Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
119551 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
L'amministratore di condominio ha un potere generale di spesa limitato, tranne in caso di lavori urgenti
Inviaci un quesito

L'amministratore di condominio ha un potere generale di spesa limitato, tranne in caso di lavori urgenti

Anticipazioni dell'amministratore ed assenza della preventiva informazione

Avv. Leonarda Colucci  

La vicenda. Un amministratore di condominio cita in giudizio il condominio chiedendo rimborso di anticipazioni effettuate nel corso degli anni. Il giudizio di primo grado, però, ha respinto le richieste dell'amministratore accogliendo, invece, la domanda riconvenzionale formulata dal condominio e condannando l'amministratore al pagamento di una somma di circa mille cinquecento euro in favore del condominio, pari al pregiudizio subito dall'ente per non aver versato ad una finanziaria il quinto dello stipendio del custode, cessione di cui l'assemblea non era mai stata informata dall'amministratore.

Dano perdere: => Dalle possibili indebite pressioni sui condòmini ai rischi economici per lo stesso amministratore.

L'amministratore non demorde, e convinto di aver diritto a recuperare le anticipazioni di spesa sostenute per il condominio, impugna in appello la sentenza del Tribunale.

Non sempre l'amministratore di condominio ha diritto al rimborso delle somme anticipate personalmente

Anticipazioni dell'amministratore, come eseguirle?

La decisione. La Corte d'appello di Milano conferma la sentenza impugnata puntualizzando che la stessa ha correttamente inquadrato la vicenda sia dal punto di vista normativo che giurisprudenziale.Il punto focale della questione, osservano i giudici di secondo grado condividendo l'assunto del Tribunale, consiste nell'assenza della preventiva informazione del condominio del fatto che l'amministratore aveva fatto fronte ad una serie di anticipazioni di spesa durante gli anni di espletamento del suo mandato.

In particolare, fra le varie anticipazioni sostenute dall' appellante amministratore di condominio, figura anche l'emolumento dell'amministratore per la gestione del 2005 pari ad oltre novemila euro, così come attesta la fattura emessa nel 2006.

La corte milanese, dopo aver preso atto che tale specifica richiesta non era comparsa nell'atto di citazione del giudizio di primo grado, bensì durante lo svolgimento del giudizio, tanto da indurre il giudice di prime cure a dichiarare la stessa inammissibile, si sofferma sul rapporto che intercorre fra amministratore e condominio.

A tal riguardo evidenzia che “se è vero che l'incarico conferito all'amministratore condominiale, in linea di principio, è assimilabile al mandato … è anche vero che tale rapporto deve essere considerato come una figura particolare di mandato che trova regolazione giuridica in riferimento alle peculiarità del condominio, in cui ogni potere deliberativo sulle spese compete inderogabilmente all'assemblea condominiale”.

Per quanto concerne, invece, il potere di spesa di cui l'amministratore dispone la sentenza di primo grado, osserva la Corte d'appello, si riporta a quanto stabilito dalla giurisprudenza di legittimità secondo cui “L'amministratore di condominio non ha – salvo quanto previsto dagli articoli 1130 e 1135 c.c. in tema di lavori urgenti - un generale potere di spesa, in quanto spetta all'assemblea condominiale il compito generale non solo di approvare il conto consuntivo, ma anche di valutare l'opportunità delle spese sostenute dall'amministratore; ne consegue che, in assenza di una deliberazione dell'assemblea l'amministratore non può esigere il rimborso delle anticipazioni da lui sostenute, perché pur essendo il rapporto tra l'amministratore ed i condomini inquadrabile nella figura del mandato, il principio dell'art. 1720 c.c.- secondo cui il mandante è tenuto a rimborsare le spese anticipate dal mandatario- deve essere coordinato con quelli in materia di condominio, secondo i quali il credito dell'amministratore non può considerarsi né liquido né esigibile senza un preventivo controllo da parte dell'assemblea” [1]

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza
Scarica Corte di Appello di Milano, Sentenza n. 508 del 07/02/2017

Cerca: anticipazioni dellamministratore assenza preventiva informazione

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

    in evidenza

Dello stesso argomento


Forse alcune norme della riforma saranno ritoccate!

Forse alcune norme della riforma saranno ritoccate!. Il Sottosegretario Ferri aveva annunciato, alcuni mesi fa, una serie di modifiche da apportare al nuovo impianto normativo. Ecco alcune anticipazioni