Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
113238 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Il momento consumativo del reato di costruzione abusiva si realizza con  la realizzazione delle rifiniture anche per i locali destinati a magazzino e garage
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Il momento consumativo del reato di costruzione abusiva si realizza con la realizzazione delle rifiniture anche per i locali destinati a magazzino e garage

Costruzione abusiva, Momento consumativo del reato. Garage e magazzino

 

Il momento consumativo del reato di costruzione abusiva si realizza con l'ultimazione dei lavori, coincidente con la realizzazione delle rifiniture, anche per le parti che costituiscono annessi dell'abitazione. (Nel caso in esame il ricorrente sosteneva che ciò non fosse necessario per i suoi locali destinati a magazzino e garage, in quanto tali non necessitanti di rifiniture).

Osserva sul punto la Corte che, come affermato in modo costante dalla giurisprudenza, il concetto di ultimazione dei lavori ai fini della individuazione del momento consumativo del reato è diverso da quello che la legge in tema di condono ha fissato.

Mentre in questo secondo caso la L. 28 febbraio 1985, n. 47, art. 31 ritiene sufficiente che l'edificio sì a portato "a rustico", e cioè dotato di copertura e di tamponatura (si veda Sezione Terza Penale, sentenza an. 10082 del 2008, Triscari, rv 244018), per ritenere che l'opera sia completata in relazione al disposto del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, art. 44 (e prima della L. n. 47 del 1985, art. 20) occorre che essa sia realizzata nelle parti essenziali ai fini della destinazione che le è propria, ivi compresi l'intonacatura, i servizi e gli infissi, tanto che la giurisprudenza richiede che siano state realizzate le "rifiniture".

Non vi è dubbio che tali caratteristiche sono richieste anche per le parti che costituiscono annessi all'abitazione.

Cerca: rifiniture consumativo abusiva

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento