Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
110691 utenti
Registrati
chiudi
Inviaci un quesito

Fibra ottica: la dichiarazione di conformità dell'impianto è obbligatoria ai fini dell'agibilità

Dal 28 dicembre 2022 sono operative le modifiche al DM 37/2008 apportate DM MISE n. 192/2022
Redazione Condominioweb Redazione Condominioweb 

Merita di essere segnalato che il 28 dicembre 2022 è entrato in vigore il Decreto 29 settembre 2022 n. 192 del Ministero dello sviluppo economico denominato "Regolamento concernente l'attuazione dell'articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) della legge n. 248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici".

Tale provvedimento apporta modifiche al testo del D.M. sviluppo economico 37 del 22 gennaio 2008, integrandolo ed aggiornandolo rispetto agli obblighi di previsione delle cosiddette "infrastrutture fisiche multiservizio", sanciti dall'art. 135 bis del T.U. edilizia (D.P.R. 380/2001).

Per comprendere le novità introdotte, quindi, bisogna ricordare che, ai sensi dell'articolo 135-bis del Testo Unico Edilizia (dpr n. 380/2001), inserito dal Dl n. 133/2014 convertito con modificazioni nella legge Sblocca Italia (legge n. 164/2014), a partire dal 1° luglio 2015 vige l'obbligo per tutti gli edifici di nuova costruzione e per gli interventi di ristrutturazione profonda, assentiti tramite permesso di costruire, di realizzare un'infrastruttura fisica multiservizio interna all'edificio, costituita da adeguati spazi installativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica fino ai punti terminali di rete.

L'articolo 1 del DM n. 192/2022 contiene le seguenti modifiche al DM del Ministero dello sviluppo economico 22 gennaio 2008, n. 37:

a) all'articolo 1, comma 2, la lettera b) è sostituita dalla seguente:

"b) impianti radiotelevisivi, le antenne, gli impianti elettronici deputati alla gestione e distribuzione dei segnali tv, telefono e dati, anche relativi agli impianti di sicurezza compresi gli impianti in fibra ottica, nonché' le infrastrutture necessarie ad ospitare tali impianti";

b) all'articolo 2, comma 1, lettera a), dopo le parole «presso l'utente» sono aggiunte le seguenti: "ovvero il punto terminale di rete come definito dall'articolo 2, comma 1, lettera oo), del decreto legislativo 8 novembre 2021, n. 207";

c) all'articolo 2, comma 1, la lettera f) è sostituita dalla seguente:

"f) impianti radiotelevisivi ed elettronici: le componenti impiantistiche necessarie alla trasmissione ed alla ricezione dei segnali tv, telefono e dati, anche relativi agli impianti di sicurezza, ad installazione fissa, comprese le infrastrutture destinate ad ospitare tali impianti".

Oltre alle modifiche sopra segnalate bisogna sottolineare che vengono ridefiniti i compiti e le funzioni del responsabile tecnico dell'impresa, che viene individuato come il soggetto responsabile per la progettazione degli impianti multiservizio, cui viene affidato il compito specifico di inserire nel progetto edilizio dell'edificio le infrastrutture richiamate espressamente nel citato art. 135 bis del D.P.R. 380/2001.

Infine il DM n. 192/2022 prevede che al termine dei lavori, venga rilasciato da parte del responsabile tecnico dell'impresa una dichiarazione di conformità dell'impianto, secondo quanto previsto dalle Guide CEI "al cablaggio per le comunicazioni elettroniche negli edifici residenziali" nn. 306-2, 306-22 e 64-100/1, 2 e 3 (corredata degli allegati ove sono descritte le caratteristiche degli accessi e della infrastruttura fisica multiservizi passiva), dichiarazione necessaria ai fini della presentazione allo sportello unico dell'edilizia della segnalazione certificata di agibilità e dell'ottenimento del certificato di agibilità.

Scarica DM MISE 29 settembre 2022 n. 192

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

  1. in evidenza

Dello stesso argomento