Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
117973 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Gli avvocati possono richiedere l'elenco dei condomini morosi per agire nei loro confronti?
Inviaci un quesito

Gli avvocati possono richiedere l'elenco dei condomini morosi per agire nei loro confronti?

Il condominio, condannato in più giudizi, non aveva pagato le competenze legali riconosciute dal giudice nei vari procedimenti.

Avv. Maurizio Tarantino  

La vicenda. Con ricorso gli avv.ti Tizio e Caio con procedimento ex art. 702 bis c.p.c. avevano chiesto la condanna del condominio a comunicare le generalità dei condomini morosi in relazione al proprio credito (derivante da competenze maturate da diversi giudizi mai pagati) e la quota di debito dagli stessi singolarmente dovuta in base alle tabelle millesimali, nonché condannare i resistenti al pagamento di € 200,00 per ogni giorno di ritardo nell'esecuzione del provvedimento.

=> Guai per l'amministratore che non consegna l'elenco dei morosi. Rischia di pagare di tasca propria

L'obbligo della comunicazione dell'elenco dei morosi. Preliminarmente è opportuno precisare che la legge n. 220/2012 ha previsto, a carico del creditore che voglia intraprendere un'azione di recupero crediti nei confronti del Condominio, l'obbligo di agire prima nei confronti dei condomini morosi e, solo in un secondo momento, anche nei confronti degli altri condomini.

Si tratta del c.d. beneficio di escussione, previsto dal nuovo art. 63 disp. att. c.c. a favore dei condomini "virtuosi", cioè in regola con i pagamenti.

Strettamente legato a tale beneficio è l'obbligo dell'amministratore - anch'esso previsto dall'art. 63 - di fornire ai creditori che lo interpellino i dati relativi ai morosi, a cui rivolgersi in prima battuta per il pagamento del credito.

Per meglio dire, l'art. 63 comma 1, delle disp. att. c.c., prescrive che l'amministratore è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi; il comma 2 della stessa disposizione ammette i creditori ad agire nei confronti dei condomini in regola con i pagamenti dopo la preventiva infruttuosa escussione dei morosi.

Il recupero dati dei condomini morosi esclude il ricorso al decreto ingiuntivo

Morosità condominiale e i risvolti nei confronti dell'amministratore di condominio.

I precedenti della condanna. A tal proposito si osserva che il Giudice di Genova (sentenza n. 1917 del 15 giugno 2016) ha condannato l'amministratore personalmente a risarcire il terzo creditore per l'importo del credito azionato nei confronti del Condominio, in quanto ha ritenuto l'Amministratore non diligente, avendo violato le regole della buona fede e correttezza, essendo inadempiente all'obbligazione nei confronti del creditore che può conseguire il dovuto solo a fronte di una diligente attività dell'Amministratore.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza inedita
Scarica Tribunale Torre Annunziata sez. I ordinanza del 28/06/2017

Cerca: elenco morosi consegna avvocati

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

    in evidenza

Dello stesso argomento