Inserisci un quesito registrati
12-12-2008 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > Ripartizione Spese - Gestione condominiale

Dispersione termica

 
Condominioweb.com forum >
alessia1985
salve abito in un condominio con riscaldamento centralizzato l amministratore mi vuol far pagare una dispersione termica del 60 per cento anche se nn uso il riscaldamento dice che comunque andrei a pagare piu o meno gli stessi soldi solo che di un mese e mezzo ho speso 230 euro tenendolo acceso 2 ore al giorno io voglio mettere una stufa cosa devo fare?e' giusto pagare il 60%per la dispersione termica?aiutatemi per favore ale
gubossa
Scritto da alessia1985 il 03 Dic 2008 - 17:14:45:
salve abito in un condominio con riscaldamento centralizzato l amministratore mi vuol far pagare una dispersione termica del 60 per cento anche se nn uso il riscaldamento dice che comunque andrei a pagare piu o meno gli stessi soldi solo che di un mese e mezzo ho speso 230 euro tenendolo acceso 2 ore al giorno io voglio mettere una stufa cosa devo fare?e' giusto pagare il 60%per la dispersione termica?aiutatemi per favore ale
Tu hai la possibilità di distaccarti dall'impianto centralizzato facendoti sigillare gli attacchi dei tuoi radiatori, ovvero provvedendo personalmente ed inviando una raccomandata all'amm.re notificandogli il distacco. Nella lettera gli dici che il tuo appartamento é a disposizione dei tecnici condominiali per l'apposizione dei sigilli alle valvole e che sei pronta a corrispondere il 20% della spesa complessiva per il consumo di combustibile e l'intera quota millesimale della spesa per la manutenzione, come per legge. La quota richiesta dall'amministratore é spropositata e non corrispondente alla realtà anche nella peggiore delle ipotesi.
gubossa
Scritto da alessia1985 il 04 Dic 2008 - 14:47:07:
per il fatto che gli altri condomini cmq usano e pagano il gasolio che passando attraverso tubi del mio appartamento per andare in quello loro provoca la dispersione termica
Questa valutazione pseudo tecnico-scientifica é assolutamente spopositata. Una aliquota del 20% del consumo é più che proporzionata. Tradotto in millesimi di riscaldamento l'amministratore deve ripartire sui tuoi millesimi una frazione del consumo pari al 20% del combustibile. Tutte le altre spese, invece, saranno ripartite per intero.
gubossa
Scritto da alessia1985 il 06 Dic 2008 - 12:56:09:
io nn so a chi rivolgermi per far calcolare sta dispersione termica lui dice che siccome c era gente che nn accendeva il riscaldamento e nn pagava niente a deciso che deve pagare anche chi il riscaldamento nn lo usa una somma pari a piu della meta del costo dal combustibile perche a dir suo dei tecnici anno calcolato questa dispersione termica del 60% cosi io che avrei una stufa a pellet e potrei risparmiare devo pagare cmq anche nn accendendo il riscaldamento..ovvio che l acqua calda centrali [...]
A fronte di una richiesta a mio avviso pretestuosa ed immotivata, paga solamente la quota del 20%. Dividi l'importo richiesto per 0,6 e moltiplica il risultato per 0,2. Poi vediamo se avrà le carte in regola per agire in giudizio.
Dello stesso argomento
Massi
Scritto da alessia1985 il 03 Dic 2008 - 17:14:45:
salve abito in un condominio con riscaldamento centralizzato l amministratore mi vuol far pagare una dispersione termica del 60 per cento anche se nn uso il riscaldamento dice che comunque andrei a pagare piu o meno gli stessi soldi solo che di un mese e mezzo ho speso 230 euro tenendolo acceso 2 ore al giorno io voglio mettere una stufa cosa devo fare?e' giusto pagare il 60%per la dispersione termica?aiutatemi per favore ale
Scusa, ma cosa sarebbe 'sta "dipersione termica"??? "La fede è più forte dell'evidenza, quindi è un ostacolo alla ricerca della verità".
Massi
Dunque: tu chiudi i termosifoni e lui ti fa pagare il 60% di cosa? "La fede è più forte dell'evidenza, quindi è un ostacolo alla ricerca della verità".
Massi
Tu devi pagare secondo la tua quota millesimale (a mano che il vostro regolamento preveda diveramente) coma da: art 1123 I comma cc. Ripartizione delle spese. Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio [1117, 1122], per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno [11182; disp. att. 68], salvo diversa convenzione. "La fede è più forte dell'evidenza, quindi è un ostacolo alla ricerca della verità".
Massi
Scritto da TIBER il 05 Dic 2008 - 08:16:20:
Se ho capito bene tu sei attaccata all'impianto centralizatto. Usi i caloriferi 2 ore al giorno (lo dicei tu) e l'acqua calda centralizzata.Giusto??? Se è così devi pagare come da regoalmento e l'acqua calda secondo i consumi rilevati dal tuo contatore. La dispersione cosa c'entra????
Infatti. "La fede è più forte dell'evidenza, quindi è un ostacolo alla ricerca della verità".
Massi
Scritto da gubossa il 04 Dic 2008 - 22:14:58:
Questa valutazione pseudo tecnico-scientifica é assolutamente spopositata. Una aliquota del 20% del consumo é più che proporzionata. Tradotto in millesimi di riscaldamento l'amministratore deve ripartire sui tuoi millesimi una frazione del consumo pari al 20% del combustibile. Tutte le altre spese, invece, saranno ripartite per intero.
Guido non è distaccata, semplicemente "non usa". a "La fede è più forte dell'evidenza, quindi è un ostacolo alla ricerca della verità".
TIBER
Se ho capito bene tu sei attaccata all'impianto centralizatto. Usi i caloriferi 2 ore al giorno (lo dicei tu) e l'acqua calda centralizzata.Giusto??? Se è così devi pagare come da regoalmento e l'acqua calda secondo i consumi rilevati dal tuo contatore. La dispersione cosa c'entra???? Saluti. Tiber
alessia1985
salve grazie mille per la risposta volevo chiedere l impianto e ' a gasolio l amministratore mi puo dire qualcosa ?faccio presente che a quello che dice lui anche l acqua calda per la doccia ecc viene da li,dunque chiedo quel consumo e' compreso nel 20%che gli devo cmq corrispondere?o va in aggiunta?la ringrazio infinitamente
alessia1985
lui dice che siccome l impianto e centralizzato la dispersione termica cioe il calore che si disperde dai tubi che passano tra i muri e' del 60% e che io anche se chiudo il riscaldamento devo cmq pagare perche gli altri condomini accendendo il loro fanno pssare l acqua calda anche atraverso i tubi del mio appartamento e dunque indirettamente scaldano un po anche il mio nn so piu cosa fare nn posso pagare cosi tanto e mi trovo a dover fare a meno di riscaldarmi pagando cmq 500 euro per la disprsione termica
alessia1985
per il fatto che gli altri condomini cmq usano e pagano il gasolio che passando attraverso tubi del mio appartamento per andare in quello loro provoca la dispersione termica
alessia1985
Scritto da gubossa il 04 Dic 2008 - 22:14:58:
Questa valutazione pseudo tecnico-scientifica é assolutamente spopositata. Una aliquota del 20% del consumo é più che proporzionata. Tradotto in millesimi di riscaldamento l'amministratore deve ripartire sui tuoi millesimi una frazione del consumo pari al 20% del combustibile. Tutte le altre spese, invece, saranno ripartite per intero.
io nn so a chi rivolgermi per far calcolare sta dispersione termica lui dice che siccome c era gente che nn accendeva il riscaldamento e nn pagava niente a deciso che deve pagare anche chi il riscaldamento nn lo usa una somma pari a piu della meta del costo dal combustibile perche a dir suo dei tecnici anno calcolato questa dispersione termica del 60% cosi io che avrei una stufa a pellet e potrei risparmiare devo pagare cmq anche nn accendendo il riscaldamento..ovvio che l acqua calda centralizzata la pago ma nn capisco sta dispersione termica e nn so a chi rivolgermi per verificare che tutto questo sia lecito e che nn sia una sua manovra in quanto l amministratore e anche inquilino e nn puo mettersi una stufa nel suo appartamento allora a fatto sta manovra perche senno doveva pagare tutto lui..aiutoooo...io intanto sto al freddo e spendo cmq 500 euro...
alessia1985
Scritto da gubossa il 06 Dic 2008 - 13:27:52:
A fronte di una richiesta a mio avviso pretestuosa ed immotivata, paga solamente la quota del 20%. Dividi l'importo richiesto per 0,6 e moltiplica il risultato per 0,2. Poi vediamo se avrà le carte in regola per agire in giudizio.
salve grazie per l aiuto ieri sn andata a chiedere la carta del tecnico che a deciso questo 60%di dispersione e lui a detto che nn e venuto nessun tecnico ma che l a deciso lui..e prima la dispersione termica nn c era..ora continua ad aumentarla di anno in anno lui di propria iniziativa.chiedo a voi io per legge oltre al gasolio che consumo per l acqua calda es(doccia piatti ecc,)devo cmq corrispondergli qualcosa per il riscaldamento anche se nn lo uso?mi sapete citare la legge esatta di modo che posso andare da lui con delle carte che provano che nn e legale quello che sta facendo?vi prego rispondete e grazie infinite ancora..
filippo04
Nel merito dei costi di dispersione fornisco le seguenti informazioni:abito in un condominio asservito da un sistema di riscaldamento centralizzato a gas e con contabilizzazione individuale del calore.Orbene a fronte di un costo complessivo annuo di 27.000 euro e di potenziali 300.000 kwh fornibili dalla caldaia quelli misurati invece dalle centraline sono esattamente la metà e cioè circa 150.000 il che fa supporre che la dipersione e/o rendimento del sistema sia il 50% del costo complessivo e quindi giustificabili certe richieste da parte degli amministratori.Ho chiesto al ns amministratore di far intervenire comunque un professionista per la spiegazione di questa dispersione.Va detto poi che una caldaia autonoma ha una dispersione che forse è il 5:10% max. Filippo Casagrande
 
Registrati
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com
Ricerca

Ultime discussioni
Inserisci un quesito
registrati



Gruppo Condominioweb Srl. Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@condominioweb.com - P. Iva 01473350880 - Privacy