Vai al contenuto
Mancio75

25 unità un solo proprietario

Un proprietario di un edificio con 25 unità immobiliari tutte date in affitto, mi ha chiesto di amministrarlo anche se sappiamo che non è obbligatorio. A questo punto mi chiedo........ essendoci un solo proprietario, dovrò fare un verbale di nomina per poi richiedere un C.f. del condominio? Dovrò fare anche riunioni con bilanci preventivi e consuntivi da far approvare al proprietario?

Grazie saluti.

Mancio

Tu non sarai un amministratore di condominio, perchè sarai semplicemente un rappresentante di parte dell'unico proprietario, inoltre non credo puoi richiedere il CF condominiale, appunto per il fatto che non si tratta di condominio, per le spese potrai usare il CF del proprietario.

Il condominio nasce quando c'è un atto di separazione dell'immobile dall'unico proprietario iniziale (il costruttore) ad un soggetto esterno, quindi non c'è condominio.

Che non ci sia condominio è chiaro!!

Chiarimenti e consigli:

1. Al posto del verbale di nomina basterà un contratto con il proprietario. Qualcuno mi può consigliare un fac-simile?

2. Niente riunioni e approvazioni dei bilanci.

3. Le spese condominiali: acqua, luce . basterà che il proprietario richieda la destinazione delle bollette nel mio ufficio.

4. Le spese per i manutentori (Giardiniere- ascensore)? La r.a. non viene trattenuta perché le fattura saranno intestate al proprietario senza P.I. Giusto? L'Iva per la manutenzione dell'ascensore rimane al 10% ?

5. IL CONTO CORRRENTE CONDOMINIALE?? Come posso gestire le spese e i versamenti?

Grazie a tutti

Mancio

...

5. IL CONTO CORRRENTE CONDOMINIALE?? Come posso gestire le spese e i versamenti?

Grazie a tutti

Mancio

Se non c'è condominio non si può aprire un C/C condominiale, puoi però far aprire al proprietario un C/C a suo nome e condiviso anche a te per i soli prelievi, credo sia fattibile, chiedi a qualche banca e o alle Poste Italiane.
Che non ci sia condominio è chiaro!!

Chiarimenti e consigli:

1. Al posto del verbale di nomina basterà un contratto con il proprietario. Qualcuno mi può consigliare un fac-simile?

2. Niente riunioni e approvazioni dei bilanci.

3. Le spese condominiali: acqua, luce . basterà che il proprietario richieda la destinazione delle bollette nel mio ufficio.

4. Le spese per i manutentori (Giardiniere- ascensore)? La r.a. non viene trattenuta perché le fattura saranno intestate al proprietario senza P.I. Giusto? L'Iva per la manutenzione dell'ascensore rimane al 10% ?

5. IL CONTO CORRRENTE CONDOMINIALE?? Come posso gestire le spese e i versamenti?

Grazie a tutti

Mancio

Penso che per non perdere il controllo della situazione e per avere idea delle spese, un bilancio dovresti farlo, anche date le dimensioni (25 u.i.), anche se puoi fare un bilancio più semplice e non con conto economico, stato patrimoniale e relazione come previsto dalla legge ora.

Ma il conto corrente condominiale? dovrò farne aprire uno al proprietario con depositata anche la mia firma?

Saluti Mancio

Ma il conto corrente condominiale? dovrò farne aprire uno al proprietario con depositata anche la mia firma?

Saluti Mancio

Non puoi continuare a chiamarlo conto corrente condominiale, non essendoci il condominio.

Per il conto, intestato al proprietario, la cosa più logica è quella che avevo suggerito, C/C a nome del proprietario dove tu possa prelevare e se potai farlo la tua firma sarà depositata, a meno che il proprietario non ti affidi in fiducia il suo bancomat, ma questo solitamente ha un limite giornaliero e mensile.

Grazie Tuxx,

evidentemente scrivevo mentre tu rispondevi, ecco il perché della ripetizione della mia domanda!

Sono convinto che non si chiami c/c condominiale, visto che no c'è condominio,.... ma era per intendersi!

Grazie per le celeri risposte , a presto.

Mancio

non esiste condominio, quindi niente c.f. e niente c.c. e niente amministratore le spese di manutenzione ordinaria spettano al solo proprietario e quelle di manutenzione ordinaria ai conduttori salvo diverse accordi presi con il proprietario

×