Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
104919 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Il condominio risarcisce i danni alla passante caduta per una buca sul marciapiede della strada aperta al pubblico di proprietà condominiale
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Il condominio risarcisce i danni alla passante caduta per una buca sul marciapiede della strada aperta al pubblico di proprietà condominiale

Le zone immediatamente prospiciente allo stabile condominiale necessitano di un effettivo controllo continuativo

Avv. Giuseppe Nuzzo 

Il fatto. Una passante, mentre percorreva in compagnia del marito il marciapiede di una strada privata aperta al pubblico transito, cadeva rovinosamente a terra a causa di una buca nascosta dall'erba alta.A causa della caduta, la donna riportava lesioni personali ed era costretta al ricovero in pronto soccorso.

Pertanto, citava in giudizio il Condominio proprietario e custode della strada per ottenere da esso il risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali, ai sensi dell'art. 2051 c.c. Il Tribunale di Roma, sentenza n. 974 del 14 gennaio 2019, ha accolto la domanda.

=> Il condominio risarcisce il danno a causa della caduta per la presenza di una macchia d'olio vicino all'ascensore

La responsabilità per mancata custodia. Anche il Condominio, in virtù del rapporto di custodia dei beni e dei servizi comuni riconducibile all'articolo 2051 del codice civile è obbligato ad adottare tutte le misure necessarie affinché le cose comuni non rechino pregiudizio ad alcuno, rispondendo, in caso contrario, dei danni da queste cagionati.A tale fattispecie è riconducibile anche il caso in esame, avente ad oggetto i danni riportati da una terza estranea al condominio a causa della mancata custodia di una strada privata (di proprietà dell'ente condominiale) aperta al pubblico.

I presupposti della responsabilità del custode. La fattispecie normativa della responsabilità del custode ex articolo 2051 contempla due unici presupposti applicativi:

  • La prova della custodia del bene
  • La derivazione causale (rapporto di causalità) del danno dalla cosa.

Nel caso di specie, secondo il Tribunale, l'attrice ha fornito la prova di entrambi i presupposti

Effettiva disponibilità e controllo della cosa. Quanto al primo presupposto (potere fattuale di effettiva disponibilità e controllo della cosa), l'attrice ha fornito idonea prova della disponibilità materiale del luogo del sinistro da parte del Condominio convenuto.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Cerca: caduta marciapiede condominiale

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento