Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
106967 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Le limitazioni del regolamento contrattuale valgano anche nel caso in cui le opere sono rese necessarie da sopravvenute prescrizioni
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Le limitazioni del regolamento contrattuale valgano anche nel caso in cui le opere sono rese necessarie da sopravvenute prescrizioni

Il regolamento contrattuale può vietare anche le opere rese necessarie da sopravvenute prescrizioni

 

Un regolamento condominiale di natura contrattuale può legittimamente apportare esclusioni o restrizioni alle facoltà che ordinariamente, ai sensi dell'articolo 1102 del codice civile, competono ai singoli partecipanti relativamente alle parti comuni, anche se ciò comporta limitazioni nell'uso dei beni di proprietà individuale.
Tali limitazioni valgano anche nel caso in cui le opere sono rese necessarie da sopravvenute prescrizioni al fine di poter continuare ad adibire l'immobile all'uso cui è destinato.

Difatti la liceità dello svolgimento di una data attività è condizionato all'osservanza sia della disciplina pubblicistica che la regola, sia degli obblighi civilistici contrattualmente assunti dall'interessato verso terzi. (Nella specie la collocazione della scala di sicurezza esterna, eseguita per adeguare alle prescrizioni sull'edilizia scolastica l'unità immobiliare adibita a scuola, contravveniva alle clausole del regolamento condominiale contrattuale e non è stata ritenuta valida la giustificazione dell'impossibilità di continuare ad adibire a scuola la porzione immobiliare, se la nuova opera non fosse stata realizzata.

Il contratto di locazione è stato risolto per impossibilità sopravvenuta derivante da factum principis.)

Cerca: regolamento contrattuale prescrizioni

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento