, ad es. le prestazioni eseguite per interventi di manutenzione o ristrutturazione dello stabile condominiale e degli impianti elettrici o idraulici, oppure per l'esecuzione del servizio di pulizia, manutenzione di caldaie, ascensori, giardini, e le altre parti comuni dell'edificio.

Non si applica invece nei seguenti casi:

- sui corrispettivi pagati per forniture di beni con posa in opera, laddove la posa in opera assuma funzione accessoria rispetto alla cessione del bene (ovvero valore fornitura superiore al valore manodopera);

- sui corrispettivi di prestazioni d'opera riconducibili ad attività di lavoro autonomo (professionisti) anche occasionale (ad es. prestazioni rese da ingegneri, architetti, geometri...) perché questi sono assoggettati alla ritenuta del 20%.

Tutti i corrispettivi assoggettati a ritenuta alla fonte (sia del 4 che del 20%) andranno certificati ai rispettivi percipienti ed indicati nel 770.

La ritenuta del 4% di cui all'art. 25-ter del DPR 600/73 si applica sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative ai contratti di appalto, di opere e servizi effettuati nell'esercizio di impresa e nell'esercizio di attività commerciali occasionali e non abituali.

Sono assoggettate a tale ritenuta, ad es. le prestazioni eseguite per interventi di manutenzione o ristrutturazione dello stabile condominiale e degli impianti elettrici o idraulici, oppure per l'esecuzione del servizio di pulizia, manutenzione di caldaie, ascensori, giardini, e le altre parti comuni dell'edificio.

Non si applica invece nei seguenti casi:

- sui corrispettivi pagati per forniture di beni con posa in opera, laddove la posa in opera assuma funzione accessoria rispetto alla cessione del bene (ovvero valore fornitura superiore al valore manodopera);

- sui corrispettivi di prestazioni d'opera riconducibili ad attività di lavoro autonomo (professionisti) anche occasionale (ad es. prestazioni rese da ingegneri, architetti, geometri...) perché questi sono assoggettati alla ritenuta del 20%.

Tutti i corrispettivi assoggettati a ritenuta alla fonte (sia del 4 che del 20%) andranno certificati ai rispettivi percipienti ed indicati nel 770.

A quale norma o circolare dell' AdE posso fare riferimento per avere una lista più o meno completa dei compensi da assoggettare a ritenuta di acconto in ambito condominiale???

 

Nel caso ad esempio della sostituzione del citofono se sono stati spesi 250 euro in totale dei quali 100 per l'acquisto dei materiali di ricambio fili elettrici, citofono nuovo etc., e 150 euro di manodopera per l'elettricista tutta la somma (250 euro) è soggetta a ritenuta d'acconto o solo il compenso all'elettricista (150 euro)???

A quale norma o circolare dell' AdE posso fare riferimento per avere una lista più o meno completa dei compensi da assoggettare a ritenuta di acconto in ambito condominiale???

 

Nel caso ad esempio della sostituzione del citofono se sono stati spesi 250 euro in totale dei quali 100 per l'acquisto dei materiali di ricambio fili elettrici, citofono nuovo etc., e 150 euro di manodopera per l'elettricista tutta la somma (250 euro) è soggetta a ritenuta d'acconto o solo il compenso all'elettricista (150 euro)???

La circolare esplicativa sulla ritenuta del 4% è questa:

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/30729c00426e00dcb3f2bbc065cef0e8/circ_7e_7_febbraio_2007.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=30729c00426e00dcb3f2bbc065cef0e8

 

Relativamente al tuo esempio, poiché il valore manodopera supera quello della cessione beni la ritenuta del 4% andrà operata sul totale di 250 euro. La r.a. ovviamente andrà calcolata sull'importo imponibile, e poi decurtata dal totale fattura, ovvero al fornitore andrà pagata la fattura al NETTO della ritenuta che andrà poi versata con l'F24 entro il g. 16 del mese successivo a quello in cui è avvenuto il pagamento.

La circolare esplicativa sulla ritenuta del 4% è questa:

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/30729c00426e00dcb3f2bbc065cef0e8/circ_7e_7_febbraio_2007.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=30729c00426e00dcb3f2bbc065cef0e8

 

Relativamente al tuo esempio, poiché il valore manodopera supera quello della cessione beni la ritenuta del 4% andrà operata sul totale di 250 euro. La r.a. ovviamente andrà calcolata sull'importo imponibile, e poi decurtata dal totale fattura, ovvero al fornitore andrà pagata la fattura al NETTO della ritenuta che andrà poi versata con l'F24 entro il g. 16 del mese successivo a quello in cui è avvenuto il pagamento.

 

1) Quando dici che la r.a. andrá calcolata sull'importo imponibile intendi al netto dell'IVA???

2) Per cui sull'importo al netto di IVA calcolo il 4%. Il risultato è la r.a. da versare con F24 e da detrarre all'importo da pagare al fornitore

sul quale poi calcolare l'IVA. Dico bene?

1) Quando dici che la r.a. andrá calcolata sull'importo imponibile intendi al netto dell'IVA???

2) Per cui sull'importo al netto di IVA calcolo il 4%. Il risultato è la r.a. da versare con F24 e da detrarre all'importo da pagare al fornitore. Dico bene?

Sì.

 

Esempio:

Importo fattura 200 + Iva 10% = 220

R.a. 4% su 200 = 8 (da versare con F24)

Netto da corrispondere (220 - 8) = 212

Sì.

 

Esempio:

Importo fattura 200 + Iva 10% = 220

R.a. 4% su 200 = 8 (da versare con F24)

Netto da corrispondere (220 - 8) = 212

Ok! Più chiaro di così!!! Grazie... :-)

per dubbi o chiarimenti sulla compilazione, non so se fare riferimento a questa discussione o aprirne una nuova.

Se importo la dichiarazione dello scorso anno, perchè la procedura nel quadro delle comunicazioni non importa anche i dati (indirizzo ecc) dei fornitori?

il nostro amministratore prende 5000,00€ anno . ma nel rendiconto annuale ci mette anche la ritenuta di acconto ,cioè 300,00 fisse di ritenute di acconto . va bene cosi oh lui deve mettere 5000,00€ compreso la sua ritenuta di acconto .

 

grazie per le risposte .

Buongiorno, sono un nuovo iscritto, ed ho assunto l'incarico di amministratore di condominio lo scorso 1 ottobre 2013.

Compilando il software online, giunto ai quadri ST ed SS non riesco a proseguire poichè non accetta lo zero nei vari campi (il condominio non ha versato somme nè effettuato alcuna spesa tranne bollette di luce ed acqua).

Vi chiedo se anche in questo caso devo presentare comunque il mod.770 semplificato

grazie

Buongiorno, sono un nuovo iscritto, ed ho assunto l'incarico di amministratore di condominio lo scorso 1 ottobre 2013.

Compilando il software online, giunto ai quadri ST ed SS non riesco a proseguire poichè non accetta lo zero nei vari campi (il condominio non ha versato somme nè effettuato alcuna spesa tranne bollette di luce ed acqua).

Vi chiedo se anche in questo caso devo presentare comunque il mod.770 semplificato

grazie

Assolutamente NO.

Un paio di domande sul tema.

1) In caso di fatture emesse da fornitori in cd. regime dei minimi (senza r.a.), queste fatture vanno esposte nel 770 o nel riquadro ac dell'amministratore?

2) mi confermate che gli importi pagati a fornitori per lavori di manutenzione straordinaria vanno inseriti SOLO nel riquadro AC assieme ai dati catastali degli immobili? Solo gli importi o anche il numero di fattura e data di pagamento?

3) nel caso in cui nella dichiarazione dei redditi dello scorso anno (2012) non abbia inserito nel riquadro AC le fatture di manutenzione straordinaria (detrazione fiscale), posso farla integrare entro settembre 2014?

4) nel riquadro AC vanno inserite le spese superiori a 250 euro effettuate dal Condominio, quindi assicurazioni, ecc. Ma se sono stato nominato a maggio, e l'assicurazione, ad esempio, è stata pagata dal precedente amministratore ad aprile, mica devo inserirla nel mio riquadro AC? Dovrebbe inserirla lui nel suo, no?

 

Grazie mille a tutti

Un paio di domande sul tema.

1) In caso di fatture emesse da fornitori in cd. regime dei minimi (senza r.a.), queste fatture vanno esposte nel 770 o nel riquadro ac dell'amministratore?

2) mi confermate che gli importi pagati a fornitori per lavori di manutenzione straordinaria vanno inseriti SOLO nel riquadro AC assieme ai dati catastali degli immobili? Solo gli importi o anche il numero di fattura e data di pagamento?

3) nel caso in cui nella dichiarazione dei redditi dello scorso anno (2012) non abbia inserito nel riquadro AC le fatture di manutenzione straordinaria (detrazione fiscale), posso farla integrare entro settembre 2014?

4) nel riquadro AC vanno inserite le spese superiori a 250 euro effettuate dal Condominio, quindi assicurazioni, ecc. Ma se sono stato nominato a maggio, e l'assicurazione, ad esempio, è stata pagata dal precedente amministratore ad aprile, mica devo inserirla nel mio riquadro AC? Dovrebbe inserirla lui nel suo, no?

 

Grazie mille a tutti

Rispondo per quello che so:

1) Nel 770

2) Vanno nel quadro AC gli importi dei lavori di manutenzione (sia ordinaria che straordinaria), ma anche i compensi a professionisti, per i quali sia stato eseguito il bonifico per la detrazione fiscale, per cui nella fattura non dovrà comparire la r.a. Se un lavoro di manutenzione è stato pagato normalmente, quindi con ritenuta, andrà inserito nel 770.

Non so quest'anno (perché non me ne occupo in prima persona) ma fino all'anno scorso andavano inseriti solo gli importi, oltre ovviamente ai dati del fornitore e ai dati catastali degli immobili.

3) Qui ti risponderà chi è più esperto ma dovrebbe essere possibile, come per il 770.

4) 258,23 euro. Non c'entra la data nomina perché il quadro AC va presentato dall'amministratore in carica al 31/12 dell'anno cui si riferisce, in questo caso del 2013. Quindi se sei stato nominato a maggio 2013, devi comunque inserire tutte le fatture di assicurazione ecc. DATATE 2013

4) 258,23 euro. Non c'entra la data nomina perché il quadro AC va presentato dall'amministratore in carica al 31/12 dell'anno cui si riferisce, in questo caso del 2013. Quindi se sei stato nominato a maggio 2013, devi comunque inserire tutte le fatture di assicurazione ecc. DATATE 2013

L'importo lo conoscevo, ma non capisco perché se sono stato nominato ad ottobre devo inserire le spese che il mio predecessore ha fatto nei 9 mesi precedenti... una cosa è il 770, che elaboro ed invio per conto del Condominio, un'altra il quadro AC, che rientra nella mia dichiarazione dei redditi.

Dolores mi puoi essere d'aiuto tu?

L'importo lo conoscevo, ma non capisco perché se sono stato nominato ad ottobre devo inserire le spese che il mio predecessore ha fatto nei 9 mesi precedenti... una cosa è il 770, che elaboro ed invio per conto del Condominio, un'altra il quadro AC, che rientra nella mia dichiarazione dei redditi.

Dolores mi puoi essere d'aiuto tu?

Purtroppo è così, la presentazione del quadro AC del modello UNICO personale dell'amministratore è un adempimento cui è tenuto l'amministratore in carica al 31 dicembre dell'anno precedente alla presentazione della dichiarazione annuale dei redditi e quindi dell'anno cui si riferisce la comunicazione (di cui alla disposizione normativa art. 7, c.9, DPR n. 605/73), nella quale sarà riportato l'importo complessivo delle spese sostenute dal Condominio nell'intero anno solare.

Per cui, se per ipotesi, successivamente al 31 dicembre l'amministratore viene revocato o si dimette in corso d'anno, l'incarico di compilazione e presentazione del quadro AC competerà comunque all'amministratore uscente (anziché al nuovo).

Ergo, nel tuo caso, il tuo predecessore ha presentato il quadro AC relativo all'anno 2012, e tu quello relativo all'anno 2013.

×