Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
106713 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Assemblea condominiale e illeggibilità della firma apposta sul timbro da parte dell'amministratore.
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Assemblea condominiale e illeggibilità della firma apposta sul timbro da parte dell'amministratore.

Può ritenersi valida la convocazione dell'assemblea se la firma dell'amministratore non è perfettamente leggibile?

 

Il Tribunale di Firenze, con sentenza n. 2863 del 12 settembre 2017 ha analizzato la questione dei vizi che legittimano l'annullamento delle delibere adottate dall'assemblea dei condomini.

Più nello specifico, il provvedimento indaga la validità della delibera qualora la convocazione presenti la firma illeggibile dell'amministratore in carica e la delibera assembleare venga adottata con il voto di un condomino in conflitto di interessi con il condominio.

=> La delibera è nulla se manca la firma del presidente e del segretario

=> Timbro del condominio e firma dell'amministratore, bastano per vincolare la compagine

La vicenda. La condomina Tizia impugnava la delibera assunta dall'assemblea dei condomini,affinché il Tribunale adito ne dichiarasse l'invalidità per irregolare e incompleta convocazione ai sensi degli artt. 66 disp.att. cod. civ., 1105 e 1139 cod. civ.

In particolare, la parte attrice sosteneva che la convocazione dell'assemblea fosse invalida poiché priva della firma leggibile della società amministratrice sul timbroapposto in calce all'atto.

Oltre tale motivo di impugnazione, Tizia sosteneva altresì l'invalidità della delibera adottata dall'assemblea nella parte relativa alla transazione con la condomina Caia.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Scarica Trib. Firenze 12 settembre 2017 n. 2863 1

Cerca: firma illeggibile convocazione assemblea

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento