Inserisci un quesito registrati
 07-07-2009 Condominioweb.com Condominioweb.com forum > Ripartizione Spese - Gestione condominiale

Acqua consumi anomali

 
Condominioweb.com forum >
bat900
Buongiorno a tutti. Abito da solo in un piccolo appartamento all'interno di un condominio di sei appartamenti simili in cui c'è un contatore generale dell'acqua da cui l'azienda fornitrice (Publiacqua) esegue la lettura per la bolletta. Poi l'amministratore legge i contatori individuali posti nel vano scale (non convenzionati con l'azienda) e ripartisce le spese annualmente. Gia da un paio di anni ho notato per parte mia un consumo elevato tanto che ho pensato a perdite occulte. Cosi l'anno scorso dopo aver pagato ben 204 euro e notando una disparità rispetto ad altri ho pensato a fine giugno di prendere nota personalmente del consumo indicato dal mio contatore. Quest'anno pochi giorni fa c'è stata la chiusura del bilancio e la mia quota è salita a piu del doppio: 442 euro! ma il consumo annuo che ho calcolato personalmente è normale, si tratta di circa 100 metri cubi Cio significa che rispetto alla tariffa di Publiacqua (ovvero alla fascia di consumo che mi riguarda) io vengo a pagare circa 4 volte e mezzo la cifra che mi spetta, infatti ,come è riportato nel sito di publiacqua, la mia tariffa è di 1,01 euro al mq. publiacqua .it/it/noi_e_acqua/tariffe.php Che ne pensate ,vi sembra normale? Spero in un vostro intervento per farmi un idea piu precisa. Grazie dell'attenzione . saluti Bat
prociotta
Scritto da giani ges il 18 Lug 2009 - 05:19:12:
Chi presta un servizio pubblico è soggetto all'accesso atti. Chieda per iscritto copia delle fatture all'ente erogatore.
non sono più municipalizzate ... sono private
prociotta
Scritto da bat900 il 20 Lug 2009 - 01:10:40:
... Quindi io in quanto semplice condomino non posso accedere autonomamente a documenti che mi riguardano personalmente.Non capisco... L'amministratore giustamente ha la delega per disporre di quei documenti ma io non voglio disporre di niente,chiedo solo di essere informato. Non mi sembra giusto dover chiedere il permesso all'amministratore per accedere a informazioni sulla mia bolletta ...
ma è così difficile il giorno dell'assemblea o qualche giorno prima, chiedere di vedere le bollette, fare la somma e verificare se corrisponde alla somma addebitata ? e nel consuntivo inviato non c'è il calcolo del riparto dell'acqua ? non ci credo nemmeno se lo vedo ... o ancor meglio perchè non la smettete di scegliere gli amministratroe a testa di c...o e non vi decidete ad aprezzare e tenervi stretti quelli che le spese ve le fanno vedere sempre tutte, senza nemmeno chiederlo ? perchè quando avete un amministratore così, non lo scusate per nulla ...
prociotta
Scritto da bat900 il 20 Lug 2009 - 15:14:40:
Prociotta ,il calcolo di ripartizione c'è e mi è stato inviato insieme alla convocazio dell'assemblea annuale all'inizio del mese. Eccolo qua: il totale acqua è €.1142,39 cosi ripartito tra condòmini: 1) 402,18 2) 14,16 (residente non abituale) 3) 442,06 ( io ) 4) 118,97 5) 39,89 (residente non abituale) 6) 124,63 (residente poco abituale) ...ora,qui si parla di euro, io mi chiedo,dove sono i metri cubi? Che sistema di calcolo è stato usato perche risulti che io,che ho un co [...]
tu hai postato la colonna degli addebiti, non il calcolo quindi o non c'è o tu non sai vederlo non dirmi che impossibile che tu non sappia vederlo, perchè spesso mi dicono, non ci sono i mc invece ci stanno e non li vedono ------------------------ io non sventolo le bollette io in assemblea faccio vedere tutte le fatture bollette comprese, ad una persona che poi firmerà il verbale come presidente e/o segretario quindi questa persona dice all'assemblea che stà guardando la fatt di tizio per quanto indicato nel consuntivo con scritta la voce indicata nel consuntivo mentre relativamente alle bollette, vede che la somma delle bollette corrisponde all'addebito nel consuntivo se qualcuno vuole controllare come l'azienda dell'acqua ha calcolato le bollette se sono in ufficio faccio la copia delle bollette (finita l'assemblea per non bloccare tutti) se sono presso il condominio mi segno di mandagliele tutto molto banale, nulla di complicato e/o segreto Modificato Da - prociotta il 21 Lug 2009 15:07:52
Dello stesso argomento
giani ges
Chi presta un servizio pubblico è soggetto all'accesso atti. Chieda per iscritto copia delle fatture all'ente erogatore.
giani ges
La L. 241/90 e successive modifiche e/o integrazioni. Nella Carta dei Servizi di Publiacqua è previsto tale possibilità, in quanto è un obbligo di Legge per gl'erogatori di pubblici servizi. Ovviamente, se l'utenza è intestata a terzi, occorre al delega dei medesimo e la relativa fotocopia della carta di identita del delegante.Il tutto puo' essere inviato tramite fax.
giani ges
Non ha importanza se sono società private, volgendo un servizio pubblico sono soggette alla 241/90 e devono avere la Carta dei Servizi.
caval
Scritto da bat900 il 15 Lug 2009 - 00:25:13:
a mia tariffa è di 1,01 euro al mq.
Ne penso che prima cosa hai sbagliato a leggere la colonna, cioè devi guardare quella in fondo a destra, che comporta 1,86 +iva = 2,05 euro al metrocubo Poi non so se hai considerato la Quota Fissa di circa 26 euro annui. Quindi ipotizzando 100 metricubi arriviamo circa ai classici 230 euro di cui dicevi nel 2008. Come mai ci sia circa il doppio tra il 2008 ed il 2009 non lo capisco. DAlle mia parti ad esempio, si sono inventati di far pagare una quota maggiore ai non residenti, e l'anno scorso hanno quindi imposto un conguaglio retroattivo di alcune annualità, con bollette stratosferiche a chi risultava non residente.
caval
quote:
-bat900 il 15 Lug 2009 - 14:20:17- Se invece avessi una utenza singola (con contatore omologato )pagherei la tariffa che dicevo? cioe 1,01 euro al mc
No Non non c'entra nulla se tu avessi l'utenza singola fatturabile, piuttosto che l'utenza aggregata condominiale. Andresti a pagare la prima colonna senza le altre due, unicamente se tu ti trovassi in aperta campagna con lo scarico del gabinetto a perdere nei campi oppure raccolto a tenuta stagna in una grande cisterna da svuotare periodicamente tramite autobotte. Se invece come immagino tu abiti in una normale città o paese con tubazione delle fognature comunali, allora devi pagare in bolletta anche lo smaltimento delle fognature (servizio integrato perché si considera dall'ingresso dell'acqua da bere fino all'uscita dal gabinetto). Il discorso di farsi una fatturazione ufficiale singola propria, servirebbe unicamente per non dover discutere sulle ripartizioni e suddivisioni che fa l'amministratore e i relativi bisticci cronici con quelli del piano di sopra e di sotto...
quote:
Il caso degli inquilini non residenti non mi riguarda,io sono residente abituale,
Ripeto non so se sia applicabile anche nela vostra zona. Però occhio non importa che cosa tu sia nella realtà dei fatti ;-) importa quello che risulta nell'archivio dell'Ente Fornitore Publiacqua. Siccome qui da noi in toscana Ato6, hanno mandato a chiedere ad ogni appartamento di fornire tramite l'amministratore la propria dichiarazione, se mettiamo il caso nel tuo caso ve ne siete dimenticati e la dichiarazione non è pervenuta per qualsisi motivo nei tempi dovuti, loro ti considerano come utente non residente e mettono la maggiorazione nella fattura. Non so dirti se anche Publiacqua fa queste differenziazioni. Comunuqe nel caso dovrebbe essere verificabile nella ultima bolletta. Dovresti chiedere all'amministratore di controllare questo aspetto sulla vostra bolletta condominiale. (ammesso e non concesso che sappia leggere la bolletta).
caval
Scritto da bat900 il 15 Lug 2009 - 23:53:56:
ho il diritto di pretendere di pagare solo la cifra che risulta e non una lira di piu?
La ripartizione di una unica bolletta condominiale ha sempre alcuni aspetti non bene valutabili, ad esempio la somma dei sottocontatori individuali non darà mai una cifra uguale al contatore generale, questo per ragioni fisiche di tolleranze, ed inoltre spesso ci sono le cannelline per la pulizia della scale ecc. ecc. quindi viene preso in esame un metodo standard per quel condominio per suddividere la differenza tra le somme parziali ed il totale. Se poi consideri che in un anno alcune sono bollette di acconto presunto e quelle vere di conguaglio possono mandarla una all'anno, i calcoli è sempre più difficile che tornino esatti, qualche apaprtamento potrebbe sforare in una fascia superiore oppure nella fascia più bassa ma questa cosa non si vede dal contatore generale. Insomma il sistema non può essere perfetto. Magari non pagare il doppio od il quadruplo magari questo sì... Cerca in archivio, troverai molte vecchie discussioni sulle ripartizioni ed i vari metodi usati.
caval
Scritto da bat900 il 17 Lug 2009 - 13:57:43:
Chiederò di farmi avere una copia delle ultime bollette in modo che possa farle vedere a qalche esperto
Certo penso proprio che la documentazione delle vostre bollette condominiali dovrebbe fartele vedere. Aspetta il commento di qualche amministratore più esperto ma non vedo perché non dovresti richiederle ed di conseguenza ottenerle. Sulla faccia strana che aveva fatto l'impegata davanti al terminale, forse si è accorta che non tornano il numero degli appartamenti e/o dele cannelline condominiali, non torna con quanto aveva dichiarato l'amminisrtatore. Ed allora potrebbero risultare sfasate sia la somaa delle quote fisse pro-capite (le famose 26 euro annuali cadauno), oppure potrebbero essere sfasate le fasce di scaglione di consumo attribuite mediamente un tanto per ciascun appartamento dall'Ente. Nelle mie fatture in alto a sinistra c'è il riepilogo Utenze finali: 7 unità domestico residente: 6 unità non domestico: 1
caval
quote:
-giani ges il 18 Lug 2009 - 05:19:12- Chieda per iscritto copia delle fatture all'ente erogatore.
Quando chiesi un duplicato per una fattura intestata a mia madre, l'impiegata ha voluto la delega scritta dell'intestatario o rappresentante, cioè di mia madre, anche se era evidente che io abitavo alla sua stessa via civico ecc. Probabilmente hanno queste disposizioni, ed allora bat900 avrebbe bisogno della delega del simpatico amministratore omertoso, e siamo punto a capo... :-(
quote:
-bat900 Inserito il - 18 Lug 2009 : 01:59:40- Il discorso delle famose 26 € annuali caduno non mi torna
CApisco che possa essere antipatico da accettare, ma (almeno da me) fanno in questo modo. Altrimenti ci sarebbe una discrepanza di trattamento (anticostituzionale?) tra chi ha la fatturazione singola e chi ha la fatturazione aggregata condominiale. Tutto comunque ti sarà (dovrebbe essere) evidente non appena metterai gli occhi su questa bendetta fattura... P.S. dimenticavo:
quote:
Mi chiedo: se risultassi non residente e quindi con bolletta maggiorata posso considerare colposo o colpevole l'amministratore?
Prima di tutto non sappimo se anche da te sia vigente questa cosa. Leggendo quella tabella in .pdf con le righe gialle su sfondo celeste sul sito Publiacqua non se ne vede accenno, forse da voi non vale (anche perché è una cosa cervellotica dificilissima da gestire). Non lo avevi domandato all'impegata? Seconda cosa, ammesso sia vigente anche da voi, bisognerebbe vedere come sia andata o non andata la richiesta di informazioni da parte dell'ente e dell'aminstratore. Magari chi non rispondeva veniva automaticamnte inserito nei non residenti, e tu non avevi fatto caso a quella specifica e strana richiesta. Boh... Aggiornamento: a leggere qui: [url] publiacqua .it/clists/cfiles/22/Prospettodeterminazioneunitacondominiali.pdf[/url] parrebbe che da voi non esista la differenziazione tra DomesticoResidente contro DomesticoNONresidente. Meglio così è tutto molto più semplice, comunque se chiedi all'impiegata allo sportello ti togli ogni dubbio. Modificato Da - caval il 18 Lug 2009 17:54:59
caval
quote:
-bat900 il 22 Lug 2009 - 15:36:24- effettivamente Daneb gli anni scorsi ci sono state contestazioni dell'amminsiatratore contro l'azienda publiacqua per via di bollette troppo alte di cui lui ci riferiva indignato.
La faccenda si fa ancora più intrigata, mi sa che sia impossibile venirne a capo a distanza qui dal forum, Comunque mi parrebbe una ragione ancor più valida per farvi consegnare le fotocopie integrali delle ultime bollette. Altrimenti viene sempre più il sospetto che si sia comportato male (magari scegliendo la strada più semplice di fare alcuni addebiti a casaccio per dirimere velocemente una situazione intrigata)
quote:
2) la quota fissa ... si tratta di € 23,37 come dici te Daneb o € 26 come dice Caval?
Questa è facile : a 23,3700 + 10,0000 % 2,3370 = 25,7070 T dipende se ci consideri oppure no, la Imposta sul Valore Aggiunto
caval
Scritto da bat900 il 23 Lug 2009 - 14:18:18:
le vostre risposte mi sono di molto aiuto.
Mi è venuta una ideona... Prima di affrontare l'amministratore, vai da un tuo conoscente o parente o collega di lavoro che sia servito dallo stesso ente Publiacqua e fatti leggere la loro fattura, meglio se è di un palazzo condominiale, così potrai far pratica con le singole voci e modi di raggruppamento. Potresti in brevissimo tempo diventare più esperto del tuo amministratorea [url] publiacqua .it/it/noi_e_acqua/12_list_lista_details/noilistdetail6.php[/url] [url] publiacqua .it/clists/cfiles/7/bolletta.pdf[/url] dove ad esempio si vede che per arrivare al totale 9,98 della Quota Fissa si deve fare la opportuna moltiplicazione per 5 che sono il numero utenze del loro esempio. Un altro esempio di un altro Fornitore ad esempio il mio [url] asaspa .it/asasi/bolletta/2.php[/url] si basa però su presupposti diversi e per te risulta meno interessante, tra l'altro fa vedere una fornitura singola.
caval
quote:
-bat900 il 24 Lug 2009 - 03:12:16- Questo mi sembra in contrasto con quello che dice Daneb ossia circa 1 euro a mc.
Quello che dice Deneb tramite i calcoli, è la spiegazione pratica di quel concetto che a voce in parole povere si esprime col fatto che è impossibile che il conteggio della somma delle singole quote individuali da pagare è impossibile che torni col conteggio dell'unico contatore generale. (in genere si spende meno con la bolletta unica condominiale, rispetto ad avere tutte bollette singole) Allora si conteggia come se ci fosse un costo virtuale al metrocubo, virtuale perché viene fuori dalla divisione tra totale consumato in metri ed il relativo costo addebitato in bolletta. Facendo la divisione euri/metricubi viene fuori un costo pratico che è diverso da quello ipotetico teorico. Questo accade perché nei palazzi condominiale ci sono esuberi disponibili di fascia bassa che, leggendo solamente il contatore generale, vengono passati ad altro appartamento riduendone la sua fascia alta. (un po' il concetto della media statistica tra chi mangia due polli e chi muore di fame, con la media di un pollo vi portano un conto medio, mentre se fosse risultata una scorpacciata di due polli gli avebbero portato un conto stratosferico)
quote:
link sulla bolletta però qui sono un po perplesso:
Potrebbe essere che l'esempio del sito PubliAcqua sia un esempio teorico fatto con una simulazione alla tastiera del tutto ipotetica e quindi lontana dai casi pratici. Serve unicamente per vedere come si fanno le divisioni e le moltiplicazioni. Ma non è detto che ci siano le tariffe ed i consumi reali di un vero palazzo aggiornate ad oggi. Serve per far vedere come si devono fare i calcoli. Per un confronto con situazione reale, infatti ti avevo suggerito di farti vedere una reale bolletta di un reale condominio, e che non sia neanche troppo vecchia nel tempo indietro.. Modificato Da - caval il 24 Lug 2009 10:56:01
deneb
Caro bat 90. ll tuo amm/re fà i calcoli come faceva il nostro ex/amm.re. Coi suoi rendiconti ci illustrava che lui li effettuava con un Programma " xyz "...che includeva il calcolo a fasce ecc.. Troppo bravo, troppo convincente e noi "boccaloni" avevamo pagato in 2 anni (12 condomini) 510 € in + di acqua rispetto al Gestore locale. Il nostro Gestore, a mia semplice richiesta, mi aveva trascritto su un foglio tutti i dati (relativi all'anno di consumo)rilevati dal computer, spiegandomi anche come interpretare i calcoli ecc.ecc..e senza storcere il naso anche se aveva notato disuguaglianze (come nel tuo caso). Anche se ero soltanto un utente/consumatore. Il nostro Gestore (considerati analoghi i tuoi dati)calcola l'acqua così: -consumo 1^ fascia m/3 60 x 12(condomini)= 720m/3 x 1,243= €894,96 (compresa Iva 10%) -consumo 2^ fascia m/3 90(=61-150) x12 = 1080m/3 x 2,046=€2224,80 (compresa Iva). ..le successive fasce non venivano conteggiate perchè il consumo del nostro condominio non raggiungeva o superava il consumo di 1800 m/3 (720 +1080). Prova a fare i calcoli dei vostri consumi e capirai perchè vi sono differenze a vostro svantaggio(per erronei calcoli dell'Amm/re). Potrai constatare che voi 6 condomini,supponendo che consumiate al massimo 1200m3,(200m3 pro capite) dovreste pagare 360m3(60x6)=€ 447,48 e 840m3=1718,64. E quindi ripartire, di nuovo a fasce secondo i rispettivi consumi, facendo "quadrare" l' importo con quello dell'Ente Gestore. Altrimenti succede che (se si fanno i calcoli come faceva il nostro ex/amm.re) il Gestore faccia pagare,ad esempio 1000m/3= €1100 e l'Amm/re faccia pagare 1000m/3 € 1.300. aaa
deneb
Buongiorno bat 900. Il tuo calcolo è quasi perfetto, cioè "zoppo"aa..e ti spiegherò perchè. Col tuo calcolo si determina l'esempio a cui mi riferivo (1000m/3=€1300, anzichè 1000/m3=€1100) Per semplicità di calcolo stabiliamo che le aliquote: €/m3 1,243 (1^fascia,compresa Iva 10%) e di seguito €/m3 2,046 (2^f),3,256(3^f), 4,442(4^f) siano arrotondate rispettivamente in € 1, €2, €3, €4. (trascuriamo la quota fissa € 23,37 pro-capite). Stabiliamo che il Distributore o Gestore(D/G) emetta la seguente bolletta, così dettagliata: - Utenza n° 328- Cond. 6 - Consumo 560 m/3 pari ad € 760 così calcolati. m/3 60*6 = 360 pari ad €1(1^f)*360 = €360 m/3 90*6 = 540 consunti 200/m3,pari ad €2(2^f)*200 = €400 m/3 50*6 = 300 cosunti n.n.........................= € 00 m/3>200 = consunti n.n........................= € 00 ---------------------------------------------------------- TOTALE m/3560 = €760. Il D/G considera l'Utenza come soggetto unico, cioè che sia solo un consumatore a beneficiare del servizio. In seguito sarà l'Amm/re ad effettuare la ripartizione equamente. L'Amm/re ricevuta la bolletta agirà così: -) rileva i consumi dai contatoridi ciascun condomino e gli risulta che i consumi sono: 1)m/c. 00, 2)m/c.35, 3)m/100(come bat900), 4)m/c.170, 5)m/c.230, 6)m/c.25.TOTALE m/c. 560. Ripartizione: 1^ fascia 2^fascia 3^fascia 4^fascia 1) m/c. 00 = 00*€1=00................................ =€ 00 2) m/c. 35 = 35*€1=35 .............................. =€ 35 3) m/c.100 = 60*€1=60, 40*€2= 80.................... =€ 140 4) m/c.170 = 60*€1=60, 90*€2=180, 20*3= 60.......... =€ 300 5) m/c.230 = 60*€1=60, 90*€2=180, 50*3=150, 30*4=120..=€ 510 6) m/c. 25 = 25*€1=25.................................=€ 25 -------------------------------------------------------------- TOT.m/c.560 =.............................................€1010. La ripartizione è in contrasto con la fattura del D/G. In essa non è stata calcolata la 3^ e la 4^fascia e vi è una differenza di 250 € sul totale a scapito del consumatore. E quindi...: - nella 1^ fascia sono stati calcolati 240m/c. anzichè 360(come da D/G), nella 2^ 220, anzichè 200(come da D/G)ecc. ecc. quindi si devono riproporzionare i m/c. delle fasce , impostando la seguente proporzione: Dati per l'impostazione;(360-240)= 120m/c. mancanti nella prima fascia,220 quelli calcolati sulla 2^per cui: 220:40=120:x x=22(arr.) 220:90=120.y y=49(arr.) 220:90=120:Z z=49(arr.) ----------------------- Tot.220 120 dove x=m/c. da accreditare al cond.3 (bat900),in fascia 1^ dove y=m/c. """""""""""""""""""""" 4..........""""""""""" dove z=m/c. """""""""""""""""""""" 5..........""""""""""" si otterra così la seguente modifica alla ripartizione su accennata. 1^ fascia 2^fascia 3^ fascia 4^ fascia 1) m/c. 00 2) m/c. 35 3) m/c. 82 (60+22), 18(40-x) 4) m/c. 109 (60+49), 41(90-y) m/c.20 5) m/c. 109 """"" , 41(90-z) m/c.50 m/c.30 6) m/c. 25 ------------------------------------------------------- Tot.m/c: 360 100 70 30 ..ora mancano in 2^ fascia 100m/c.,che corrispondono a quelli calcolati in 3^ e 4^. Senza impostare alcuna proporzione basta trasferirli in 2^ fascia, per cui la ripartizione definitiva sarà: 1) m/c. 00*€1 = € 00,................... 2) m/c. 35*€1 = € 35,................... 3) m/c. 82*€1 = € 82 , m/c 18*€2 = € 36 4) m/c. 109*€1 = € 109 , m/c 61*€2 = € 122 5) m/c. 109*€1 = € 109 , m/c121*€2 = € 242 6) m/c. 25*€1 = € 25.................... ----------------------------------------------- TOT.m/c. 360 = € 360, m/c.200 = € 400 "" 200...........................€ 360 _______________________________________________ m/c. 560 = € 760 c.v.d. . Per cui, nel tuo caso se rifarai i calcoli con la reale tariffa avresti dovuto pagare € 138,75 anzichè € 156,42. Ovviamente gli Amm/ri usano Programmi di Excell per fare i conteggi. Ma quello che ho illustrato sopra è elementare e alla portata di chi non può o non sa usare Excell. Il calcolo non tiene conto di anormali situazioni. Se si confronta la fattura telematica ,attraverso il Rendiconto Bancario o il Rendiconto di Gestione non dovrebbero esservi disuguaglianze se i calcoli son stati fatti correttamente. Ciao aaa
deneb
bat 900. Il mio non è un calcolo ipotetico. E' un calcolo di verifica se il totale collima con quello dell'Amm/re. Cioè: "..se l'Amm/re non ha il computer o gli si guasta, come fà "?? ..e ancora. Se l'Amm/re non imposta nel programma l'espressione aritmetica completa succede come era successo a noi . Il D/G inviava la bolletta : - 1000m/c. €. 1000 L'ex Amm/re rendicontava : - 900m/c. €. 1100... (non è un assurdo??) Con l'attuale Amm/re non ci serve il controllo su controllo perchè non ha nulla da nascondere e quindi ci mostra in Assemblea , tutte le fatture, acqua compresa. PERFETTISSIMO ciò che dice prociotta nella sua del 20 luglio.aaa
deneb
caro bat 900. Lo "specchietto" che ti avevo comunicato si riferiva ad un campione "Esempio" di un consumo di 560m/c. di un Utenza di 6 condomini, ESCLUSO le Spese fisse pro-capite Come hai potuto constatare occorrono due dati essenziali, (ovviamente oltre le Tariffe). 1°- I consumi singoli in m/c., "2°- La base per impostare la ripartizione, cioè il primo specchietto. Alcuni amm/ri usano solo il primo specchietto e non vanno oltre per "sbadataggine"...Il tuo Amm/re avrà si speso la cifra che tu dici, però hai sacrosanta ragione nel pretendere che la ripartizione sia stata equa. E non che sia stato adottato il sistema "figli e figliastri". Da quanto mi pare di avere capito. I miei calcoli sono poco comprensibili perchè non son stati scritti ben in colonna. Rimedierò. Fammi sapere i m/c. segnalati da ogni singolo contatore e quindi dal totale si ricaverà l'esatto importo che dovrai per 100m/c.(o quelli che hai consumato)che molto probabilmente sarà ancora diverso da € 138,75. Come vedi ho fatto i casi di chi consuma niente, chi poco e chi molto. Il nostro amm/re a chi consuma nulla fà pagare solo 2 € per nolo contatore e la quota parte in caso di spese per manutenzione che il D/C ci addebita.aaa
deneb
bat900. Dall'elenco spesa che hai comunicato, rimango molto perplesso. Premetto che,dagli esempi che ti avevo prodotto, avevo usato per i calcoli le Tariffe del 2009 anzichè quelle del 2008, ma la differenza è irrilevante, cioè l'esatto contrario di quelle prodotte dal tuo Amm/re. Come mai il condomino n°2 non paga per intera la Quota fissa (23,37)?? Nel nostro condominio , 11 condomini su 12 consumiamo da 900 a 1000mc annui. Come mai voi soli 4 su 6 consumate circa 300mc + - ?? (ammesso che la media del costo sia €1*mc.). Il nostro Gestore lo prezza €0,95/mc. tutto compreso. Ritengo che l'eccessivo consumo non sia dovuto a dispersioni altrimenti il maggior costo sarebbe stato suddiviso in parti uguali fra i 6 condomini. Il che non si nota, visto che alcuni non pagano neppure la quota fissaaa Per caso sarà che all'Amm/re risulta che non avete pagato l'acqua l'anno precedente?? E' proprio il caso di dire.."qualcuno o qualcosa ha fatto acqua da tutte le parti"aa. Oppure ."alla luce dei fatti ci vedo poco chiaro"aa Hai mille motivi di pretendere rettifiche, giustificazioni ecc.ecc. Ciao, vedrai tutto si risolverà.aa
deneb
bat 900. Ti farò alcuni calcoli (non ipotetici) e in modo più chiaro possibile. Inanzitutto io ho calcolato in modo approsimato il costo MEDIO di un mc in rapporto ai consumi del nostro condominio. Secondo i tuoi calcoli tu paghi 4,42 €/mc. Vediamo la differenza fra i nostri 2 calcoli.Risolviamo il problema con più precisione. E' ovvio che la condizione essenziale per determinare il cost€/mc è quella di avere tre dati -) Tariffa, -) mc, -)importo totale. Di questi dati ne abbiamo solo due, cioè ci manca il consumo totale dei mc. RISOLVIAMO il problema: -(se alcuni notano che commetto errori mi correggano) 1°) Dalla spesa totale € 1.141,89 sottraggo € 140,22. -140,22 è il prodotto della Quota fissa 23,37x6condomini. Anche se risulta che al condomino n° 2 non é stata addebitata, non importa perchè qualcuno deve averla pur pagata in sua vece. 2°) € 1141,89 - € 140,22 = € 1001,67, 3°) Da € 1001,67 sottraggo l'I.v.a. (10%) 4°) € 1001,67 - € 91,07 = € 910,60. Applico le Tariffe del 2008 onde determinare a qunti mc corrispondono € 910,60: 5°)- 1° scaglione, mc.00 /80 = € 1/mc. 80 x 6(condomini) = 480 m/c , mc(480:1)=mc 480 6°)- 2° scaglione, mc 81/150 = € 1,73/mc. 70 x 6 = 420 m/c . mc(420:1,73) = mc 242,77 7°)- 3° scaglione, mc 151/200 = €.2,83/mc mc(10,60 : 2,83)= mc. 3,74 8°)- VERIFICA: € (480 + 420 + 10,60)= € 910,60 mc (480 + 242,77 + 3,74 )= mc 726,51 RISULTATO: € 910,60 corrispondono a mc 726. 2° PROBLEMA - Quanto costa 1 mc d'acqua?? Risultato: €. ( 910 : 726) = € 1,25/mc. (esclusa.o I.v.a. e Quota fissa) ed € (1142 : 726)= € 1,57/mc. (inclusa I.va e Quota fissa.) Con quest'ultimo dato (€ 1,57) svolgiamo la Ripartizione: Condomino 1) mc 256 """"""""" 2) "" 9 """"""""" 3) "" 281 """"""""" 4) "" 76 """"""""" 5) "" 25 """"""""" 6) "" 79 --------------------- Tot. mc 726 aaaaa
deneb
caro bat 900. Aggiungo: " ..se dici che hai consumato 100mc/(+-), come mai ti sono addebitati 281 mc"??. Differenza 181 mc in più pagati cadauno €. 1,57 pari ad €. 284..(pagati in +)aaa. Per forza che la tua media sale a €.4,42/mc. Comunque sono molto scettico sul fatto che nella vostra Zona il costo €/mc sia così alto. Nella nostra Zona varia da 0,95 ad 1,.. a seconda delle annate, in rapporto ai nostri consumi. Inoltre mi pare di capire che la teoria dello "scarica-barile" sia stata attuata nei confronti dei Cond. 1), 3).. e non facendo pagare l'intera Quota al cond. 2). Ribadisco il fatto che al tuo Amm/re ,gli fà MOLTO COMODO celare od occultare l'indicazione dei m/c consunti nel tuo condominio, ma con l'Aritmetica ("Scienza perfetta") nulla si può nascondere. Per cui, il detto Amm/re, deve dimostrarti 2 dati essenziali: 1° -che il consumo totale sia di 726 mc. ed in PARTICOLARE che, 2° -che il TUO consumo singolo sia di 281 mc.. Ciao, contento d'esserti utile. Tienimi informatoaaaa
deneb
caro bat 900.Anche caval ha capito il mio concetto. Il mio Amm/re fà i calcoli (con Programma che utilizza con Excell). Anche se i suoi calcoli collimano con quelli del Gestore(mc. ed €.) mi sottopone i suoi calcoli per una "verifica", perchè è del mio avviso che all'interno dei calcoli ci possano essere discrepanze. Ad esempio:- se un condomino deve pagare 20 € e ne fà pagare 18, e l'altro ne deve pagare 32 ma ne fà pagare 30, il totale è giusto di €50, però uno ha pagato di meno e l'altro ha pagato di più. Teoria dei polli espressa da Caval. Il mio Amm/re ha fiducia dei calcoli che faccio io , in modo elementare. Sappi che ho solo la 3^ Elementare. Per quell'epoca era già tanto.(anno 1942) ,per ovii motivi... Dice bene Caval, ti ha consigliato (precedendomi)di informarti in Zona presso parenti, conoscenti,amici ecc. ecc. Fatti mostrare le loro bollette, che senz'altro sono state emesse dal tuo Gestore, fà i raffronti o confronti di calcolo..e vedrai. Senz'altro è rimasto in sospeso qualche conto (o "debito") nei confronti del tuo Gestore. Sempre, come dice caval, si deve tener conto anche delle differenze fra le letture del contatore generale e quelle dei contatori singoli, i tempi delle letture fra gli uni e gli altri rispetto ai periodi precedenti, le Tariffe o le decorrenze delle loro variazioni ecc. ecc. Come vedi i calcoli sono più complessi e articolati di come tu possa credere. Ma son problemi risolvibili...Se te lo garantisco io!!.. Se al tuo Amm/re gli farai notare che hai riscontrato ingiustizie nei tuoi confronti egli stesso converrà a soddisfare le tue esigenze. O ti fornirà valide giustificazioni (..chissà, ma ci credo poco..). Ciao aaa
deneb
caro bat 900. Nel mio ultimo messaggio, con i calcoli, non li avevo completati a 360° i calcoli, di proposito per non confondere troppo. Ti faccio un semplice esempio: Da calcoli finali e più precisi (non è il caso di elencarli)mi risulta che : - (SUPPONENDO che il consumo acqua del condominio sia veramente di 726 m/c). Il condomino 1) deve pagare mc 145 ad € 1*mc. e 111 ad € 1,73*mc, + I.v.a. 10 % + Quota fissa € 23,37- Totale € 394,10 MEDIA : € (394 : mc 256) = 1.53/mc. Il condomino 3) ..mc145 in in 1^ fascia (€1/mc) e 136 in 2^ fascia, + ecc ecc; Totale € 440,80 . MEDIA € 1,56/mc. Come vedi le MEDIE si diversificano di poco perchè i consumi dei due condomini sono quasi analoghi. Ho fatto l'esempio dei due condomini che (solo loro) hanno "sforato" lo scaglione della prima fascia (00-80)e che perciò hanno determinato il rialzo della MEDIA nel complesso. Ciaoaaa
bat900
Caval molte grazie della tua risposta, quindi la tariffa che mi riguarda è quella la cui voce è: "quota variabile tariffa servizio idrico integrato" Questo perche non ho una utenza singola con l'azienda fornitrice? Se invece avessi una utenza singola (con contatore omologato )pagherei la tariffa che dicevo? cioe 1,01 euro al mc piu la quota fissa e piu iva che non avevo calcolato? Se è cosi sarei interessato ad allacciarmi direttamente con publiacqua anche se so che ci sono problemi di posizionamento contatori,(pare che debbano essere messi fuori del fabbricato) Sarebbe certamente vantaggioso per me e anderei a pagare l'acqua,se non 4 almeno 3 volte di meno.Giusto? Il caso degli inquilini non residenti non mi riguarda,io sono residente abituale, ciao e grazie
bat900
PS ah dimenticavo...... soprattutto non ci sarebbero brutte sorprese come quella di pagare comunque sia il doppio del consumo e ...sospetti di disparita ....
bat900
Scusa Caval non avevo inteso,mi sembra un informazione molto utile , andrò a verificare. Ma non dall'amministratore perche.....bè non so se lui sa leggere una bolletta ma quello che è certo è che mi ha fatto pagare ben 4 volte di piu rispetto a un mio coinquilino anch'esso residente abituale,mi sembra una presa per il c. (anzi per il m.c.) Gli altri 2 inquilini residenti abituali hanno avuto anch'essi quote elevate ma non quanto me. Insomma pare che qui si va a simpatie e io non ho un gran filing con gli amministratori (pare) quindi penso che andrò direttamente da Publiambiente per vedere di capirci qualcosa. Ora mi viene in mente un 'altro quesito: se la mia tariffa è di 1,86 al mc piu iva e se accerto il mio consumo (per es. facendomi fare ricevute ad ogni lettura) ho il diritto di pretendere di pagare solo la cifra che risulta e non una lira di piu?
bat900
P.S. ..questo una volta chiarita l'incognita della dichiarazione di residenza.
bat900
da quello che mi dici Caval vedo che qui la questione è piu complessa del previsto e non so se riuscirò a cavarci le gambe. Oltre tutto oggi sono stato alla publiacqua e li è successo questo: spiegata la situazione ho chiesto di controllare le ultime bollette condominiali.L'impiegata alla schermata del computer ha fatto una faccia sorpresa e ha cominciato col dire che c'erano gravi anomalie .Poi si è bloccata e mi ha detto che doveva chiedere a un collega piu esperto se poteva darmi quelle informazioni.Il collega ha detto che no, non era possibile, e che solo l'amministratore aveva accesso a quella documentazione. Sono rimasto allibito .Ora non mi resta altro che andare dall'amministratore ma non per chiedere info perche di lui non mi fido e oltretutto non ho mai capito niente di quello che dice.Chiederò di farmi avere una copia delle ultime bollette in modo che possa farle vedere a qalche esperto e alle brutte a un avvocato. Se rifiuta io non pago una lira. giusto?
bat900
grazie Daneb, le tue indicazioni mi saranno preziose una volta che sarò riuscito a mettere le mani sulla "segretissima" bolletta. Però,ho pensato....anche se non sono in possesso dei dati ufficiali ho sempre il dato del mio consumo che ho rilevato personalmente. Provo a fare un conto usando il tuo sistema di calcolo.. Dunque a me risultano circa 100 mc di consumo personale Quindi i primi 60 mc sono a € 1,243 - risultato € 74,58 I rimanenti 40 mc sono a € 2,046 - risultato € 81,84 Faccio la somma e risulta € 156,42 Dunque,escludendo eventuali perdite occulte nelle tubature condominiali ed eventuali fontanelle (che non ci sono) posso affermare, approssimativamente,che questa è la cifra giusta che dovrei pagare? Invece sul tuo commento Caval non posso dire finche non vedrò la bolletta (chissà se un giorno....) Mi chiedo: se risultassi non residente e quindi con bolletta maggiorata posso considerare colposo o colpevole l'amministratore? Il discorso delle famose 26 € annuali caduno non mi torna: non si tratta della quota fissa che l'azienda applica ad ogni suo contatore ovvero utenza singola?
bat900
Ciao Caval,dunque le 26 € ci sono quindi la cifra giusta che dovrei pagare è all'incirca 182 € giusto? Comunque sempre meno della metà di quello che mi è stato richiesto o ,per meglio dire,imposto. Differenziazione tra DomesticoResidente contro DomesticoNONresidente.
quote:
comunque se chiedi all'impiegata allo sportello ti togli ogni dubbio.
veramente non ho chiesto perche ho pensato che la info facesse parte del "segreto istruttorio"...
quote:
Chi presta un servizio pubblico è soggetto all'accesso atti. Chieda per iscritto copia delle fatture all'ente erogatore.
l'idea mi sembra buona, mettendo tutto per iscritto forse ci dovranno pensare bene prima di rifiutarsi Grazie Giani Ges, gentilmente,è possibile avere un riferimento a una legge specifica?
bat900
Daneb io ti ringrazio molto per la tua spiegazione ma purtroppo il mio cervello è negato per la matamatica e in tutte quelle cifre e formule mi ci perdo.Tenterò comunque di capirci qualcosa.Per ora mi basterebbe capire questa tua conclusione:
quote:
per cui, nel tuo caso se rifarai i calcoli con la reale tariffa avresti dovuto pagare € 138,75 anzichè € 156,42
Stai parlando di un calcolo vero e propro o solo di una ipotesi? Scusa ancora Daneb sono una frana Giani Ges ha scritto:
quote:
Ovviamente, se l'utenza è intestata a terzi, occorre al delega dei medesimo e la relativa fotocopia della carta di identita del delegante.Il tutto puo' essere inviato tramite fax
Quindi io in quanto semplice condomino non posso accedere autonomamente a documenti che mi riguardano personalmente.Non capisco... L'amministratore giustamente ha la delega per disporre di quei documenti ma io non voglio disporre di niente,chiedo solo di essere informato. Non mi sembra giusto dover chiedere il permesso all'amministratore per accedere a informazioni sulla mia bolletta. Comunque grazie Giani Ges e grazie a tutti voi che mi aiutate a capire per quanto possibile perche qui la situazione è molto piu complicata di quello che immaginavo Modificato Da - bat900 il 20 Lug 2009 01:21:10
bat900
Prociotta ,il calcolo di ripartizione c'è e mi è stato inviato insieme alla convocazio dell'assemblea annuale all'inizio del mese. Eccolo qua: il totale acqua è €.1142,39 cosi ripartito tra condòmini: 1) 402,18 2) 14,16 (residente non abituale) 3) 442,06 ( io ) 4) 118,97 5) 39,89 (residente non abituale) 6) 124,63 (residente poco abituale) ...ora,qui si parla di euro, io mi chiedo,dove sono i metri cubi? Che sistema di calcolo è stato usato perche risulti che io,che ho un consumo di circa 100 mc (rilevato personalmente),vengo a pagare piu del doppio del normale e piu del quadruplo del condòmino N.3 che come me è residente abituale? (e non sempre vive da solo) Mi devo accontentare che mi venga sventolata davanti la bolletta durante l'asseblea o ho il diritto di averne una copia da consultare o da far consultare a qualche esperto? E se chiedo al gestore la documentazione relativa alla mia bolletta o co-utenza perche semplicemente non mi viene data senza che debba chiedere il permesso all'amministratore? Perche queste complicazioni da segreto istruttorio? Daneb, come hai visto qui sopra ho messo le ripartizioni reali dell'aqcua nel mio condominio.Si parla solo di euro ma nel mio caso ho il dato del mio consumo (100 mc rilevato personalmente). Gentilmente,quando hai tempo, puoi ripetere il tuo calcolo seguendo quei dati? Non so....magari essendo dati reali ci capisco qualcosa di piu
bat900
grazie Daneb, ti farò sapere al piu presto non appena potrò andare dal sig.amministratore al quale farò 2 perscise richieste: 1)copia delle bollette riguardanti gli attuali pagamenti 2)ripartizioni in metri cubi Grazie e scusa ancora per la mia scarsa ricezione (ovvero capa tosta)
bat900
Prociotta ti assicuro che nei fogli comprendenti: Bilancio di chiusura - Bilancio previsione - Rateizzazione, che mi sono stati inviati unitamente alla convocazione dell'assemblea non c'è traccia di metri cubi.Il che, vista la tua incredulità,appare implicitamente come una cosa piuttosto grave.Voglio dire che trascurare di indicare i metri cubi è ,a quanto pare,una pratica piuttosto lontana dalla correttezza professionale di un amministratore.Mi confermi questo? La mia contestazione sulla trasparenza è riferita all'azienda fornitrice, ovvero, io in quanto utente del servizio credo di avere il diritto di accedere ai documenti che mi riguardano come e quanto l'amministratore che ho delegato
bat900
effettivamente Daneb gli anni scorsi ci sono state contestazioni dell'amminsiatratore contro l'azienda publiacqua per via di bollette troppo alte di cui lui ci riferiva indignato.Se poi guardo la spesa totale acqua dell'anno scorso noto una discrepanza: 1142 euro quest'anno e 459 l'anno scorso (di cui io pagai 204) Devo dire che io nonostante abbia chiesto chiarimenti riguardo queste contestazioni dalle risposte dell amministratore non ci ho mai capito quasi niente e mi è restata una sensazione di sospetto (non è che quegli aumenti me li fa pagare a me?) All'ultima assemblea è stato deciso di fare ricorso tramite un giudice di pace .Io non so....forse dovevo fermare tutto,chiedere una volta per tutte un chiarimento vero e magari impuntarmi sui problemi di ripartizione ma andando cosi alla cieca non me la sono sentita di oppormi. In merito al tuo calcolo presunto Daneb avrei due quesiti 1) tu dici che presumibilmente risulta che consumiamo 300 mc l'anno al prezzo presumibile di 1€ al mc. (...1€ al mc: cosi poco? non era 1,243 i primi 60 mc e 2,046 i rimanenti?) Ma il totale acqua in euro è € 1142 quindi a 1€ al mc sarebbero 1142 mc....non capisco. Oppure ti sei basato sul prezzo esorbitante che risulta dalla mia quota €442 in rapporto al mio consumo 100mc (rilevato personalmente) ovvero 4,42 euro per metro cubo. 2) la quota fissa (grazie di avermi fatto notare che c'è chi non la paga!) si tratta di € 23,37 come dici te Daneb o € 26 come dice Caval? Modificato Da - bat900 il 22 Lug 2009 15:40:17
bat900
hai ragione Caval qui è un vero casino comunque le vostre risposte mi sono di molto aiuto. La settimana prossima vado dall'amministratore se riesco a trovarlo poi vi farò sapere. Vorrei sapere un altra cosa circa la quota fissa visto che ,come mi ha fatto notare Daneb,qui nel mio condominio c'è qualcuno(e forse piu di uno)che non la paga Voi mi dite che la deve pagare sia chi ha una utenza singola sia chi ha un utanza condominiale raggruppata. E io ci credo perche vedo che voi ne sapete sull'argomento. Però avrei bisogno di un testo ufficiale o simile come riferimento specifico su questa cosa . Ho cercato su intenet ,anche su publiacua ma non ho trovato un testo veramente specifico .Vorrei stamparlo e tenerlo come prova in caso di discussioni Vi chiedo se avete qualche link utile al riguardo ciao e grazie
bat900
Grazie Daneb ,sei un mago dell'aritmetica,scienza perfetta e soprattutto imparziale. Terrò molto conto di questi tuoi calcoli e ti farò sapere senzaltro al piu presto E grazie a te Caval della buona idea. Avevo gia cominciato a informarmi presso amici ma solo telefonicamente.Veramente non sarebbe male come dici te vedere i documenti di persona e magari fare una fotocopia per fare un po di pratica. Grazie anche del link sulla bolletta però qui sono un po perplesso: 5 unità abitative e un consumo bimensile di 650 mc? Piu di 100 mc a condòmino per due mesi? E poi il prezzo : 1662euro per 650 mc? Piu di 2,50 euro a mc ? Questo mi sembra in contrasto con quello che dice Daneb ossia circa 1 euro a mc.Sicuramente mi è sfuggito qualcosa. Per favore potete aiutarmi a capire?
bat900
capisco Daneb,se uno consuma poco sposta la media tariffaria verso il basso mentre se uno consuma molto la sposta verso l'alto quindi il tutto va riequilibrato.Ma il mio amministratore non credo che si ponga certi problemi,lui a quanto pare usa il metodo "faccio un pò come c. mi pare" Hai solo la terza elementare?? Tanti complimenti Daneb! Ciao amici condòmini,seguirò i vostri consigli e vi farò sapere Modificato Da - bat900 il 25 Lug 2009 03:33:49

Registrati
 
Trova la soluzione al tuo problema, cerca tra le risposte date su Condominioweb.com
Ricerca

Ultime discussioni
  • Diritto di recintare tutta la corte privata in un condominio
  • Dimissioni amministratore
  • Consuntivo per cassa o per competenza
  • Quote ascensore mansarda
  • Ristrutturazione condominio
  • Parere POrte Finestre
  • Inserisci un quesito
    registrati



    Gruppo Condominioweb Srl. Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo info@condominioweb.com - P. Iva 01473350880 - Privacy