Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
112016 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Assemblee on-line, per la decisione a maggioranza bisogna ancora aspettare…un po'
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Assemblee on-line, per la decisione a maggioranza bisogna ancora aspettare…un po'

Il via libera alla modifica dell'art. 66 disp. att. c.c. avverrà, molto probabilmente, dopo il 27 novembre

Redazione Condominioweb  

Non dire gatto se non l'ha nel sacco. Il vecchio proverbio reso celebre dal Trap si sposa bene con le vicende condominiali.

Da più parti si legge che la modifica dell'art. 66 disp. att. c.c. sui consensi necessari a svolgere le assemblee in via telematica è cosa fatta.

I sognatori parlano di legge approvata.

Andiamo adagio, probabilmente fino al 27 novembre, ma è possibile anche dopo, non sarà così.

Il termine per approvare la norma è il 6 dicembre, non sembrano esservi insidie particolari, ma teniamo sempre a mente il detto del buon Giovanni da Cusano Milanino.

Siccome in materia le pressioni sono tante e la confusione non è da meno, proviamo, come si suol dire, a mettere in fila i fatti.

DPCM 3 novembre 2020, quale sorte per le assemblee condominiali in presenza?

D.L. 125/2020, l'approvazione in Senato

Inizialmente all'esame del ramo alto del Parlamento v'era la conversione in legge del decreto-legge 7 ottobre 2020, n. 125, recante misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID, nonché per l'attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giugno 2020

I lavori che lo hanno riguardato a Palazzo Madama hanno portato all'approvazione, l'11 novembre scorso, con il nuovo titolo

"Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 7 ottobre 2020, n. 125, recante misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID, nonché per l'attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giugno 2020"

Tra le modificazioni v'era quella dell'art. 66 disp. att. c.c. che, a nuova legge varata, se non interverranno ulteriori modifiche, consentirà di partecipare ad un'assemblea condominiale in modalità telematica anche solo previo consenso della maggioranza dei condòmini e non dell'unanimità, com'è oggi.

Assemblee on-line i lavori alla Camera

Il testo del disegno di legge di conversione del d.l. n. 125/2020, così come approvato al Senato, è passato alla Camera nei giorni successivi. Questa settimana sono iniziati i lavori nella Commissione XII Affari Sociali e il 16 novembre l'on. Michela Rostan, relatrice in quella sede, ha illustrato la misura, ivi compresa la norma sulle assemblee telematiche.

Oggi alle 9.30 nella medesima Commissione c'è la discussione e sono previste votazioni.

Sono stati presentati emendamenti, uno dei quali chiede la soppressione dell'art. 5-bis, proprio quello che prevede la maggioranza e non l'unanimità per lo svolgimento delle assemblee in modalità telematica, se non stabilite dal regolamento condominiale.

D.P.C.M. 3 novembre 2020, arrivano le FAQ: ok alle assemblee in presenza in area gialla, arancione e rossa

Domani, 20 novembre, la Camera in seduta generale discuterà sulle linee generali del disegno di legge. Domani non si voterà, in quanto era già da tempo stabilito che per ragioni legate all'emergenza da Covid-19 questa settimana in aula non si sarebbero tenute votazioni.

Come si legge sullo stesso sito istituzionale della Camera dei Deputati, «nella settimana dal 23 al 27 novembre, l'Assemblea - al fine di consentire alla Commissione Bilancio di esaminare il disegno di legge di bilancio - non terrà seduta».

Anche se oggi il testo del disegno di legge di conversione del d.l. n. 125/2020 venisse approvato dalla Commissione così come giunto dal Senato, dunque, per la sua definitiva approvazione ci vorrà ancora almeno una decina di giorni.

Periodo nel quale per la convocazione di assemblee in videoconferenza, ove non previste dal regolamento condominiale, ci vorrà sempre il consenso espresso di tutti i condòmini.

Dpcm 3 novembre 2020: corsi di formazione per amministratori solo on-line. Esami sospesi.

Cerca: novembre maggioranza covid assemblea online

Commenta la notizia, interagisci...
Domus Gestioni Condominiali
Domus Gestioni Condominiali 19-11-2020 10:59:26

Esattamente come la penso io ma purtroppo ci sono certi personaggi che dicono che le assemblee online si possono fare senza il consenso espresso di tutti i condòmini. Tanto loro non rischiano niente, anzi, più impugnazioni ci sono e più possono guadagnare. Almeno sperano.! Che schifo, ormai sono tutti corrotti. Si fa qualcosa sempre per interessi.

rispondi
Nina
Nina 20-11-2020 10:57:47

Con l'approvazione sarà dato un ulteriore colpo basso al proprietario-condomino, che vedrà sminuire ulteriormente il suo potere sull'appartamento/garage/box o quanto altro in suo possesso.
Ovviamente inneggeranno le associazioni degli amministratori (iscritti compresi!) e i produttori di strumenti tecnologi: arriva l'eldorado! alè!

rispondi
Giuseppe
Giuseppe 24-11-2020 11:46:15

Come al solito il Governo ed il Parlamento si sono incamminati verso qualcosa che non possono fare, si ricorda a questi strani personaggi che hanno votato è mandato al Governo che attualmente ci sono ancora in auge i regolamenti condominiali contrattuali e la riforma del condominio. Un qualsia Giudice annullerebbe tutte le cretinate legiferate a danno dei condòmini da questo Governo di incapaci, grazie e scusate lo sfogo ma non se ne può più.

rispondi
Nina
Nina 24-11-2020 12:18:34

Giuseppe, vero è che un qualsiasi Giudice annullerebbe tutto...
Ma questo si ritorce comunque contro il condominio: si intasano i tribunali di richieste! Abbiamo già ben sperimentato che per evitare di intasarli sono state "depenalizzate" molte delibere, nel senso che se prima erano nulle, con sentenza "storica" del 2005 sono divenute in "automatico" annullabili... E gli amministratori ci marciano: il mio lo fa da quando è in carica! Un genio del male che lucra indisturbato da quanti non hanno hanno quattrini per impugnare...

rispondi
Giuseppe
Giuseppe 24-11-2020 17:09:34

Nina, siamo d'accordo su questo però ricordiamoci che questi stanno giocando sulla pelle di tutti quelli che pagano le tasse, io non sono un professionista e so molto bene che quello che mi dici e la pura verità lo sperimentato sulla mia pelle già molte volte. Se il Governo vuole fare modifiche lo può fare, però queste devono essere fatte come si deve, non devono lasciare le cose a metà, altrimenti io sarò il primo a fare le denunce ed a bloccare tutto, l'emergenza attuale non deve togliere alcun diritto al popolo altrimenti si torna in DITTATURA, con una seconda guerra civile come è accaduto nel ventennio. Grazie.

rispondi
Annulla

    in evidenza

Dello stesso argomento