Inserisci un quesito registrati
 10-10-2009 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > FISCO - 770 - QUADRO AC - F24 - AGENZIA ENTRATE

Ritenuta d'acconto del 4% all'amministratore

 
Condominioweb.com forum >
Leonardo53
Salve, entro fine anno il nostro amministratore deve emetterci fattura per compenso. L'amministratore in realtà è un'impresa di servizi vari iscritta alla camera di commercio ed a regime "contribuenti minimi". Una volta mi fu detto che trattandosi di impresa non era nemmeno obbligatorio operare la ritenuta d'acconto, ma nel caso, la ritenuta era del 20%. L'amministratore, sentitosi con il suo commercialista, vuole operare ritenuta del 4% come se ci avesse appaltato un servizio. Nel caso emette fattura al 4%, resta lui il responsabile delle sue azioni oppure anche il condominio potrebbe incorrere in sanzioni? In caso affermativo le sanzioni sono gravi? Parliamo di una fattura di 630 euro per 7 mesi di compenso.
odisseanet
dolores e patrizia hanno ragione, la risoluzione dell'ADE ci aiuta in questo.
Patrizia Ferrari
Poi dolly ti spiegherà nel dettaglio perchè e come NON devi,tu amministratore,quale rappresentante del condomnio,sostituto d'imposta, operare alcuna ritenuta su un "reddito d'impresa",quale è quello della società oggetto del post,intanto leggi questo topic analogo che mi ha richiesto un approfondimento utile quanto necessario: vai al foruma
dolores
Scritto da Leonardo53 il 07 Ott 2009 - 20:11:22:
Salve, entro fine anno il nostro amministratore deve emetterci fattura per compenso. L'amministratore in realtà è un'impresa di servizi vari iscritta alla camera di commercio ed a regime "contribuenti minimi". Una volta mi fu detto che trattandosi di impresa non era nemmeno obbligatorio operare la ritenuta d'acconto, ma nel caso, la ritenuta era del 20%. L'amministratore, sentitosi con il suo commercialista, vuole operare ritenuta del 4% come se ci avesse appaltato un servizio. Nel caso emette fattura al 4%, resta lui il responsabil [...]
Ciao, Leo...ricordo benissimo la discussione di cui parli (vai al forum) e confermo quanto sostenuto da me e da patrizia in quell'occasione. Assolutamente la ritenuta (di cui all'art. 25 del DPR 600/73) non deve essere operata sui compensi spettanti a societa' di persone, ditte individuali e societa' di capitali che esercitano l'attivita' di amministratore di condominio, ovvero la ritenuta non deve essere operata per le prestazioni effettuate nell'esercizio di imprese, in quanto i redditi conseguiti in quest'ambito sono considerati redditi di impresa e non redditi di lavoro autonomo. In particolare, poi, la ritenuta del 4%, prevista dall'articolo 25-ter, comma 1, del DPR n. 600/73, nel caso di specie in esame, non può essere applicata in ragione della riconducibilita' all'istituto del mandato del rapporto intercorrente tra il condominio ed il suo amministratore (sia esso persona fisica o persona giuridica); ricordo infatti che l'applicazione della ritenuta di cui al citato art. 25-ter presuppone l'erogazione da parte del condominio di corrispettivi dovuti in dipendenza di contratti d'opera e di appalto. Ti invito a leggerti la Risoluzione dell'AdE che potrà aiutarti a chiarire le idee: agenziaentrate.gov .it/ilwwcm/resources/file/ebbbf908feb5a50/risoluzione_99.pdfa
Dello stesso argomento
dolores
Scritto da Leonardo53 il 08 Ott 2009 - 19:38:35:
Che Patrizia e Dolores abbiano ragione è fuori dubbio. Ma se l'amministratore resta sulle sue convinzioni, si fa la fattura con R.A. del 4%, si stacca l'assegno e si va a pagare l'F24, che posso fare io condòmino? Io posso solo assicurarmi che un tale comportamento non provochi sanzioni al condominio. Se così dovesse essere, più che farglielo notare... il resto son problemi dell'amministratore.
Ciao, Leo...sono stata molto occupata...per questo non avevo ancora avuto modo di risponderti. Dunque, diciamo che un caso simile non mi è mai capitato, cioè che un contribuente, dispensato dall'obbligo di emettere fattura con esposizione della ritenuta d'acconto, voglia a tutti i costi che venga operata... No comment, poi, per il commercialista che lo ha indirizzato in tal senso....Se ciò comunque si verificherà, alla fine il Condominio, che salderà la fattura al netto della r.a. che poi andrà a versare, non avrà fatto altro che assolvere alla sua funzione di sostituto d'imposta pur non sussistendo l'obbligo ("sostituto d'imposta" è infatti colui che in forza di disposizioni di legge è obbligato al pagamento di imposte in luogo di altri anche a solo titolo d'acconto - di cui all'art. 64, co. 1 DPR 600/73); per l'Erario, a questo punto, si concretizza uno degli interessi per il quale è stata appunto istituita la figura del "sostituto d'imposta", ovvero la riscossione sicura del tributo. Quindi, a mio avviso, nessuna sanzione perchè non c'è stato nessun inadempimento o violazione. Se, poi, l'amministratore dovesse convincersi, dopo aver già effettuato il versamento della r.a., non resterà che riportare il credito d'imposta nella prossima dichiarazione, optando, nella compilazione del quadro SX, per il rimborso o per la compensazione. Ma, vedrai, che una volta letta la Risoluzione dell'AdE, capitolerà.a
dolores
Scritto da Leonardo53 il 09 Ott 2009 - 16:43:52:
Forse il comercialista in questione è poco commercialista ed ha tanta paura di sbagliare, per cui, come disse Totò aggiungendo virgola, punto e punto e virgola alla fine della lettera: "meglio abbondare che defic [...]
forse hai ragione!aaa ciao, dollya
Leonardo53
Scritto da dolores il 07 Ott 2009 - 21:38:46:
Ciao, Leo...ricordo benissimo la discussione di cui parli...
Grazie Dolly, farò leggere questa ulteriore risoluzione dell'A.d.E., ma purtroppo non sono io che devo convincermi. Se l'amministratore insiste con questa benedetta ritenuta del 4%, possiamo dire che, se nulla è dovuto e noi comunque operiamo una ritenuta del 4% non incorriamo in alcuna sanzione perchè addirittura stiamo anticipando all'A.d.E. una somma non dovuta? Oppure è prevista una sanzione anche se si paga quando non si dovrebbe? a
Leonardo53
Scritto da odisseanet il 08 Ott 2009 - 17:48:05:
dolores e patrizia hanno ragione, la risoluzione dell'ADE ci aiuta in questo.
Che Patrizia e Dolores abbiano ragione è fuori dubbio. Ma se l'amministratore resta sulle sue convinzioni, si fa la fattura con R.A. del 4%, si stacca l'assegno e si va a pagare l'F24, che posso fare io condòmino? Io posso solo assicurarmi che un tale comportamento non provochi sanzioni al condominio. Se così dovesse essere, più che farglielo notare... il resto son problemi dell'amministratore.
Leonardo53
Scritto da dolores il 09 Ott 2009 - 15:39:46:
Ciao, Leo...
Grazie Dolores. Ho già mandato via e-mail la risoluzione all'amministratore affinchè la faccia leggere al suo commercialista. Alla fine stiamo parlando di una R.A. di 25 euro per cui anche se andassero perse non sarebbe un problema per nessuno, ma meglio fare le cose in regola. Forse il comercialista in questione è poco commercialista ed ha tanta paura di sbagliare, per cui, come disse Totò aggiungendo virgola, punto e punto e virgola alla fine della lettera: "meglio abbondare che deficere" a

Registrati
 
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com
Ricerca

Ultime discussioni
  • Fumo di sigarette in chiostrina
  • Revoca giudiziale non comunicata ai condomini
  • Convocazione assemblea su rendiconto errato
  • Pagamento ricerca documenti anno precedente
  • Qual è la procedura formalmente corretta per le dimissioni irrevocabili?
  • Deroga uni10200
  • Inserisci un quesito
    registrati



    Gruppo Condominioweb Srl. Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@condominioweb.com - P. Iva 01473350880 - Privacy