Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
107807 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Mancata erogazione dei trattamenti retributivi ai lavoratori dipendenti. Il condominio non è obbligato in solido con l'appaltatore.
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Mancata erogazione dei trattamenti retributivi ai lavoratori dipendenti. Il condominio non è obbligato in solido con l'appaltatore.

Il condominio non è obbligato in solido con l'appaltatore a corrispondere ai lavoratori i trattamenti retributivi

Avv. Rosario Dolce 

Il Condominio, in quanto ente di gestione privo di personalità giuridica e al netto della previsione di cui all'articolo 1676 codice civile, non è obbligato in solido con l'appaltatore, nonché con ciascuno degli eventuali subappaltatori (entro il limite di due anni dalla cessazione dell'appalto), a corrispondere ai lavoratori i trattamenti retributivi, comprese le quote di trattamento di fine rapporto, nonché i contributi previdenziali e i premi assicurativi dovuti in relazione al periodo di esecuzione del contratto di appalto.

Il Tribunale di Torino con Sentenza del 19 gennaio 2018 ha, infatti, ritenuto applicabile al Condominio degli edifici l'articolo 29, comma 3 ter, del Decreto legislativo 276/2003, a mente del quale: "fermo restando quando previsto dagli articoli 18 e 19, le disposizioni di cui al comma 2 non trovano applicazione qualora il committente sia una persona fisica che non esercita attività di impresa o professionale".

=> Finalmente anche i professionisti non ordinistici avranno una tutela previdenziale

Il fatto. Due operai specializzati nel settore edile, deducendo di aver lavorato alle dipendenze di due imprese del settore nei mesi di settembre, ottobre e novembre 2014 per un appalto conferito dal Condominio di corso Alfa, hanno chiesto la condanna in solido delle imprese e del condominio al pagamento delle rispettive spettanze lavorative (uno di questi ha chiesto anche la condanna solidale per il pagamento del noleggio delle struttura di sua proprietà per Euro 7.820,00).

Il condominio convenuto, costituendosi in giudizio, ha chiesto preliminarmente l'estromissione dal giudizio e contestato nel merito le domande.

Le altre due società convenute - nella qualità, rispettivamente, di appaltatore e subappaltatore dei lavori di manutenzione straordinaria - sono rimaste, invece, contumaci.

=> Passaggio di consegne, ammanchi di cassa e mancato versamento dei contributi previdenziali.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza inedita
Scarica Tribunale di Torino Sentenza del 19 gennaio 2018

Cerca: contratto di appalto contributi previdenziali

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento