Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
100461 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Valida l'approvazione dei lavori discussi sotto la voce "approvazione consultivo" dell'ordine del giorno
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Valida l'approvazione dei lavori discussi sotto la voce "approvazione consultivo" dell'ordine del giorno

Validità delibera, è sufficiente che nell'avviso di convocazione gli argomenti da trattare siano indicati nei termini essenziali per essere comprensibili

Avv. Giuseppe Donato Nuzzo  

Ai fini della validità della delibera adottata dall'assemblea di condominio è sufficiente che nell'avviso di convocazione gli argomenti da trattare siano indicati nei termini essenziali per essere comprensibili.

Ne consegue che deve ritenersi valida l'approvazione di quei lavori che, seppur non dettagliatamente indicati nell'ordine del giorno, sono ricompresi nella voce "approvazione consuntivo" e possono dunque essere facilmente conosciuti dai condòmini prendendo visione del rendiconto.

È questo il principio che emerge dalla sentenza della Corte di Cassazione n. 539 del 14 gennaio 2016, che ha confermato la sentenza di merito.

Per i giudici di legittimità è sufficiente l'indicazione dei lavori da approvare sotto la voce dell'ordine del giorno "approvazione consultivo". Infatti, ciascun condòmino, prima della seduta, ha la possibilità di conoscere nel dettaglio i lavori da approvare e farsene un'idea leggendosi il rendiconto.

=>Decreto ingiuntivo: nel giudizio di opposizione non si può sindacare la validità della delibera che ha approvato il rendiconto

Il fatto - Una condòmina chiedeva l'annullamento della delibera condominiali in quanto, a suo dire, nell'ordine del giorno non erano dettagliatamente indicati i lavori deliberati in assemblea (ripristino della serratura esterna, sistemazione della pozza d'acqua, rimozione dei cartelli e imbiancatura della scala).

Sia il Tribunale che la Corte d'Appello avevano tuttavia rigettato la domanda, ritenendo che i punti oggetto di discussione riguardavano comunicazioni e chiarificazioni circa l'operato dell'amministratore in ordine alla gestione ordinaria e straordinaria dell'anno precedente.

Dunque, non era necessario l'inserimento di ciascun analitico argomento nell'o.d.g., avendo potuto ciascun condòmino prendere visione del rendiconto in un momento precedente all'assemblea.

La Corte di cassazione ha confermato la decisione di merito.

Secondo gli Ermellini, l'assemblea ha esaminato esattamente quegli argomenti di cui la ricorrente lamenta di non essere stata informata. In particolare, tali argomenti erano stati oggetto di discussione sotto la voce "approvazione consultivo" e di essi i singoli condòmini avevano avuto modo di avere consapevolezza prendendo visione del rendiconto.

Non è necessaria dunque una descrizione dettagliata degli argomenti all'ordine del giorno, soprattutto nei casi, come quello in esame, in cui si tratta di approvare attività rientranti nella manutenzione ordinaria e di cui si può prendere visione consultando il rendiconto.

Pertanto, per la suprema Corte l'approvazione dei lavori inseriti nell'ordine del giorno sotto la voce "approvazione consultivo relativo all'anno di esercizio 2007" è perfettamente valida alla luce del principio secondo cui "al fine della validità della delibera adottata da un'assemblea condominiale, è sufficiente che nell'avviso di convocazione della medesima gli argomenti da trattare siano indicati nei termini essenziali per essere comprensibili".

=> Il condòmino regolarmente convocato è legittimato ad impugnare la deliberazione eccependo la mancata convocazione di altri condòmini?

Scarica Cassazione civile, n. 539 del 14 gennaio 2016

Cerca: approvazione lavori

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento